Parigi, assolti gli agenti coinvolti nelle rivolte del 2005: la banlieue torna a bruciare

I due poliziotti erano accusati di non aver soccorsi due ragazzini poi morti. L'assoluzione riaccende gli scontri

Parigi torna a bruciare. E, ancora una volta, le banlieue esplodono in una violenza cieca e repressa che cova nelle pieghe della società e della mancata integrazione. Quest sera sono, infatti, scoppiati nuovi, devastanti scontri tra la polizia e i manifestanti che protestano contro la giustizia francese che oggi ha assolto i due agenti coinvolti nel processo sulla morte di Zyed e Bouna, che scatenò le rivolte del 2005.

Lacrime di rabbia, lacrime di sollievo. Al tribunale di Rennes, tutta la tensione accumulata in dieci anni di attesa si scioglie in un attimo: assolti i poliziotti accusati di non aver soccorso due adolescenti, respinte le accuse di familiari e amici. Ma soprattutto si riapre riaperta la ferita del 2005. "Se Dio vuole, stasera brucerà peggio del 2005", scrive un giovane suvito dopo la sentenza. E così. Appena cala il sole a Bobigny, nella banlieue difficile di Parigi, iniziano gli scontri. Una donna è rimasta ferita e i gendarmi sul posto hanno dovuto chiamare i rinforzi. Davanti al Palazzo di Giustizia di Bobigny si riuniscono alcune centinaia di manifestanti che inveiscono contro tribunale di Rennes che ha assolvere i due agenti di polizia finiti sul banco degli imputati per omissione di soccorso nei confronti di Bouna Traorè e Zyed Benna, 15 e 17 anni, la cui morte scatenò appunto dieci anni fa la violenta rivolta nelle banlieue di Francia. I due adolescenti, piccoli spacciatori, si erano rifugiati in una cabina elettrica di Clichy-sous-bois (Parigi) per sfuggire alla polizia che li inseguiva e rimasero folgorati. Un terzo, Muhittin Altun, 17 anni, si salvò riportando però gravi ustioni. La rivolta del 2005 fece centinaia di auto bruciate e disordini ovunque. I due poliziotti assolti oggi, Stephanie Klein e Sebastien Gaillemin, 38 e 41 anni, hanno sempre sostenuto di non essersi resi conto del pericolo che correvano i due ragazzi.

Commenti

istituto

Mar, 19/05/2015 - 00:31

Grazie alla politica della SINISTRA a poco a poco avremo anche noi le nostre banlieue,che bruceranno grazie alle RISORSE che RENZI,BOLDRINI,VENDOLA,ALFANO,GRILLO hanno fatto venire in massa da noi incentivate dal fatto che i suddetti politici (si fa per dire) hanno abolito il REATO di CLANDESTINITÀ.

NON RASSEGNATO

Mar, 19/05/2015 - 07:35

Se i due delinquenti sono stati talmente imbecilli da nascondersi in una cabina elettrica e restarci fulminati, che responsabilità avrebbero dovuto avere i poliziotti? Probabilmente cercano la scusa per saccheggiare qualche altro negozio

giovauriem

Mar, 19/05/2015 - 09:14

"inutile ; tanto paga l'assicurazione" forse l'assicurazione la paga lo stato ? se è così ,allora è inutile , ma se l'assicurazione la paga il magistrato , con aumenti quando un magistrato sbaglia( e sono in tanti a sbagliare , per imperizia o per volontarietà di parte)e i premi schizzano alle stelle è ovvio che dopo tre errori il magistrato deve essere allontanato e messo a fare lo scribacchino .

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 19/05/2015 - 09:18

Cari francesi voi la feccia magrebina ve la siete portata in casa prima di noi e adesso ne assaggiate il gusto. E' conseguenza del vostro passato coloniale, quando con gli inglesi vi eravate spartiti il mondo. Noi siamo arrivati dopo ed essendo più furbi di tutti lo facciamo gratis. Tutto consapevolmente voluto e pianificato per assecondare la strategia dell'OCI. Basta leggere i verbali delle assemblee annuali con le conclusioni dei lavori e la connivenza dei politici europei che di nascosto hanno assecondato il folle piano.

maricap

Mar, 19/05/2015 - 17:07

Le bestie mussulmane, oggi si scatenano contro chi li ha accolti e sfamati. Altro che integrazione, Allah vuole comandare, non integrarsi. Si cominci a sparare, su chi brucia auto e saccheggia negozi, si condannino ai lavori forzati, quelli che fomentano il casino. La rivolta durerebbe l'espace d'un matin, e sicuramente non si replicherebbe più. CattoCumunisti merd aioli, che con le coop, e le onlus varie, state facendo affari, con la politica dell'accoglienza ad ogni costo, cominciate invece a fare qualcosa, per i dieci milioni di italiani che già vivono al di sotto della soglia di povertà. Oltre che affamarci, state creando le condizioni per ripetere in Italia la banlieu. Traditori del popolo italiano. Bastardiiiiii!!!