Pep Guardiola guida i catalani: "Votiamo per la nostra indipendenza"

Pep Guardiola ha parlato nel cuore di Barcellona per convincere più di 40 mila persone a votare al referendum di indipendenza della Catalogna dalla Spagna

Pep Guardiola scende in campo. Questa volta, però, lo fa per convincere più di 40mila persone ad andare a votare al referendum del primo ottobre per l'indipendenza della Catalogna dalla Spagna.

Durante la manifestazione indipendentista organizzata in vista del voto a Barcellona, l'attuale tecnico del Manchester City ha rivolto le sue parole ai presenti, come riporta il Corriere della Sera: "Voteremo anche se lo Stato spagnolo non vuole". Tante bandierine catalane sventolavano nel cuore di Barcellona mentre in molti hanno gridato per la libertà e l'indipendenza che oggi chiedono.

"Noi catalani il primo ottobre voteremo per decidere il nostro futuro", ha sottolineato Guardiola, portavoce dalle sigle della società civile indipendentista, Anc, Omnium e Ami. Poi ha lanciato un appello al mondo affinché appoggi il referendum di autodeterminazione, come in Scozia e Quebec:"Chiediamo alla comunità internazionale di aiutarci. In questa ora tanto importante per la storia del nostro paese la sola risposta possibile è votare, non c’è altra via d’uscita", ha gridato davanti ai ministri e ai deputati indipendentisti.

Intanto il premier spagnolo Mariano Rajoy ha affermato che impedirà con tutti i mezzi il referendum che ha definito anticostituzionale e illegale. La costituzione approvata nel 1978, infatti, non prevede la secessione di una regione. Il 72% dei catalani vuole andare però a votare e circa un terzo dell'intera popolazione spagnola è d'accordo.

Commenti

vigpi

Lun, 12/06/2017 - 14:32

mica stupido guardiola. Se anche vince il referendum lui i soldi li prende all'estero. Voglio vedere quanto gli daranno per allenare una delle tre squadre dell'eventuale campionato catalano Barcellona, Espanyol, Espanya)

osco-

Mar, 13/06/2017 - 08:16

questi sì che hanno gli attributi, la Lega è un trentennio che blatera a vanvera di indipendenza del nord, pagliacci.