Obama e Mattarella: dal caos in Libia dipendono gli sbarchi

Il presidente Usa punta il dito sull'instabilità politica della Libia. Mattarella: "I libici hanno diritto a vivere senza guerra civile e terrorismo"

Anche Barack Obama si sofferma sull'odissea di migranti che dalla coste dell'Africa tentano di approdare in Europa, solcando il mare a bordo di imbarcazioni fatiscenti, stipati come sardine. Con conseguenze talvolta tragiche."Il problema dei rifugiati dalla Libia - dice in un'intervista a Msnbc - è il risultato dei conflitti tribali e delle differenze religiose in Libia che stanno creando il caos" . Ma cosa si può fare per porvi rimedio? Il presidente degli Stati Uniti non ha dubbi: "Dobbiamo mantenere un po' di prospettiva sulla questione. Il Medioriente e l'Africa del Nord stanno attraversando cambiamenti che non abbiamo visto in una generazione. Penso che il mondo islamico stia attraversando un processo in cui deve isolare e respingere quel tipo di estremismo che abbiamo visto espresso dallo Stato islamico, e questo è un progetto generazionale". Non ci sono soluzioni facili e non è possibile stabilire con esattezza quanto tempo ci vorrà per venire a capo di questo problema: "Ci vorrà del tempo, ma vi ricordo che in realtà probabilmente adesso ci sono meno guerre e meno violenze di quanto non ce ne fossero 30 o 40 anni fa".

Sulla tragedia nel Canale di Sicilia scambio di vedute tra Ban Ki-moon e Matteo Renzi. Nel corso di una conversazione telefonica i due si sono detti convinti della "responsabilità comune" che la comunità internazionale ha di fronte a sé per la protezione dei migranti e dei rifugiati. Il numero delle Nazioni Unite ha caldeggiato un "robusto meccanismo congiunto europeo di ricerca e salvataggio in mare". E ha fatto presente la necessità di assicurare percorsi sicuri e regolari di migrazione e accesso a protezione per i migranti.

Sulla Libia interviene anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I libici hanno diritto di vivere in un Paese senza guerra civile, ha detto in conferenza stampa a Lubiana (Slovenia), insieme al suo omologo Borut Pahor. Per il Capo dello Stato è necessario che "l’Europa si faccia carico con la comunità internazionale della situazione drammatica in cui versa la Libia, aiutando l’Onu perché si trovi una soluzione che faccia uscire quel paese dalla guerra civile. I libici hanno diritto a vivere
in un paese senza guerra civile e insediamenti di terrorismo". Un disordine, sottolinea Mattarella, che "sta consentendo l’inserimento di formazioni terroristiche che sono un pericolo per la Libia, i paesi confinanti e l’intera Europa. Sarà cosi possibile porre un freno a un fenomeno di sfruttamento di gente disperata".

La prima priorità da affrontare dopo gli ultimi tragici naufragi di migranti nel Mediterraneo è quella di "salvare vite umane". È questo, secondo il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il primo tema che l’Europa sta affrontando e di cui si discuterà domani al vertice straordinario sull’emergenza immigrazione: "Bisogna rafforzare i mezzi che abbiamo a disposizione per salvare vite", ha detto durante un incontro con la stampa assieme alla presidente dell’Unione Africana, Nkosazana Dlamini-Zuma. "Al di là dell’immediato - ha aggiunto - dovremo poi riflettere sull’efficacia degli strumenti e rafforzare la collaborazione con i paesi di origine e transito". In particolare, ha sottolineato, sia l’Ue che l’Unione Africana sono implicati nel lavoro per il "processo di riconciliazione in Libia: abbiamo bisogno di un interlocutore affidabile e stabile dall’altra parte del Mediterraneo". Secondo Zuma, il vertice di domani servirà a "fare passi importanti verso una soluzione del problema, ma non si può pensare che un’emergenza come quella dell’immigrazione si risolva da un giorno all’altro".

Commenti

RawPower75

Mer, 22/04/2015 - 09:57

Ha pure il coraggio di parlare questo PREMIO NOBEL PER LA PACE,ESPORTATORE DI "DEMOCRAZIA" IN CASA ALTRUI...Non fosse stato per la politica estera "lungimirante" di questa gente, probabilmente ci sarebbero meno sbarchi e anche meno tagliagole in circolazione...ah, no, dimenticavo, LUI è DEMOCRATICO...ma VAFF!!!

carpa1

Mer, 22/04/2015 - 09:58

Che stia solo zitto visti i risultati della ricetta che lui e gli altri due pirla, Sarkozy e Cameron, hanno adottato per scalzare Gheddafi. Non pensa che di danni ne abbiano fatti già a sufficienza da doversi andare a nascondere? Mandiamogli un buon 50% di clandestini e poi vediamo che ne pensa!

magnum357

Mer, 22/04/2015 - 10:01

Idiota che sei !!!! insieme a cameron e Sarkozy avete bombardato e abbattuto il regime di Gheddafi, che per quanto rognoso fosse, teneva la situazione sotto controllo !!! Sciacallo !!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 22/04/2015 - 10:04

Grande, geniale. Dice: " nel mondo islamico è in atto un conflitto religioso " sorvolando che è stato lui a dar fuoco alle polveri col suo discorso suicida al Cairo a inizio mandato.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 22/04/2015 - 10:05

Ma nessuno ha spiegato allo zio Tom, che il caos libico lo hanno causato gli americani, cioè lui, insieme al nanetto ugro-francese, che non poteva pagare i suoi debite con Gheddafi, e gli inglesi, che quando si muovono li 'mericani, gli vanno sempre dietro come i cagnetti reali alla loro sovrana?

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 22/04/2015 - 10:07

Toh, anche l'abbronzato si sta svegliando dal lungo sonno. Gli resta ancora un anno e mezzo prima di sbaraccare e l'unica cosa che sta sbandierando come un successo è che fino a quando ci sarà lui alla Casa Bianca può garantire che Teheran non avrà la bomba. Dopo... non è in grado di assicurarlo, il buffone, e vuole arrivare all'accordo su queste basi.

beowulfagate

Mer, 22/04/2015 - 10:09

Uno dei principali responsabili del caos in Libia è proprio lui.Purtroppo per i sinistri,stavolta non c'è un Bush da azzannare e allora tutti zitti.Invece ogni tanto è opportuno ricordarlo.

pupism

Mer, 22/04/2015 - 10:11

Ditegli di mandare i soui Marines a fermare gli sbarchi insieme con la Legione straniera di Sarkozy e i Gurka inglesi di Cameron i colpevoli che hanno causato tutto questo casino! E non voglio parlare poi dei danni economici che ci hanno fatto. Eravamo il primo paese per export e primo importatore di gas e petrolio!!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 22/04/2015 - 10:14

oltre che diversamente bianco è anche diversamente intelligente.

swiller

Mer, 22/04/2015 - 10:17

Chiudete la bocca a questo criminale lui a destsbilizzato nord africa siria iraq, è una pessima persona guerrafondaio incompetente.

Démos_Cràtos

Mer, 22/04/2015 - 10:27

Il premio Nobel per la pace dimentica chi ha appoggiato i ribelli in Libia affinché rovesciassero il vecchio sistema. Questa è la democrazia che esporta il suo glorioso Paese e che spero non vedere mai in altri paesi come Siria e Iran.

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 22/04/2015 - 10:31

Ma allora, sei proprio pirla! Chi ha provocato la sequenza di "primavere" arabe (che espressione da deficienti!) che ha fatto cadere governi in successione, facendo esplodere la situazione nel Nord Africa? Non sei stato proprio tu a cominciare, seguito da Sarkozy, e Cameron e, per poco dal nostro Napolitano? Inutile e pericoloso omuncolo anteNobelizzato: ti rendi conto di quanto pericoloso sei? Ma negli USA sanno dei casini che stai combinando: in Africa, in Europa, in Russia?

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 22/04/2015 - 10:31

Gli Stati Uniti fanno bene a fare i loro interessi... più che bene. Siamo noi che anzichè fare i nostri interessi, ci trasformiamo in zerbini per favorire gli interessi di USA, Germania, Francia, Inghilterra. Fateci caso, quando vi dicono: "ora grazie a Monti... oppure... ora grazie a Renzi... abbiamo più credibilità in Europa ed all'estero". In realtà va tradotta in: "Quando l'estero ci applaude è perchè stiamo facendo gli interessi degli altri piuttosto che i nostri". Non si è mai visto nessuno applaudire chi lo danneggia... o meglio, non si è mai visto nel resto del mondo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 22/04/2015 - 10:38

Al suo confronto Willy il coyote è un gigante del pensiero politico.

francesco1971

Mer, 22/04/2015 - 10:40

"Il caos in Libia causa instabilità e sbarchi", questa è l'ultima supercazzola a stelle e strisce di Mr. Obama. Mentre in Europa (in Italia per essere precisi) ci invadono dal mare, negli USA - in Arizona per la precisione - attraversano 1.300 km di deserto con la differenza che i confini USA sono presidiate da 21 mila agenti di frontiera, armati fino ai denti, e un muro di separazione che attraversa ben 3 stati. L'invasione (con il benestare dei parrucconi imbellettati Ue) continua...

amecred

Mer, 22/04/2015 - 11:00

ha parlato l'abbronzato.

amecred

Mer, 22/04/2015 - 11:10

L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno ora e' del suo intervento. Ogni volta che gli USA sono corsi in soccorso, hanno solo fatto danni. L'unica cosa che sanno fare e' di scaricare un po' di bombe piu' o meno intelligenti, e di distribuire armi alle fazioni 'buone'. per Natale, regalategli un pigiama nuovo: arancio-Guantanamo.

buri

Mer, 22/04/2015 - 11:14

Caos in Libia, certo! ma di chi è la colpa? si guardi allo specchio e pensi a Sarkpzy, con il quale ha voluto quella guerra sciagurata per abbattere Ghedaffi e si faccia il suo mea culpa

elio2

Mer, 22/04/2015 - 11:30

Ci vuole proprio un bel coraggio a parlare questo guerrafondaio, oltre ad essere il peggior presidente americano di sempre, a cui i compagni hanno pure comperato il nobel per la pace, dopo aver spinto e sostenuto i suoi dementi alleati europei per andare a far fuori Gheddafi, che gli stava sulle balle, e già che c'erano a destabilizzare tutti i Paese del nord africa, per esportare la sua democrazia a suon di bombe e cannonate.

Rossana Rossi

Mer, 22/04/2015 - 11:33

Mancavano giusto le supercazzole di obama.........ha ragione carpa1......

Mr Blonde

Mer, 22/04/2015 - 11:45

beowulfagate &co: glielo dico non da sinistra (se ci crede) la prossima volta imparate quando siete al governo a non andare sempre a rimorchio degli americani come fatto con il caos afganistan e iraq, avete fatto qualche centinaio di missioni di guerra contro gheddafi e ora la colpa è di altri, come al solito.

Massimo Bocci

Mer, 22/04/2015 - 12:00

Un immondo mistificatore.....poco Nobel.

rigadritto

Mer, 22/04/2015 - 12:19

ah se n'è accorto pure obama!

simonemartini

Mer, 22/04/2015 - 12:23

Scommetto che la conversazione telefonica era a carico del destinatario....e poi la farà pagare a noi...e finisce tutto qui.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 22/04/2015 - 12:25

dietro obama ,cameron,sarkosy e compagnia,ci sono i veri padroni del mondo,confraternite di farisei massoni,proprietari del 90% di cio che si produce nel mondo e cio che si vende,dall alta finanza alle economie di mezzo mondo,dal gruppo monsanto,al gruppo bildenberg,goldmansach,morgan stanley,potrei citarne altri 20 perlomeno, ma mi fermo per dire di maggiore importanza che queste compagnie appartengono a personaggi che promuovono l istabilita del mondo attraverso rivoluzioni colorate gia tentate anni orsono ,tipo soros in russia,singer in sudamerica,In pratica giocano al monopoli per espandersi geopoliticamente e accapararsi di tutto in un pieno dominio di mercato finanziario politico e sociale.I politici che ci dirigono sono solo delle pedine ben pagate al servizio di questi predatori.

gigetto50

Mer, 22/04/2015 - 12:27

....cosa significa? Immagino che se in Libia non ci fosse caos, forse i migranti sarebbero respinti dallle guardie alle frontiere sud/est/ovest del paese. Quindi noi non avremmo il problema. Ma nel contempo bisognera' far cessare i conflitti in Africa/Medioriente e comunque disincentivare le masse a lasciare i loro paesi, aiutandoli sul posto ma anche obbligandoli ad una seria politica di controllo delle nascite. Altrimenti sara' un problema ciclico per sempre. Vedere i folli incrementi demografici di quei paesi.

agosvac

Mer, 22/04/2015 - 12:31

Certo che Obama ha una faccia di bronzo da fare invidia a chiunque! Ma come può, ragionevolmente, sostenere che oggi ci sono meno guerre di 30 o 40 anni fa??? E' vero il contrario!!!!! £0 o 40 anni fa l'isis neanche esisteva e , se oggi esiste, è anche per colpa delle scelte politiche fatte dallo stesso Obama. Obama dimentica che la guerra in Libia contro Gheddafi che ha destabilizzato tutto il medio oriente e l'Africa del Nord è stata sì voluta fortemente da sarkozy ma da lui stesso fortissimamente appoggiata! Ora riconosce che la Libia è un focolaio di discordia, cosa che non era prima che si cominciasse a distruggerne la stabilità distruggendo Gheddafi che, di certo, era un tiranno ma molto, molto meglio di chi gli è succeduto.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 22/04/2015 - 12:35

Ma il socialmente pericoloso Nobel "per la pace" ha anche il coraggio di parlare? Lui, insieme a Sarcozy e compagnia ipocrita occidentale, sono i primi responsabili della polveriera medio orientale. Hanno foraggiato e sostenuto varie frange del terrorismo islamico (isis, al nusra, al qaeda ecc.) per abbattere governi invisi ad Israele o per biechi interessi economici, e adesso fanno le verginelle? Illuminanti le parole della Clinton nel libro "hard choices", dove si specifica la totale responsabilità dell'amministrazione americana nel macello della cirenaica et similia. Oltre ovviamente all'escalation in Ucraina che porterà l'Europa alla terza guerra mondiale, solo per esclusiva colpa del delirio di onnipotenza degli yankee. E il fantoccio fiorentino? Sia accoda. Il giretto a Washington era solo per prendere ordini.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 22/04/2015 - 12:36

PER TUTTI I COMMENTATORI,INCAZZATI, VORREI FARE PRESENTE CHE NON VI SIETE RESI CONTO CHE QUALSIASI POLITICO APPARTENENTE ALLA UE O IN ALTRE PARTI DEL GLOBO,AFFILIATI ALLA CONFRATERNITA FARISEA PARLANO ,AGISCONO ,PRENDONO ORDINI TUTTI ALLO STESSO MODO,COME SE LA LORO SCUOLA DI PENSIERIO E SOLTANTO UNA SOLA,PERTANTO NON ASPETTATEVI CAMBIAMENTI POSITIVI NEL FUTURO SOCIALE ED ECONOMICO ,MA SOLTANTO UNA IRREVERSIBILE SITUAZIONE NEGATIVA CHE SOLO IL TEMPO POTRA DECIDERE, IN SCENARIO INTERNAZIONALE DAVVERO OSCURO.

giampiroma

Mer, 22/04/2015 - 12:38

il caos in libia l'hanno creato gli Usa con inghilterra e Francia. e loro lo sapevano benissimo che facendo quel macello contro Gheddafi sarebbe finita così. ma agiscono sempre per interesse. Gheddafi certo non era un gentleman ma loro erano in malafede. e poi vogliamo parlare quando anni addietro sotto la presidenza Reagan gli Usa volontariamente uccisero bombardandola la figlia di Gheddafi? non mi sembra che uno Stato di diritto possa fare questo anche se è la figlia di un dittatore.

Dani55

Mer, 22/04/2015 - 12:42

Sarà un caso ma la maggior parte dei migranti clandestini proviene dai paesi dove gli USA hanno intrapreso guerre, da soli o con i propri alleati, formalmente per motivi umanitari o per instaurare la democrazia o per combattere il terrorismo. Nella sostanza per recuperare o conquistare il consenso delle opinioni pubbliche. Somalia, Afghanistan, Iraq, Siria, Libia. Risultati? zero. La miseria è aumentata, la fine delle dittature invece di portare la democrazia ha generato il caos tribale e l'emersione dell'ISIS o di altri gruppi islamisti. Nel caso della Libia Francia e UK hanno forse più responsabilità degli stessi USA, con l'aggravante che hanno forzato la mano agli altri paesi della UE per rimuovere un interlocutore criticabile ma - negli ultimi anni - molto disponibile a collaborare con l'Occidente. Tra l'altro gli interessi Italiani in Libia (coltivati da sempre dai governi di destra e di sinistra) sono stati irrisi e ignorati dal pessimo Sarkozy.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 22/04/2015 - 12:55

ora si sta aprendo un altro scenario internazionale di istabilita politica e sociale di non minore importanza ,quello del sudamerica e precisamente in VENEZUELA,dove viene promossa e apoggiata finanziariamente da gruppi affini alla fariseocrazia oligarca internazionale che partono dal nordamerica e europa conniventi con i governi legittimi locali,un piano di golpe di stato per tirare giu il governo di MADURO ATTRAVERSO UNA INCESSANTE CAMPAGNA MEDIATICA ,POLITICA DELL OPPOSIZIONE SU TUTTI I FRONTI INTERNAZIONALI,DOPODICHE SI RIVOLGERANNO ALL ARGENTINA E BRASILE CHE GUARDA CASO QUEST ULTIMO FA PARTE DEL GRUPPO BRICS ALLEANZA DI STATI A LIVELLO BANCARIO INTENAZIONALE DI CUI FA PARTE ANCHE LA RUSSIA,IN PRATICA TUTTI NEMICI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

beowulfagate

Mer, 22/04/2015 - 12:56

MrBlonde.Mi scusi,può dirmi quali sono le centinaia di missioni che la dx italiana avrebbe fatto contro Gheddafi ? Mi rinfreschi la memoria,grazie.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 22/04/2015 - 13:26

L'abbronzatino è, ripeto, il peggior presidente che gli USA abbiano mai avuto. In pratica si dà del fesso da solo, visto che buona parte della colpa è sua.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 22/04/2015 - 13:32

Il vento sta cambiando! Il mondo deve sommergere questi apprendisti stregoni, inconcludenti e pericolosi, sotto una montagna di risate! A tal punto che non abbiano mai più il coraggio di ripresentarsi.

elio2

Mer, 22/04/2015 - 13:50

Caro Mr Blonde, immagino lei sia stato tra coloro che sventolavano le bandiere della pace, quando governava il CDX, e le nascondevano quando il compagno D'Alema mandò i nostri aerei a bombardare la Serbia senza neppure avvisare il parlamento, oppure quando il peggior PdR di tutti i tempi e i suoi colleghi comunisti ricattarono Berlusconi perché non voleva bombardare la Libia come loro si era impegnati a fare, così come hanno poi compatti sostenuto il guerrafondaio americano per portare la sua pace a suon di bombe e cannonate in tutto il nord Africa, mi sbaglio?. Alla sua bandiera della pace ogni tanto faccia prendere aria, altrimenti le tarme gliela mangiano. Lo so che non c'è niente di cui vantarsi ad essere comunista, ma cosa può essere uno che ragiona come i comunisti, se non un compagno travestito che non è riuscito a mimetizzarsi tra chi comunista non lo è?

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 22/04/2015 - 14:01

Ma allora è proprio vero che i sinistri ci arrivano subito alle cose! Ma non è che sotto la bandiera democratica che vi affannate sempre ad issare nascondete quasi sempre le malefatte come la guerra a Gheddafi insieme con gli altri due geni di Sarkozy e Cameron? Poi tanto i problemi che causate li devono risolvere gli altri!!!

gio 52

Mer, 22/04/2015 - 14:04

Se dice che il problema immigrati è causato dal caos in Libia vuol dire essere male informato o ignorante di suo ! . I libici non scappano ; sono persone provenienti da altri paesi , entrano in Libia e vanno verso l'Italia . Esattamente come avveniva prima del 2011 . In Libia la stragrande maggioranza sono di orientamento sunnita ( non è lo Yemen )

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 22/04/2015 - 14:56

L'abbronzato è il grande responsabile dell'instabilità creatosi con la caduta del ras (Gheddafi)unitamente ai due grandi profittatori Francese e Inglese, e alla mummia maledetta che fu usato dal trio come zerbino.

gianrico45

Mer, 22/04/2015 - 15:36

Ma non è stato lui a destabilizzarla? Attenzione che questo tizio ci vuole ficcare in mezzo ai guai.

Mr Blonde

Mer, 22/04/2015 - 16:01

elio2 io in piazza coi pacifisti non ci sono mai andato nè se governa il pd nè se governa il pdl, premesso questo per cui le mie idee sull'attacco alla libia sono ben chiare le sembra possibile che il cav da diversi anni a questa parte fa sempre cose per le quali poi dà la colpa ad altri? Ma chi l'ha detto che è stato ricattato, ma vada a leggersi le dichiarazioni di La Russa (min difesa) dell'epoca e capirà con che spirito abbiamo agito. beowulfagate: 20ina di missioni aeree, supporto logistico e strumentale, supporto sul campo e infiltrazioni varie, oltre (immagino) ad altro che non è certo scritto sui giornali.

Giorgio Colomba

Mer, 22/04/2015 - 16:07

"Gli sbarchi dipendono dal caos in Libia": ma va? Ci volevano proprio due statisti del calibro di Obama e Mattarella per giungere a questa inedita rivelazione...

giovanni PERINCIOLO

Mer, 22/04/2015 - 16:12

Il buffone abbronzato farebbe meglio a puntare il dito contro se stesso e contro il suo compare sarkozy, perché se siamo nella m...a fino al collo é grazie alle loro gloriose azioni in favore della "primavera araba"!

linoalo1

Mer, 22/04/2015 - 16:25

La Libia è un pericolo?Ma,chi è stato a ridurla così?Gheddafi o chi ha voluto eliminarlo?Se facciamo un percorso a ritroso,si vedrà come la colpa sia anche dei nostri Comunisti!Se,nel 2011,non avessero eliminato Berlusconi,niente Guerra alla Libia,Gheddafi vivo e,quindi,minori sbarchi!

Mr Blonde

Mer, 22/04/2015 - 16:53

linoalo1 buongiorno...quando berlusconi è caduto la guerra era già finita ed il nostro leader aveva già partecipato, magari consigliato male (la russa...) ma aveva partecipato e bombardato anche, datti una svegliata

elio2

Mer, 22/04/2015 - 17:55

Caro Mr Blonde, non si deve lamentare se la apostrofano come comunista, lei è la fotocopia di chi sapendo di non aver nessun motivo per vantarsi di esserlo lo nega con decisinone, invocando storie e situazioni che solo lei conosce, un classico tra i compagni, che dopo tante e continue delusioni non trovano niente di meglio che fare l'ennesimo partitino che si richiama alla più strampalata e sempre fallimentare ideologia mai imposta su questa terra, ma lo fanno con distinguo, quale, non lo sanno neppure loro. P.S. chiaramente tutto il discorso vale anche per i seguaci del Cri-Cri che sono un'altro modo di essere comunisti, ma ciò che di male può fare un comunista, loro si accodano sempre. Buona serata.

gianrico45

Mer, 22/04/2015 - 18:43

MrBlonde La politica estera italiana la gestisce il quirinale,non per niente è il capo dello stato e il comandante supremo delle forze armate.Se il governo Berlusconi si fosse messo di traverso contro le istituzioni,sarebbe caduto immediatamente e in malo modo,e Berlusconi ora avrebbe un ergastolo da scontare.

Mr Blonde

Mer, 22/04/2015 - 18:48

elio2 ok sono comunista se ti fa piacere quando voto partiti o sindaci di centrodx mi sbaglio sempre va bene? spiegami però chi ha bombardato la libia insieme a francia usa belgio ecc

elio2

Gio, 23/04/2015 - 09:37

Caro Mr Blonde, il problema non è chi ha bombardato in Libia, che lo sanno anche i sassi, ma chi sono stati i sostenitori a prmuovere quest'azione crimunale e deleteria anche per il nostro Paese e per i contratti energetici che il nostro Paese, legga Berlusconi, aveva messo in campo con Gheddafi, ma a lei questo non interessa, l'importante è negare la realtà per salvare la reputazione (sic) dei diversamente pacifisti, dei diversamente onesti, dei diversamente capaci, dei diversamente sinceri, dei diversamente democratici ecc.ecc. tutte cose che non dico io, ma la storia, se la vuol leggere, altrimenti continui a sostenerli che andiamo tutti giù nel burrone e saremo in buona compagnia.

epesce098

Gio, 23/04/2015 - 16:57

Mr Blonde - Fu il grande (si fa per dire) presidente Giorgio Napolitano. Berlusconi fu costretto a piegarsi a 90 gradi e a obbedire, nonostante avesse creato in Libia grandi interessi per l'Italia.

millycarlino

Dom, 26/04/2015 - 10:44

Povera America in mano a Obama. Dive andrà a finire? Con un altro presidente l'ISIS non esisterebbe più e gli esodi verso l'europa sarebbero ormai un ricordo. Non sono parole: il primo errore uccidere Gheddafi! Milly Carlino

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 05/05/2015 - 17:03

Due persone che sono al posto SBAGLITO. I migranti che fuggono dalla guerra è perchè se ne fregano del loro STATO. Fuggendo non lo difendono, ma lo lasciano in mano alla delinquenza compreso le loro famiglie. in quanto a Obama, ritirare le MULTINAZIONALI che Sfruttano il TERRITORIO e il POPOLO. In Libia sono solo dei RIBELLI, che Geddafi sapeva tenere a freno, si deve solo insegnare loro a vivere, con le buone o con le cattive.

Settimio.De.Lillo

Mar, 26/05/2015 - 17:32

I kompagnuzzi NON si riconoscono nemmeno se si guardassero allo specchio; e quando NON si guardano, lo fanno perché si vergognano di se stessi.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 28/08/2015 - 12:01

Questi due personaggi che tra loro parlano seduti su una comoda poltrona, non hanno sufficiente materia grigia per DARE ORDINE alle navi di accogliere SI, questa gente, dare loro mangiare e bere e RIPORTARLI DA DOVE SONO PARTITI.