Mosca, 20 navi da guerra nel Mar Mediterraneo

Entro l'estate in servizio anche la portaerei Admiral Kuznetsov equipaggiata con i MiG-29K

Il cacciatorpediniere lanciamissili classe Kashin-Mod “Smetlivy”, ha lasciato poche ore fa il quartier generale di Sebastopoli per il Mar Mediterraneo. È quanto comunicano dal Ministero della Difesa russo.

Il cacciatorpediniere missilistico – precisano dall’Ammiragliato – entro le prossime 24 ore si unirà alla forza navale russa impegnata nello sforzo militare contro lo Stato islamico in Siria. La Task Force del Mediterraneo comprende unità in rotazione provenienti dalle flotte del Mar Nero, del Mar Baltico, del Pacifico e del Nord. Con la Smetlivy, i russi avranno nel Mediterraneo 15 navi da guerra e cinque di supporto logistico (oltre ai sottomarini d'attacco di scorta). Questa mattina, il Cremlino ha comunicato che il Gruppo da Battaglia della portaerei Admiral Kuznetsov (in aggiornamento a Murmansk), equipaggiata con i MiG-29K, arriverà entro l’estate nel Mediterraneo. Con la Admiral Kuznetsov e relativo Carrier Strike Group, la task Force del del Mediterraneo potrebbe raggiungere il picco di 25 unità.

La Russia ha aumentato la sua presenza navale nel Mediterraneo dopo aver annunciato nel dicembre 2012, la creazione di una flotta da guerra permanente per proteggere i propri interessi nella regione. Dal 1° maggio del 2013, tutte le navi da guerra russe nel Mediterraneo sono state raggruppate in un’unica task force operativa. Attualmente, l’ammiraglia della Flotta del Mediterraneo è l’incrociatore lanciamissili classe Slava, la carrier-killer "Varyag" (nella foto), proveniente dalla Flotta del Pacifico. Confermata la presenza di due sottomarini d'attacco a propulsione nucleare classe Akula di scorta alle unità di superficie, così come le piattaforme classe Varshavyanka, in servizio con la Flotta da Guerra del Mar Nero, in rotazione nel Mediterraneo. Questi sottomarini rappresentano un elemento chiave della strategia navale russa nella Regione.

Commenti

Keplero17

Dom, 06/03/2016 - 16:52

E quindi il problema dell'Italia sarebbero le navi russe? Il problema per l'Italia non è Putin ma la sinistra di governo.

Cheyenne

Dom, 06/03/2016 - 16:57

se fossimo alleati con putin e con un governo patriottico non saremmmo nella mxxxa

Giorgio Rubiu

Dom, 06/03/2016 - 17:02

Dov'è quello che ieri diceva peste e corna agli USA perché avevano navi nel Mar della Cina.Ho provato a spigargli che il Mar della Cina non è una proprietà cinese (salvo le acque territoriali) ma si chiama così per comodità geografica come il Mare di Tasman, il Mare dei Sargassi e così via.Ho anche cercato di dirgli che le navi e sommergibili nucleari russi sono presenti in tutti i mari del mondo.Adesso abbiamo l'evidenza che essi sono nel Mediterraneo, cosa che già sapevamo da un pezzo.Ha niente da dire,a proposito delle navi russe,quello che si domandava perché gli USA non se ne stessero a casa loro e smettessero di fare i cani da guardia a tutto il mondo? Sto aspettando un suo commento che so già non verrà.

Ritratto di apasque

apasque

Dom, 06/03/2016 - 17:31

Non sono mai stato contro gli USA, da quando c'è Obama con le sue iniziative militari incoscienti, I suoi piani pazzeschi che ci vogliono coinvolgere in una guerra, ho paura. Molta paura di essere "fregati" da lui. Quindi spero tantissimo in Putin, che infinitamente più serio e saggio. Spero in una alleanza con lui!

milope.47

Dom, 06/03/2016 - 17:39

Giorgio Rubiu. Io rispetto la tua opinione. Però adesso ascolta la mia: Io dico ...e meno male che abbiamo chi controlla questi cani da guardia!!. Altrimenti gli amaraCANI, che si credono i padroni del pianeta terra, ci farebbero fare la fine degli indiani d'america. In verità ti dico che hanno la " lingua biforcuta ".

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 06/03/2016 - 17:57

E' la Russia di Putin il vero antagonista delle mire aggressive americane. Gli yankees non capiscono altra forza di persuasione/ dissuasione che l' uso delle armi di livello tecnologico pari al loro. L' Italia e la EU rischiano di essere il classico vaso di coccio tra i contendenti di ferro.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 06/03/2016 - 18:03

E' la Russia di Putin il vero antagonista delle mire aggressive americane. Gli yankees non capiscono altra forza di persuasione/ dissuasione che l' uso delle armi di livello tecnologico pari al loro. L' Italia e la EU rischiano di essere il classico vaso di coccio tra i contendenti di ferro. Comunque ho seri dubbi che il Governo

agosvac

Dom, 06/03/2016 - 18:08

Egregio rubio, non ho risposto al suo commento perché era troppo stupido. Ora le rispondo . So benissimo che il mar della Cina non è "proprietà" cinese, lo sanno tutti quelli che conoscono un po' di geografia. Il mio commento si riferiva solo alla "lontananza" di questo mare dagli Usa. Nel caso in esame le cose sono diverse perché i russi combattono l'isis in Siria dietro richiesta specifica della Siria stessa, quindi hanno bisogno dell' apporto delle loro navi nel Mediterraneo che, se non erro, è molto vicino visto che basta attraversare il bosforo dal Mar Nero. Una persona intelligente capirebbe l'enorme differenza tra i due casi!!!

alox

Dom, 06/03/2016 - 18:16

Non appena Trump lascia NATO e alleati a se stessi vedremo presto le mire di Putin...! E' quello che vogliamo no?

andri75

Dom, 06/03/2016 - 18:34

Non sono un estimatore degli USA ma dire che Russia e USA hanno un livello tecnologico paragonabile non ha alcun fondamento di verità. L'esercito Russo, seppur in parte riformato e rinnovato, è in gran parte dotato di sistemi il cui design risale a 30-40 anni fa e i sistemi d'arma più recenti sono in gran parte sulla carta o in fase di test con innumerevoli ritardi e problemi soprattutto dovuti alla tragica situazione economica del Paese.

acam

Dom, 06/03/2016 - 19:05

Giorgio Rubiu Dom, 06/03/2016 - 17:02 il problema non è l'alleato ma il governo

unz

Dom, 06/03/2016 - 23:19

Putin è russo. La Russia è storicamente Europa. La Russia è cristiana ortodossa. Per cultura e religione non possono essere e non sono il nostro nemico. questa pantomina contro i russi ci coinvolge unicamente perchè l'Europa non è sovrana essendosi suicidata ignobilmente con due guerre fratricide. Da allora il pallino è passato agli USA. non per niente non sono gli europei af avet basi militari e centinaia di migliaia di soldati sul territorio americano. è esattamente il contrario. è ció che accade quando si perde la guerra. gli equilibri resteranno quelli del congresso di yalta o fino alla prossima guerra globale, che ci aguriamo non venga mai, o quando l'europa smetterà di trattare separatamente atteaverso i propri paesi con gli americani, accettandonil divide et impera in voga dal 1943 ininterrottamente ad oggi.

Kosimo

Lun, 07/03/2016 - 01:10

il vero problema di tutta l'Europa è che con tutte le guerre in atto contemporaneamente lungo il perimetro di frontiera, dall'Ucraina al nordafrica passando per il medioriente, non solo non potrà mai più guardare oltre il fumo ma si avvia ad emulare le stesse guerre demografiche a causa dell'arrivo in massa e senza arresto di profughi. Bisogna chiedersi, è tutto dovuto al semplice effetto collaterale e agli errori, come su vuol fare credere, dei politici più quotati o è proprio l'obiettivo di una qualche entità occulta disintegrare l'Europa?

nalegior63

Lun, 07/03/2016 - 08:30

ahi GIORGIO,,,dimentichi il piu grande genocidio della nostra storia umana,,,gli indiani d america e pure la STORIELLA delle torri gemelle/armi chimiche di SADDAM/boing senza ali caduto sul pentagono/creazione isis ecc...

Giorgio Rubiu

Lun, 07/03/2016 - 08:46

@ agosvac-Se lei tratta da stupidi tutti coloro che la contraddicono,il mio commento attuale sarà ancora più stupido.Lei sa che le coste americane sono sempre spiate da sommergibili nucleari Russi che sono stati monitorati perfino in Nuova Zelanda ed Australia.Se lei ne fa una questione di distanza,la Russia è ben più lontana dagli USA di quanto gli USA lo siano dal Mar della Cina!Sono d'accordo con lei che la flotta Russa del Mediterraneo sta facendo una guerra in favore della Siria e su richiesta del governo Siriano;ma lei dovrà convenire con me che tra fare una guerra (i Russi) e limitarsi a navigare in acque oceaniche aperte a tutti (gli USA) c'è una grande differenza.Cordialmente.

Giorgio Rubiu

Lun, 07/03/2016 - 09:33

@ miope 47-L'Unione Sovietica,sconfiggendo l'armata Nazi-Fascista,si impadronì dei Paesi dell'Est Europeo e li tenne fino al 1991.A chi tentò,inerme,di ribellarsi furono mandati carri armati e ci furono dei morti.Le "Riserve Indiane" dei Sovietici si chiamarono "Deportazioni Siberiane".Io,che sono stato liberato dal giogo Nazi-Fascista dalle truppe Alleate Anglo-Americane,non ricordo che esse si siano impossessate dell'Italia come i Sovietici fecero con Romania, Bulgaria,Cecoslovacchia,Polonia e Ungheria e Germania dell'Est.Essi ci liberarono ne 1945 e,entro un paio di anni,se ne andarono lasciandoci liberi di votare per chi ci pareva e non imponendoci governi di loro scelta come fecero i Sovietici con i Paesi Satelliti.

alox

Lun, 07/03/2016 - 11:55

@Giorgio Rubiu: ben scritto. Oggi in Italia vediamo che qualsiasi azione del dittatore Russo e' applaudita a sinistra e a destra!

Fjr

Lun, 07/03/2016 - 13:34

Ormai Renzi da solo,ogni volta che apre bocca fa' più danni di una supercorazzata russa

opinione-critica

Lun, 07/03/2016 - 16:15

Bravo Putin. La grecia se vuole risolvere il problema dei clandestini che gli manda la Turchia deve chiedere aiuto a Putin. La UE è disposta a pagare Erdogan pur di avere qualche migrante in meno...che alleati dell'Italia e che "cervelli" i governanti italiani