Obama sfida Israele: "Lo status quo deve cambiare"

Il presidente delle degli Stati Uniti: "La soluzione di due Stati è l'unica strada percorribile"

"Il disconoscimento della soluzione dei due Stati per il conflitto israelo-palestinese da parte del premier israeliano Benjamin Netanyahu prima delle elezioni rende "difficile trovare un percorso" verso negoziati seri per risolvere la questione". Lo
afferma il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in un'intervista rilasciata all'Huffington Post.

Obama riferiva della telefonata che ha fatto a Netanyahu giovedì, due giorni dopo la sua rielezione: "Gli ho detto che noi continuiamo a credere che una soluzione a due Stati sia l'unica strada per la sicurezza a lungo termine di Israele se vuole essere uno Stato sia ebraico che democratico", ha detto Obama, e "gli ho indicato che viste le sue dichiarazioni prima delle elezioni sarà difficile trovare un cammino in cui le persone possano credere seriamente che i negoziati sono possibili". Infine il presidente degli Stati Uniti ha parlato anche dell'Iran e dei negoziati per il nucleare: "L’Iran non ha ancora fatto tutte le concessioni che penso siano necessarie per raggiungere un accordo finale. Ma si sono mossi, e c’è una possibilità".

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 22/03/2015 - 09:23

La Pace è stata ostacolata esclusivamente da questo insulso quanto incapace Presidente, non da Israele che da oltre 50 anni, nonostante l'accerchiamento da parte di Stati Canaglia è sempre riuscita a tenere acceso il faro della DEMOCRAZIA in un area sovraffollata da terroristi di ogni specie. Obama è il principale, anzi, l'UNIVO vero responsabile del riaccendersi e propagarsi di tutti i conflitti in Medio Oriente. Nessun Presidente USA era mai stato in grado di tutti i disastri provocate da questo insuperabile IDIOTA.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 22/03/2015 - 09:27

Ma quand'é che si leva di torno l'abbronzato buono a nulla?? non crede di averne fatti fin troppi di danni??

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Dom, 22/03/2015 - 09:28

meglio che questo individuo si renda conto dei danni che ha fatto in questi anni e lasci il problema al suo successore....difficile fare peggio.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/03/2015 - 09:45

Il negro non è ancora soddisfatto, dopo aver incendiato il nord Africa, la Siria, l'Ucraina adesso attacca briga anche con Israele. Si vede che i morti non sono sufficienti. Solo che con Israele troverà pane per i suoi denti.

iotului

Dom, 22/03/2015 - 09:49

Caro Obama, tu non conosci ancora gli israeliani. Nemmeno se scende giu' Dio stesso loro danno ascolto a Lui. E dicono che loro hanno sofferto con l'olocausto. Lasciamo stare per favore.

ninito

Dom, 22/03/2015 - 09:53

Un'altra dimostrazione della fede religiosa di Obama. In un intervista prima di essere eletto la prima volta, gli è scappato," la mia fede islamica", e con questo lo conferma. Creare uno stato palestinese non serve a nulla, perche non hanno come sopravivere, se non lo sapete Israele, tutti i mesi, passa parecchi milioni di dollari allo "stato" palestinese per pagare i suoi impegati statali. E poi l'odio dei paesi islamici per Israele non cambierà se si crea lo stato palestinese.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 22/03/2015 - 09:57

L'islamico Obama vuole comandare gli altri popoli in nome dell'islam. Nazione palestienese e popolo palestinese NON SONO MAI ESISTITI. Colro che rompono sono extracomunitari delle nazioni arabe intorno a Israele. Vogliono quello che hannno rifiutato a suo tempo, concessione assurda ottenuta sempre con la prepotenza e la violenza, solo per continuare la lotta contro Israele. Concederglielo significa solo dare ragione a dei prepotenti che vogliono affermare il potere della Sharia e dell'oscurantismo su tutti coloro che vivono in quei luoghi, ebrei o cristiani poco importa.

habanero63

Dom, 22/03/2015 - 10:18

solo il Giornale di Sion e qualche altro giornaletto di prezzolati pennivendoli sono rimasti a difendere questa entità criminale nazi-sionista. Resta da chiedersi quanti finanziamenti Sallusti riceva da organizzazioni ebraiche internazionali per porre il Giornale di Montanelli al servizio di uno stato canaglia.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Dom, 22/03/2015 - 10:21

Direi che Obama ha parecchio pelo sullo stomaco anche solo ad interloquire con uno che e` stato accusato dalle inchieste dell'ONU di "crimini di guerra". Il fatto che gli israeliani gli abbiano dato ancora fiducia dopo tre mandati di fallimenti, la dice lunga sulla non-volonta` di quella nazione nel processo di pace. Israele e` isolata politicamente e culturalmente, e infrange regolarmente le risoluzioni dell'ONU contro nuovi insediamenti - al prezzo di distruzione di abitazioni e deportazioni di Palestinesi. Fondano e giustificano la loro violenza sulla base di testi e tradizioni trogloditi. Aspettano solo un altro pretesto per radere di nuovo al suolo Gaza e sterminare qualche altro migliaio di civili. Ecco cos'e` Israele oggi. Che qualche isolato mastino razzista arrabbiato commenti qui contro Obama e difenda Israele non e` afatto sorprendente.

habanero63

Dom, 22/03/2015 - 10:21

solo il Giornale di Sion e qualche altro pennivendolo prezzolato sono rimasti a difendere questa entità criminale e principale stato canaglia del medio-oriente, Povero Montanelli, come è ridotto il suo giornale !

VittorioMar

Dom, 22/03/2015 - 10:32

Il Premio Nobel per la Pace non si smentisce mai!Ha perso di prestigio anche questa istituzione!

Massimo25

Dom, 22/03/2015 - 10:33

Questo Presidente é il più incapace,pericoloso e guerrafondaio che gli USA abbiamo mai avuto. Totalmente incapace nella gestione delle situazioni internazionali,consigliato da due criminali come la Nulan e Biden.Basti pensare l'espressione di questa "signora" verso l'Europa,solo dei deficenti totali possono seguire ancora queste gente e purtroppo l'europa e Strasburgo ne é piena..

morghj

Dom, 22/03/2015 - 10:40

Il peggior presidente che gli USA abbiano mai avuto vuol forse mettere in dubbio il diritto per il popolo israeliano di scegliersi il presidente che vogliono? Allora cosa avrebbe dovuto dire il mondo quando gli americani hanno scelto per ben due volte questo inetto???

marinaio

Dom, 22/03/2015 - 10:52

Ma chi è Israele per decidere se si può fare questo, non si può fare quello? Tutte le Nazioni del mondo, ONU compresa, sono d'accordo per lo Stato della Palestina, tranne Israele. E siccome Israele, tramite i suoi ebrei americani che controllano Banche, Fianza ed editoria mondiale, tiene tutti sotto scopa, ecco che ci si mette in ginocchio e si obbedisce. E mettiamo da parte una buona volta, l'olocausto, i deportati ecc. , perchè in questo caso non c'entrano assolutamente nulla.

Ritratto di sepen

sepen

Dom, 22/03/2015 - 10:59

20 gennaio 2017. Chiunque arriverà al posto di Obama sarà salutato come un liberatore. Certo che pensare che ai miei tempi c'erano Reagan e Giovanni Paolo II, e mi ritrovo 30 anni dopo con Obama e Francesco fa pensare che siam scesi prorpio in basso...

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Dom, 22/03/2015 - 11:13

stock84, che il "popolo Palestinese" sia mai esistito o meno non giustifica che quella gente venga tenuta in ostaggio, martoriata, deportata, privata di dignita`, uccisa a migliaia, da trogloditi che credono di essere il popolo eletto da qualche dio inventato migliaia di anni fa.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 22/03/2015 - 11:14

Chissà se il presidente abbronzato crede veramente che sia "seriamente possibile" negoziare con un pseudo stato che ha scritto nella costituzione che lo stato di Israele DEVE essere distrutto!

Marcolux

Dom, 22/03/2015 - 11:16

Israele deve aspettare la prossima amministrazione USA. Obama è l'amico degli arabi e il sostenitore dell'ISIS, ma verrà cacciato fra poco più di un anno. L'America non lo sopporta più, e ha capito che è un comunista islamico pericolosissimo.

Marcolux

Dom, 22/03/2015 - 11:20

Il vero pericolo del mondo non è l'ISIS, ma è OBAMA. periamo che 'America si liberi al più presto e con ogni mezzo di questo islamico. E' il sostenitore del terrorismo islamico e condivide il progetto del califfato mondiale.

Marcolux

Dom, 22/03/2015 - 11:22

Ma gli stupidi americani non avevano altro da fare che eleggere un presidente negro e per giunta islamico? Spero che si rendano conto dell'orrore nelle prossime elezioni.

egi

Dom, 22/03/2015 - 11:24

Questo individuo maledetto e riuscito a destabilizzare per gli interessi americani Europa debole e vendita delle loro armi il nord Africa è ora di aprire gli occhi e cacciarlo figura squallida

Blueray

Dom, 22/03/2015 - 11:29

Obama deve uscire di scena perché ha già fatto troppi danni e per non volerlo ammettere non sta facendo assolutamente nulla per rimediare. Netanyahu segue un profilo di ovvia salvaguardia e autodifesa del suo Paese e del suo popolo, dato che si trova ad essere un avamposto estremamente a rischio, circondato da terroristi e Stati filoterroristici la cui inaffidabilità in caso di potenziali concessioni, conosce molto bene. Delle due, per la difesa della pace nel mondo, oggi, senz'altro meglio fuori Obama, alla faccia del suo premio Nobel.

swiller

Dom, 22/03/2015 - 11:31

Obama il guerrafondaio maestro del crimine.

pastello

Dom, 22/03/2015 - 11:41

A questo qui manca solo la cintura esplosiva.

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 11:43

SEPEN - grazie, lei ha fatto il commento che volevo fare io.

pastello

Dom, 22/03/2015 - 11:44

Un esempio vivente a dimostrazione che Dio, quando ha creato gli uomini, non li ha fatti tutti uguali...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 22/03/2015 - 11:55

Detto da premio nobel per la pace che ha dichiarato guerra alla Siria (e poi alla Libia),per armi chimiche che non sono state trovate,spianando lastrada ai terroristi pro sauditi dell'Isis,è un qualcosa di cui andare fieri,da dare la possibilità di giudicare gli altri senza imbarazzo.Nero è,possiamo associarlo bene ad una merdaccia senza vergogna.

Linucs

Dom, 22/03/2015 - 11:57

Due parole: Stern e Irgun. Tacere, e andare fuori dalle palle.

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 12:01

Peccato che Obama ha fatto un comunicato stampa in cui ha riferito SOLO ciò che lui ha detto a Netanyahu. E' sufficiente andare sul sito di The Jerusalem Post per leggere la risposta del vincitore delle elezioni israeliane, pur se espresse educatamente, in modo diplomatico: caro Obama, piantala di fare propaganda per la tua religione (l'islam, ndr), noi quì, in Israele, abbiamo l'unica vera impronta di civiltà e di modernità dell'intero medio oriente e abbiamo un paese dove perfino gli israeliani arabi se ne stanno ben protetti dai pazzi fanatici di Allah. Vi invio un link - https://us-mg5.mail.yahoo.com/neo/launch?.rand=976naa8pmgh9s del 21 marzo 2015 dove, conoscendo l'arabo o l'inglese, si può leggere la dichiarazione del capo dei guardiani della rivoluzione iraniana, cioè la voce della teocrazia al governo: Iran Supreme Leader’s Rep: “We Will Not Rest Until We Have Raised the Banner of Islam over the White House”.......... Albertzanna

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Dom, 22/03/2015 - 12:07

Quoto @sepen. E sarà dura aspettare fino a gennaio 2017. L'idolo dei sinistrati non è ancora rassegnato.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Dom, 22/03/2015 - 12:18

Kommissar, habanero63: vi e' sfuggito che Israele non riconosce lo stato palestinese perche' i palestinesi non riconoscono lo stato di Israele?

mutuo

Dom, 22/03/2015 - 12:22

Leggendo i commenti si nota quelli vomitati dai Nazi-fascisti, evidentemente nonostante l'età sono ancora su questo mondo, e quelli non meno vomitevoli dei sinistri. Fortuna che esiste ancora lo stato di Israele, altrimenti noi Europei saremmo già tutti proni a glorificare il profeta. Grazie di esistere Israele

agosvac

Dom, 22/03/2015 - 12:23

In effetti è vero che l'unica soluzione di pace tra Israele e Palestina sarebbero due stati indipendenti. Però è anche vero che, prima, Hamas dovrebbe riconoscere lo Stato d'Israele, cosa che, al momento, manco si sogna di fare!!! E' qui l'idiozia di Obama, vuole due Stati di cui uno, Israele, riconosca la Palestina e l'altro, la Palestina, non vuole assolutamente riconoscere Israele!!! Francamente, a volte, mi chiedo: ma cosa vuole realmente Obama????? Ora come ora sembra che voglia solo combattere Putin e questo a scapito della lotta contro l'integralismo islamico di cui Putin sarebbe l'unica forza in grado di sostenerla. A questo punto a me sorge il dubbio che Obama non voglia, realmente, combattere gli integralisti islamici, e di questo non riesco a capire il perché anche se qualche dubbio ce l'ho, ma è meglio non dirlo!!!

maricap

Dom, 22/03/2015 - 12:31

habanero63 anche se è pur vero che in fatto di idioti, sei in buona compagnia, e che mai capirete, come realmente stanno le cose, per farti scoppiare la bile, ti rammento che quel che tu dici per Israele :"questa entità criminale e principale stato canaglia del medio-oriente," Vero è, solo se riferito alla merd arapas (Arabo-palestinese)

sbrigati

Dom, 22/03/2015 - 12:37

Il presidente usa dimostra chiaramente le sue origini.

emmea

Dom, 22/03/2015 - 12:38

#marinaio - Perché Israele è uno stato serio che conosce bene con chi ha a che fare. Israele da quando è tornato alla terra dei suoi padri, cioè la sua terra, senza aver mai cessato in duemila anni di essere una Nazione, non ha mai conosciuto un solo giorno di pace. I suoi vicini non lo riconoscono come Stato tranne l'Egitto e vorrebbero distruggerlo cento volte al giorno. I palestinesi hanno inserito il proposito di distruggere lo Stato d'Israele persino nei loro statuti e nei loro programmi e lei si domanda perché Israele non possa decidere di rifiutare la costituzione di uno stato palestinese?

Massimo Bocci

Dom, 22/03/2015 - 12:47

Certo Solizione subalterna a quella OTTIMALE da lui FOMENTATA, è finanziata dai suoi padroni ( ila siti dei meticciati) di un solo stato, si solo quello del sultanato ISIS, al quale per titoli e soprattutto meriti speciali potrebbe essere acclamato RAS assoluto, un riconoscimento vero conquistato per meriti ( mica come la panzana Nobel che gli hanno accattato gli sponsor),ma anche questa volta come per il golpe Ucraino non ha fatto i conti sulla democrazia vera quella dei popoli e degli Stati autoctoni , schivi a finire sotto i suoi padroni meticci!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 22/03/2015 - 12:47

. Fondano e giustificano la loro violenza sulla base di testi e tradizioni trogloditi. Kommissar, pazzesco, ha mai letto lo statuto di Hamas? Quelli si che sono progressisti e MODERNI.iotului, è avrebbero ragione a NON ascoltare dio perchè è lo stesso dio che ha comandato ai musulmani di distruggere gli ebrei FINO ALL'ULTIMO UOMO, donna o bambino che sia. Legga il corano.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Dom, 22/03/2015 - 13:08

ma che senso ha un articolo del genere se pubblicate solo commenti pro palestinesi?

moshe

Dom, 22/03/2015 - 13:18

Lo statuto di حركة المقاومة الاسلامية , propone la cancellazione dello Stato di Israele e la sua sostituzione con uno Stato islamico palestinese !!!!! Come può l'islamico abbronzato pretendere che Israele riconosca uno stato che prevede la sua cancellazione dalla carta geografica? solo in idiota può pretendere ciò !!!

cangurino

Dom, 22/03/2015 - 13:27

a parte qualche commento moto discutibile (il termine nazi sionista è emblematico di certa mentalità), è indubbia la generale valutazione di Obama quale colossale inetto, peggior presidente USA, a capo di un pool di esperti pericolosi ed inetti. Hanno fatto più danni in pochi anni di chiunque altro, lasciando paesi islamici nelle mani degli integralisti. Che lo stato di Israele non sia uno stinco di santo è noto, ma è in una situazione che impone spesso metodi spicci. Se i palestinesi incomincassero a rimuovere dai propri statuti l'eliminazione dello stato di Israele, quale obbiettivo prioritario, forse le cose potrebbero migliorare. Ma per Obama questo problema non è significativo ....

frabelli1

Dom, 22/03/2015 - 14:10

Un Presidente che ha fallito tutto cerca di fare la voce grossa per imporre cose impossibili. Alla Palestina non interessa un nuovo stato, ma fare solo la guerra ad Israele. Sinceramente questo Obama sta diventando sempre più un pessimo presidente.

steacanessa

Dom, 22/03/2015 - 14:25

Kommissar, habanero: andate a vendere sabbia nel deserto

habanero63

Dom, 22/03/2015 - 14:29

cokie ..i Palestinesi non riconoscono quell'entità che chiamate israele ? Arafat lo ha riconosciuto ai tempi di Oslo, quindi o sei un giudeo o sei un ignorante, nel secondo caso torna a leggere Topolino!

steacanessa

Dom, 22/03/2015 - 14:31

Poveri USA e poveri noi. Il peggior presidente della storia degli Stati uniti, ancor peggio di nocciolina carter e uccellone clinton, non demorde. Spara belinate a tutto spiano, tanto lui è a seimila chilometri di distanza.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 22/03/2015 - 14:43

L'Unico responsabile del vero ostacolo alla PACE è questo vuoto, incapace ed insignificante presidente USA. Il più ottudo cha l'America abbia mai avuto.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Dom, 22/03/2015 - 15:12

@habanero63: arafat non ha riconosciuto un bel niente e gli accordi di Oslo erano per segnare i confini di demarcazione fra Israele e i palestinesi; guarda che i tuoi amici palestinesi hanno anche riceveuto indietro parte dei territori occupati snza contropartita e come ringraziamento intensificato il terrorismo in combutta con hamas. Non sono un giudeo, ma a vedere tutte le teste di ... antisemite che circolano i giudei mi stanno smepre piu' simpatici!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 22/03/2015 - 15:16

Non dire altre stupidaggini habanero63, che bastano quelle che hai detto. Arafat ha fatto finta di accettare l'esistenza di Israele secondo quanto concordato a Oslo, solo che avendo la lingua biforcuta in inglese per la platea occidentale si diceva d'accordo e in arabo per i suoi scalmanati predicava l'opposto. Questo ha sempre fatto, il doppio e triplo gioco. Pulisciti la bocca quando parli di Israele.

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 15:23

HABANERO63 - mi meraviglio perché dal tuo soprannome direi che hai passato i 50 anni di età, e si suol dire che l'età porta saggezza, ma nel tuo caso a te l'età ha portato solo l'aggravamento del tuo essere un gran cxxxxxxe e presuntuoso ignorante. Tu sei di sinistra, ma la famosa e comica sinistra dei trinariciuti. Vatti a leggere il testo degli accordi di Oslo: alle ore 11.43 del 13 settembre 1993 Rabin e Arafat firmarono un accordo in base al quale Arafat attestava il diritto all'esistenza di Israele purché questa nazione riconoscesse ad Arafat il diritto di creare uno stato palestinese. Ma c'è un vecchio proverbio molto usato da tutti coloro che conoscono arabi e palestinesi: chi c'è di più bugiardo di un arabo e di un palestinese? Risposta: due arabi e due palestinesi. Nel Corano è chiaramente scritto che un fedele mussulmano deve travisarsi per ingannare il nemico che abbraccia. E travisarsi significa anche essere bugiardi e falsi incalliti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 22/03/2015 - 15:25

gli ebrei stanno sterminando lentamente i palestinesi come i loro amici americani sterminarono i Pellerossa. Metodi assai simili: non solo guerra ma sottrazione di terra, soffocamento economico

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 22/03/2015 - 15:28

lo stato criminale israeliano continua a espandersi su terra palestinese. è come se l'Italia venisse piano piano invasa dalla Svizzera e ci relegassero ai margini della nostra terra.

peter46

Dom, 22/03/2015 - 15:46

Marinaio...tranquillo,danno solo fiato alla bocca,ma non mordono.Non sanno che i palestinesi stanno per 'costringerli' ad accorrere militarmente a 'difenderli'.Mezz'Europa,anche senza Stato Palestinese,ha riconosciuto il 'Governo Palestinese',e non appena,come promesso,Francia ed Inghilterra lo faranno anche loro,col peso che hanno dentro l'Onu...appena uscirà la prossima Risoluzione(dopo le centinaia 'inevase' per il veto americano che s'indignava solo a parole della loro prepotenza)contro il 'terrorismo' israeliano verso i palestinesi(terrorista e chi fa atti di terrorismo e chi risponde con atti di terrorismo per la Convenzione di Ginevra)partiranno per ...difenderli su 'imposizione' ONU alla Nato.

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 15:49

STEACANESSA - sempre a fare calcoli spannometrici. In linea d'aria la distanza fra Gerusalemme e Washington è di 9545 km. ma viaggiando pur con l'aereo più veloce del mondo, l'SR72 Blackbird, ritirato dal servizio nel 1999, e calcolando che il globo terrestre è rotondo ed ha un asse terrestre inclinato di 23.5° di media, la distanza effettiva minima è di circa 13.680 km. Per sua documentazione. Albertzanna

goligo

Dom, 22/03/2015 - 16:20

E vero che i palestinesi non riconoscono Israele e viceversa, ma sta di fatto che è Israele che ogni 2/3 anni attua lo sterminio di donne vecchi e bambini, nella striscia di Gaza. Ah gia è vero la colpa è di Hamas, che le ammassa nei punti strategici... ma andate axxxxxxxo va!

opinione-critica

Dom, 22/03/2015 - 16:29

Obama che parla di pace è semplicemente esilarante: da quando è presidente USA gli USA non hanno mai avuto 1 mese di pace. E' sempre in guerra e fomenta nuove guerre (vedi Ucraina). Ha il premio nobel per la pace solo per il colore della sua pelle. Quando i palestinesi riconosceranno lo Stato di Israele gli israeliani potranno valutare l'esistenza di uno stato palestinese, altrimenti fanno il loro dovere distruggere chi li vuole distruggere. I cocomeros anti-israeliani ci saranno sempre anche se ci sarebbe un nuovo Erode che ammazza i neonati ebraici. Speriamo che muoiano presto pure loro così la pace si avvicina.

marinaio

Dom, 22/03/2015 - 16:35

#EMMEA: Leggo solo ora il suo post. E' vero gli ebrei non hanno avuto un momento di pace da 2000 anni, anzi direi 3.000. Prima gli Assiro-Babilonesi, poi gli Egizi, i Romani e via via gli spagnoli i veneziani gli inglesi i russi i tedeschi gli arabi ecc., fino ai giorni nostri. Ma se uno viene visto come una mosca la naso da tutti e da tremila anni, non sarà che forse sono loro, gli ebrei, che hanno qualcosa che non va? Tipo praticare, da 3.000 anni, l'usura nei confronti di tutti, compresi Stati, Re, Imperatori ecc,. E poi se, come dice lei, hanno diritto ad occupare il territorio in cui vivono perchè è sempre appertenuto a loro, allora noi riprendiamoci la Gallia, L'inghilterra l'India e la Spagna tutto il continente sud-americano. Il loro Dio non è qualle che sta lassù ma il denaro e lo dice anche la Bibbia che è stata scritta da un ebreo (Mosè).

linoalo1

Dom, 22/03/2015 - 16:43

Chi è Obama per decidere su una questione così vitale?Che si senta Re Salomone?Si è mai chiesto perché tutti vorremmo una casa in cui vivere,invecchiare e morire?Si dimntica,forse,della Soria?Delle Guerre combattute dagli Americani per la loro Terra?Eppure è Storia Recente!Quindi,abbassi lacresta e lasci che sia solo il Tempo a decidere!Lino.

peter46

Dom, 22/03/2015 - 16:46

Cokielllll(sono L?)dov'eri in tutti questi anni...benvenuto comunque e grazie per la 'buona novella'.Ad Oslo sono andati con il 'righello',vero?AD Oslo fine agosto '93)si è stabilito fra Perez(laburista)ed Arafat il 'dovere'innanzitutto di un riconoscimento reciproco che il 9 sett.è stato votato dall'OLP(8 delegati su 12,ma è pur sempre maggioranza)ed il 10 sett.nel Parlamento Israeliano .Il 13 sett. a Washington,Rabin(laburista) e Arafat firmano una 'Dichiarazione di Principi' con 'firma' di reale mutuo riconoscimento,ritiro israeliano da Gaza e Jerico ed un generico ritiro israeliano da alcune aree della Cisgiordania entro 5 anni e la promessa da parte israeliana di successivi negoziati per le questioni ben più importanti di queste per i palestinesi che intanto possono formare un'amministrazione nei territori subito 'concessi'(1)

peter46

Dom, 22/03/2015 - 16:57

cokiellll...E cioè:gl'insediamenti ebraici illegali in terra palestinese,il ritorno dei rifugiati palestinesi,le risorse idriche,Gerusalemme Est come da risoluzione ONU 242.Tutto fa prevedere che lentamente si arriverà a 'finire' sta cavolo di guerra e si continua a trattare...prima della definitiva decisione di mettere nero su bianco,nel novembre del 95',ricordi come finì?Rabin fu 'assassinato' da uno studente ebreo(non palestinese,EBREO)...arrivò Netanyahu ed il suo Likud nel 96 e 'bloccò'tutte le precedenti decisioni prese da Rabin fino al 99.Colpa dei palestinesi,vero?Il poi,se non sei un mordi e fuggi,potrei anche...'imparartelo'.

opinione-critica

Dom, 22/03/2015 - 17:00

Marinaio i pregiudizi sono duri a morire. Per superarli bisogna metterci un poco di impegno intellettuale. Guardi che in Israele c'è un democrazia che elegge i propri governanti, nonostante è circondato da nemici. In Italia basterebbe molto meno per l'avvento di una dittatura; al momento chi governa non è stato eletto. Magari avessimo qualche politico con la stoffa di un politico israeliano; molti problemi sarebbero risolti, compreso quello dell'integrazione. Sono le psicosi che portano a dire: gli ebrei sono tutti cattivi ecc..

marinaio

Dom, 22/03/2015 - 17:14

OPINIONE CRITICA: Invece il suo impegno intellettuale le fa dire che gli ebrei sono tutti buoni, vero?

peter46

Dom, 22/03/2015 - 17:39

opinione-critica...non fare il saputello.C'è la democrazia in Israele perchè si vota?Anche in Tunisia si è votato,in Irak,in Kurdistan,in Iran...in Palestina no?E dagliela sta cavolo di possibilità di dimostrare che sanno cos'è la democrazia,votando:e si vota se si ha uno Stato non in mezzo al deserto.E poi se non si 'atterranno' alle leggi 'democratiche' son proprio a due passi,tutti insieme...'colpibili',senza dover andare a cercarli,e sbagliando anche,uno ad uno.Gli ebrei non son tutti cattivi...e lo si è visto.Solo che,e gli capita anche di 'comandare',alcuni sono 'terroristi' come alcuni dei palestinesi.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 22/03/2015 - 17:52

Balle anche le tue peter46. Gli accordi di Oslo sono naufragati quando Arafat mise Israele nelle condizioni di rifiutare perché pretestuosamente voleva che oltre alla restituzione del 98% della Cisgiordania, di Gaza e della parte est di Gerusalemme Israele si fosse sobbarcata anche di ricevere sul proprio territorio ben 4,5 milioni di arabi che si sarebbero aggiunti ai 1,5 milioni già cittadini israeliani, arrivando così a 6 milioni! Lo stesso Clinton senza mezzi termini arrivò a definire questa pretesa provocatoria, tesa allo scopo di affossare gli accordi. Ad Arafat interessava troppo continuare con la lotta armata e il terrorismo, unica sua ragione di vita.

habanero63

Dom, 22/03/2015 - 18:25

i Palestinesi chiedono solo il 22% dell'antica Palestina mentre voi giudei o simil-giudei la volete intera. Vorrei sapere quanti sostenitori che qui commentano in favore dei nazi-sionisti sarebbero disposti a regalare all'invasore tutta l'Italia settentrionale, quella centrale compresa Roma e parte di quella meridionale. Ultima cosa "di sinistra" lo dite alle vostre sorelle !

maricap

Dom, 22/03/2015 - 18:30

Parte prima) Marinaio dialogare con te o con “ l'uccello”, è la stessa cosa, siete entrambi solo due teste di azz.. Se gli Arapas avessero accettato quanto disposto dall'ONU nel 1948, ovvero la divisione del territorio che andava sotto il nome di Palestina, tra gli ivi residenti (arabo palestinesi (arapas) e ebrei palestinesi) oggi ci sarebbero due stati.

maricap

Dom, 22/03/2015 - 18:31

Parte seconda) Ma aiutati dai loro fratelli ( ahahahah) arabi tentarono subito la distruzione dello stato appena nato; imponendo un anno di guerra e beccandole di santa ragione, fino alla fuga ignominiosa dei cinque eserciti Egitto, Siria, Iraq, Libano e Giordania che avevano tentato l'impresa. Ci hanno riprovato per ben altre tre volte, 1956- 67,73, con lo stesso risultato facendo moltissimi morti, per fortuna buona parte nelle loro fila, per non parlare delle migliaia di attentati. Quindi paghino i danni di guerra. L'Italia ha perso tutta l'Istria e la Dalmazia, oltre alle colonie, per essere stata sconfitta nell'ultima guerra, Gli arapas, che ancora mantengono nel loro statuto la distruzione dello stato d'Israele, perché non dovrebbero pagare? Capito, perché loro sono seguaci di Allah, quello che è sempre al bar. Ahahahah

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 19:29

MARINAIO - eeehhhhh già. Gli israeliani sono tutti cattivi e i palestinesi tutto buoni. Suggerimento, vada a fare un viaggio prima nei territori di Hammas, poi vada in Israele. Ma ci vada senza alcun pregiudizio iniziale. Poi mi dirà.

albertzanna

Dom, 22/03/2015 - 19:38

RIPETO PER MARINAIO - non le pare d'avere mescolato un pò troppe cose assieme? le macedonie sono molto buone, ma solo se fatte con ingredienti che stiano bene assieme. C'è una vecchia storia ebraica che lei non conosce: gli ebrei sono sempre stati o schiavizzati, o discriminati, ed ad un certo punto pare che Yahweh, il Dio degli ebrei, quello della Terra Promessa, essendosi accorto che li aveva creati un pò troppo ingenui, abbia loro suggerito di diventare i più bravi nel commerciare denaro così, antipatici o meno, ingenui o meno, sarebbero diventati più furbi degli altri perché li potevano tenere per le palle, avendo prestato denaro a tutti. Ma la storia insegna anche che stanno sullo stomaco agli arabi perché mentre agli ebrei piace lavorare e darsi sempre da fare, agli arabi piace fare poco lavoro e tante chiacchiere, e piace esaltarsi, urlare e minacciare, quando si sentono in 10 contro 1. Ci pensi su, poi mi sappia dire...... Albertzanna

peter46

Lun, 23/03/2015 - 10:27

gianky....."ieri l'altro" Netanyahu,subito dopo i fatti di Parigi ha invitato "tutti"gl'Israeliani che avessero voluto,di rientrare in Israele se non si sentissero sicuri in Francia o in qualsiasi parte del mondo:"Figli di un Dio Maggiore"?Loro sì e gli altri no?Però...ma se io dopo 50anni in giro per il mondo,e magari con una posizione ed un lavoro soddisfacente,torno in mezzo al deserto senza possibilità di prospettive uguali?Me ne sto nel posto dove ci ho vissuto...tanta solidarietà.Questo 'realisticamente'...ma se sono stati 'terroristicamente scacciati'...perchè non devono ritornare nelle "loro"terre?.Il tuo si chiama 'punto di vista' 'ballistico',comunque,il mio...'realistico'.(1)

peter46

Lun, 23/03/2015 - 10:49

gianky...gli accordi non proseguirono perchè arrivò il Likud fino al 99,poi arrivò Barak(laburista)e ripresero con la concessione di altri territori.E non si fece un bel niente per le pretese di emtrambi.Provocatoria quella pretesa?:vai a domandare a Clinton se non era 'terroristica' la pretesa che le 32.750 abitazioni 'illegali',in base agli accordi,dei coloni,dovessero rimanere nel territorio concesso ai palestinesi:piccoli pezzi di terra distanti fra loro controllati però militarmente,con poteri di vita e di morte da parte dei militari sui palestinesi:vivici tu in quelle condizioni.Che poi ci sia stato anche....

peter46

Lun, 23/03/2015 - 11:08

Gianky...l'ho riletto nuovamente il tuo perchè 'istintivamente conoscendo i miei polli'qualcosa non tornava.Come,Israele doveva sobbarcarsi 4,5 milioni di 'rientranti' sul "SUO" territorio:ma se il territorio era concesso ai palestinesi rimaneva ancora sempre "SUO"?E' proprio quello che non volete capire:'prepotenza'della forza altro che concessioni ai 'legittimi' proprietari.E poi se erano troppi quale occasione migliore,se attaccati,di averli 'tutti assieme' per la 'risoluzione finale' senza dover mandare i killer del Mossad e company in giro per il mondo(e sbagliando bersaglio anche ogni tanto)?Leggi la risp.a -opinione-critica-E ricorda che,nel sett 2003,parte dei piloti israeliani si sono rifiutati di decollare per la inevitabile 'macelleria' impostagli nel dover colpire i palestinesi:anche dei soldati hanno riconosciuto l'orrore'..(3)

albertzanna

Lun, 23/03/2015 - 12:18

E' MOLTO SECCANTE DOVERE RISPONDERE A LEI, PETER46, MA SCRIVE TALMENTE TANTE CASTRONERIE che non posso evitare, e Dio sa cosa mi costa tentare di fare entrare nella sua zucca un pò di criterio. Lo vuole un consiglio: prima di parlare di Israele vada a farci un viaggio, ma prima passi dai territori dove i palestinesi vengono tenuti in campi di fortuna da Hamas, perchè sono funzionali a denunciare al mondo che questi sono schiavizzati per colpa degli ebrei cattivi e con il naso adunco. Poi vada in Israele e lo giri tutto, vada a vedere cosa sanno fare e che paese estremamente avanzato hanno saputo costruire (ed è per questo che sono odiati dagli arabi che "voglia di lavorare saltami addosso, che io mi scanso"), La smetta, da sinistro allineato, di scrivere corbellerie.

peter46

Lun, 23/03/2015 - 14:02

A tutte le 'anime buone' sxtre dei commenti,e soprattutto centrodxtre...per favore 'interloquite' con albertzanna..."Non lasceremo mai nessuno indietro" era la frase ricorrente di Silvio:diamine,mettela in pratica.

peter46

Lun, 23/03/2015 - 14:16

albertzanna...proprio per 'accogliere' il MIO 'appello' da "sinistro allineato"...per la seconda volta e mai più a ripeterglielo:Lei rimanga in compagnia di colui che per primo mise la keppah in testa(poi copiato da B,come spesso è successo)Gianfranco Fini,io,quando commento con tutti quelli come lei,rimango ancora a ""Ogni palestinese è un 'Camerata',stesso nemico stessa 'Barricata'""...la devono smettere con questa guerra,ha capito?Hanno rotto con questa guerra,ha capito?

peter46

Lun, 23/03/2015 - 14:44

E le dico ancora che la prima risposta(ultimi due a parte)al suo commento non è 'passata'...e non posso riscriverla dato che non 'ripasserà',anche se 'doverosa' in quei termini...basta intuirla,comunque.

albertzanna

Lun, 23/03/2015 - 16:31

PETER46 - io ci provo a rileggere i suoi commenti, ma già è difficile capire il suo italiano, arrivare poi alla logica che sottende ai suoi ragionamenti e coma volere scalare un 7° superiore avendo come calzari le scarpe per ballare il tiptap. Io, ogni volta che vado in Israele, e accade spesso, raramente metto in testa la kippah (si scrive kippah, non keppah come scrive lei, gnurant), perché anche gli ebrei più ortodossi non lo pretendono da chi non è della loro religione. Se Fini ha detto che ogni palestinese è un camerata, sono frasi sue, non mie. Io dico che se i palestinesi imparassero dagli ebrei come si fa a lavorare e come si fa ad essere persone coerenti, da quelle parti potrebbero coltivare il deserto, che gli israeliani già lo fanno, e godrebbero di un ben diverso e migliore tenore di vita. Invece vogliono fare la guerra, continuano a fare la guerra, per quanto sempre sconfitti. Malesh, dicono gli arabi, ma si ostinano a non capire

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 24/03/2015 - 14:41

Sei disarmante peter46. Con ragione, dopo l'ennesima strage di ebrei al negozio Kosher Netanyahu ha invitato gli ebrei francesi a rifugiarsi in Israele. Ha fatto bene, visto il sempre più frequente avverarsi di episodi di antisemitismo in Francia e in Europa. Israele è l'unico luogo dove gli ebrei si possono considerare a casa loro.

peter46

Mar, 24/03/2015 - 21:38

gianky...l'ho detto anch'io che Netanyahu ha invitato,non i soli francesi ma tutti gli ebrei che non si sentivano sicuri nei paesi dove vivevano,che potevano tornare a 'casa'...perchè i palestinesi,se gli viene concesso il loro stato non debbano tornarci?Che poi l'avevo anche detto(10:27)che era 'uno' dei tanti problemi ancora da risolvere,o no?,dunque....Qualche settimana fa è stato chiesto,dagli americani,agl'Iraniani sciiti di dare una mano ai Curdi per difendere Erbil.E hanno mandato 1200 herzbollah che hanno contribuito alla sua difesa,però...israele non vuole che si sappia:come spiegherebbe al mondo l'astio' verso l'Iran?.(1)

peter46

Mar, 24/03/2015 - 21:44

gianky...io disarmante?Tu l'hai raccontata a tuo piacimento,io più realisticamente per come si sono svolti i 'fatti' negli anni...dunque?Il resto con gli altri interlocutori rimangono 'confronti' fra me e loro...se hai 'notizie' su cui avere risposta,sempre quà...per la partecipazione.