Puigdemont esulta dopo il voto: "Una vittoria, Rajoy è sconfitto"

Esulta il leader indipendentista Carles Puigdemont "in esilio" a Bruxelles, commentando il verdetto del voto in Catalogna

Arriva quando ormai il risultato del voto è chiaro il commento di Carles Puigdemont, ex presidente della Generalitat catalana i cui poteri sono stati revocati dopo il risultato del referendum indipendentista di ottobre.

Dal Belgio, dove si trova insieme ad alcuni ministri con i quali ha lasciato il Paese dopo le accuse da parte di Madrid, forte di un risultato che al suo partito da il secondo posto in parlamento e la maggioranza alla coalizione del "no", parla di un "risultato indiscutibile" e individua nel premier Mariano Rajoy il vero sconfitto dalle urne.

Con gli unionisti di Ciudadanos primo partito e i Popolari del premier spagnoli che non superano il 2%, Puigdemont accusa: "La repubblica catalana ha battuto la monarchia sull'articolo 155", ovvero l'articolo della Costituzione spagnola che ha consentito a Madrid di assumere il controllo della Catalogna dopo il referendum sull'indipendenza dello scorso fine ottobre.

Nella sala dove Puigdemont ha tenuto la conferenza stampa si sono susseguiti cori che chiedono la "libertà per i prigionieri politici". Tra di essi c'è anche l'ex vice, in carcere in Spagna e allo stesso tempo in cima alle liste con Esquerra Republicana, terzo partito per seggi ottenuti.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 22/12/2017 - 00:48

Piripicchio fa il finto tonto: l'indipendenza resterà un miraggio lo stesso.

mumble

Ven, 22/12/2017 - 06:55

Bravo Carles. Non hai sbagliato una mossa. In questo giorno di festa è doveroso salutare 1) tutti i franchisti italiani che con la bava alla bocca invocavano manganelli su bambini e anziani catalani e la camicia di forza per i dirigenti catalani; 2) Aldo Cazzullo del Corriere con le sue previsioni esilaranti degli ultimi giorni: ormai un cult (al contrario) per chi studia giornalismo; 3) Rajoy e Felipe che hanno fatto tornare al governo gli indipendentisti ancora più forti e determinati, con i loro martiri in carcere, il carburante necessario per ogni cambiamento rivoluzionario.

povera-italia

Ven, 22/12/2017 - 09:50

SALVINI HAI CAPITO ???? Guarda e impara !