Parigi, trovata auto con bombole di gas vicino a Notre Dame

Un'auto sospetta, priva di targa e con sei bombole di gas a bordo, è stata ritrovata a Parigi dalla polizia francese vicino alla cattedrale di Notre Dame nella notte fra sabato e domenica

Torna la paura a Parigi. Un'automobile senza targa, abbandonata e carica di bombole di gas, è stata trovata vicino alla cattedrale di Notre Dame. Come scrive il quotidiano Le Figaro la vettura è stata scoperta la notte tra sabato e domenica. Erano cinque le bombole di gas all'interno dell'auto, nel bagagliao, un'altra invece, sul sedile davanti, era vuota. A bordo del mezzo, una Peugeot 607, non c'era nessuno: l'auto sembrava abbandonata, con i lampeggiatori accesi. Le bombole non sarebbero state collegate ad alcun detonatore. Nell'immediato, quindi, dunque, non c'era un rischio di esplosione.

L’auto appartiene a un uomo noto all’intelligence francese. Lo riferisce Sky News, citando un funzionario di polizia. Il proprietario, ha sostenuto la fonte, è su una lista di persone tenute sotto controllo dai servizi. Il ritrovamento dell’auto con le bombole a gas è preso molto seriamente dagli inquirenti. Già il 24 maggio scorso, ha ricordato Le Figaro, in un’audizione davanti all’Assemblea nazionale il direttore generale della sicurezza interiore (Dgsi), Patrick Calvar, si era detto "persuaso" che l’Isis "passerà alla fase delle auto bomba e degli ordigni esplosivi".

Della questione si occupano la sezione antiterrorismo della polizia e i servizi interni della Dgsi.

A quando riferisce BfmTv, al momento è in stato di fermo una coppia composta da un uomo di 34 anni e una donna di 29. Il sito di I-telé aggiunge che la donna era nota ai servizi, in quanto schedata S, ovvero come persone sotto attenzione per motivi di sicurezza. Ieri sera erano state fermate sei persone, ma quattro sono state rimesse in libertà questa mattina, riferisce ancora I-Telé. Il veicolo sospetto, una Peugeot 607 senza targa, si trovava parcheggiata a Quai Montebello, si legge su Le Figaro, che parla di vicenda "enigmatica e inquietante, presa molto sul serio nel contesto dell'attuale minaccia". Il quotidiano ha ricordato che lo scorso 24 maggio, il direttore dei servizi interni della Dgsi, Patrick Calvar, era intervenuto a porte chiuse all'Assemblea nazionale, dicendosi fra l'altro "convinto" che lo Stato Islamico sarebbe passato "allo stadio delle autobomba" in Francia. Nell'auto sono stati trovati anche dei documenti scritti in arabo.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 07/09/2016 - 13:07

Una berlina fuori produzione da anni e rimediabile sul mercato dell'usato con 2-3 mila euro (e anche meno), senza targa e con le luci di emergenza accese e alcune bombole del gas a bordo compresa una vuota (sarà servita per un barbecue...): come spaventare i bananas a costi sostenibili anche per un pensionato con la minima e senza rischio che nessuno se ne accorga (le quattro frecce le vede anche un cieco e l'assenza della targa incuriosisce anche il più distratto dei pizzardoni). Con ogni probabilità uno scherzo di cattivo gusto fatto al proprietario probabilmente per uno sgarro di modesta entità fatto in certi ambienti della mala parigina di basso rango.

Finalmente

Mer, 07/09/2016 - 13:38

Questi non sono terroristi, ma solo una banda di pirla... sto furbo usa la sua auto per un attentato, ma per paura risalgano a lui toglie le targhe, come se fossero gli unici elementi per risalire al proprietario, poi non contento lascia pure i lampeggianti accesi, niente detonatore o altro che facesse esplodere le bombole, ma si aspettava un aiuto dal suo Dio ? E' ora che i governi espellano o mettano in carcere, tutti coloro che sono sospettati di appartenere a cellule, i vari collaboratori e persino i simpatizzanti. Non c'è abbastanza spazio ? Benissimo, che si costruiscano carceri così sale anche la richiesta di lavoro. Se questi fossero stati più furbi avrebbero potuto fare una strage e la polizia sarebbe sotto accusa per aver lasciato a spasso un terrorista che tenevano d'occhio e conoscevano. Che si usi il pugno di ferro, è il cittadino che muore e questi maledetti politici tentano ancora il dialogo, tanto fra scorte e autoblindate non rischiano nulla.

Malacappa

Mer, 07/09/2016 - 13:40

Adesso metto il gaglioffo dentro la macchina poi........

giovauriem

Mer, 07/09/2016 - 13:41

consolatevi del fatto che fra qualche anno (quando gli islamici saranno diventati maggioranza in europa , in francia lo sono quasi) non ci saranno più attentati , se no i morti musulmani sarebbero , almeno ,la metà della conta pe ogni attentato)

blackbird

Mer, 07/09/2016 - 14:09

@Raoul Pontalti: "(le quattro frecce le vede anche un cieco...", ma poi gli tolgono la pensione!!!

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 07/09/2016 - 14:21

anche il Co2 è un gas (io lo uso nel mio depuratore d'acqua per renderla fizzante) come l'elio come l'argo e così via............ GAS di cosa Binelli? articoli del genere minano il buon nome di questo giornale.

Ritratto di host8965

host8965

Mer, 07/09/2016 - 14:23

giovauriem - I musulmani in francia sono tra il 5 ed il 10% della popolazione esattamente come in Austria, Germania e Svizzera....però sarebbero "quasi" la maggioranza?

nomen-omen

Mer, 07/09/2016 - 14:36

O sono degli sprovveduti o la vicenda è più complessa di come sembri.

mariolino50

Mer, 07/09/2016 - 14:37

Finalmente Mettersi nella mani della polizia segreta e roba simile è MOLTO pericoloso, la vecchia frase di Brecht è sempre e ovunque valida:Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare. Nessuno poi sarebbe al sicuro, basta un minimo sospetto per vedere arrivare la ghestapo all'alba, è sempre successo così, quando lo stato di diritto è stato soppresso.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/09/2016 - 14:49

@Raul Pontalti - sempre commenti sciocchi: "come spaventare i bananas". L'articolo parla di proprietario della macchina schedato dall'intelligence francese, diverse bommbole di gas, per lo meno un sospetto! Ringraziamo che non sia successo niente e non abbiano perso la vita persone innocenti, come spesso avvenuto in Francia. O forse lei Pontalti sarebbe stato contento se fosse avvenuto lo scoppio, così tanto per spaventare i bananas? Che affermazioni intuitive, raffinate, eleganti che le vengono in mente sig. Pontalti! Incredibile però vengono solo a lei, non rientra nella normalità, o è troppo superiore o troppo inferiore agli altri. Ai lettori la sentenza.

baio57

Mer, 07/09/2016 - 15:02

Pontalti sei tornato dalle ferie ? Ci mancavano le tue disamine condite di bananas ,frutto di litri e litri di Teroldego Rotaliano.

baio57

Mer, 07/09/2016 - 15:23

@ Situation Le fonti d'agenzia ed i quotidiani francesi non entrano nel dettaglio,come non entrano nel dattaglio Repubblica ,Il Fatto e Corsera . Comunque sia ,fossero state anche delle comuni bombole da cucina, con la bombola aperta nell'abitacolo chiuso ,sarebbe bastata una scintilla per scatenare l'inferno.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 07/09/2016 - 15:32

continuate con l'accoglienza di risorse afromusulmane...

giovauriem

Mer, 07/09/2016 - 15:38

host8965 , come al solti voi altri di sinistra fate i conti a modo vostro(come quelli della serva) hai dimenticato gli algerini che tu sicuramente reputi francesi , questi sono musulmani , a parigi c'è il 18° arrondissement(censito) che è a maggioranza musulmana , poi ci sono altri arrondissement che lo sono e non censiti , senza contare le banliue , i clandestini e i sans-papiers , le sue verità dove le ha sapute nella sezione del pd ?

Raoul Pontalti

Mer, 07/09/2016 - 16:01

Se qualcuno si prende la briga di osservare sul video del quotidiano Figaro la Peuget 607 con le luci di mergenza accese e di considerare il luogo in cui si trova(va) (con Google maps ad es.), una viuzza (rue de la Bucherie) della Rive gauche parallela alla Senna all'altezza dell'Ile de la Cité proprio dove (sull'Ile) si trova Notre-Dame. Un luogo in cui anche esplodendo nella notte di un fine settimana l'auto "bobmbolata" avrebbe solo spaventato i gatti. Ma per evitare rischi è stata lasciata con le luci di emergenza accese e senza targa e con i documenti del proprietario bene in vista. Per Baio57: adesso metto in fresca un aligoté di Odessa per farmi il kir di questa sera...

Finalmente

Mer, 07/09/2016 - 16:03

mariolino50, qui non si deve aspettare un attentato per muoversi, inoltre molti di questi sono clandestini e quindi senza diritto di restare in Italia, alla faccia di boldrini e bergoglio... prima potremo liberarci di questa feccia e meglio sarà per tutti, pensa solo a quanti di loro occupano abusivamente le case popolari, a danno di chi le dovrebbe avere perché rispetta le liste. Due miei colleghi olandesi mi hanno detto che sono rimasti allucinati di vedere barboni dormire in via meravigli alle due del pomeriggio, e altri che chiedevano l'elemosina in galleria, sono stati in Liberia e almeno il centro di Monrovia non è conciato così male. Questi non portano ricchezza, vanno cacciati subito

Ritratto di host8965

host8965

Mer, 07/09/2016 - 16:17

giovauriem - In realtà io sono abituato a guardare i dati statistici che sono OGGETTIVI e non distorti da una qualche visione politica come fa lei. I dati statistici sono pubblici e dipingono una percentuale del 5-10% di popolazione musulmana sul territorio francese sempre che, a monte dei sondaggi, non ci sia qualche "servizio segreto bolscevico che opera in favore del (solito) komplottone massonico-komunista" che ne dice?

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 07/09/2016 - 17:07

PòONTALDI MA CHE DICI MA FAMMI IL PIACERE DI NON SPARARE FESSERIE. SE E' VERO, DICO SE E' VERO, QUELLO CHE C'E' SCRITTO LUCI ACCESE O ALTRO. AL SOTTOSCRITTO NON INTERESSA, SONO MINACCE E AVVERTIMENTI. COME DIRE LA PROSSIMA VOLTA FAREMO SALTARE LE CHIESE DEL BIANCO ARGENTINO CHE CI HANNO IGNOBILMENTE APERTO LE PORTE. IL TUTTO CON L'APPOGGIO POLITICO DI PARTITI DI SINISTRA CONSIDERANDO CHE LI APPOGGIANO

baio57

Mer, 07/09/2016 - 17:17

@ Pontalti ,giunti al tuo stadio più che un Aligotè ti ci vuole un narghilè alla Mescalina.

giovauriem

Mer, 07/09/2016 - 17:31

host8965 , "a lavar la testa all'asino si sciupa acqua e sapone" lei è toppo indottrinato .

baio57

Mer, 07/09/2016 - 17:33

@ host - Scusa l'interferenza ma non ti sembra che una statistica con una forbice così larga ,lascia il tempo che trova ? Una variabile del 5 % in Francia vuol dire circa 3 milioni e trecentomila musulmani in più o in meno . Che azz....di statistica è ? Un tanto al kilo ?

arkangel72

Mer, 07/09/2016 - 17:53

Chiediamoci come mai sia potuta arrivare fino lì, in una zona super controllata (in teoria!) un'auto con un certo potenziale bellico! Un minimo di complicità con le forze dell'ordine credo sia lecito immaginarlo!

baio57

Mer, 07/09/2016 - 18:29

@ arkangel Potrebbe essere ,se pensi però che hanno fatto entrare un tir carico di.... ghiaccioli (sic!) sul lungomare principale di Nizza......

Vox Populi

Mer, 07/09/2016 - 22:24

Mmmmmh, e se chi ha parcheggiato ha lasciato semplicemente che una bombola si svuotasse, sperando che i lampeggiatori accesi creassero una scintilla e un'esplosione anche delle altre, a causa della macchina satura di gas? Senno', che senso avrebbe lasciarla carica di altre bombole, e coi lampeggaiatori accesi, senza targa ? Attirerebbe solo l'attenzione ... o forse era proprio solo attirare l'attentione, l'idea? Che banda di porci...