Morto il re della Thailandia Bhumibol Adulyadej

Conosciuto anche con il nome di Rama IX, per la sua durata di oltre settant'anni il regno di Bhumibol Adulyadej è stato il più lungo tra quelli dei sovrani in carica

Re Bhumibol Adulyadej

La Thailandia piange la morte del proprio sovrano, Bhumibol Adulyadej, conosciuto come Rama IX. La notizia della scomparsa è stata data dalla casa reale. Re Adulyadej, 88 anni, è deceduto nell'ospedale Siriraj. Il suo regno è stato il più duraturo al mondo: settant'anni. Alla sua successione si attende la nomina del figlio, il 63enne principe Maha Vajiralongkorn. Il monarca era ricoverato da oltre un anno in ospedale a Bangkok ed è morto dopo che sabato era stato sottoposto a una operazione per drenare liquido dal cervello. "Il team medico ha fatto tutto il possibile, ma il suo stato di salute è peggiorato", si legge in una nota.

I thailandesi lo consideravano un semi-Dio, simbolo dell’unità della Nazione. Negli ultimi mesi era stato colpito da una infezione polmonare e da problemi cardiaci, ma già dal 2009 aveva trascorso gran parte della sua vita in ospedale. Le condizioni di salute sono un tema tabù in un Paese che in cui vige la lesa maestà, che blinda la casa reale contro ogni tipo di accuse o commenti. La sua ultima apparizione in pubblico risaliva allo scorso gennaio, quando aveva visitato per alcune ore il Palazzo reale di Chitralada. La Thailandia è governata da una giunta militare dopo il golpe incruento del 2014, che mise fine a settimane di proteste popolari.

Nato il 5 dicembre 1927 negli Usa, secondo figlio maschio del principe di Songkla, Mahidol Adulyadej, e della principessa Srinagarindra, Mom Sawal, di sangue plebeo. La famiglia tornò in Thailandia nel 1929 e un anno dopo il padre morì. Dopo un breve periodo trascorso nel collegio cattolico Mater Dei e all’età di 6 anni, andò in Svizzera dove, fatta eccezione per un breve rientro, restò fino alla fine della Seconda guerra mondiale. In quel periodo (1935) Ananda Mahidol, fratello maggiore di Bhumibol, fu dichiarato erede al trono, dopo l’abdicazione di suo zio Rama VII. Ma il regno di Ananda fu breve: tornato in Thailandia nel 1945, morì l’anno dopo in circostanze mai chiarite dopo essere apparso nel Palazzo reale ferito da un colpo d’arma da fuoco. Bhumibol fu allora nominato successore e durante la reggenza dello zio Rangsit, principe di Chainat, tornò in Svizzera. Fu in quel periodo che durante un viaggio a Parigi conobbe la sua futura moglie, Sirikit Kitiyara Rajawongse, 15enne, lontana cugina e figlia dell’allora ambasciatore thailandese in Francia, che sposò il 28 aprile 1950 in Thailandia. Sette anni dopo Bhumibol fu incoronato.

Nel 2010 la rivista statunitense Forbes stimò in 30 miliardi di dollari il patrimonio personale di Bhumibol, e lo mise al primo posto nella lista dei reali più ricchi al mondo.

Commenti

alfa2000

Gio, 13/10/2016 - 15:41

e certo lui il più ricco e li la fame e carestia sul popolo locale non si conta, fanno affari solo gli ammanicati ed i politici

arkangel72

Gio, 13/10/2016 - 16:42

alfa2000: non è che da noi i nostri politicanti siano tanto meno ricchi e poco dediti ai malaffari!! :-)

papik40

Ven, 14/10/2016 - 04:10

@alfa2000! E' proprio vero piu' uno non sa nulla e piu' non si vergogna a dire fesserie! Vivo da diversi anni in Tailandia e la frequento dal 1991 ed a mia conoscenza nessun paese al mondo e' riuscito a migliorare cosi' tanto la condizione economica e sociale di un paese in questi 25 anni come ha fatto il compianto - ed a ragione - re Rama IX. Per farle un paragone se un qualsiasi nostro politico avesse fatto lo stesso l'Italia e gli Italiani sarebbero i piu' ricchi del mondo!