Russiagate, Bannon strappa l'accordo: non parlerà al gran giurì

L'ex stratega di Trump riferirà direttamente al procuratore speciale Muller

Steve Bannon ha raggiunto un accordo con la squadra del procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller, per avere un colloquio con loro, invece di testimoniare davanti al gran giurì. Lo riferisce la Cnn, citando due fonti secondo le quali ci si aspetta che l'ex stratega del presidente Donald Trump collabori con l'indagine e parli apertamente. Non è stato detto quando avverrà il colloquio e se il mandato di comparizione nei confronti di Bannon verrà ritirato. Sempre la Cnn, citando un'altra fonte, ha riferito che martedì l'avvocato dell'ex consigliere di Trump ha riferito alla Commissione Intelligence della Camera che Bannon risponderà alle domande quando verrà sentito perchè il privilegio esecutivo, che si applica al presidente Usa e alcuni membri esecutivi del suo staff, non è attuabile.