Al Qaeda: "Non fate atterrare gli aerei, trasformateli in armi"

Al Qaeda celebra l’11 settembre ed ordina nuovi attacchi: "Inutile fare atterrare un aereo dirottato. Gli aerei devono essere utilizzati come armi"

Il canale responsabile di tutte le comunicazioni ufficiali del comando centrale di al Qaeda ha pubblicato un nuovo video dal titolo “And They Shall Continue to Fight You”. Protagonista è Ayman al-Zawahiri, leader dell'organizzazione terroristica. Al Qaeda celebra il diciottesimo anniversario dell’11 settembre giustificando gli attacchi contro quelli definiti come “legittimi obiettivi”. L’uscita del video coincide con la riedizione del primo numero della rivista One Ummah tradotto in inglese. Lo scorso anno al Qaeda celebrò gli attacchi dell’11 settembre con il video How do we face America?

Al Qaeda: "And They Shall Continue to Fight You"

33 minuti e 29 secondi con audio in arabo e sottotitoli in inglese. Questa la durata del video And They Shall Continue to Fight You diffuso poche ore fa dal comando centrale di al Qaeda. Oltre ad al-Zawahiri, nel video sono presenti dei filmati di alcuni leader delle filiali di al Qaeda: AQIM, AQAP, TIP, Shabaab e Hurras al-Din. Così facendo, l'organizzazione terroristica tenta di inquadrare la sua jihad in un'ottica globale.

L'architettura mediatica di al Qaeda

In apertura al Qaeda mostra come di consueto il logo di As-Sahab e delle quattro filiali ufficiali riconosciute: Az-Zallaqa, Al-Andalus Media, Al-Malahem Media ed Al-Kataib Media. In base ai concetti di autorità, la posizione centrale del logo di As-Sahab indica la leadership del comando centrale di al-Qaeda. L'egiziano al-Zawahiri è intelligente e presuntuoso, ma è ben consapevole di non possedere il carisma dell'ex leader di al Qaeda. Il principale ideologo di al-Qaeda ben conosce l'importanza della profondità strategica digitale. È sua la frase: "Più della metà della battaglia è nel campo mediatico".

Zawahiri sfrutta il conflitto israelo-palestinese per inquadrare gran parte delle sue argomentazioni

“Sono passati 18 anni dalle benedette incursioni a New York, Washington e Pennsylvania. Ogni giorno che passa l'America svela la sua inimicizia materialista sionista-crociata nei confronti dell'Islam e dei musulmani. Trump ha dato seguito al suo annuncio di spostare l'ambasciata americana a Gerusalemme, riconoscendo le alture occupate del Golan come parte di Israele. In questo modo ha rivelato il vero volto dell'America e la sua disposizione profondamente nemica nei confronti del mondo musulmano. I sionisti complottano contro i musulmani ovunque e immigrano in Israele da tutto il mondo. Pertanto è necessario portare la battaglia dappertutto".

Per sottolineare la stretta relazione dell'America con Israele, al Qaeda mostra una lunga sequenza di una conferenza stampa con il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ed il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

"I miei fratelli musulmani Mujahid in Palestina e nel mondo! Considera oggi la difficile situazione della Palestina: gran parte è sotto l'occupazione israeliana, mentre quella rimanente è divisa in Cisgiordania e Gaza. La Cisgiordania è direttamente governata dall'intelligence israeliana. Gaza è stata assediata e soffocata da tutte le direzioni, al punto che la maggior parte dei mujaheddin può lanciare alcuni missili contro Israele. Qualcosa che scatena solitamente una spietata risposta militare israeliana. E mentre si sviluppa questa tragedia, il governo insidioso di Sisi assedia e ricatta il popolo di Gaza. Così Israele e le forze criminali internazionali soffocano la Jihad in Palestina, lasciando così un ambiente fortemente limitato e soffocato da cui i Mujahideen possono operare. Spetta quindi ai musulmani e ai mujaheddin distruggere questo assedio portando la battaglia in Israele e nelle forze criminali internazionali in tutto il mondo. Il Mujahid alla ricerca del martirio che cerca di combattere gli israeliani sarà così in grado di combattere gli israeliani nel luogo di sua scelta”.

Al Qaeda tenta di legare la sua jihad globale alla disputa israelo-palestinese. Una scelta chiaramente retorica. Dal punto di vista operativo, infatti, al Qaeda non ha svolto alcun ruolo in quel conflitto che si protrae da decenni.

Ayman al-Zawahiri ordina nuovi tipi di attentati

“I nostri obiettivi sono ammissibili alla luce della Sharia. Nessun danno sarà arrecato al musulmano a seguito delle sue azioni. Il beneficio delle sue azioni supera i costi. Tutto ciò che devi fare è riporre fiducia Allah e dirigerti verso l’obiettivo. Non dimenticare di lasciare un messaggio in cui spieghi che lo scopo dell’operazione jihadista è vendicare i crimini in Palestina ed in tutte queste terre musulmane. È così che sconvolgiamo i nostri nemici e li costringiamo a riconsiderare la loro strategia. Non aspettare che qualcuno ti aiuti. Cerca l'aiuto solo in Allah e non mostrare alcuna debolezza. Sii creativo nei tuoi metodi. Osama ed i suoi fratelli trasformarono gli aeroplani in armi di distruzione di massa. Inutile fare atterrare un aereo dirottato. Gli aerei devono essere utilizzati come armi”.

Capire la natura della battaglia

“Dobbiamo capire la natura della battaglia. È una guerra crociata globale contro i musulmani. Non esiste una linea di demarcazione tra la battaglia locale e globale. L'America è estremamente desiderosa di impedire che la Jihad inizi in qualsiasi parte del mondo o si diffonda in Occidente. Quando fu colpita sul suo stesso terreno, l’America si rese conto del pericolo di questo approccio. Lo stesso schema fu ripetuto a Madrid e Londra. Da lì in poi l'America lanciò la sua guerra di propaganda contro quello che rappresentava il terrorismo”.

Questo è un passaggio fondamentale che si ricollega alla visione di al Qaeda. L'organizzazione terroristica non si concentra esclusivamente sugli attacchi in Occidente, ma vede la sua jihad come un conflitto contiguo contro una vasta gamma di obiettivi in tutto il mondo.

Ayman al-Zawahiri contro gli studiosi islamici

“Cosa volete? Che rinunciamo alla Jihad? Ritenere la nostra una Jihad non giusta o non condivisa dalla comunità musulmana? Si nascondono dietro la scusa dei civili innocenti uccisi. Quelli del Pentagono erano innocenti? O è stato colpito il quartier generale della più grande potenza militare del mondo e che ospitava i più grandi criminali coinvolti in attentati contro i musulmani? E l'aereo che era diretto al Congresso e alla Casa Bianca? Voleva anche colpire gli innocenti? Se vuoi che la Jihad sia focalizzata esclusivamente su obiettivi militari, l'esercito americano è presente in tutto il mondo, dall'est all'ovest. Le basi americane ed i loro infedeli sono ovunque”.

Al Qaeda ordina attacchi globali

“Le forze britanniche, francesi e della NATO sono presenti in tutto il mondo, specialmente in quello musulmano. Quindi attaccali come rappresaglia per i loro crimini in Palestina ed il loro sostegno ad Israele. Le forze francesi occupano il Mali e attaccano i musulmani nel Sahel e nel Sahara. Perché li ignori e abbandoni i tuoi fratelli musulmani come agnelli sacrificali al massacro? Non è questa una battaglia contro un crociato che invade il nemico che viola le santità dei musulmani? Dov'è il tuo ruolo in esso? Le forze americane ed i loro alleati stanno attaccando la Somalia e l'Africa orientale proprio di fronte a voi. Qual è il tuo contributo in termini di Jihad, respingendo il nemico e sostenendo i musulmani contro gli invasori? Questa non è un'invasione crociata che prende di mira una terra ed una nazione musulmana? Qual è il tuo contributo in questo scenario? I criminali russi occupano il Caucaso e l’Asia centrale. Stanno apertamente versando sangue musulmano in Siria. Supportano e proteggono Israele. Che cosa hai fatto contro le sue forze militari sparse in tutto il mondo? Le forze indiane stanno occupando il Kashmir musulmano. Che cosa hai fatto per attaccarli e sostenere il Kashmir dei Mujahideen? Le forze cinesi occupano il Turkistan orientale? Cosa hai fatto contro di loro? Le ambasciate e gli interessi israeliani sono diffusi in tutto il mondo. Quindi forza, colpiscili, invece di perdere tempo a discutere del World Trade Center”

L’Iran ha un’intesa con gli Stati Uniti

“L'Iran ha un'intesa con gli americani in Afghanistan, Iraq, Siria e Yemen. A volte firma accordi con loro. Altre volte continua la sua politica di ricatto. Se non fosse stato per l’Islam, il popolo persiano continuerebbe ad adorare il fuoco zoroastriano. La luce dell'Islam li ha fatti emergere dalle tenebre”.

Al-Zawahiri loda i talebani

“L'America non capisce nulla tranne il linguaggio della forza. Coloro che infliggono danni all'America, otterranno un’intesa con loro. Coloro che si ritirano di fronte al suo potere, non saranno risparmiati. L'emirato islamico ha inferto duri colpi all'America. Questo è il motivo per cui gli americani hanno mostrato entusiasmo nel negoziare con loro un ritiro dall'Afghanistan. Contro coloro che si ritirano, l'America scatena assassini, macellai e scuoiatori”.

Al Qaeda, nessun riferimento allo Stato islamico

Lo Stato Islamico è menzionato soltanto una volta nel video And They Shall Continue to Fight You ed in riferimento alla cooperazione americana con le milizie sostenute dall'Iran in Iraq "per smantellare il cosiddetto califfato". Nessun riferimento allo Stato islamico nel primo numero della rivista One Ummah ripubblicato in inglese poche ore fa. Il video And They Shall Continue to Fight You si conclude con l'annuncio di un nuovo filmato che sarà pubblicato a breve.

Commenti

alberto_his

Gio, 12/09/2019 - 13:02

E la leggenda continua...

lappola

Gio, 12/09/2019 - 13:48

Arriverà, arriverà anche qua. Arriveranno in massa con tutto il bagaglio delle loro intenzioni, ora trovano porti aperti. C'era una volta Salvini ma aveva i pugni ovattati. Auguriamoci che ne venga uno con i pugni duri davvero, e se sarà ancora Salvini, che si tolga l'ovatta .