"Non serve uscire dall'euro". Le mosse della Le Pen per cambiare l'Ue dall'interno

La leader della destra francese: "Uscire e adottare una nuova moneta non sono più le priorità". E spiega la nuova strategia con Salvini in vista delle europee

La corsa alle elezioni europee è iniziata. E dalla Francia Marine Le Pen lancia la staffetta delle forze sovraniste per provare a contare qualcosa a Bruxelles dopo il voto di maggio. La leader del Raggruppamento Nazionale francese ha annunciato, dalle pagine del Corriere della Sera, un grande comizio con Matteo Salvini. Si terrà tra qualche settimana (probabilmente a febbraio), in Italia (forse a Milano). L'asse tra i due, dunque, si rafforza. Anche se cambiano le battaglie. "Eravamo per l'uscita dall'euro e dall'Unione europea quando l'unica alternativa era tra la totale sottomissione a Bruxelles e l'abbandono della Ue - spiega - ora, invece, possiamo cambiare l'Europa dall'interno".

"In primavera i popoli potranno esprimersi e chiedere il tipo di Europa che desiderano, e sono certa che chiederanno di recuperare il controllo nazionale delle frontiere e della politica economica". Le elezioni di maggio saranno il vero banco di prova delle forze sovraniste. Ieri tre eurodeputati britannici del partito euroscettico e anti-immigrazione Ukip, fra cui il suo capo Gerard Batten, si sono uniti nell'Europarlamento al gruppo politico guidato dal partito della Le Pen. "Questo passaggio - spiega l'eurodeputato francese Nicolas Bay - conferma la dinamica e l'attrattiva del nostro gruppo e del nostro progetto che mira a modificare profondamente gli orientamenti politici dell'Unione europea per difendere finalmente gli interessi dei nostri popoli e la sovranità delle nostre nazioni". Del gruppo, oltre alla Lega e all'ex Front National, fanno parte l'estrema destra austriaca del Fpoe, il Pvv olandese di Gert Wilders, il Vlaams belang fiammingo e i polacchi del Knp. I loro obiettivi sono cambiati rispetto a quando predicavano l'uscita dall'Unione europea e dalla moneta unica. "All’epoca – spiega la Le Pen – l’unica scelta che era riservata ai francesi era la sottomissione o il tentativo di uscire. Oggi non è più così, c'è una situazione totalmente nuova della quale tenere conto. Non è più necessario uscire perché finalmente i popoli possono influire sulla politica europea. Quando il presidente della Commissione sarà espressione di idee come le mie o di Salvini, le cose cambieranno".

Nella chiacchierata con il Corriere della Sera, la Le Pen spiega chiaramente che "uscire e adottare una nuova moneta non sono più le priorità". "I trattati sono interpretabili a piacere, basti guardare cosa ha fatto la Bce con il quantitative easing - continua - quando il presidente della Commissione non sarà più Juncker ma una personalità espressione delle idee mie e di Salvini, la vita dei cittadini migliorerà".

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Ven, 18/01/2019 - 11:07

---altra coniglietta dalle orecchie lunghe lunghe--swag ganja

VittorioMar

Ven, 18/01/2019 - 11:07

...BRAVISSIMA !!

faman

Ven, 18/01/2019 - 11:36

qualcuno ricorda il famoso: contrordine compagni! siamo li

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 18/01/2019 - 12:23

brava Le Pen,speriamo sia intelligente come la nostra regina Merkel..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 18/01/2019 - 12:24

spesso molte donne in politica e non valgono più degli uomini.

killkoms

Ven, 18/01/2019 - 12:49

magari..!

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Ven, 18/01/2019 - 12:53

Credo che l'esperienza Lega + M5S stia insegnando molto a molti, un po' dovunque. Rinunciare al 100% per portare comunque a casa il 50% non è poi un male. La Le Pen non rinuncia all'uscita dall'euro; semplicemente, riducendone l'urgenza, allarga il campo per possibili alleanze efficaci. Bene così

GioZ

Ven, 18/01/2019 - 13:07

Forse non serve uscire dall'Euro, ma abbiamo veramente dei vantaggi a restarci? Se anche Le Pen e Salvini si sono asserviti, tutto è perduto. Niente più distruggerà l'Euro-aguzzino e l'abominio UE.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 18/01/2019 - 13:18

L'euro é stata per noi una "malattia". Per cominciare ci ha impoverito all'istante con un rapporto lira-euro che ci ha messo subito in mutande. Mi domando che senso abbia la chiacchiera di Marie Le Pen, che improvvisamente fa una radicale marcia indietro. Per me Le Pen é pur sempre una "francese", del paese che nel corso di questo secolo ci ha fatto parecchi danni e ci ha anche maltrattato, arrivando a chiudere il valico di Ventimiglia.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 18/01/2019 - 13:19

L'euro é stata per noi una "malattia". Per cominciare ci ha impoverito all'istante con un rapporto lira-euro che ci ha messo subito in mutande. Mi domando che senso abbia la chiacchiera di Marie Le Pen, che improvvisamente fa una radicale marcia indietro. Per me Le Pen é pur sempre una "francese", del paese che nel corso di questo secolo ci ha fatto parecchi danni e ci ha anche maltrattato, arrivando a chiudere il valico di Ventimiglia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 18/01/2019 - 13:27

ah...se lo dice anche lei siamo tutti più tranquilli.

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Ven, 18/01/2019 - 13:34

Un altro partito che cambia continuamente direzione. Come la Lega in Italia e come le alleanze nel libro 1984 di Orwell. Diversi anni fa avevo votato Lega (abito nel nord Italia). Adesso non lo faccio più, è una cosa diversa che cambia di continuo solo per avere voti.

zingozongo

Ven, 18/01/2019 - 13:37

a questo punto il dubbio e' che prima gridino di uscire dall euro per raccogliere voti e avere una cassa di risonanza, poi una volta avute le poltrone, ci si rimangia tutto poco alla volta che tanto non se ne accorge nessuna,e la capisco alla lepen, il paparino ti ha lasciato una bella aziendina partito che ti sistema per tutta la vita ...farei lo stesso pure io

sibieski

Ven, 18/01/2019 - 13:40

mi fido della Lepen quanto della merkel

sibieski

Ven, 18/01/2019 - 13:41

franco-a-trier_DE ma quand'è che ti levi di torno ? piccolo maramaldo

Ritratto di Evam

Evam

Ven, 18/01/2019 - 13:44

Giusto Marine, questa è strategia politica intelligente. Per distruggere il baraccone c'è sempre tempo, nel caso non dovesse proprio riuscire a funzionare dobbiamo solo riservarci la concreta, possibile e rapida distruzione in quanto inservibile e non consono all'uopo.

investigator13

Ven, 18/01/2019 - 13:45

impossibile cambiare l'UE o ci stai dentro o ne sei fuori. Questi pseudo sovranisti accelereranno solo la corsa per arrivare agli Use; Stati Uniti d'Europa, che sarà molto peggio dell'Ue. identità italiana sparirà saremo considerati solo europei.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Ven, 18/01/2019 - 13:47

Prima volevano uscirne ed ora vogliono cambiarla. Gia'!Dato che Orban (contagiando l'Austriaco) non vogliono uscire dal PPE Salvini e Le Pen iniziano la virata.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 18/01/2019 - 14:12

Sta gia` facendo campagna Presidenziale, imbellettandosi con strati di presentabilita`. Come dicono gli anglosassoni, e` come "mettere il rossetto a un bulldog".

Ritratto di combirio

combirio

Ven, 18/01/2019 - 15:45

Aggiungerei, quando ci sarà non un nuovo Junck ma una persona normale l’ Europa potrebbe andare decisamente meglio…. Anche per i greci. Inoltre speriamo che Di Maio con Salvini trovino una soluzione per continuare nell’ Unione anche a costo di rifare le tavole della legge dei punti da rispettare si avrebbero più numeri per cambiare l’ Europa.

DemetraAtenaAngerona

Ven, 18/01/2019 - 16:20

Della serie quanto è brutto il TRONO su cui sono seduti "loro", se invece sopra ci sediamo "noi" e/o meglio ancora IO, il TRONO diventa bellissimo.

Lugar

Ven, 18/01/2019 - 16:40

Questa Europa mi preoccupa sempre più, lo paragono a un condominio dove chi ha più millesimi comanda. Purtroppo l'Italia ha pochissimi millesimi e in più si ribella alle sopraffazioni, che fare? L'unica è sperare in un ribaltamento politico che costringa l'Ue a una federazione di stati con un presidente eletto dagli europei. Questa se ci lasciano fare è la vera democrazia che ci permetterà la sopravvivenza nei prossimi anni.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 18/01/2019 - 16:46

SE LE REGOLE VALGONO PER TUTTI SENZA NESSUNA ECCEZIONE!ALLORA QUESTA UE SI PUO CAMBIARE!.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 18/01/2019 - 17:29

"Sun Tzu"...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/01/2019 - 22:55

@Elkid - sempre ad insultare. Parla dell'argomento, piuttosto. Avercene, eh?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/01/2019 - 22:56

Sinistri, vedete come cambierà dall'interno il covo sinistro europeo. Attendete solo 4 mesi e vi arriverà l'ennesimo schiaffo elettorale. Così diventerete feroci dalla rabbia che schiumate.

Luigi Farinelli

Ven, 18/01/2019 - 23:22

Si può cambiare dall'interno? Difficile. Ricordatevi della vergognosa truffa del Lisbona 2, revisione per modo di dire del Lisbona 1, chiesta con referendum europeo. Amato uscì sorridente, dopo la firma del Lisbona 2: "Ottomila pagine di cui non si capiva niente!" Domanda dei giornalisti: "Allora perchè l'ha firmato?". IO (E NON SOLO) STO ANCORA ATTENDENDO LA RISPOSTA. Con il Lisbona 2 non solo non cambiava nulla di quanto richiesto dai cittadini europei ma si accentuavano pure di più i poteri degli già screditati burocrati europei, galoppini delle élite mercantiliste tanto care ai radical scic amici di Soros e ai massoni del Grande Oriente, tutti tesi a distruggere i confini nazionali e le stesse nazioni per scopi essenzialmente mercantilisti. Un potere intento a fare strame della democrazia. Questa Ue deve essere distrutta completamente con sale sparso sulle sue rovine. Poi si potrà pensare a istituirne un'altra facendo PATTI CHIARI.

Popi46

Sab, 19/01/2019 - 06:53

@investigator13-ven,13:45- appunto, cittadini europei. Nel nostro mondo globalizzato il potere politico,militare e la ricchezza socioeconomica non si misurano più su base nazionale, ma su base continentale, America del Nord, America del Sud, Africa,Europa (con dentro la Russia), Cina (dato che sono un miliardo e passa)...Ergo le frontiere nazionali singole non hanno più senso....Senza contare poi il fatto culturale che il cosiddetto mondo occidentale è composto dai discendenti di una certa Roma e dintorni....

Ritratto di elio2

elio2

Sab, 19/01/2019 - 08:55

La destra europea dovrebbe raggiungere la maggioranza assoluta e mettere all'angolo la sinistra, ciò che propone può essere una soluzione, più semplice e meno traumatica dell'uscita dall'euro, ma la vedo dura, la sinistra ha preso possesso di ogni ganglio di questa scalcinata europa che non risponde a nessuno degli intenti voluti dai padri fondatori. Il problema è diventato per molti Paesi europei insostenibile, se non verrà risolto con le buone, verrà risolto dai popoli europei con le cattive, questo sarà il nostro futuro.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 20/01/2019 - 19:54

Se è questo il suo pensiero non mi sembra una boutade. Visti quelli che ci son adesso e che hanno predicato "rigore" per anni e anni (con il c@@o degli altri) e che ora ad es. non vogliono chiudere quell'INUTILE doppione di Strasburgo, perchè no? (E' possibile in questo giornale esprimere un'opinione o no?)