Migranti, ora l'Ue rimprovera l'Italia perché rimpatria troppo poco

Avramopoulos ammonisce il prossimo governo di non cambiare linea sull'accoglienza. Ma dalla Commissione rimproverano l'Italia perché rimpatria troppo poco

La Commissione europea, si sa, non perde occasione per dire la propria sulle politiche dei singoli Stati membri, intervenendo con regolarità sui programmi dei governi nazionali e a volte anche solo sulle campagne elettorali. E' il caso del monito sull'accoglienza dei migranti lanciato ieri dal commissario agli Affari Interni Dimitris Avramopoulos, che ha auspicato che l'Italia "non cambi" linea in tema di immigrazione, quale che sia il prossimo governo.

Un intervento a gamba tesa che ha fatto alzare più di un sopracciglio a Roma, soprattutto alla luce del fatto che il nostro Paese ha dovuto sopportare, in tema di accoglienza, un peso sproporzionato rispetto agli altri Ventisette proprio a causa della deficienza della legislazione europea in materia, decisamente iniqua.

"L'Italia rimpatria troppo poco"

Peccato che proprio nelle stesse ore in cui Avramopoulos lanciava l'altolà a un cambio di linea politica da parte delle autorità italiane, il direttore alla Migrazione e protezione alla stessa Commissione Ue Laurent Muschel rimproverava l'Italia per lo scarso numero di rimpatri. "Tutti gli Stati membri - ha affermato ieri Muschel parlando con l'Ansa - rimpatriano verso il Bangladesh. I rimpatri dall'Italia verso Bangladesh, Pakistan o Afghanistan invece sono nulli perché mancano i centri di detenzione".

Un intervento giunto a margine della presentazione del Rapporto sui 10 anni di attività del European Migration Network, lo stesso evento in cui ha preso parte il commissario. Da un lato dunque la Commissione striglia Roma per i mancati rimpatri, dall'altro la esorta a non cambiare politica.

E la riforma di Dublino langue

Al tempo stesso, infine, prende atto con imbarazzo delle difficoltà del processo di riforma del regolamento di Dublino, alla base della legislazione europea sull'asilo. Un insieme di norme che prevede essenzialmente che chiunque intenda presentare domanda di protezione internazionale in un Paese Ue, debba farlo nel territorio del primo Stato membro in cui mette piede.

Una vera e propria trappola per i Paesi di primo arrivo come Italia e Grecia, all'origine di molti dei nostri problemi nel gestire l'accoglienza. Che ora l'Europa da un lato ci rimproveri per i mancati rimpatri e dall'altro ammonisca il prossimo esecutivo a proseguire con le politiche dei governi precedenti è quantomeno paradossale.

Commenti

maurizio50

Mer, 16/05/2018 - 11:29

I funzionari dell'Unione Europea?? un'accolita di buffoni!!!!!!!!

gianfran41

Mer, 16/05/2018 - 11:29

E chi paga per questo servizio all'Europa?

Vigar

Mer, 16/05/2018 - 11:37

Questi sono dei pazzi furiosi: vanno tenuti a freno. Certo non lo farà né mattarella nè un governo che segua la rotta ben tracciata dai precedenti.

Rossana Rossi

Mer, 16/05/2018 - 11:51

ma possibile che nessuno abbia le palle adatte a risolvere questo schifo?............

Ritratto di capcap

capcap

Mer, 16/05/2018 - 11:51

scuola ho studiato il rischio d'impresa, ora imparo il rischio profughi CHI E' CAUSA DEL SUO MAL, RIMPIANGA SE STESSO.

venco

Mer, 16/05/2018 - 12:29

Se si tengono e si mantengono in campi chiusi, senza farli circolare nel territorio, questi quando sono stufi possono solo chiedere di farsi rimandare a casa.

OttavioM.

Mer, 16/05/2018 - 12:59

L'Europa ha scocciato, non gli va mai bene niente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/05/2018 - 13:02

No signori. Non c'è schizofrenia, tanto meno stupidità. E' il Piano Kalergi, ovviamente mascherato da propaganda umanitarista. Gli unici deficienti sono coloro che ancora oggi si rifiutano di credere a questo piano.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/05/2018 - 13:06

Ovviamente questa è solo ipocrisia. La politica dell'UERSS è meticciato e distruzione di ogni identità. Solo così l'elite massonico sionista può imporsi: su masse acefale senza radici, senza storia, SUBUMANI.

Ritratto di cicopico

cicopico

Mer, 16/05/2018 - 13:27

si-amo dei burattini in mano a una banda di massoni altro che unione europea,l'italia a solo da perdere con quei buffoni europei,ognuno fa i propri interessi ma noi sempre piu giu,ammiro inghilterra che si e ripresa il proprio destino a le palle la may e sta facendo gli interessi del suo popolo,noi i soliti affaristi che ci hanno venduti x 30 denari.....

Una-mattina-mi-...

Mer, 16/05/2018 - 13:27

I MATTI DELLE VIGENTI DITTATURE EUROPEE NON VANNO ASCOLTATI MA CURATI

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 16/05/2018 - 13:52

I nuovi "Barbari"! Sempre accolti e mai rimpatriati...

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 16/05/2018 - 14:16

Mandiamo subito tutti i clandestini che sono sul nostro territorio a Bruxelles presso la sede dell'UE, visto che loro sono così bravi, sanno sicuramente come fare e li rimpatrieranno loro. Grazie.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 16/05/2018 - 14:34

Sul tema MIGRANTI CLANDESTINI la posizione della UE è quanto di più AMBIGUO ci possa mai essere. Purtroppo a farne le spese in fatto di conseguenze dirette siamo noi Italiani. La UE chiede ai 27 Paesi membri di accogliere, ma acconsente a Francia ed Austria di chiudere le proprie frontiere con l'Italia; non solo : permette a Paesi quali Ungheria e Polonia (entrambi inseriti a pieno titolo nel contesto dell'area Europea, tanto che entrambi percepiscono annualmente i FONDI EUROPEI a loro assegnati) di dire NO alla distribuzione dei migranti sul proprio territorio, ed impone all'Italia [e alla Grecia] di far fronte al problema. Mi chiedo come, di fronte a dati di fatto del genere, un cittadino ed elettore Italiano possa essere "pro UE"...

Guido_

Mer, 16/05/2018 - 14:38

Ma quale schizofrenia, così dicono le leggi: prima l'immigrato va debitamente identificato e se non richiede o non viene concesso il diritto d'asilo va rispedito a casa. Cosa ha detto quindi di male l'UE?

Scirocco

Mer, 16/05/2018 - 14:54

Grazie a Dio se i due giovani leader riusciranno a fare un governo l'Italia cambierà linea sull'immigrazione ed alla velocità della luce. Se a Dimitris piacciono tanto gli africani se li fa sbarcare in Grecia a casa sua e sulle varie isolette dell'Egeo ma poi se li tiene là e se li mantiene.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 16/05/2018 - 15:16

Se la prena con i komunisti. Loro, addirittura, li vanno a prendere a casa loro.

corivorivo

Mer, 16/05/2018 - 16:42

Salvini fatto il governo riunitevi in parlamento e sparate tutti insieme una pernacchia atomica all'europa!

opinione-critica

Mer, 16/05/2018 - 17:42

Il problema non è complesso come vogliono farci credere. Sarebbe sufficiente aumentare gli affondamenti forzati di navi e clandestini e ci saranno meno partenze, si ridurrà il desiderio di partire. Si risolveranno i problemi di "accoglienza e integrazione". Se invece devono svendere l'italia continuiamo come adesso. Lasciamo parlare il papa e la CEI e ordiniamogli di accoglierli nelle loro strutture, se le cose non funzionano gli facciamo chiudere le strutture. Si potrebbe chiedere una tassa per ogni clandestino ospitato, altrimenti facciamo partire pure loro.

Iena_Plinsky

Mer, 16/05/2018 - 17:51

Sono da mettere in containers e da rispedire in Libia (paese di partenza) sui mercantili. Mica ci vuole tanto....

tosco1

Mer, 16/05/2018 - 17:57

In campo pare siano tutti arbitri che fischiano ed un solo uomo che corre. Il problema e'che non so piu' quali parole usare per dire, in maniera contenuta, che l'Europa, cosi' come e', e' veramente disgustosa.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 16/05/2018 - 18:12

E lasciarli dove stanno, no?

Jon

Mer, 16/05/2018 - 18:35

Dimitris..invece di scaldare le sedie e di sciorinare imbecillita' cercate di concludere la riforma fiscale denominata Google Tax che dovrebbe finalmente far pagare giuste tasse alle multinazionali del web. Quella provvisoria che colpirebbe titti i Big porterebbe in cassa solo 5 miliardi, quando il nostro aunmento dell'Iva ne rastrellerebbe 12, di miliardi..dalle tasche nostrane.. Nessuno sconto ai Big..altrimenti Grillo fara' Amaz off..!! Achtung bitte..

ziobeppe1951

Mer, 16/05/2018 - 18:49

guido...boccalone..la UE parla così perchè sa bene che non può dire altrimenti ...c’è un tacito accordo della sinistra europea alla guida dei vari Stati affinché i rimpatri siano minimi..tanto per tener buona la plebe

Garganella

Mer, 16/05/2018 - 18:50

Guido 14,38: la schizofrenia si evita non andando a prenderli! Li capisci o non le capisci quali sono i problemi?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 16/05/2018 - 18:51

Non capisco mi sembra di essere in un mondo virtuale.Grazie kompagni.

rudyger

Mer, 16/05/2018 - 19:01

un metodo c'è per farli rimpatriare: quando arrivano le navi delle ONG queste vengono messe in quarantena. Si identificano i vari soggetti. quelli che a prima vista non provengono da zone di guerra vengono rimbarcati sulle navi e ripartono verso porti non italiani. Se non vengono accettati se li tengono a bordo. L'UE strilla ? fatela strillare. Ci fanno l'infrazione ? e noi non la paghiamo.

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 16/05/2018 - 19:09

@Guido_ il fatto e' che li vanno a prendere in Africa a pochi metri dalle coste e ce li portano le marine degli altri paesi e altri str@nzi delle ONGs invece che portarli nei loro paesi come da regolamento del mare. Una nave, soprattutto militare, e' come un'ambasciata. Quindi noi dovremmo sorbirci accertamenti e rimpatri tutto a spese nostre e gli altri fanno solo da traghetto e se ne lavano le mani. Se ti sembra una cosa normale mi sa che sei tu lo schizofrenico. Redazione mi dite cosa c'e' di "non pubblicabile" in questo commento che e' la terza volta che lo posto?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mer, 16/05/2018 - 19:26

ue sta per unione eurocazzari mafiosi (la m di mafia non è citata nella sigla)

Germanico

Mer, 16/05/2018 - 19:47

Ci risiamo: l'Italia si lamenta della scarsa "solidarietà" europea. La solita balla italiana. In realtà quelli che l'Europa (o meglio: alcuni Paesi) non accoglie/accolgono (violando oggettivamente gli accordi) sono qualche migliaio di profughi: cioè quelli aventi diritto di asilo. Quanti sono gli aventi diritto? Diciamo il 6% di 300.000? Parliamo quindi di meno di 20.000 individui, che in parte sono anche stati effettivamente accolti altrove (ad es. in Germania). Il problema - tutto italiano - è che l'Italia traghetta verso l'Europa (grazie al "buonismo solidale" di un'elité radikalchic cattocomunista)una marea di invasori, non-aventi diritto, tutti semianalfabeti e non-integrabili, "disperati" che nessuno - ovviamente - vuole avere. Neppure i rispettivi Paesi d'origine. Quindi finisce che ce li dobbiamo tenere: ma solo per nostra imbecillità, non per colpa dell'Europa (che di colpe ne ha comunque piú che in abbondanza).

Ritratto di Attila51

Attila51

Mer, 16/05/2018 - 19:51

Accogliamo volentieri le sorelle dei burocrati, purche siano bone

giginonapoli

Mer, 16/05/2018 - 20:22

Italia fuori dall UE subito!!!!!!

lavieenrose

Mer, 16/05/2018 - 20:43

Il problema non è l'Europa, ma l'Italia che non segue le corrette procedure di identificazione e trattiene di tutto e di più per far guadagnare coop e affini con la storia dell'accoglienza e dell'integrazione. Tutto qui.

istituto

Mer, 16/05/2018 - 20:51

Mi permetto di suggerire alla Redazione un nuovo servizio sui "volontari" dell' Unicef ( ne avete già scritto in passato) che adesso vengono a "rompere" anche a casa con il cosiddetto " door to door" . Oggi sono passati anche nel mio palazzo 2 volte. La seconda alle 19:45.....per contattare gli inquilini assenti alla prima "visita". Tra l'altro si sono presentati anche a nome del Comune di Milano...Tra chiamate dei call center sul telefonino e venditori di adozioni alla porta di casa, non se ne può più. Grazie.

simonemoro

Mer, 16/05/2018 - 21:47

Questo Signore che viene dall'Argentina, dovrebbe sapere che più che le parole sono l'esempio a convincere il prossimo ad agire in maniera caritatevole. E' inutile che lui tenti di convincere le altre parrocchie, quando lui dà il pessimo esempio di non accoglierne nemmeno uno nella sua parrocchia Vaticana.

elpaso21

Mer, 16/05/2018 - 22:42

Vedremo con il nuovo Governo.

giovanni951

Gio, 17/05/2018 - 08:34

forza Salvini....manda al diavolo i neurocrati.

kthrcds

Gio, 17/05/2018 - 09:00

Tra un anno si svolgeranno le elezioni europee, e se l'Ue continua ad interferire con gli affari interni delle nazioni che ne fanno parte è probabile che si assisterà ad una forte affermazione dei partiti cosiddetti “populisti” di portata tale da metterne in discussone l'esistenza. Del resto, visto che l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue non ha provocato le catastrofi paventate dai suoi avversatori, potrebbe accadere che anche altre nazioni siano tentate di seguire l'esempio britannico. In tal caso a Bruxelles dovranno rivedere le loro strategie.

frank173

Gio, 17/05/2018 - 09:52

E qualcuno ancora vorrebbe che dessimo l'appoggio a questa UE? Lo faremo quando smetterà di dare la nausea a tutti tranne che ai ricchi.

kyser

Gio, 17/05/2018 - 11:05

Per una volta sono d'accordo con la UE. L'italia è maggiormente soggetta all'immigrazione è vero, non sono contrario all'accoglienza dei rifugiati ma il problema è che chi avrebbe diritto davvero allo status di rifugiato (e non chi lo ottiene) lo devi cercare tra migliaia. L'Italia inoltre rispetto gli altri stati ha una lentezza nelle decisioni e nella gestione disarmante, questo va a favore dei finti rifugiati e a scapito di quei pochi che, invece, ne avrebbero diritto.

kyser

Gio, 17/05/2018 - 11:10

in più ci si aggiunge l'eccessivo garantismo italiano, la mancanza di controlli, i vari gradi per ricorrere, il fatto che se uno delinque le sue vicende non si legano con la richiesta magari dando più sprint al rifiuto, e il quadro è più definito.

CidCampeador

Gio, 17/05/2018 - 11:13

non si rimpatria perche' le ccop hanno bisogno di soldi che devono poi ridistribuire, il tutto sulle spalle degli Italiani ormai quasi alla fame