Contro immigrati e jihad Macron dà l'assalto a Schengen

Nuove norme per sostituire lo stato d'emergenza in vigore dopo il Bataclan

È un'estensione massiccia della possibilità di controllare l'identità di chi entra nel territorio francese quella che le autorità in Francia hanno in mente, con Macron che vaglia l'ipotesi di rompere di fatto con il trattato di Schengen per combattere meglio la criminalità transfrontaliera.

A scriverlo è l'edizione odierna di Le Monde che sostiene le misure arriveranno in vista dello scadere dello stato d'emergenza adottato nel 2015, dopo gli attacchi del sedicente Stato islamico (Isis) a Parigi. Le norme che consente poteri straordinari alle forze dell'ordine decadranno il prossimo 31 ottobre e il quotidiano sostiene che a sostituirle arriveranno controlli più stretti, "nascosti" nelle pieghe del progetto di legge sull'anti-terrorismo.

Disposizioni che alla polizia darebbero prerogative simile a quelle introdotto con lo stato d'emergenza finirebbero così nel diritto comune. Ed è Cimade, associazione che si occupa del sostegno agli stranieri, a lamentare come nella nuova, estesa definizione di "zone di frontiera" rientreranno due terzi della popolazione metropolitana francese, che potranno essere sottoposti a controlli senza i vincoli previsti finora dalla legge.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/09/2017 - 16:19

Tutto sempre troppo tardi, a buoi scappati.

sesterzio

Mar, 12/09/2017 - 16:22

Il trattato di Schengen è stata la più grande cretinata degli ultimi 3 secoli.Un Paese ha il diritto (dovere) di sapere chi ne varca i confini. In casa altrui si bussa e si varca la soglia dopo averne ottenuto il permesso.Tutto il resto è aria fritta.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mar, 12/09/2017 - 16:22

Immigrazione provocata al fine di islamizzare il paese ma che serve come scusa per proclamare e ora istituzionalizzare lo stato di emergenza. Restiamo in attesa della legge marziale prossimamente su questi schermi.

Rossana Rossi

Mar, 12/09/2017 - 16:41

ha ragione sesterzio

Giorgio Rubiu

Mar, 12/09/2017 - 17:09

Maggiori controlli, revoche di permessi di soggiorno e, se necessario, anche quelli di residenza rilasciati in passato e rimpatri forzati sono il giusto rimedio alla situazione attuale e al trattato di Schengen.

VittorioMar

Mar, 12/09/2017 - 17:40

...E GLI "ADORATORI" DEL DIO MACRON ,COSA DICONO ??

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 12/09/2017 - 18:22

@LadyCassandra; se si vive nei confini della legge non c'é da temere alcunché. Se si vive onestamente anche le dittature sono ben tollerate! Dico questo perché conosco la vita di mio nonno che é stato artigiano/commerciante durante il fascismo e non era iscritto al partito; contrariamente a quello che si dice, senza la tessera ha cresciuto 8 figli e vissuto nell'agiatezza! Vivo in Francia e la cosa mi sta bene!!!

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 12/09/2017 - 18:33

E meno male che si dichiarava "non populista".

Reip

Mar, 12/09/2017 - 19:45

A me Macron fa schifo! Ma ha ragione!!!

mirror

Mar, 12/09/2017 - 21:07

espulsione dall'europa a vita anche a chi a cittadinanza aquisita ,ed hai loro familiari se accusati di reati a sfondo terroristico , religioso , e predicatori odio,per mancato rispetto delle regole di convivenza civile e democratica della costituzione vigente nel paese ospitante .

Reip

Mar, 12/09/2017 - 21:37

...I trattati sono solo pezzi di carta!

clapas

Mar, 12/09/2017 - 22:00

Ladycassandra Perfettamente d'accordo, di questa operazione se ne parlava già mesi fa e puntualmente arriva...con la scusa dei controlli sul terrorismo i francesi si troveranno in uno stato di polizia...

CesareGiulio

Mer, 13/09/2017 - 06:46

prima dell isis shenghen andava benissimo. poi le cose sono cambiate.... ora é guerriglia...

Popi46

Mer, 13/09/2017 - 07:11

Forse anche i francesi hanno capito che il troppo stroppia!

portuense

Mer, 13/09/2017 - 07:26

lentamente ma si stanno risvegliando dal torpore insulso dell'accoglienza

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 13/09/2017 - 07:33

@clapas; preferisco uno stato di polizia che uno stato in mano ai terroristi, agli abusivi e ai delinquenti e a chi si sveglia prima al mattino e comanda.!!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 13/09/2017 - 08:03

Bravo Orione50 - Anch'io vivo in Francia e serenamente. Ne osservo le leggi e sono rispettato. Diritti = Doveri

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 13/09/2017 - 08:07

Ladycassandra - ciapas - Ma voi vivete in Francia per affermare certe cose? Io ci vivo da tanto tempo e ci sto benissimo, sono rispettato e perfettamente a mio agio, cosa che non ero in Italia dove c'é di fatto una dittatura politica che fa schifo.Se per caso vivete in Francia e pensate a quel modo vi conviene tornarvene al paesello vostro.