Per la Russia Gerusalemme Ovest è la capitale di Israele

Mossa senza precedenti. E già Trump aveva promesso: sposteremo l'ambasciata

Una dichiarazione dal peso specifico non indifferente, contenuta in un comunicato del ministero degli Esteri russo e che non arriva prima del quarto paragrafo. "Riaffermiamo il nostri impegno ai principi approvati dalle Nazioni Unite per un accordo israelo-palestinese, che include lo status di Gerusalemme Est come capitale del futuro Stato palestinese", vi si legge. Ma sono le parole successive a costituire una prima. "Allo stesso tempo dobbiamo affermare che in questo contesto vediamo Gerusalemme Ovest come la capitale di Israele".

Una prima non assoluta, perché già lo Stato del Costa Rica aveva già riconosciuto in passato Gerusalemme come capitale di Israele, per poi spostare la propria ambasciata a Tel Aviv, ma una presa di posizione che ha un peso specifico ben differente quando arriva dalla Russia, che incide notevolmente di più sullo scacchiere internazionale e attorno a cui orbitano molti altri Paesi.

Una dichiarazione che arriva, peraltro, dopo che già la campagna elettorale per le presidenziali statunitensi aveva rimesso in campo il tema, con Donald Trump, allora solo candidato, che aveva promesso di spostare a Gerusalemme l'ambasciata americana, gesto che di fatto ne riconoscerebbe lo status e che romperebbe con una consolidata tradizione per cui le rappresentanze degli altri Stati hanno sede a Tel Aviv.

Non è chiaro come sarà accolta in Israele la definizione di "Gerusalemme Ovest" come capitale. "Stiamo studiando la questione", ha commentato il portavoce degli Esteri, Emmanuel Nahshon. E secondo il quotidiano Times of Israel è da considerare anche il contesto della dichiarazione dei russi: la riaffermazione dell'impegno per un accordo che al momento è ben lontano con la controparte palestinese.

Commenti

LuPiFrance

Gio, 06/04/2017 - 21:22

Stato Palestinese? egiziani di gaza e giordani della cisgiordania

Popi46

Ven, 07/04/2017 - 06:43

Dopo la II guerra mondiale per decenni gli USA hanno vestito i panni di poliziotti del mondo assicurando, al di là di sporadici,umani errori,un accettabile ordine mondiale. La sciagurata presidenza Obama ha parzialmente destabilizzato il tutto...Visti i risultati, spero che Putin e Trump si accordino, almeno per quanto attiene al nostro occidente. Il gregge ha bisogno di pastore.

Ritratto di WiseIntelligent

WiseIntelligent

Ven, 07/04/2017 - 10:40

@Popi46 Putin? La Russia non è un paese occidentale.

Algenor

Ven, 07/04/2017 - 10:52

Popi46 Ven, 07/04/2017 - 06:43 Sporadici umani errori? Tipo il Vietnam, la Serbia, l'Afghanistan e l'Iraq? La stabilità la grarantiva l'URSS in contrapposizione agli USA. Putin dovrebbe accordarsi con Trump? Dopo il bombardamento basato su accuse non provate contro una base aerea siriana.

Cheyenne

Ven, 07/04/2017 - 11:01

GERUSALEMME TUTTA E' LA CAPITALE DI ISRAELE

Pinozzo

Ven, 07/04/2017 - 13:50

popi46 ma che stai a di'? dopo la 2a guerra l'ordine mondiale era garantito dalla guerra fredda e dalla contrapposizione dei due blocchi, e cmq anche durante la guerra fredda ci sono state decine di guerre (indocina francese, corea, vietnam, afghanistan, guerre arabo-israeliane, guerra iran-iraq, falkland, angola, kashmir, tibet, cipro etc). Se non sai di cosa parli, perche' non taci che fai piu' bella figura?