Ragazzo ucciso a Chicago: pubblicato il video della sparatoria

La polizia di Chicago ha diffuso un video sulla morte del 18enne Paul O'Neal, ucciso da colpi di arma da fuoco alle spalle lo scorso 28 luglio. Nel filmato si vedono gli agenti sparare contro un'auto in fuga da cui poi esce il giovane. I poliziotti lo inseguono e continuano a fare fuoco contro il ragazzo

La polizia di Chicago ha diffuso un video sulla morte di Paul O'Neal, il ragazzo di 18 anni che la scorsa settimana è stato ucciso da un agenti di polizia. Secondo quanto rende noto il Chicago Daily Tribune nel filmato si vedono gli agenti sparare contro un'auto in fuga da cui poi esce O'Neal. Gli agenti lo inseguono e continuano a fare fuoco contro il giovane, accusato di aver rubato la macchina, colpendolo alla schiena. Nelle immagini non viene mostrato un colpo fatale, ma si sente il suono dei proiettili esplosi (guarda il video).

Secondo quanto spiega il quotidiano, il video è stato ripreso dalla "body camera" indossata da uno degli agenti coinvolti nella sparatoria. Sharon Fairley, capo del consiglio di sorveglianza della polizia di Chicago, ha definito il filmato "scioccante e preoccupante" e proprio per questo motivo ha deciso di diffonderlo. Al momento, tre agenti sono stati sollevati dal loro incarico. La famiglia di O'Neal ha sporto querela contro di loro. E le polemiche riesplodono.

Nel filmato si vede una Jaguar nera che alla polizia è stata segnalata come rubata. Un agente in auto apre il fuoco, sei sette colpi, contro l'auto che si schianta. Il conducente fugge. La polizia lo insegue in una strada laterale e quindi oltre una staccionata. Dopo si vede il via vai degli agenti concitati. Un poliziotto che dice a un altro che arriva: "Ho sparato alla c... di auto che ti stava venendo addosso. Ha quasi colpito il mio partner, lo devo colpire. Starò alla c.. di scrivania per 30 giorni".

Commenti
Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 05/08/2016 - 22:36

Si, d'accordo, ma perché quando uno viene "beccato" non si ferma, alza le mai e si fa arrestare pacificamente? Non lo sa che se tenta la fuga quelli sparano? Non è una novità, in America lo sanno tutti; e allora fermati no? Perché scappi?

Ritratto di vraie55

vraie55

Sab, 06/08/2016 - 01:29

Se ne sentiva il bisogno? .. c'era un'eccessiva, insopportabile calma da quelle parti?

Ritratto di Situation

Situation

Sab, 06/08/2016 - 07:45

bah...........se la polizia mi intima di fermarmi, io mi fermo. É una reazione più che naturale di chi non ha "fatto" nulla. Per il resto ben gli sta e concordo perfettamente con quanto postato da oldpeterjazz

paolonardi

Sab, 06/08/2016 - 08:05

Anche in America cominciano a parteggiare per i delinquenti. Una macchina non si ferma ad un posto di blocco, ma viene bloccata ed allora il guidatore scappa dimostrandosi un delinquente che ha qualcosa da nascondere probabilmente grave. Personalmente credo che il comportamento dei polizziotti sia corretto e mi auguro sia importato anche da noi.

carpa1

Sab, 06/08/2016 - 09:28

Non capisco perchè sia scappato, mica è in Italia! Lo sanno anche i sassi che in america la polizia non scherza! Sono stato spesso in USA per lavoro; la prima volta nel '68 e la prima tra le indicazioni avute è stato "se la polizia di intima l'alt, TI DEVI FERMARE IMMEDIATAMENTE, mani sul volante e non ti devi muovere assolutamente". E non credo le regole siano cambiate negli anni successivi. Quindi mi sembra inutile scandalizzarsi; semmai ci si dovrebbe scandalizzare per quanto lassismo è stato consentito nel nostro paese ridotto ormai ad una cloaca invasa da criminali a piede libero.

paolobc

Sab, 06/08/2016 - 13:10

Hanno fatto non bene, benissimo non andrà più a rubare. Anche in Italia servirebbero poliziotti di questi tipo.

bobots1

Sab, 06/08/2016 - 13:19

Mica lo sapevano che era un diciottenne ladro di auto (tra l'altro bella carriera...)? E se fosse stato un terrorista? Saremmo tutti d'accordo. Comunque scappava...da noi sarebbe corso dalla mamma pronto a rubare nuovamente. La famiglia di questo bel soggetto già pronta a fare causa...

bobots1

Sab, 06/08/2016 - 13:21

E non chiamatelo afroamericano. Questo non sapeva nemmeno dove fosse l'Africa. Semplicemente un americano nero! O non si può nemmeno questo?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 06/08/2016 - 13:57

così si fa pulizia non arresti domiciliari.Scappano perchè sanno che la galera in USA non è come in Italia, là hanno la palla di ferro ai piedi e catene.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 06/08/2016 - 13:58

così si fa pulizia non arresti domiciliari.Scappano perchè sanno che la galera in USA non è come in Italia, là hanno la palla di ferro ai piedi e catene.Molti preferiscono suicidarsi, ma non lo vedi youtube? Cosa succede nelle carceri usa?