"Sì al 90%, ora indipendenza" Ma Madrid spegne Barcellona

Il premier Rajoy rivendica l'usa della forza in Catalogna: "Abbiamo difeso lo stato di diritto". Sul futuro: "Adesso dialogo"

Dopo una giornata lunghissima scandita da scontri e violenze, arrivano i dati del referendum sull'indipendenza della Catalogna: i Sì vincono col 90 per cento. I No si fermano al 7,8 per cento. Numeri che però sono stati accompagnati da tafferugli e cariche nel corso di questa maratona referendaria. Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commenta il voto e dà una lettura diversa alle cifre rispetto a quella che danno i dirigenti della Generalitat catalana: "La maggioranza dei catalani non ha voluto partecipare a sceneggiata dei secessionisti. Senza clamore ha ignorato la chiamata alle urne". I catalani, ha aggiunto il premier, "sono stati ingannati dagli organizzatori del referendum". Parole dure quelle del premier che di fatto accendono lo scontro tra Madrid e Barcellona. Rajoy ha poi rivendicato l'uso della forza da parte della Guardia Civil per impedire la consultazione: "Oggi non c'è stato un referendum in Catalogna, oggi tutti gli spagnoli hanno constatato che lo Stato di diritto mantiene la sua forza e agisce contro chi vuole sovvertirlo e contro qualsiasi provocazione. La Spagna è una grande nazione, una delle più antiche d’Europa e delle più sviluppate al mondo, una democrazia avanzata e tollerante ma anche ferma e determinata al rispetto dello stato di diritto". Ma lo scontro con Barcellona è solo all'inizio.



La Generalitat della Catalogna continua a scandire il numero dei feriti di questa giornata di scontri che secondo le autorità catalane è salito a 761 feriti. "Lo Stato spagnolo dovrà rispondere davanti ai tribunali internazionali della violenza contro la Catalogna", ha affermato il portavoce della Generalitat (regione autonoma) catalana, Jordi Turull. Ma il premier guarda già al futuro e ignora le "denunce" catalane: "C'è stato il fallimento di un progetto che ha provocato situazioni indesiderate e che ha causato un danno molto grave alla convivenza, un bene che dobbiamo recuperare. Non chiuderò nessuna porta, sono sempre per il dialogo ma nel quadro della legge e della democrazia".



Ma alle parole di Rajoy ha risposto il presidente della Generalitat della Catalogna, Carles Puigdemont: "Ci siamo guadagnati il diritto all’indipendenza. La strada da percorrere da ora in poi deve essere fatta insieme, con la civiltà e la pace. Dobbiamo restare aperti alle proposte di dialogo che servono per rispettare la volontà dei catalani". "La Catalogna non è una questione interna. E' una questione europea"La Catalogna non è una questione interna. E' una questione europea", ha concluso.

Commenti

JS75

Lun, 02/10/2017 - 00:36

Non voglio fare commenti politici ma unicamente dare qualche numero incontrovertibile : - Popolazione catalana 7.518.903 - Elettori 5.314.736 - Somma dei voti avuti dai partiti indipendentisti alle ultime elezioni 1.987.467 Quindi poco più di un quarto dei catalani o poco meno di un terzo degli elettori vuole l’indipendenza Tutto qui.

Una-mattina-mi-...

Lun, 02/10/2017 - 00:43

LIBERTA'!

Tiolino

Lun, 02/10/2017 - 00:52

Altro che messinscena! Hanno votato in più di due milioni (dopo che il governo ha cercato di chiudere i seggi ed ha addirittura rubato le schede), ci sono stati più di 800 feriti per le botte della polizia per poi calare le braghe e dire ''adesso dialogo''. Che figuraccia da peracottari. Dilettanti! Il governo e l'Europa insieme a loro (per aver taciuto finora). Bravi!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 02/10/2017 - 01:13

Non credo proprio che il governo spagnolo se la caverà con così poco! Prevedo complicazioni e sono contentissimo, perché questo è un altro attacco contro questa malefica europa. Pian pianino riusciremo a smantellarla!

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Lun, 02/10/2017 - 01:16

VISCA CATALUNYA LLIURE!!!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 02/10/2017 - 02:02

Beh Rajoy non ha tutti i torti, la Catalonia (Goth-Alania ... meditate ...) ha pur diritto a separarsi, ma in un' Europa Unita che senso avrebbe? Come nel caso di una Padania indipendente dall' Italia. Regioni a statuto speciale ok, ma politicamente indipendenti non ha senso

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 02/10/2017 - 02:14

Non dicono quale sia stata la percentuale dei votanti sugli aventi il diritto. Qui casca l'asino.

AndyFay

Lun, 02/10/2017 - 06:04

La Catalogna è una regione che produce un quinto del pil spagnolo e i catalani non accettano le politiche europee che hanno ridotto anche la Spagna in crisi e non hanno paura a scendere in piazza per il loro futuro. Noi italiani, forse senza capire, restiamo a guardare indifferenti.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 02/10/2017 - 06:09

Se l`Unione europea si fa neutra sulle vergognose azioni della politica Spagnola, possiamo allontanarci al più presto da un`UNIONE DI VILI E INCAPACI NAZZISTI che di bene ha fatto molto poco!!!

MA22

Lun, 02/10/2017 - 06:55

Giusto. Ma ha votato solo il 42% quindi il voto è nullo (senza se e senza ma) Madrid davanti a questi risultati deve arrendersi e far fare di nuovo il referendum democraticamente.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 02/10/2017 - 07:04

I CATALANI hanno dimostrato di avere carattere, sulla DITTATURA SPAGNOLA ed il silenzio dell`Unione Europea, dimostra il menefreghismo di questi parlamentari che contano poco o niente, nei problemi cruciali!!! Ora sta ai PADANI, il diritto di allontanarsi da quella falsa politica e da quegli ancora più falsi magistrati, che hanno fatto del comunismo una astuta dittatura e che aiutano la corruzione e la delinquenza a espandersi in Italia!!!

Pietro43

Lun, 02/10/2017 - 07:15

Col senno di poi era sufficiente permettere il referendum e poi non tenerne conto. La polizia ha ecceduto ingiustificatamente.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 02/10/2017 - 07:16

IL GOVERNICCHIO CATALANO DOVREBBE ESSERE SBATTUTO IN GALERA E DESTITUITO PER ALTO TRADIMENTO ED ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE !!! SQUALLIDA PAGLIACCIATA COMUNISTOIDE !!!

contravento

Lun, 02/10/2017 - 07:25

SE IL CENTRO - SINITRA - DESTRA NON CAMBIA ROTTA ADDIO EUROPA.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 02/10/2017 - 07:26

Non è questa forse l'ennesima prova del fallimento di questo concetto di Europa Unita ? C'é poco da fare, il continente è, da millenni, diviso in etnie, lingue, culture differenziate, volerle per forza unire, per di più sotto l'egida del componente più forte, non è solo un'eresia, è controproducente. Un'Europa dei Popoli, un'associazione con membri di pari dignità, ciascuno con le sue particolarità, questo dovrebbe essere. Poi, fra decine di anni, ammesso e non concesso che nel frattempo sia avvenuta una quasi impossibile fluidificazione delle genti e loro retaggi, forse un passo ulteriore. NON siamo gli USA, terre vergini, per gli immigrati, che li si mischiarono e diedero vita ad un nuovo ente. Qui ci siamo e radicati da almeno tre millenni !

Giorgio Mandozzi

Lun, 02/10/2017 - 07:29

Ma cacciate quell'incapace di Rajoy! I catalani (Puigdemont) hanno esagerato (e comunque votare dovrebbe essere ancora l'espressione del libero arbitrio) ma Rajoy ha risposto nel peggiore dei modii incastrandosi in una situazione dalla quale, mi pare, sia difficile, per tutti, tornare indietro. Staremo a vedere!

Happy1937

Lun, 02/10/2017 - 07:42

Una percentuale che non sarebbe mai stata raggiunta senza la sconsiderata imbecillita' di Raijoy. Dopo la vergognosa repressione di stampo franco-staliniana di ieri sara' difficilissimo il dialogo. Raijoy dovrebbe avere almeno il coraggio di dimettersi e lasciare l'incarico a qualcuno con la testa sulle spalle. Se resta credo che la Spagna dovra' purtroppo sperimentare una seconda guerra civile.

baleno

Lun, 02/10/2017 - 07:48

Uso legittimo, contenuto, ma fermo e risoluto della forza legittima da parte di uno stato DEMOCRATICO sovrano nei confronti di una fazione manipolatrice e settaria di sinistra. Le ferite da manganellate guariscono.

dani501

Lun, 02/10/2017 - 08:09

Purtroppo il governo di Madrid è scaduto a livello di stato sudamericano. La Polizia contro i civili disarmati è un orrore. Mi meraviglio che la nostra sinistra taccia, quando invece accusa i nostri poliziotti se si difendono dai delinquenti.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 02/10/2017 - 08:10

La chiamano democrazia, per me è più che una dittatura. I fatti lo dimostrano.

Fjr

Lun, 02/10/2017 - 08:42

Rajoy ha poco da esultare la prova di forza di ieri gli si ritorcerà contro,mandare la guardia civil a menare donne, anziani bambini e perfino i bomberos catalani ,è stata una pessima mossa e quei 760 feriti ne sono a testimonianza, questo è il fallimento dell'Europa,non esiste un'Europa unita esistono nazioni con la loro identità e le le loro differenze ,non solo linguistiche, e questo è solo l'inizio

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 02/10/2017 - 08:51

L'atteggiamento di Madrid in questa occasione è stato certamente antidemocratico.Certamente Madrid ha mostrato una gran paura di perdere una regione importante come la Catalogna. Ma Democrazia è governo del popolo e se il popolo di Catalogna vuole indipendenza deve essere in grado di poterlo dimostrare .Ora mi sembra giusto quanto dice Puigdemont : negoziare con calma,in maniera civile.

accanove

Lun, 02/10/2017 - 08:55

Ma è possibile in un Europa nel 2017 assistere a simili scene da guerra messicana dell'800? Capisco il terrore del responso ma le autorità (UE compresa) hanno gestito malissimo la situazione. I fuochi della rivolta sono accesi in tutte la UE perchè l'autorità così come ci viene imposta e la UE stessa (tedeschi a parte) non sta bene a nessuno e un minimo di trattativa va assunta per forza di cose.

falco41

Lun, 02/10/2017 - 08:56

Per il governo spagnolo non era sufficiente dire che il referendum catalano era incostituzionale, quindi non valido, dopo le votazioni e non cercare d'impedire le votazioni con la forza?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 02/10/2017 - 08:57

Han fatto bene! È ora di finirla con chi lavora e chi si fa mantenere. La Catalogna ha un gettito da far paura e i restanti sono dei parassiti che la sfruttano e basta. Ben le sta alla Spagna.

m.nanni

Lun, 02/10/2017 - 09:03

anche il Giornale si unisce alla disonestà informativa diffusa? cosa vuol dire che ha "votato Si il 90%? dovete scrivere che i votanti sono stati il 41% e il Si appartiene a quel 41 e non alla maggioranza dei catalani che è rimasta a casa od ha votato no. dovete anche scrivere che il referendum è stato studiato bene a privarlo del quorum perchè sapevano bene che non l'avrebbe superato. e che la stessa legger regionale sul referendum aveva messo al sicuro il risultato dichiarandolo inoppugnabile. l'alta corte spagnola, e non il premier l'aveva dichiarata illegittima.ma se affermare l'indipendenza dal proprio stato di una regione basta un referendum fasullo allora vogliamo l'indipendenza per la Sardegna, la Sicilia, il Veneto, la Lombardia ed anche il Piemonte e tutte le altre regioni per vedere anche le reazioni degli attuali indipendentisti italiani pro Catalogna.

cangurino

Lun, 02/10/2017 - 09:15

Sono convinto che per la Catalogna l'indipendenza non sarà un affare, anzi, ma l'autodeterminazione viene invocata in europa, minuscolo, solo quando riguarda altri popoli extra ue, tipo ex jugoslavia. Le doppie verità mi fanno schifo, di sinistra o di destra. Vedere poi anziane donne insanguinate, colpevoli di voler votare pacificamente, pone fine a qualsiasi ragionamento: Rajoy si è sparato in un piede e ne pagherà le conseguenze. Credo che quanto successo in Catalogna (non Spagna), sia la miccia che stravolgerà l'UE delle lobby finanziarie (la storia politica e finanziaria dell'ubriacone Junker è emblematica), come la conosciamo oggi.

Milko62

Lun, 02/10/2017 - 09:16

¡¡¡VISCA CATALUNYA LLIURE, INDIPENDENT I DEMOCRÁTICA!!!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 02/10/2017 - 09:21

JS75 hai proprio ragione. Cio' che non e' stato commentato e' che ieri si poteva votare in qualsiasi seggio elettorale in base alla norma introdotta 45 minuti prima dell'inizio di questo referendum illegale) per cui senza nessun tipo di controllo in molti hanno votato in piu' sedi. Anche cittadini spagnoli non residenti in Catalona hanno votato....e pure i bambini. Mi chiedo se sono stati conteggiati anche i voti depositati nelle urne disposte per strada...

Boxster65

Lun, 02/10/2017 - 09:23

Catalunya lliure!!

rokko

Lun, 02/10/2017 - 09:28

JS75, scrivi delle emerite sciocchezze. Te lo spiego, anche se dovresti arrivarci da solo: non puoi arruolare chi non ha votato nella schiera di quelli che avrebbero votato no. Se avessero voluto votare no, sarebbero andati a votare, non ti pare ?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 02/10/2017 - 09:41

Piú di 800 feriti negli ospedali di persone pacifiche che in ordinate file davanti ai seggi giá alle 5 del mattino volevano esprimere il loro voto ... Davanti a una Europa che fa schifo per la sua bassezza morale Catalogna dovrebbe ingoiare il rospo di una Spagna profonda che assicura che la brutale bastonatura che gli é stata propinata é il piú squisito atto d´amore dell´innamorato verso la amata eseguito solo per avere la sicurezza di non venire lasciato ... QUELLO CHE SI CHIEDE É CHE VENGA APPLICATO L´ARTICOLO 7 DELL´UNIONE CHE CONTEMPLA LA IMMEDIATA ESPULSIONE DI UNO STATO MEMBRO CHE SI RIVOLGE ALLA SUA POPOLAZIONE CON LA VIOLENZA MILITARE.

pinux3

Lun, 02/10/2017 - 09:42

Tutti quelli che parlano di un voto contro l'Europa o che porterà alla disgregazione della UE forse non sanno che gli indipendentisti catalani sono più europeisti di Rajoy e non si sognano certo di chiedere cose come l'uscita dall'euro...

pinux3

Lun, 02/10/2017 - 09:49

@accanove...Le responsabilità sono del governo spagnolo, la UE c'entra poco e gli indipendentisti catalani non sono certo contro la UE, anzi si considerano più europei degli spagnoli...

rokko

Lun, 02/10/2017 - 09:57

Rajoy si è dimostrato un vero idiota, e quest'ultima sciocchezza (perchè sarà l' ultima, possiamo scommetterci) gli sarà fatale.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 02/10/2017 - 09:58

Per l'indipendenza deve votarla tutta la Spagna, non solo i catalani. E' come se il Piemonte volesse il referendum per avere dallo Stato 10 volte di più delle altre Regioni. Quindi il Piemonte ha votato il 90% per averle e lo Stato paga 10 volte di più? Ma fatemi il piacere, e che democrazia è. E' solo una pretesa di solo una Regione.

marinaio

Lun, 02/10/2017 - 10:00

NORDICI O SUDICI : Ho già dato mandato al mio avvocato per una denuncia nei suoi confronti in quanto il suo nickname risulta offensivo per i meridionali. Ci vedremo presto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 02/10/2017 - 10:04

Va bene, la Catalogna produce più delle altre Regioni spagnole, ed allora? Non sono di sinistra? E la sinistra non piace la distribuzione? Quella di dividere le ricchezze con altri meno produttivi? Ma allora che sinistra è? Quella che ragiona che se sono io il ricco devo distribuire, ma se lo sono loro allora no? Che ipocriti!

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Lun, 02/10/2017 - 10:08

Io ieri ho visto scene di violenza che non appartengono a un paese europeo, ne' tantomeno a un paese che pretende porsi a faro di liberta`. Un conto e` manganellare anarchici, distruttori, dimostranti violenti, un conto e` picchiare violentemente gente che fa' la fila per esercitare quello che e` l'espressione palese della liberta`: il voto. Tutto questo mi auguro che diventi un boomerang per Madrid e per l'Europa dei burocrati soprattutto. La gente che ha voglia di autonomia deve poterla ottenere. C'e` un modo democratico per farlo: un referendum. Quelle scene di violenza ai seggi sono un attestato di barbarie inutile perche' esagerata e esercitata su gente che era pacificamente in fila per esercitare un proprio diritto, non era in guerra con polizia o carabinieri. Ieri per me e` finita un'epoca che mi auguro debba sfociare in una di vera liberta` all'interno di un continente che si pronuncia sulla carta democratico, ma che in verita` si comporta come I turchi. Immagini bruttissime.

schiacciarayban

Lun, 02/10/2017 - 10:12

E' ovvio che il 90% sono sì, va a votare solo chi vota SI. Bisogna vedere quali sono i valori assoluti, così a occhio il 30% vuole l'indipendenza, quindi il 70% NO.

soldellavvenire

Lun, 02/10/2017 - 10:14

un referendum contro la costituzione spagnola... non raggiunge nemmeno la maggioranza dei votanti, vabbè però il governo spagnolo ha sbagliato: bastava sanzionare duramente gli organizzatori, invece con la violenza non ha fatto altro che chiamare altra violenza, e questo è grave

steluc

Lun, 02/10/2017 - 10:17

In questa questione tutta interna alla Spagna , le istituzioni Ue non si sono smentite , la solita figura da cioccolatai . Sparano ca...volate dai loro sepolcri imbiancati ,quando basterebbe dire ai contendenti chiudetevi in una stanza e risolvete la faccenda . Insomma , il solito schifo.

schiacciarayban

Lun, 02/10/2017 - 10:19

rokko non dire assurdità, chi voleva in no è chiaro che non sia andato a votare , mentre tutti i fanatici del sì ovviamente non aspettavano altro!

Flandry

Lun, 02/10/2017 - 10:21

Referendum farlocco, governo spagnolo incompetente e autoritario, fino ad un'assurda violenza. I governi UE sono così, retti da tecnocrati succubi, che sfruttano Regioni (Catalogna o, in Italia, Lombardia e Veneto) per "mantenerne" altre, o intere categorie, come i lavoratori dipendenti o i piccoli lavoratori autonomi. In altro ambito, osservo che in Svizzera si è appena svolto il referendum sulla legge pensionistica, mentre in Italia analogo referendum non ha potuto svolgersi (bloccato dalla Corte Costituzionale). Domanda: l'Italia è una democrazia? Risposta: no. Queste sono democrazie autoritarie, al pari di tanti regimi politici totalitari.

Ritratto di marmolada

marmolada

Lun, 02/10/2017 - 10:37

Bravo JS75 ogni tanto c'è qualcuno obiettivo nel commentare! Ha votato un terzo della popolazione e di questo terzo il 90% ha detto si! Senza contare le violenze anche di tipo psicologico degli indipendentisti contro i catalani a cui non gliene frega una beata mincxxa dell'indipendenza!! Rajoy ha fatto benissimo!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 02/10/2017 - 10:39

Egregio Flandry, la nostra vecchia, obsoleta, ottusa Costituzione Repubblicana prevedeva, ed é stato attuato, la divisione in Regioni. Solo che poi i signori (si fa per dire) parlamentari hanno mandato tutto in vacca dando alcune libertà, altre condivise dallo Stato, altre ancora riservate all'organo centrale. L'Italia non è, rendiamocene conto, una Nazione, ma un insieme di popoli e culture. Ergo sarebbe salvifico che ogni regione avesse una sua autonomia, culturale, economica, amministrativa, sanitaria, senza l'intervento del potere centrale. Se una non ce la fa, fallisce e le sue competenze sono ipso facto assunte dallo Stato fino a che qualcuno non dimostrerà di saper fare autonomamente.

gneo58

Lun, 02/10/2017 - 10:40

prevedo brutte cose.

antipifferaio

Lun, 02/10/2017 - 10:47

"Madrid spegne Barcellona"... Mi spiegate come fanno una manciata di politici corrotti a SPEGNERE la volontà di un popolo? Al mio paese si chiama dittatura...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 02/10/2017 - 11:07

Premesso che la stragrande maggioranza dei Catalani,mi stiano sulle scatole,con la loro "accoglienza" al 14%(la più alta di tutta la Spagna),il loro "bon ton" "fradly",verso gay,e belinate del genere,è un fatto che tutti i governi,quando si parla di "autonomia",vanno in tilt,e questo Rajoy,ed il suo "governo" hanno BUCATO alla grande!!Se glielo avessero fatto fare(a loro spese,visto che sono notoriamente più tirchi dei Genovesi...),sarebbe andato BUCO,perchè la stragrande maggioranza di questi bravi Catalani,NON vuole l'indipendenza!!!

jaguar

Lun, 02/10/2017 - 11:17

Per ora l'unica cosa ottenuta dai catalani sono le manganellate, ne valeva la pena?

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 02/10/2017 - 11:21

Per informazione le scuole pubbliche predisposte per i seggi di questo referendum ILLEGALE (particolare che sfugge a molti) sono stati occupate da famiglie intere (nonni e bimbi) sin da venerdi' inneggianti la “festa dell’Autunno”. Sono stati tutti debitamente informati che entro le 6:00 di domenica dovevano lasciare i locali. I Mossos d'Esquadra incaricati dello sgombero non hanno agito. L'interevento della Polizia e Guardia Civil chiamati per il ritiro delle urne sono stati ostacolati in tutti i modi ... persino con i trattori... Gli osservatori internazionali: 40 deputati provenienti da vari paesi europei, invitati dal Presidente Puigdemont e che hanno soggiornato a spese della Generalitat ... peccato non si riescano a conoscere i nomi. L’Unione Europea, che vedo spesso ricordata, ha sin dall’inizio appoggiato il governo spagnolo contro questo referendum anticostituzionale e che infrange pure le norme catalane!!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 02/10/2017 - 11:22

il cronista ci ha dato solo un dato : i si alla pagliacciata "catarogna" sono stati il 90% , dimenticandosi(involontariamente ?) di dirci quanti erano gli aventi diritto ,da fonte rai ha votato il 42/% degli aventi diritto : 90% del 42% = 37,8% : dunque ?

cecco61

Lun, 02/10/2017 - 11:37

@ JS75: concordo. Sarebbe bastato lasciarli fare per poi poter tranquillamente affermare che solo una minoranza dei catalani vorrebbe l'indipendenza e che, quindi, nulla sarebbe cambiato se non valutare eventuali maggiori forme di federalismo.

cangurino

Lun, 02/10/2017 - 12:28

@Koerentia, io non sono assolutamente a favore dell'indipendenza catalana. Le ragioni di un referendum, lecito e meno, non possono comunque legittimare azioni di repressione violenta contro anziani e bambini, che si sono resi colpevoli di aver voluto esprimere un proprio voto. Ritenere tale violenza un "danno collaterale", mi disgusta, come essere umano. Mi sembra di capire che se Erdogan avesse rispettato la legge, lei avrebbe approvato la macelleria fatta lo scorso anno, per koerentia?

rokko

Lun, 02/10/2017 - 17:39

schiacciarayban, tu non sai chi non è andato a votare perchè non è andato. L'ipotesi più probabile è che non gliene fregasse nulla, perciò non puoi arruolarli nel "no".