Pilota si rifiuta di volare con bimba autistica a bordo: famiglia costretta a scendere

Il capitano ha fatto un atterraggio di emergenza nello Utah e la polizia è intervenuta per far scendere la famiglia dal velivolo

Il pilota non ha voluto volare con la piccola Juliette a bordo. Così ha costretto l'intera famiglia a scendere. La "colpa" della ragazzina? Essere autistica. Stando ai racconti dei presenti, il capitano non si sarebbe sentito a proprio agio con la 15enne a bordo. Una discriminazione senza precedenti che adesso avrà presanti conseguenze legali sia per il pilota sia per la compagnia aerea.

Dopo aver saputo che a bordo sedeva anche una ragazzina autistica, il pilota ha subito fatto un atterraggio di emergenza nello Utah. La polizia è, quindi, intervenuta per far scendere la famiglia dal velivolo. Il video amatoriale di un passeggero, postato su YouTube e immediatamente condiviso dall'Huffington Post, inchioda la compagnia aerea nel momento in cui gli agenti obbligano l'intera famiglia a lasciare l'aereo. "Non mi era mai capitata una cosa del genere", ha commentato la madre che farà causa alla compagnia aerea per discriminazione.

Commenti

AndreaT50

Dom, 10/05/2015 - 17:29

Ma cosa si vuol commentare? Una nullità assoluta.

magnum357

Dom, 10/05/2015 - 17:36

Fanno bene a fare causa alla compagnia e al pilota !!!! Solo se la condotta del passeggero causasse problemi, allora il provvedimento sarebbe motivato ma qui non lo era assolutamente !!!!! Comportamento indegno della compagnia !!!!!!

Renee59

Dom, 10/05/2015 - 17:40

Fate bene, denunciateli e lasciateli in mutande.

cgf

Dom, 10/05/2015 - 17:55

Non dico che sia giusto ma il codice di navigazione prevede che il comandante può decidere a*u*t*o*m*a*m*e*n*t*e se lasciare a terra qualcuno oppure no, è sempre stato così, prima ancora sulle navi, da secoli. Non si può nemmeno obbligare qualcuno ad assumersi delle responsabilità che non vuole.

Ritratto di kikina69

kikina69

Dom, 10/05/2015 - 18:04

E come faceva il pilota a sapere che la ragazzina era autistica? È vero che ci sono comportamenti tipici ma solo chi è del mestiere può riconoscerli come sintomi di autismo Prima di gridare alla discriminazione o pensare all' ennesimo pilota fuori di melone aspetterei di saperne di Piu. Mi viene da ipotizzare che essendo il pilota in cabina e non in mezzo alla gente (io non l'ho mai visto salendo a bordo) il personale di volo possa aver riscontrato comportamenti che turbassero eccessivamentei restanti passeggeri. L'autismo presenta dei sintomi comportamentali molto bizzarri. Da qui ad atterrare e far scendere una famiglia per questo mi pare ci sia una rizposta spropositata e nn voglio difendere il pilota. Però, ecco preferisco sapere dettagli in piu prima di schierarmi e indignarmi

cgf

Dom, 10/05/2015 - 18:22

@magnum357 il comandante, a suo insindacabile giudizio, ha veramente il potere di decidere se lei può salire a bordo oppure no, lo sapeva? perché obbligare qualcuno a prendersi delle responsabilità che non vuole? poi sono d'accordo che si tratta di un episodio deplorevole.

Ritratto di tomari

Anonimo (non verificato)

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 10/05/2015 - 18:48

Sarebbe stato meglio far scendere il pilota in quanto psicolabile!

AntonioV

Dom, 10/05/2015 - 18:53

Possibile che sia impazzito un altro pilota?. Ci saranno certamente dei motivi per cui l'episodio è accaduto, motivi che oggi non ci raccontano per attirare maggiormente l'attenzione del lettore. Solito modo di fare giornalismo.

cecco61

Dom, 10/05/2015 - 19:05

A me sa tanto di bufala: sicuramente i motivi sono altri e non certo l'autismo della ragazzina. Cosa è successo prima? Cosa hanno chiesto e/o preteso?

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 10/05/2015 - 20:02

Con tutto il rispetto per la condizione della ragazza e per la situazione dei genitori, bisogna vedere cosa ha costretto il pilota ad ordinare lo sbarco della famiglia. Non penso sia stato un capriccio: ci saranno stati di sicuro comportamenti che hanno compromesso la sicurezza del volo oppure alterato il normale svolgimento del viaggio. Le immagini non dicono nulla, bisogna sentire le due campane prima di sputare sentenze.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 10/05/2015 - 20:09

Sono d'accordo con le decisioni del pilota. Una volta ebbi a che fare con un autistico, un ragazzino a cui badava un assistente, una cosa terribile. Urlava per un nonnulla, si agitava da pazzi, una cosa impressionante e pensare che non sono un tipo che s'impressiona facilmente. Su un aereo che vola e che un nonnulla può far precipitare, soprattutto il comportamento dei passeggeri, non c'è da scherzare. Quella ragazina aveva 15 anni, quindi abbastanza grandicella per creare grossi problemi tra gente che se ne deve stare seduta e che può infastidirsi fortemente da scene fuori di controllo, non dimenticando la sicurezza del volo messo a rischio. Ripeto, il pilota aveva pienamente ragione e su un aereo non esiste democrazia o uguaglianza imposta, esiste solo il diritto del comandante di scegliere.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 10/05/2015 - 20:24

Prima do esprimere un giudizio sull'accaduto,mi sembra doveroso avere notizie più dettagliate. E' xomunque sempre sotto la responsabilità del comandante accettare o meno qualche passeggero con sindromi di comportamente. Giudichera la magistratura!!!

Ritratto di Joyforall

Joyforall

Dom, 10/05/2015 - 21:30

Come sempre la superficialità regna. Un tale gesto è da razzista ed intollerante. Se è stato concesso un atteraggio di emergenza, il pilota deve avere avuto una valida motivazione. Detto questo sarei curioso di sapere quale fosse, perché anche gli autisti hanno il diritto di viaggiare in aereo.

MONDO_NUOVO

Dom, 10/05/2015 - 21:35

kIKINA, CIO' CHE TURBA SONO LE ASSURDITA'CHE VAI DICENDO! NON TI FAREI MAI SALIRE IN AEREO SEI UN PERICOLO PER I PASSEGGERI!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 11/05/2015 - 00:28

La notizia non contiene alcun elemento che possa chiarire quanto è successo su quell'aereo. OGNI COMMENTO È DEL TUTTO INUTILE.

buri

Lun, 11/05/2015 - 10:42

non è possibile commentare uba cosa del genere, invece di farevscendere quella famiglia la polizia doveva fare scendere il pilota

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/05/2015 - 11:04

Nessuno che si domandi se la ragazzina, al dilà dell'autismo, presentasse un comportamento compatibile con la sicurezza a bordo oppure, ipotesi più probabile, stesse facendo un caxino dell' ostrega?

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 11/05/2015 - 16:25

@cgf - Lei ha le idee un po' confuse. E' vero che il comandante può decidere se non far salire a bordo qualcuno (però deve motivarlo), ma qui si parla di un atterraggio di emergenza per far scendere qualcuno che NON stava creando alcun problema e che era già stato ammesso a bordo.

cgf

Lun, 11/05/2015 - 22:23

@RobyPer un comandante può chiedere un atterraggio d'emergenza e questo NON può essere rifiutato, se poi vi siano o meno validi motivi per una procedura del genere è una cosa che viene SEMPRE stabilita a posteriori. Pensi solo che una volta atterrati a SLC è stata la polizia a far scendere la famiglia e ha non arrestato il comandante, il quale, se si è comportato così una qualche ragione l'aveva. Vuole sapere quale? La 'bimba' ha rifiutato il cibo che la sua famiglia aveva portato con sé ed anche il pasto caldo che gli assistenti di volo hanno offerto dalla prima classe, dopo che la madre ha FORTEMENTE SOSTENUTO che sarebbe stato più che necessario per evitare una crisi, letteralmente ha detto 'meltdown'. La fanciulla ha rifiutato anche questo e cominciava a 'disturbare' gli altri passeggeri, è a questo punto che il comandante dell'UA ha deciso di scendere... non certo perché oggi c'è il sole o piove che il comandante rifiuta un pax. S'informi prima vangelizzare.

cgf

Mar, 12/05/2015 - 01:03

@RobyPer un comandante può chiedere un atterraggio d'emergenza e questo NON può essere rifiutato, se poi vi siano o meno validi motivi per una procedura del genere è una cosa che viene SEMPRE stabilita a posteriori. Pensi solo che una volta atterrati a SLC la polizia ha fatto scendere la famiglia e non arrestato il comandante, il quale si è comportato così perché una qualche ragione l'aveva. Vuole sapere quale? La 'bimba' ha rifiutato il cibo che la sua famiglia aveva portato con sé ed anche il pasto caldo che gli assistenti di volo hanno offerto dalla prima classe, dopo che la madre ha FORTEMENTE SOSTENUTO che sarebbe stato più che necessario per evitare una crisi, letteralmente ha detto 'meltdown'. La fanciulla ha rifiutato anche questo e cominciava a 'disturbare' gli altri passeggeri, è a questo punto che il comandante dell'UA ha deciso di scendere... non certo perché oggi c'è il sole o piove che il comandante rifiuta un pax. S'informi prima. Autisti? forse autisti*CI*

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mar, 12/05/2015 - 10:44

@cgf mi inchino al suo sapere o sommo inutile idiota. Dove lei abbia preso le sue ulteriori notizie non è dato sapere. Se proprio vuole pontificare citi le fonti. La notizia qui riportata è altra ed in base a questa le dico che il comandante e la compagnia passeranno grossi guai. Se altro è successo, o sommo inutile idiota, a noi non è dato sapere.

cgf

Mar, 12/05/2015 - 19:31

il mio precedente post ri risposta non è stato pubblicato, cmq non son per nulla offeso, ho le spalle larghe e certi scatti isterici scivolano via, ancor di più se arrivano da chi offende sconosciuti pur di non ammettere la propria superficialità per non essersi informato prima di parlare, un non idiota avrebbe taciuto anziché togliere ogni dubbio.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mer, 13/05/2015 - 14:24

@cgf la mia non era un offesa, ma un dato di fatto

cgf

Ven, 15/05/2015 - 14:13

Verba volant, scripta manent e visto che 'you cannot'... never mind, as my mom used to say never argue with idiots. They drag you down to their level then beat you with experience. Nowdays I found a real tech wunderkind, an idiot with a computer is a faster, better idiot.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Gio, 21/05/2015 - 13:14

@cgf decisamente d'accordo con sua madre, caro il mio piccolo inutile idiota. A parte quello cerchi di scrivere qualcosa di sensato, magari in italiano in un sito scritto in tale lingua. La sua è oltretutto mancanza di educazione. P.S. la citazione latina seguita da italiano e poi da inglese senza senso (nel contesto) denota la sua cultura.