Disneyland ospita il gay pride: "Così indottrinano i bambini"

Il presidente della Pro Vita Onlus si scaglia contro la Disney in merito al Pride del prossimo primo giugno

Il presidente di Pro Vita Onlus si scaglia contro la Disneyland. Il motivo? La Disney ha deciso di ospitare per il prossimo primo giugno il Magical Pride. E di cosa si tratta? Del primo gay pride che si svolgerà nel parco dei divertimenti per giovani e famiglie. Così, Antonio Brandi, il presidente della Onlus lancia una petizione per protestare contro il colosso. "Se pensiamo a quanto la Walt Disney tocchi da vicino i bambini e che influenza ha su di loro - si legge nella nota - la notizia è gravissima. Non si può ignorare. Se lasciamo manifestare la Disney a sostegno della causa LGBT, senza fare nulla, utilizzeranno i film e i cartoni per indottrinare i nostri figli".

Il presidente di Pro Vita, quindi, si scaglia senza mezzi termini contro la Disney. E lancia uan petizione per fermare tutto questo. "Urge fare qualcosa - continua la nota -. Per questo ho deciso di organizzare una raccolta firme per protestare contro il Magical Pride. Si è superato il livello di allarme. Possiamo creare un effetto virale e sensibilizzare migliaia di persone su questo tema. I bambini devo continuare a godersi le creazioni di Topolino senza nessun tipo di indottrinamento e senza nessun tipo di strumentalizzazioni sociali e politiche".

Già in passato la Disney aveva dato prova di essere particolarmente sensibile al tema. "Già l'anno scorso - sottolinea il presidente - la Disney aveva pubblicizzato le orecchie arcobaleno di Topolino e ha più volte ospitato - in modo non ufficiale - diversi Gay Day. I cartoni preferiti dei nostri figli saranno contaminati dalla propaganda Lgbt? Inoltre, le ambiguità di alcuni cartoni erano state al centro del dibattito. Tuttavia, con l'annuncio del Magical Pride abbiamo superato il livello di allarme".

La polemica quindi si fa feroce. E Pro Vita chiede "soltanto che i bambini possano continuare a godersi le creazioni degli autori di Topolino e compagnia senza indottrinamenti, senza strumentalizzazioni politiche e condizionamenti immorali... insomma lasciamo che i bambini siano bambini e conservino la loro innocenza".

Commenti

cgf

Mer, 13/02/2019 - 13:02

Universal Studios ringrazia!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 13/02/2019 - 14:16

Ma questi sono proprio rimbambiti. Peggio della chiesa di franceschiello. Uno schifo.

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Mer, 13/02/2019 - 14:29

Disneyland di che paese? Perché non specificate?

Carlopi

Mer, 13/02/2019 - 14:48

Sono contrario alle manifestazione pagliaccesche. Detto questo però vorrei che il sig. Pro Vita Onlus si tranquillizzasse. Non c'è verso di "indottrinare" i bambini su questioni sessuali. Essi seguiranno il loro istinto naturale anche se immersi in manifestazioni di sesso opposto al loro.

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Mer, 13/02/2019 - 14:55

Una volta c'erano topolino e topolina. Ora chissà. Esempio perfetto di involuzione negativa spacciata per progresso

istituto

Mer, 13/02/2019 - 15:28

BOICOTTATELI.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 13/02/2019 - 15:38

Ci saranno Topolino gay e Paperina lesbica. Ma perché essuno si oppone a questa vergognosa campagna Lgbt?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 13/02/2019 - 15:50

Dove?Non andateci!Portate i figli da un'altra parte,e spiegate loro il perchè!

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 13/02/2019 - 23:14

Bisognerebbe davvero lanciare una campagna di boicottaggio di tutti coloro che favoriscono l'invasione o fanno propaganda gay. Basta con i gay e trans in televisione. Basta con film e fiction interpretati da neri. Basta con la propaganda gender nelle scuole e in TV. Basta con aziende che usano neri come testimonial dei loro spot. Basta con servizi TG sempre compassionevoli verso i migranti e Talk con ospiti sempre di sinistra. Ribelliamoci. Passa parola e boicottiamoli.