"Più della metà dell’eroina venduta in Europa ha matrice jihadista"

La vendita di eroina, derivata dall’oppio prodotto in Afghanistan, porta annualmente nelle casse dell’Isis fino a un miliardo all’anno

Il traffico di droga, oltre al petrolio, è la più grande fonte di guadagno dello Stato islamico. In particolare, la vendita di eroina, derivata dall’oppio prodotto in Afghanistan, porta annualmente nelle casse dell’Isis fino a un miliardo all’anno. È questa la stima dell'Agenzia federale russa per il controllo sul traffico di droga (FSKN), riportata dall’agenzia Itar-Tass, secondo la quale "più della metà dell’eroina venduta in Europa ha ormai matrice jihadista".

"Le aree occupate dalle piantagioni sono in continua crescita e quest’anno abbiamo notizie di un raccolto eccellente, il che significa un rendimento doppio in termini di produzione e vendita di eroina", spiega il direttore dell’agenzia, Viktor Ivanov. Che poi aggiunge: "Negli ultimi cinque anni la rotta balcanica è diventata marginale, ora la droga viaggia anche attraverso l’Iraq. L’Isis riesce a guadagnare fino a un miliardo all’anno smerciando eroina che transita per i territori controllati dagli jihadisti".

Commenti

Tuvok

Ven, 06/03/2015 - 16:06

Grazie Maometto!!

Ritratto di Legaiolo

Legaiolo

Ven, 06/03/2015 - 16:08

Ma il Sacro Corano non vieta la vendita e il consumo di droghe? Omar El Mukhtar aspetto una sua risposta.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 06/03/2015 - 16:33

Ma allora si tratta di "eroina" democratica e antifascista!

Tobi

Ven, 06/03/2015 - 16:58

Legaiolo, per i soldi ed il potere il corano diventa il tramite per arrivarci. Frasi e precetti coranici esibiti di giorno, ed alcool, droga, carne di porco mangiati di notte dalle stesse persone, o perlomeno dai loro capibastone. Capito?

alberto_his

Ven, 06/03/2015 - 17:02

Se l'ISIS ha scalzato l'Agenzia non vi è di che meravigliarsi, trattandosi di organizzazioni collegate. Solo il venerato Mullah Omar era riuscito a debellare la coltivazione da oppio pagandone poi le conseguenze (ma la storia è gentildonna e giustizia verrà fatta). Dal tempo della Compagnia delle Indie i mercanti anglosassoni, istituti finanziari in primis, sono i primi beneficiari dell'enorme flusso di denaro ricavato dall'intera catena produttiva/commerciale della droga.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 06/03/2015 - 17:17

Se si impiccassero gli spacciatori, forse si eviterebbe anche di incrementare i guadagni di questi bastardi dell'Isis.

Ritratto di Legaiolo

Legaiolo

Ven, 06/03/2015 - 17:34

@Tobi lo so, ma io volevo sentire la scusa di uno di quei sapientoni islamici.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 06/03/2015 - 17:34

Ma la vogliamo smettere con questo becero buonismo di sinistra ed andare per le vie di fatto??????

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 06/03/2015 - 18:05

@zanzaratigre: dovevamo ammazzare votando diversa parte politica quella "banda" di conniventi che hanno permesso lo sfacelo sociale indotto dal consumo e lo smercio di droghe e derivati chimici bye

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 06/03/2015 - 18:43

Dialogo, ragazzi con l'isis ci vuole dialogo. Apriamo un tavolo, si dice così no?

tzilighelta

Ven, 06/03/2015 - 19:05

a ecco, allora è colpa di Renzi!

Mario Mauro

Ven, 06/03/2015 - 22:41

E' tipico dell'imbecillità del governo americano non aver bruciato i campi di papaveri con il napalm, togliendo così i soldi per comprare armi. Sarebbe stato troppo intelligente farlo sopratutto in tempi di stupido politicamente corretto. Ben pochi si rendono conto che per colpa del politicamente corretto gli americani hanno perduto tutte le guerre regionali che hanno intrapreso da mezzo secolo in qua, nonostante i mezzi impiegati. Tutti quei soldati morti per niente. E ancora non ci si rende conto di quanto sia dannoso il politicamente corretto.

angelomaria

Lun, 09/03/2015 - 08:51

DITE I TURCHI CI CREDO!!

angelomaria

Lun, 09/03/2015 - 08:54

LEGAIOLO LORO HANNO IL CAT UN'ERBACHE MASTICANO DA EFFETTI ANFETAMINICI!!