Quando Clinton faceva come Trump: "Deportiamo i clandestini"

Il discorso di Bill Clinton davanti al Congresso Usa nel 1995 sembra scritto da Donald Trump: "L'immigrazione illegale è controproducente. Va fermata"

Tutti contro Donald Trump il “razzista”. La lotta al terrorismo e all'immigrazione clandestina del Presidente Usa sta generando un'isteria di massa che forse ci si poteva attendere, ma comunque esagerata. Contro “The Donald” si è schierato un esercito di soggetti pronti a fargli la morale: l'Onu, l'Unione Europea, i leader mondiali e gli avversari politici interni. Tutti uniti, durante la corsa alla Casa Bianca, dal desiderio di veder trionfare Hillary Clinton. Ebbene, prima di scandalizzarsi per i toni di Trump, forse avrebbero dovuto farsi un esame di coscienza. Visto e considerato che hanno spinto verso lo studio ovale la moglie di chi, solo 20 anni fa, lanciava bordate contro gli immigrati senza mai essere tacciato di razzismo. Anzi: raccogliendo solo applausi della platea mondiale. Parliamo del “democratico” Bill Clinton.

Si è scritto diffusamente del fatto che a costruire il muro con il Messico (nel 1994) sia stato proprio il marito di Hillary e che la legge per l'ampliamento (Secure Fens Act del 2006) la firmò sì George W. Bush, ma raccogliendo il voto di 25 senatori democratici, tra cui Hillary Clinton e Barack Obama. In Rete, però, si può trovare qualcosa di molto più imbarazzante, come il discorso sullo Stato dell'Unione tenuto da Bill Clinton davanti al Congresso Usa nel 1995. Tra i tanti argomenti affrontati, Bill dedicò alcuni minuti all'immigrazione: qui definì gli stranieri irregolari "illegal aliens" che "rubano lavoro" agli americani e promise senza mezzi termini la "deportazione" dei clandestini criminali (guarda il video). Nemmeno Trump (forse) avrebbe osato tanto, ma se ad usare parole così dure è un democratico nessuno ha da ridire. Per carità.

"Tutti gli americani - disse l'allora Presidente Usa - (...) sono giustamente disturbati dal gran numero di immigrati clandestini che entrano nel nostro Paese. I posti di lavoro in loro possesso potrebbero essere occupati da cittadini o immigrati regolari". Poi Bill osservò come i servizi pubblici usati dai clandestini "impongono oneri sui nostri contribuenti". Tutto giusto. Ma cosa direbbe oggi sua moglie Hillary che tanto attaccò il "razzista" Donald? E come reagirebbero gli anti-trumpisti del mondo? Probabilmente rimarrebbero inorriditi. O forse no.

"È per questo – continuò Clinton tra un sorriso e l'altro - che la nostra amministrazione si è mossa in maniera aggressiva per difendere i nostri confini con l'assunzione di un numero record di nuove guardie di frontiera, deportando il doppio di stranieri criminali, come mai prima, con un giro di vite sul caporalato e con il blocco delle prestazioni sociali ai clandestini". Nel 1995 il democratico si apprestava ad affrontare altri sei anni di presidenza. E così si premurò di precisare gli intenti governativi per il futuro. "Nel bilancio che vi presenterò - fece notare ai deputati del Congresso - cercheremo di fare di più per accelerare l'espulsione di stranieri illegali che vengono arrestati per aver commesso reati e per meglio identificare i clandestini nei luoghi di lavoro (...). Siamo una nazione di immigrati. Ma siamo anche una nazione di leggi. È sbagliato e in definitiva controproducente, per una nazione di immigrati, permettere l'abuso delle nostre leggi di immigrazione come è successo negli ultimi anni. E dobbiamo fare di più per fermarla". Conclusa la frase, il Congresso si alzò in piedi per dedicare una standing ovation a Bill. Oggi invece urlano al razzismo.

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Lun, 30/01/2017 - 18:23

ah.ah.ah. quando sono Loro va tutto bene nessuno che si scandalizza...ma se siamo Noi ..allora bisogna fare come l'europa e l'ONU pagliacci

ILpiciul

Lun, 30/01/2017 - 18:44

Il tipo in foto non mi è mai piaciuto, non ha mai avuto la mia fiducia, nemmeno quando correva in bici nella Casa Bianca per colorare la propria immagine uscita scura da certe faccende che l'hanno visto protagonista. Pietoso.

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Lun, 30/01/2017 - 18:51

..C'E' CHI PUO' (CLINTON....OBAMA..) e C'E' CHI NON PUO'!!..COSA SI E' MESSO IN TESTA TRUMP DI FARE IL "SINISTRATO" ??

Fjr

Lun, 30/01/2017 - 18:54

Hai capito ,il presidente con la stagista sotto la scrivania?adesso tutti contro Donald, proprio strani sti' americani, chissà com'è hanno la memoria corta e chissà quante altre ne hanno combinate e loro non lo sanno pensa quando inizieranno a cac...are dubbi,apriti cielo

giovanni PERINCIOLO

Lun, 30/01/2017 - 18:55

Solita storia, in ogni dove i sinistri possono fare tutto cio' che vogliono ma guai agli altri quando sono al potere, democraticamente eletti, a fare le stesse cose. Quanto poi alle donne vorrei che le femministe scatenate mi spiegassero come il farsi sollazzare nello studio ovale dalla stagista sotto la scrivania sia stato tollerato mentre le sane scopate di Trump o di Berlusconi sono assolutamente intollerabil!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 30/01/2017 - 18:56

Siccome che a molte persone piace essere prese per il culo...i democratici sono lì apposta!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 30/01/2017 - 19:04

Tipico degli IPOCRITI ricordare solo quello che gli fa comodo!!!!AMEN.

beale

Lun, 30/01/2017 - 19:07

per essere considerati democratici occorre uniformarsi alle cxxxxxe

Ritratto di libere

libere

Lun, 30/01/2017 - 19:32

Fiato sprecato. Possiamo trovare tutti i precedenti che la Storia ci offre. Ma quando gli psicolabili di sinistra, e i loro simili "liberal" americani, si ficcano in testa un'idea, non c'è più nulla da fare. Sarebbe più facile convincere un asino che può volare.

Una-mattina-mi-...

Lun, 30/01/2017 - 19:46

CODE DI PAGLIA LUNGHE KM...

ziobeppe1951

Lun, 30/01/2017 - 19:49

VittorioMar..18.51...neanche quando Trump fa il sinistrato vi va bene? ...siete proprio dei SINISTRATI

sbrigati

Lun, 30/01/2017 - 20:06

Saprete cosa diranno ora, su queste pagine tutti i vari antiTrump ? Facile...NIENTE.

paviglianitum

Lun, 30/01/2017 - 22:22

MA CI FATE O CI SIETE? QUI SI PARLA DI CLANDESTINI CRIMINALI. TRUMP VUOLE IMPEDIRE L'INGRESSO ANCHE A QUELLI CHE HANNO LA CARTA VERDE. ADDIRITTURA A PERSONE CHE LAVORANO PER L'ESERCITO AMERICANO O PER AZIENDE AMERICANE. MA CHI VOLETE PRENDERE IN GIRO?

nunavut

Lun, 30/01/2017 - 22:31

Non vedo i soliti commentatori come mai ????

Lotus49

Mar, 31/01/2017 - 05:57

@paviglianitum: hai ragione, ma all'epoca di Clinton c'era solo un problema sociale, non c'era un'ondata di terrorismo su scala globale. Il discorso di Clinton è paragonabile al muro con il Messico, mentre lo stop agli Islamici è più un fatto di sicurezza nazionale. Certo, fermare quelli con la carta verde è assurdo e non ha altro senso se non abbattere un totem ideologico usando un altro totem.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 31/01/2017 - 07:11

TRUMP se hai un briciolo di tempo, vieni un po' in Italia a dare una sana ramazzata. Grazie

giac2

Mar, 31/01/2017 - 15:52

So di essere noioso perche' mi ripeto: I democratici o meglio i Comunisti sono gli assassini della democrazia.