Mitra, scud e armi chimiche: ecco l'arsenale del terrore

Mitragliatrici e razzi anti-carro provenienti da Cina, Stati Uniti ed ex-Jugoslavia: le foto degli armamenti dell'Isis. Sostieni il reportage

Nei giorni scorsi il portavoce delle operazioni dell'esercito libico, Mohamed el Hagazi, ha fatto sapere che il governo del Cairo ha dato l'ordine alle navi da guerra della Marina egiziana di pattugliare le coste libiche per impedire qualsiasi tentativo di far arrivare armi ai jihadisti in Libia. Lo Stato islamico non ha una propria aviazione, non ha nemmeno una Marina Militare e, soprattutto non ha armi di distruzione di massa. Almeno per ora. Ieri, infatti, le milizie avversarie all'esercito di Tobruk sono riuscite a mettere le mani sull'arsenale del rais Muhammar Gheddafi. Adesso il timore maggiore è che imprecisate quantità di "gas mostarda" (iprite) possano finire nella mani dei tagliagole.

Che i miliziani del califfo Abu Bakr Al Baghdadi siano armati fino ai denti è ormai un'informazione assodata. Ma capire quali armamenti siano a loro disposizione è estremamente difficile. Servizi segreti e fonti di intelligence stanno cercando di mettere insieme le notizie che arrivano dai fronti siriano e iracheno. Alla fine dello scorso anno il Conflict armament research, un’organizzazione con sede a Londra che si occupa del traffico di armi, è riuscito a mettere insieme due rapporti (uno sulle armi e uno sulle munizione) grazie agli armamenti sequestrati dall'esercito curdo durante il conflitto. Ne è emerso che i militanti jihadisti è in possesso di fucili statunitensi, mitragliatrici cinesi e razzi anti-carro della ex-Jugoslavia, tutti consegnati nelle mani dei ribelli siriani.

Nel report Islamic State weapons in Iraq e Syria pubblicato lo scorso settembre, di cui trovate il pdf linkato all'articolo, i ricercatori sono stati in grado di individuare almeno una decina tipi diversi di armi. Armi che, secondo il Conflict armament research, proverrebbero da tutto il mondo. Su molte sono stati rimossi i numeri di serie proprio per nasconderne la provenienza, ma basta dare una lettura voloce al documento per scoprire che l'Isis è riuscito a mettere le mani su un vero e proprio arsenale. Si va dai M16A4 5.56 x 45 mm, fucili d'assalto di fabbricazione americana, agli AKM 7.62 x 39 mm che furono prodotti in Russia nel 1960, 1964 e 1970. E ancora: le mitragliatrici cinesi PKM-pattern e PK-pattern M80 7.62 x 54R mm e i fucili croati Emlmech EM-992 7.62 X 51 mm. Armi leggere più adatte alla guerriglia e a operazioni di assalto ma che, secondo gli esperti, non dovrebbero troppo impensierire l'Occidente. Nei giorni un miliziano libico ha postato sul proprio account Twitter una mappa del Mediterraneo in cui ha evidenziato che "la distanza tra Roma e Sirte è di 1.250 chilometri, come quella che separa (le due città saudite, ndr) Jeddah e Dammam". Una distanza difficile da coprire con un missile. "Uno scud però può arrivare fino in Italia", ha aggiunto l'utente Qalam hur ricordando che Sirte dista 450 chilometri dal suolo italiano. Secondo l'ambasciatore di Israele in Italia, Naor Gilon, l'Isis "non sarebbe in possesso di missili da lanciare" contro il nostro Paese. Si tratterebbe, dunque, solo di "guerra psicologica".

Questo fino a ieri, quando le milizie avversarie al governo di Hamad bin Khalifa al-Thani hanno messo le mani sui gas di Gheddafi. La Libia, ufficialmente, è senza armi chimiche dall’anno scorso, anche se custodisce ancora sostanze che possono essere trasformate in armamenti. L’annuncio che "la Libia è divenuta totalmente priva di armi chimiche" era stato fatto il 4 febbraio scorso anno, al termine di un processo di smantellamento iniziato nel 2004 quando il Paese aderì alla Convenzione sulle armi chimiche (Cac). In quell’anno la Libia possedeva 24,7 tonnellate di iprite, e oltre 3.500 bombe per aereo caricate con gas letali. Lo scorso settembre però l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), quella che per l’Onu ha monitorato la distruzione delle armi chimiche siriane, fece sapere che la Libia deve ancora smantellare il 60% dei "precursori", le sostanze che possono essere trasformati in armi chimiche. Si tratta di 850 tonnellate di materiale che in gran parte, secondo una richiesta della Libia, andrebbe portata fuori dal territorio libico via nave, operazione diventata improponibile nell'attuale situazione. Adesso queste armi potrebbero finire in mano ai tagliagole dell'Isis.

Commenti

gigi0000

Dom, 22/02/2015 - 15:08

A maggior ragione servirebbe un'immediata azione con bombe nucleari tattiche, fosforo bianco, gas Sarin e napalm. Inevitabilmente vi sarebbe un gran numero di vittime innocenti. Mi spiace e me ne rammarico davvero, ma meglio loro di noi.

Raoul Pontalti

Dom, 22/02/2015 - 15:09

No! Se non ci sono anche le armi batteriologiche non mi spavento...

gigi0000

Dom, 22/02/2015 - 15:10

A maggior ragione servirebbe un'azione immediata con bombe nucleari tattiche, gas Sarin, fosforo bianco e napalm. Soffrirei veramente nel sapere di coinvolgere vittime innocenti, ma: meglio loro di noi, mors tua, vita mea.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 22/02/2015 - 15:14

Ma a noi che ci frega? Abbiamo alfano che ci pensa!

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Dom, 22/02/2015 - 15:47

Le finte riforme sono piu' importanti, poi le RISORSE sono indipensabili per aumentare il numero dei PD.Del PAESE che gli frega a loro. meglio le chiacchiere di cui sono maestri nei talk shit delle loro televisioni.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Dom, 22/02/2015 - 15:49

Ponti alti a noi spaventano di piu' i tuoi interventi.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Dom, 22/02/2015 - 16:22

No Problem, Noi Abbiamo,, ''Alfano Scuud, e Renzi TComic ''. Saluti

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 22/02/2015 - 16:33

Hanno i gas di Gheddafi. A questo punto mi viene da dire che spero lo portino vicino ai palazzi del potere, tra i nostri politici. Si accorgeranno, questa volta che potere, soldi e scorte NON SERVONO A NIENTE. Gusteranno la medicina di avere lasciato andare le cose fuori controllo, nonostante molti italiani li avessero avvertiti e addirittura pregati di provvedere. Si accorgeranno che a forza di giocherellare con la "bomba", gli può esplodere in mano.

Leonard83

Dom, 22/02/2015 - 16:36

ci sono oh-no , la situazione laggiù non mi piace lo stesso!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 22/02/2015 - 16:54

Una banda di assassini sgarruppati e drogati che l'occidente lascia impunemente scorrazzare da una parte all'altra della regione. Limitandosi ad analizzare ombre, altezze dei personaggi e congruenze del paesaggio con i fatti granguignoleschi rappresentati. Il tutto condito dalle consuete dosi industriali di chiacchiere e distinguo. Siamo ai confini del surreale.

mifra77

Dom, 22/02/2015 - 17:14

Non so quanti missili da lanciare possano avere questi signori a disposizione; so solo che di cazbaggianate da sparare a creduloni tremolanti ne hanno davvero tante e vanno tutte a segno. Mi chiedo dov'era quel tipo che si diverte a twittare dalla Libia, quando gheddafi lanciava quelle specie di palle di cannone chiamate scud, verso Lampedusa. Forse dormiva o forse si faceva ancora la pipì nei pantaloni(mimetici naturalmente). Quei missili non avevano gittata sufficiente per attraversare il Mediterraneo. E poi non basta averli i missili, bisogna anche saperli lanciare!

gisto

Dom, 22/02/2015 - 17:54

Dichiariamo guerra alla Toyota!.Ma da dove prendono tutti quei PickUp,dove si comprano i pezzi di ricambio,hanno forse una industria bellica? no,e allora....

mifra77

Dom, 22/02/2015 - 18:36

Piuttosto sarebbe meglio che intanto che si limitano a sbruffoneggiare, in Italia si provveda velocemente a ricostituire un esercito di terra, aria e mare, degno di questo nome, visto che a partire dall'attuale presidente della Repubblica,in tempi non sospetti e fino ai nostri giorni, abbiamo ridotto le nostre forze armate a dei distributori di panini e copertine con la Marina addetta alle pompe funebri di quella povera gente che crede di andare a star meglio se invitata dalla boldrini.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 22/02/2015 - 18:59

Ma come... fino a qualche giorno fa belavate a destra e manca circa il pericolo di missili lanciati sulle nostre coste e adesso ci venite a dire che non sapete di quali armi dispongano?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 22/02/2015 - 19:37

sono proprio contento, così imparate a farvi i cavoli vostri, andando a portare le tecnologie in quelle terre. Con i fucili del 1800 dovevate lasciarli. Altro, che lo scambio con il petrolio. Sono più modernizzati di noi. Poverini di qua, poverini di la, andiamo a portare la civilizzazione, intanto Mussolini ha fatto autostrade che nemmeno noi avevamo,palazzi e civiltà eppoi ci hanno dato un calcio al sedere, con la complicità naturalmente degli inglesi. Comunque tutti responsabili, dall'Europa, agli USA, ai Russi ed ora cinesi, tutti a portare le tecnologie per questo ca.volo di petrolio. Se volevano solo cibo dovevamo dargli. Ma quanto armamento ha lasciato l'USA in IRAQ prima di venirsene via!? Mammamia! Eppoi ci spaventiamo! Ricordatevi, IL PIANETA DELLE SCIMMIE ATTO FINALE.Contenti!!

rafleone

Dom, 22/02/2015 - 20:03

Dreamer66 sei un genio....

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 22/02/2015 - 23:32

Nei recenti filmati si vedono intere carovane di costosissimi SUV nuovi di trinca ed equipaggiati con mitragliere pesanti. BISOGNA CHIEDERSI QUALI SONO QUEGLI STATI ARABI CANAGLIA ANCHE MALEDETTI E FARABUTTI CHE STANNO FINANZIANDO QUESTA MATTANZA ISLAMICA.

angelovf

Dom, 22/02/2015 - 23:40

Sono sempre del idea che stanno dando molto tempo al ISIS di fare minacce e spazio, comunque vada questo caos Italiano si chiama: SINISTRA! La cosa più grave è che minimizzano il pericolo che abbiamo alle porte, si vergognassero, accettano compromessi da persone che nelle loro terre non ammetterebbero mai la nostra presenza senza uccidersi. Vigliacchi codardi.

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 23/02/2015 - 09:23

A parte la mancanza di armi pesanti (aerei ed elicotteri) che già di suo farebbe una differenza enorme, queste sono armi superatissime, non occorre essere un super esperto per capirlo. AK-47 ed M16 sono roba degli anni 50, idem i missili. Certo, un palla di kalashnikov in testa ti manda al padre eterno ora come allora, ma è la manovrabilità dell'arma che è cambiata. Visori notturni, cannocchiali vari, elettronica, ecc. tutte cose che costoro non hanno, e che se anche avessero non saprebbero usare. Qualunque esercito occidentale moderno avrebbe facilmente ragione di sti 4 burini. Il problema è politico, nessuno ha il coraggio di fare l'unica cosa che andrebbe fatta: coprirli di bombe fino a che non ne rimanga più neanche uno vivo.

marygio

Lun, 23/02/2015 - 10:00

MANCA SOLO UN KAZZO IN K............AHHHHHHHHHHHHHHHH

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 23/02/2015 - 10:57

Io mi sono fatto un'idea di questa ISIS. Credo che dietro quest'associazione di criminali vi sia la Turchia. Sarà un caso, ma tutti quelli che vogliono arruolarsi passano dalla Turchia. Sarà un caso, ma l'ISIS che minaccia ed aggredisce chiunque sia meno musulmano di loro, non attacca Turchia, non attacca Israele (chissà perché non liberano la Terra Santa, ne' si preoccupano di Gaza)... forse per via dei rapporti commerciali con la Turchia? E credo/temo anche che alla Turchia faccia comodo che in Libia ci stia l'Italia, perchè devono scegliere o la colonizzazione dei sauditi, oppure noi. Fossi il Pres del Cons, direi a reti unificate che il problema Libia se lo devono gestire Francia, Inghilterra e Stati Uniti... e poi mi metterei comodo con i popcorn davanti alla tv.

releone13

Lun, 23/02/2015 - 11:17

INDINI.......GIARDA CHE NEL TITOLO SI PARLA ANCHE DEL VIRUS DI EBOLA......MA POI TU NON NE PARLI PER NIENTE......MA LI LEGGETE I TITOLI???????????????????????????????........A PARTE IL FATTO CHE L'IPRITE LO ABBIAMO USATO PER PRIMI NOI ITALIANI PROPRIO IN AFRICA........QUINDI DA CHE PULPITO ARRIVA LA PREDICA..........IL VIRUS DI EBOLA AVEVATE DETTO CHE ERA GIA' STATO PORTATO IN ITALIA DAI CLANDESTINI SUI BARCONI.......PECCATO.......NEMMENO UN CASO IN ITALIA (PER FORTUNA).......TERRORISTI ARMATI FINO AI DENTI A ROMA....NEMMENO L'OMBRA.......MISSILI SCUD SU ROMA.....NEANCHE A PARLARNE......ATTENTATI SUICIDI.....MA DOVE??????????...DAI INDINI, IMPEGNATI DI PIU'...COSI NON SPAVENTI NESSUNO.....FATE SOLO RIDERE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!