L'ultima barbarie dello Stato islamico: gettato dal tetto perché gay

Ucciso dagli uomini del Califfato perché accusato di sodomia: prima lo scaravantano giù da un edificio, poi lo lapidano

I miliziani di Isis hanno giustiziato un uomo perché omosessuale, scaraventandolo giù da un tetto e quindi finendolo con un lancio di pietre una volta che era agonizzante al suolo. L'ennesima, barbara, esecuzione è stata annunciata dagli stessi uomini dello Stato Islamico, che hanno diffuso in rete le immagini dell'esecuzione.

L'omicidio sarebbe avvenuto sul confine tra Siria ed Iraq, a Wilayet al-Furat, dove il locale tribunale islamico avrebbe "deciso che un uomo che praticava la sodomia doveva essere gettato dal punto più alto della città e poi ucciso a sassate".

Dalle fotografie rese note sinora, però, non è ancora possibile ricostruire con chiarezza la dinamica dell'accaduto: in un primo scatto si vede l'uomo mentre viene scaraventato dalla sommità di un edificio, mentre in una seconda immagine è ritratto un uomo che giace a terra.

Non è la prima volta che gli uomini di Isis uccidono le loro vittime perché omosessuali: a fine novembre, due giovani di 18 e 20 anni sono stati lapidati in Siria con l'accusa di aver consumato rapporti sessuali con persone dello stesso sesso. Inoltre, in precedenza, erano state lapidate anche alcune donne accusate di adulterio.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mar, 09/12/2014 - 21:24

Toh! Una lapidazione all'incontrario! Invece di obbedire al lancio di sassi, non troppo piccoli ma nemmeno troppo grandi, allo scopo di non farlo morire troppo lentamente nè troppo velocemente, contro il condannato, adesso lo tirano contro il sasso più grosso che esista, il pianeta Terra. Mi sa che è una contravvenzione alla loro stesa fede! Non sono islamici puri.

Ritratto di frank.

frank.

Mar, 09/12/2014 - 23:15

Attenti con queste notizie, qualche vostro lettore potrebbe diventare un seguace dell'isis!

Ritratto di electro

electro

Mar, 09/12/2014 - 23:22

A giudicare dai commenti sull'articolo pubblicato oggi su queste stesse pagine "Il giro di affari gay?Vale mille miliardi", deduco che dovreste essere felici.....

Mario Mauro

Mer, 10/12/2014 - 00:00

Ho cominciato a considerare pericolosa l'omosessualità, da quando un gruppo d'intellettuali, subito seguiti da masse di sprovveduti, per essere originali hanno deciso che questa dovesse essere posta in cima ai valori della società, che dovesse essere raccontata nelle scuole come normalità più che normale, che dovesse essere utilizzata come cuneo per scardinare la famiglia naturale e distruggerne le basi. Tuttavia, di fronte alle cronache, non rimane che la triste ennesima conferma dell'ottusità e della perversione umane che troppo spesso non permettono di trovare una peraltro logica via di mezzo tra l'esaltare la nobiltà d'animo di pederasti e lesbiche e il metterli a morte in modo orribile. Non è questione di scontro tra religioni (l'arrendevolezza di quella cattolica romana lo escluderebbe subito) e nemmeno di scontro tra culture (che certamente esiste) ma, per entrambe le opzioni, semplici manifestazioni della stupidità e della cattiveria della natura umana.

roberto.morici

Mer, 10/12/2014 - 07:42

Sarebbe da organizzare una bella carnevalta di protesta in perfetto stile Gay Pride. Nel luogo del fattaccio, naturalmente.

elalca

Mer, 10/12/2014 - 08:34

e adesso aspettiamo i commenti dei busoni nostrani.......

gio 42

Mer, 10/12/2014 - 09:51

Buongiorno, in fondo a tutte queste tragedie, dove oramai la terra è diventata un palcoscenico in diretta, bisognerebbe che TUTTI capissero che l'uomo da solo non va da nessuna parte. E quando dico da solo voglio dire anche quando si prende un DIO a suo uso e consumo. E quando dico solo dico con la sua superbia e onnipotenza. E quando dico solo dico anche il non guardare che ti sta vicino e se il mio modo di agire può urtarti. Quando dico solo dico anche far valere la legge del taglione (vero Di Battista?) Saluti

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 10/12/2014 - 10:17

ne desumo che gran parte della schiuma di umanita' islamica che sbarca sulle nostre coste sia composta in gran parte da mussulmani gay che sfuggono al supplizio. e ci mancava pure questa !

michele lascaro

Mer, 10/12/2014 - 17:13

Qualcuno delle nostre parti comincia a tremare.

buri

Mer, 10/12/2014 - 21:52

Perché meravihliarsi? loro applicano i Corano alla lettera. ricordatevelo