Molenbeek, accuse all'assessore italiano: "Razzista islamofoba"

Il libro che dice la verità sul quartiere di Bruxelles non è piaciuto a tutti...

L'arresto di Salah Abdeslam a Molenbeek

Si chiama Conversazione a Molenbeek il libro di Annalisa Gadaleta, italiana ma assessore all'Istruzione pubblica e alle politiche ambientali nel quartiere di Bruxelles tristemente famoso per gli attentati jihadisti in Francia.

Un libro che contiene una conversazione con il sociologo Leonardo Palmisano e che analizza la realtà del quartiere. Un luogo preso dal "ripiegamento identitario e fondamentalista", in cui una "sinistra ideologizzata" ha fatto il suo perché le cose andassero nel verso sbagliato.

Ma anche un libro che è stato molto criticato. Alcuni media in Belgio sostengono che il lavoro di Palmisano e della Gadaleta sia sbilinciato, e lo fanno con termini poco piacevoli. "Caricaturale", "stigmatizzante", sono solo alcune delle parole utilizzate per parlarne.

E secondo il capogruppo socialista in consiglio comunale Jamal Ikazban, il libro sarebbe pieno di "cliché razzisti e islamofobi". Un'opinione che l'assessore non condivide per nulla: "Non possiamo negare che c'è un problema di ripiegamento identitario. Per dare risposte giuste ai problemi di Molenbeek, serve una diagnosi onesta e senza tabù anche se dolorosa".

Commenti

buri

Sab, 10/12/2016 - 17:18

io sono nato in Belgio e vi sono vissuto fino all'età di 29 anni, posso parlae in conoscemza di causa, i Belgi in fatto di razzismo possono solo stare zitti, sono sempre stato tollerato ma non accettato. era sempre un macaroni, voglio fare un esempio, un giorno sono stato presentato ad un tizio, il quale mi disse di non aver capito mio cognome e mi chiese di rippeterlo, mi guardo sorpreso r mi disse "ma voi non siete belga" risposi "no sono italiano" mi guardò perpkesso e disse "strano,voi mi sembrate una persona per bene"quindi i belgi non hanno i titoli per dare del razzista agli altri

pensaepoiagisci

Sab, 10/12/2016 - 19:06

SIAMO MESSI PROPRIO MALE..GIA'

Ritratto di tokarev

tokarev

Dom, 11/12/2016 - 08:12

Il razzismo è solo la paura di perdere dei benefici.. malattia tipica degli avidi....

Tuthankamon

Dom, 11/12/2016 - 17:16

Il Belgio, come altri Paesi (forse si dovrebbe parlare delle classi dirigenti e non dei popoli), ha cominciato a vendersi all'islam già da molto tempo. Infatti invece di preoccuparsi di risolvere i problemi individuati nel libro, si preoccupano di dire che è razzista l'autrice. Il Belgio è penetrato dai capitali islamici in tutti i settori. D'altra parte, chi gestisce la linea politica dell'islam sa bene che è il centro geografico ed economico dell'Europa. Come altri Paesi è attaccato da più direzioni.