L'ex della Cia ritratta: "Volevamo le Primavere e il jihad ora è ovunque"

Nel libro dell'ex numero due l'ammissione: se pensavamo le rivolte mettessero in minoranza l'estremismo, ci sbagliavamo

Soldati egiziani sorvegliano una delle strade d'accesso a Tahrir

Un calcolo sbagliato. Si potrebbe definire così la speranza che la Cia riponeva nella primavere arabe, naufragata insieme a quasi tutte le rivolte. Lo ammette anche l'agenzia, anche se non direttamente.

È infatti l'ex numero due a fare un po' di chiarezza, in un libro in uscita negli Stati Uniti, intitolato La grande guerra del nostro tempo. Quella contro il terrorismo, che secondo Michael Morell la Cia sperava di vincere proprio grazie alle sollevazioni popolari, con una spallata ad al-Qaida, che sarebbe finita marginalizzata.

Che le primavere avrebbero messo in minoranza la narrazione dei terroristi era una pia illusione. Lo dice Morell nel suo libro, che il Washington Post ha potuto consultare in anteprima. "Da una prospettiva di anti-terrorismo le primavere arabe si sono trasformate in un inverno", scrive.

Un'opinione personale, quella di Morell, ma avvalorata dal suo precedente incarico all'agenzia, che non ha voluto commentare le critiche contenute nel suo libro. Il fallimento delle forze politiche su cui le primavere contavano è però evidente. E dal 2011 in poi, è sotto gli occhi di tutti, l'estremismo tutto ha fatto tranne che arretrare.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 06/05/2015 - 10:35

La consueta lungimiranza USA. Ovvero: i soliti idioti. Superati soltanto dai componenti del nostro attuale esecutivo.

sbrigati

Mer, 06/05/2015 - 10:36

Gli analisti della cia o sono incompetenti all'ennesima potenza o fanno da capro espiatorio. Ci voleva poco per capire che il mondo arabo è un universo a sé che mette davanti ad ogni cosa la religione, ragione per la quale "le primavere" non avrebbero portato altro che caos con bande di opposte fazioni pronte a scannarsi, e scannare gli altri, in nome del loro dio. Per questo dubito che quanto accaduto sia frutto di incompetenza, ma faccia parte di un preciso piano.

Renee59

Mer, 06/05/2015 - 10:40

E volevano esportare la democrazia in quei paesi,come se fosse un bene da export. Che menti abbiamo nella politica.

tsfulvio

Mer, 06/05/2015 - 10:55

Il punto è che per fare la guerra gli Americani sono bravissimi, ma per gestire le situazioni politiche sono proprio negati

carpa1

Mer, 06/05/2015 - 10:56

E questi sarebbero i geni che controllano il mondo? Noi, invece, poveri pirla già sapevamo come sarebbe andata a finire: primavera un cavolo, ed ora ci cucchiamo le conseguenze.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 06/05/2015 - 11:49

Perché non lo avete detto anche a quei cogli la prima mela di Obama, Cameron e Sarkozy prima che si eccitassero scatenando la primavera araba?

Mechwarrior

Mer, 06/05/2015 - 11:53

@ mr tsfulvio : "per fare la guerra gli Americani sono bravissimi" ho dei seri dubbi, voleva forse dire: a provocare una guerra? ;-)

lupo1963

Mer, 06/05/2015 - 11:56

Pura disinformazione.Lo sapevano eccome,avevano gia' avuto l'esempio della Somalia e dell' Iraq.Perche' poi dopo le "primavere"e la Libia hanno armato l'Isis contro Assad,loro ed i loro alleati ?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 06/05/2015 - 12:04

Visto il loro CEO è palese che hanno cannato in toto. Il nero manco si è informato di cos'è l'islam affidandosi agli islamici stessi. Pura idiozia.

Stregatta

Mer, 06/05/2015 - 12:08

ATTENZIONE! uno dei più convinti sostenitori delle "primavere" e dell'intervento americano per deporre Gheddafi fu MADAMA CLINTON.... che ora si propone candidata alla presidenza USA! Chissà quali e quanti danni potrà recare al mondo intero costei!? Shalom

cgf

Mer, 06/05/2015 - 12:08

ovunque, anche negli USA, i fatti di Dallas si commentano da soli.

little hawks

Mer, 06/05/2015 - 12:19

Almeno dalla prima guerra contro Saddam l'America in politica estera ha sbagliato tutto, perdendo migliaia di soldati ed ottenendo di rafforzare le fila del jihad. Per mantenere la pace occorre lasciarli fare a casa loro ed impedire che ci invadano con leggi lungimiranti evitando errori strategici come lo jus soli. Il Corano incita allo sterminio dei miscredenti, quindi dovremmo fare leggi che equiparino l'appartenenza a questa religione al tentato omicidio e che tolgano i diritti civili ai mussulmani per provare ad assicurare un futuro di pace ai nostri figli.

maurizio50

Mer, 06/05/2015 - 12:22

Ecco la prova che di gente come Alfano è piena anche l'America. Tutti sapevano benissimo che nei Paesi Arabi fin chè c'è un Capo che comanda e i sottoposti che obbediscono, le cose filano liscie: Soltanto emeriti incompetenti , quali ancora una volta si son dimostrati i fenomeni della CIA, potevano pensare di dare la "democrazia" a popoli di trogloditi , sperando poi che gli stessi in modo "democratico" si liberassero delle organizzazioni terroristiche di stampo ultramusulmano! E grazie agli Alfano con passaporto USA ora i problemi ce li godiamo noi!!!!

TheSchef

Mer, 06/05/2015 - 12:23

in queste cose gli stati uniti sono nulli, totalmente incapaci. - vedi Noriega, i Balcani, Saddam etc. fanno cadere i governi ed il risultato finale è catastrofico. in certe nazioni la dittatura è fondamentale per garantire l'ordine.

agosvac

Mer, 06/05/2015 - 12:32

Non basta che uno della CIA ammetta di avere sbagliato, ad ammetterlo ed a fare le sue sentite scuse dovrebbe essere lo stesso Obama in quanto Capo supremo di tutte le forze d'intelligence americane. Forse è stato mal consigliato, ma a dare l'assenso è stato proprio e soltanto lui!!!!!

magnum357

Mer, 06/05/2015 - 12:36

Hanno ottenuto l'esatto contrario di ciò che pensavano, dementi e deficienti !!!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 06/05/2015 - 12:54

Egregio sbrigati, piú probabilmente entrambe le cose...

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 06/05/2015 - 13:01

Se fosse vero sono una vera banda di idioti. ma non è vero, hanno altri scopi, vedi destabilizzare, per guadagnarci.

Ritratto di enkidu

enkidu

Mer, 06/05/2015 - 13:48

L'establishment americano pensa che l'umanità tenda "naturalmente" alla condizione morale e mentale degli USA: casa relevisione macchina e vacanze per i figli). Non hanno capito che il mondo è più complicato di quello che essi credono di comprendere girando per ristoranti etnici.

Luigi Farinelli

Mer, 06/05/2015 - 13:50

Stregatta: è proprio così! Vedi anche articolo di Giampaolo Rossi del 15.03.15 "Libia: le manipolazioni della Clinton": "L'irresponsabilità e incapacità della Clinton è una delle cause del dilagare dell'Isis nel Mediterraneo..." Da Segretario di Stato americano (Dipartimento di Stato) è andata addirittura contro i militari (Pentagono) che non volevano la guerra, inventandosi persino genocidi commessi da Gheddafi (smentiti dallo stesso Pentagono!). In pratica, innescò il caos provocando la guerra (contro il parere di militari e CIA) "...non per i crimini commessi da Gheddafi MA PER QUELLI CHE SECONDO LEI AVREBBE POTUTO COMMETTERE". Invece Gheddafi aveva dato precisi ordini di non colpire i civili ed era disposto a cedere il governo purchè cessassero le sanzioni contro di lui e intervenissero forze che evitassero la consegna della Libia ai fondamentalisti.

ES

Mer, 06/05/2015 - 13:52

COME DISSE GESU', SIGNORE PERDONA LORO (GLI USA) PERCHE' NON SANNO QUELLO CHE FANNO. SONO DECENNI CHE FANNO DANNI! E PURTROPPO GLI STIAMO SEMPRE DIETRO, IN GINOCCHIO, E NON SI RIESCE A CHIUDERE QUESTO LEGAME SERVILE .... CHE AHIME', AMMETTIAMOLO, PRESCINDE DAL GOVERNO CHE ABBIAMO. PURTROPPO!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 06/05/2015 - 14:13

Siete solo degli inguaribili dilettanti. Noi mediterranei lo sapevamo già da quando ... succhiavamo il latte della mamma. Ma voi C(acchioni) I(n) A(bbondanza), dall'alto dei vostri dollari, pretendete sapere tutto. Noi abbiamo quasi tre millenni di Storia, ed esperienza, alle spalle, voi siete ancora a livello dei ragazzi da buoi dell'estremo occidente.

albertzanna

Mer, 06/05/2015 - 14:26

MENPHIS 35 - la sua "lungimiranza", di lei Menphis, fa il paio con quella del mussulmano Obama, padre e padrone del progetto folle delle primavere arabe. Ci sono cose, dietro a tutto quel mercato primaverile, che lei non potrà mai sapere e capire, limitato com'è dalla sua scarsa cultura storica e geopolitica e dalla sua incapacità d'essere razionale. Le fornisco solo un indizio: provi a pensare, o immaginare nel suo caso, il perchè della elezione di Obama, cosa c'era dietro e chi l'ha voluta a tutti i costi, le stesse forze che ora stanno tentando di imporre la Clinton come prossimo presidente, per continuare nell'opera di distruzione dell'occidente, e si ricordi, ammesso che lei abbia capacità mnemoniche, che dopo Roosevelt, a parte la presidenza Kennedy, che venne fatto fuori perchè osteggiava le lobbies delle armi (regno democratico) tutte gli altri presidenti democratici hanno prodotto più disastri che cose positive, negli USA e nel mondo.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 06/05/2015 - 14:27

Anche un asino avrebbe capito in un secondo che le primavere arabe avrebbero rinforzato i terroristi: la prossima volta chiedo al presidente USA (o a quello francese) di farmi un colpo di telefono onde evitare ulteriori cxxxxxe.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 06/05/2015 - 14:35

L'abbronzato è il peggior presidente nella storia degli USA e di conseguenza l'agenzia di intelligence (CIA)si è adeguata.

albertzanna

Mer, 06/05/2015 - 14:52

BRAVO SBRIGATI - lei si è avvicinato molto al centro del mistero. La CIA, di volta in volta, è un motore per servire gli interessi dei gruppi di potere e pressione americani, che hanno il dollaro come dio supremo. Il tutto partendo da una visione luterana del mondo, con l'accento sulla severità religiosa del comportamento dell'uomo, che è tipica repubblicana, e all'opposto una visione cristiana, tipicamente democratica, legata alla marea di interessi che i detentori del potere religioso nel mondo hanno a tutti i livelli, che è la stessa della direzione della Chiesa, confrontando due papi, papa Benedetto XVI, che predicava la severità delle regole (famosa la sua Lectio Magistralis a Ratisbona) e quella che sta imponendo Francesco, che sta mostrando di preferire la sottomissione dei valori fondanti della vita umana ai valori secolari, rendendo atee sempre più persone, nel laico occidente. Ci provi a ragionare sopra e mi capirà. albertzanna

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Mer, 06/05/2015 - 14:54

Ma che non dica scempiaggini questo ex cia! L'obiettivo era di destabilizzare il medio oriente ed è stato raggiunto con ampio margine di coinvolgimento, altro che "Primavere" dei miei tacchi! Ha sempre detto bene l'Iran: Gli Stati Uniti sono il Grande Satana. DOve mettono le loro zampacce è subito un proliferare di Caos.

albertzanna

Mer, 06/05/2015 - 15:06

Quando mi capita di leggere i commenti di gente come BOBIRONS devo legarmi le braccia al corpo, per evitare che mi caschino, e poi mungermi le ginocchia. Lei bobirons avrebbe ragione, se il popolo americano discendesse solo ed unicamente dai nativi, ma si da il caso che la maggioranza degli americani così detti "primevi", cioè i Pellegrini della Mayflower, e quelli dei primi 50 anni di immigrazione nel Nuovo Mondo, fossero in maggioranza europei, quegli europei detentori di quella che lei propaganda come cultura di 3000 anni, ignorando, lei, che le civiltà mediterraneo e del triangolo mesopotamico datano dal 4000 aC + altri 2015 anni del dC, che fa +/- 6015 anni di civiltà. Brutta cosa l'ignoranza, vero bobirons? albertzanna

puponzolo

Mer, 06/05/2015 - 15:13

Ehhhh! Buonanotte!! Sin dai primi cenni di primavera araba avevo scritto persino io qui che era un'ondata di fondamentalismo, e non sono che un insegnante di storia e non so quasi nulla di mondo arabo. Che il numero due della CIA dichiari di non averlo capito subito può significare due cose: o la CIA è un circoletto ricreativo di ingenui, con nessun contatto col mondo arabo né infiltrati al suo interno, o che egli è un bugiardo. Non so quale sia l'ipotesi giusta. Però a questo punto chiedo alla CIA di assumere me, perché io ho capito che la primavera era un inverno da subito. E non sono un genio di geopolitica. Assumetemi, con me l'America sarà più al sicuro, datemi retta

puponzolo

Mer, 06/05/2015 - 15:19

Ehhhh! Buonanotte!! Sin dai primi cenni di primavera araba avevo scritto persino io che era un'ondata di fondamentalismo, e non sono che un insegnante di storia e non so quasi nulla di mondo arabo. Che il numero due della CIA dichiari di non averlo capito subito può significare due cose: o che la CIA è un circoletto ricreativo di ingenui, con nessun contatto col mondo arabo né infiltrati al suo interno, o che egli è un bugiardo. Non so quale sia l'ipotesi giusta. Però a questo punto chiedo alla CIA di assumere me, perché io ho capito che la primavera era un inverno da subito. E non sono un genio di geopolitica. Assumetemi, con me l'America sarà più al sicuro, datemi retta

Luigi Farinelli

Mer, 06/05/2015 - 15:35

albertzanna: sono d'accordo con lei su quanto dice, a proposito di Obama e dei presidenti americani e sul confronto fra Benedetto XVI e Francesco. In USA l'elezione dei presidenti (indifferentemente se demo o rep.) è decisa da lobby potentissime finanzianti campagne elettorali per promuovere personaggi che agiscano poi come burattini. La prima elezione di Obama era stata prevalentemente finanziata dalle grandi banche, le stesse responsabili della crisi mondiale che vennero risparmiate (a spese dei cittadini) da un riconoscente Obama mentre la seconda elezione era appoggiata dalle lobby laiciste che, poi, si sono viste riconoscere le istanze in materia di matrimoni e adozioni gay, gender, ecc. Il discorso è lungo e si riallaccia al confronto fra i due pontefici: anche qui lobby che impongono il relativismo etico stanno infettando anche i fondamenti dei principi cristiani.

albertzanna

Mer, 06/05/2015 - 15:56

LUIGI FARINELLI - benvenuto nel club di quelli che rifiutano d'essere dei boccaloni. Siamo in pochi, lo so bene, ma teniamo alta la bandiera dell'intelligenza, cioè dei cervelli liberi e non portati all'ammasso. Cordialmente. albertzanna

grandeoceano

Mer, 06/05/2015 - 16:52

Non è stato un errore della politica estera USA. La crisi economica, le primavere arabe, la guerra in Ucraina, le sanzioni alla Russia, la destabilizzazione di Egitto-Siria-Libia-Irak e la conseguente immigrazione verso l'europa, sono tutte parti dello stesso piano per nuocere direttamente ai loro alleati EUROPEI che altrimenti avrebbero trovato nella Russia e nei Paesi Asiatici dei partner commerciali migliori rispetto agli Stati Uniti.

killkoms

Mer, 06/05/2015 - 17:39

avete scoperto l'acqua calda.imbecilli..!

Anonimo (non verificato)