Russiagate, indagato alto funzionario Usa: "È Jared Kushner, il genero di Trump"

Jared Kushner coinvolto nel Russiagate. Gli investigatori dell'Fbi vogliono ascoltarlo. Comey testimonierà in Senato alla fine di maggio

Gli inquirenti avrebbero individuato un alto funzionario della Casa Bianca come "persona di interesse" nell'indagine dell'Fbi sul Russiagate. La notizia bomba del Washington Post ha scatenato una ridda di voci sul fatto che si tratti di Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Donald Trump. L'indiscrezione è rimbalzata sui social media ma nessuna autorevole testata giornalistica l'ha confermata.

L'Indipendent ha rilanciato il post di una reporter del New York Magazine, Yashar Ali. "È Jared Kushner - ha twittato il giornalista - mi è stato confermato da quattro persone. Non sto speculando". Il Washington Post si è limitato a ricordare come ad avere contatti con il Cremlino siano stati, oltre a Kushner, anche il segretario di Stato Rex Tillerson e il ministro della Giustizia, Jeff Sessions. Solo "uno di questi tre lavora alla Casa Bianca", ha dunque osservato, sempre su Twitter, l'analista legale della Nbc, Ari Melber, deducendo che si tratti di Kushner. Se è il genero di Trump ad essere indagato, ha osservato lo stratega democratico Zac Petkanas, "diventa una questione enorme" il fatto che abbia suggerito al presidente di licenziare il capo dell'Fbi, James Comey, che guidava l'indagine sul Russiagate. Il mese scorso il New York Times aveva riportato le preoccupazioni del capo stratega della Casa Bianca, Steve Bannon, sul fatto che Kushner potesse essere indagato.

Comey ha accettato di testimoniare sul "suo ruolo nello sviluppo della valutazione della comunità dell'intelligence sulle interferenze della Russia nelle elezioni del 2016", in una riunione aperta, di fronte alla Commissione intelligence del Senato. Il presidente della Commissione, Richard Burr, ha spiegato che la data della audizione è ancora da definire, ma ha auspicato aperrtamente che questa testimonianza possa chiarire agli americani "gli eventi recenti riportati con largo spazio sui media". La prossima riunione della Commissione è stata fissata il 29 maggio. Comey aveva declinato l'invito a testimoniare di fronte alla Commissione giustizia del Senato che gli aveva chiesto di partecipare a una audizione dedicata alle circostanze del suo allontanamento dall'incarico da parte di Trump e dei suoi rapporti con i funzionari delle amministrazioni Trump e Clinton in relazione alle inchieste sul Russiagate e sul Mailgate in cui invece era coinvolta Hillary Clinton.

Commenti

Dordolio

Sab, 20/05/2017 - 08:09

Non avrei niente da dire su tutto questo can can, se non fosse per il seguente interrogativo. Tutti questi zelanti indagatori dove erano quando la Fondazione Clinton (Hillary Segretario di Stato) prendeva quattrini a palate anche da potentati stranieri? E la cosa è notissima e addirittura rendicontata.

diesonne

Sab, 20/05/2017 - 08:10

diesonne trump arold farà la stessa fine di nixon?

Ritratto di depil

depil

Sab, 20/05/2017 - 08:26

CIA = terrorismo internazionale e si sapeva ma che anche l'FBI fosse al servizio della Spectre che ha dato il Nobel della pace preventivo al più grande criminale e guerrafondaio secondo solo ad Hitler e Stalin ovvero Obama

vittoriomazzucato

Sab, 20/05/2017 - 08:41

Sono Luca. Sarà una mia impressione, ma mi pare che i Democratici si diano molto da fare per trovare in fallo D.TRUMP. Perché non si dedicano un po' di più a frugare tra i loro "cassetti" le cosucce di Hillary Clinton e del suo maritino che ha fatto di tutto per sponsorizzarla. Ma le Sinistre sono tutte uguali quando si tratta di cercare di andare al potere. GRAZIE.

ANTONIO1956

Sab, 20/05/2017 - 08:42

Ridicolo.... qualcuno mi spiga che cosa sia il Russiangate ?? che cosa avrebbero fatto i Russi in dettaglio ?? La verità è che i poteri forti vogliono la testa di Trump a tutti i costi...

CONDOR

Sab, 20/05/2017 - 08:45

Quello che sta succedendo negli USA si può definire in un solo, semplice modo: GOLPE.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 20/05/2017 - 08:57

Questa è una telenovela uguale a quella di Berlusconi. Viva quelli che si fanno chiamare "democratici" che non sanno cos'è la democrazia, ma solo la loro inettitudine e le loro falsità per distruggere chi non la pensa come loro.

cecco61

Sab, 20/05/2017 - 09:04

Siamo al ridicolo ma purtroppo, anziché ridere, c'è solo da piangere visto che non è "Scherzi a parte". Trump, che piaccia o meno, oggi è nel mirino semplicemente per voci, opinioni o poco altro, niente di provato. Le presunte interferenze russe di fatto in cosa consistono? Presunte notizie false, in generale, perché una, che sia una concreta e provata, non esiste. Se l'addomesticamento o la censura di notizie, per propri fini, fosse reato, non esisterebbe un solo giornalista al mondo libero: dovrebbero essere arrestati tutti. Va poi detto che i maestri nel deformare l'informazione sono proprio quelli che oggi gridano allo scandalo: tra tutti la Clinton che ha ammesso candidamente di aver fatto tutto quello rivelato dalle e-mail, ma siccome democratica, lei può violare la legge e in galera ci deve andare chi ha denunciato le sue malefatte.

cgf

Sab, 20/05/2017 - 09:06

i DEM non accettano il responso delle urne e ci provano in tutti modi. Credono forse che gli americani siano tutti stupidi?

Mannik

Sab, 20/05/2017 - 09:07

E intanto il "sistemo gli amici" di Trump prosegue: nomina la moglie di un suo grande amico come ambasciatrice presso il Vaticano. Molto pulito il presidente, molto onesto.

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 20/05/2017 - 09:20

Il genero obbiettivamente e' passo falso di Donald, non si puo' vedere..tra l'altro grazie a questo tipo ci e' passato Bannon l'ottimo stratega politico del presidente

Klotz1960

Sab, 20/05/2017 - 09:33

E' evidente che certe lobbies non si rassegnano alla fine della politica aggressiva verso la Russia ed ad un Presidente libero e non controllabile. Attenzione, perche' se salta Trump, nessun altro Presidente eletto sara' piu' tranquillo. I media sono la chiave di tale assalto, come lo sono stati contro Berlusconi. La prima cosa da fare sarebbe non dedicare tutta questa attenzione a mere voci mirate ad indebolire Trump, che pero' non si fara' mai intimidire. Trump rimarra' in sella perche' non c'e' alcuna base per un impeachment. Nel frattempo quelli che capiscono che si tratta di un fuoco di paglia stanno facendo grossi soldi comprando azioni Usa, che scendono per via di queste notizie. C'e' chi ci fa soldi e chi ci chiacchiera a vuoto, vedete voi.

Klotz1960

Sab, 20/05/2017 - 09:35

Bravo Mannik - peccato che tutti i Presidenti Usa nominino Ambasciatori amici e sostenitori. Hai perso una ottima occasione per tacere.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/05/2017 - 09:42

Tutto il mondo é paese e la sinistra é affetta dalla stessa rogna dappertutto. Chissà perché tanto accanimento mi richiama alla mente la solerte magistratura milanese.....

Holmert

Sab, 20/05/2017 - 09:44

Non ci sono dubbi, il caso Berlusconi in Italia ha fatto scuola,tanto che gli USA ora lo applicano pari pari nei confronti di Trump. Media, TV , magistrati etc. tutto il sottobosco dei poteri di stato si è "armato" contro il tycoon. Forse resisterà qualche mese o anno, ma poi lo "trafiggeranno". Berlusconi docet.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/05/2017 - 09:48

Ma che bravo questo comey, coime per azzardo quando si tratto' di testimoniare sul mailgate di hillary Clinton rifiuto' mentre oggi é disposto, anzi sembrerebbe secondo alcune voci che lui stesso abbia chiesto di poter testimoniare. E noi dovremmo credere alla buona fede sua e dellann

venco

Sab, 20/05/2017 - 09:50

Non capisco perche la massoneria che comanda in America sia acerrima nemica della Russia e non dei paesi musulmani integralisti sunniti.

idleproc

Sab, 20/05/2017 - 10:17

Klotz1960. La "logica" individuale di un imprenditore "tradizionale" è quella di fare affari e creare sviluppo e non di far guerre di rapina che sono contrarie al buon senso imprenditoriale. La "logica" finanziaria oligoposta globale degenerata di questa lunga fase è quella della rapina sia fuori casa che in casa che è la loro prassi "standard", come lo è la menzogna sistematizzata che ha regnato sovrana sia di là che di quà ove si è creata una Ué su misura. Trump e il Berly hanno costituito un'ostacolo da cui, "depotenziamenti", ricatti, messi alla berlina e fuori gioco dalla loro mediazione "bonapartista". Se vincono gli altri, ci porteranno ad una fastidiosa guerra e a una Rivoluzione Vera che si meriteranno in pieno e che perderanno di sicuro, nonostante che sottobanco si siano preparati. Il che anche se fastidioso, potrebbe essere una soddisfazione.

cgf

Sab, 20/05/2017 - 10:28

@Mannik non vedo cosa ci sia di "nuovo" va a leggersi chi è l'ambasciatore a Roma e cosa ha fatto prima di essere stato nominato da Obama.

CONDOR

Sab, 20/05/2017 - 10:31

L'importante è che non si parli di SETH RICH altrimenti saltano per aria Clinton, partito democratico, CIA, FBI, ecc.ecc.

Klotz1960

Sab, 20/05/2017 - 10:45

Holmert, sicuramente il caso Berlusconi ha fatto scuola, ma Trump rimarra' in sella perche' gli Usa non sono l'Italia: in particolare, non c'e' un 30% di PM e giudici marxisti che fanno politica con procedimenti e sentenze, e la gente e' molto meno rimbecillita dai media dominanti che in Italia, come ampiamente dimostrato dall'elezione di Trump. Tralaltro penso che questi media stiano veramente tirando troppo la corda. Se Trump chiama una manifestazione a Washington, ci saranno almeno mezzo milione di persone.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 20/05/2017 - 10:46

Ne vedremo delle belle !!!!!!!!!! Ah ah ah ah ah E' incredibile come un incompetente sia diventato presidente. Ora si scopre come: vendendosi al nemico .......

apostata

Sab, 20/05/2017 - 10:56

Occorre prudenza. Sotto ci potrebbe essere voglia di colpo di stato dei rottamati guidati dall’odio della umiliata hillary assistita dal marito reso docile dal risucchio cervello nello studio orale.

Dordolio

Sab, 20/05/2017 - 11:06

@Mannik.... DA SEMPRE i presidenti USA nominano ambasciatori propri amici personali. DA SEMPRE....

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 20/05/2017 - 11:11

Lo dico da prima dell'inizio della Presidenza: Trump non arriva a Natale. Del resto i bifolchi che lo hanno votato avrebbero potuto leggere qualche giornale estero per imparare che un avanzo di galera con un gigantesco conflitto di interessi, amicizie pericolose (malavita e donnine), intrallazzi fiscali, inesperienza politica, e aiutanti meno che mediocri, passa piu` tempo a difendersi dalla giustizia che a governare. Ora bisogna solo vedere se verra` adottato il metodo Nixon, o quello JFK...

Cheyenne

Sab, 20/05/2017 - 11:16

trump finirà come nixon (grandissimo presidente destituito da un'inchiesta farlocca fatta passare come grande giornalismo liberal, mentre era solo una puttanata). Anche nixon era contro l'establishment

VittorioMar

Sab, 20/05/2017 - 11:24

...NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE...!!...CONOSCIAMO TUTTA LA TRAFILA DAL 1992 .!!!...SONO ARRIVATI LEGGERMENTE IN RITARDO..!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 20/05/2017 - 11:26

Il NYT e il WP sono giornali del tutto ignorati dal popolo americano, i loro "scoop" hanno risonanza all'estero ma non negli USA, dove Trump è amatissimo e il cui consenso, stando agli ultimi sondaggi, è altissimo. Ovviamente il lavoro di Trump è solo all'inizio, e, anche se dimostra sovrano disprezzo per i giornali e giornalisti "pink" o semplicemente stupidi, non potrà permettere a lungo che offendano non tanto lui, quanto la carica che ricopre. Sa che deve schiacciarli per salvaguardare la libertà del popolo americano. E lo farà con la stessa decisione con cui ha decapitato l'FBI che aveva tradito lo spirito americano!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 20/05/2017 - 11:29

I Dem sono uguali in tutte le parti del mondo, quando vincono osannano la democrazia, quando perdono cercano di polverizzare gli avversari con i soliti metodi dello sputtanamento mediatico!

Anonimo (non verificato)

Arch_Stanton

Sab, 20/05/2017 - 11:35

Flynn doveva influenzare Trump ? Se anche fosse dove è il reato ? Cosa c'entra con il regolare svolgimento delle elezioni ? Le politiche di un governo le fa il governo, non la CIA. Obama ha fatto campagna contro la Brexit, Merkel e Holande contro Trump, dove è il problema ?

guido.blarzino

Sab, 20/05/2017 - 11:35

In tutto questo caos, una sola cosa è certa. Comey è la persona più inaffidabile in assoluto perché aveva archiviato le mail "private" della Clinton e questo è un fatto storicamente ormai certo ed una grave colpa della Clinton che si è fatta rubare le informazioni di stato. L'uso delle mail " private" naturalmente deve avere una concreta ragione. Nell'incalzare della campagna elettorale Comey ha ripreso in mano le mail della Clinton, le ha riesaminate e poi le ha dichiarate ancora irrilevanti. Il russiagate si chiama Clinton.

Arch_Stanton

Sab, 20/05/2017 - 11:36

Se funzionari americani vicini a Trump parlano con diplomatici russi, collaborano per avere rapporti migliori tra i loro paesi è solo una cosa positiva ! Siamo passati da un processo per perseguire qualcosa di illegale, ad un processo alle idee e programmi politici. Non c'è nessun reato.

Arch_Stanton

Sab, 20/05/2017 - 11:37

Questa è la tipica macchina del fango, si parte da fatti veri come normalissime telefonate e incontri con ambasciatori stranieri, e poi si costruisce una notizia per diffamare. Non c'è nessuna corruzione, nessuna violazione di legge. Non è la CIA a decidere le politiche. E' roba da paranoici.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/05/2017 - 11:38

Ma che bravo questo comey, come per azzardo quando si tratto' di testimoniare sul mailgate di hillary Clinton rifiuto' mentre oggi é disposto, anzi sembrerebbe secondo alcune voci che lui stesso abbia chiesto di poter testimoniare. E noi dovremmo credere alla buona fede sua e della cricca velenosa che ha sempre protetto tutte le ca...te di madama Clinton, compreso l'affaire criminale dell'ambasciata americana di Bengasi e morte del suo ambasciatore!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Silvio B Parodi

Sab, 20/05/2017 - 12:37

i democratici americano con in testa il Washington trash e il Nyt shit, vogliono far cadere Trump????la vedo dura, si spaccheranno il muso contro il muro, ricordatevi signori (si fa' per dire) democratici che gli americani hanno le armi in casa, ed i primi ad andare al creatore sarete voi.

g.l

Sab, 20/05/2017 - 12:59

Mi sa che siete un po duri a comprendere.Sarà tutta colpa dei democratici assatanati,ma Trump e un megalomane arrogante deficente e convolto nei traffici più sporchi delle varie mafie internazionali .Una personcina per bene.Il peggio è che è più pazzo di voi che ne siete posseduti come se fosse il vostro salvatore.Smettete di credere alle favole.

curatola

Sab, 20/05/2017 - 13:13

l'errore di base sta nel fatto che non devono esserci dipendenti né pubblici ne privati ma solo imprese cooperative (tutti soci) che forniscono servizi in regime di concorrenza per aggiudicarsi le concessioni (nel caso dello Stato) o un contratto di fornitore (nel caso di privati). Anche i servizi di controllo e di organizzazione come quelli di sicurezza e di certificazione sono forniti da imprese cooperative in concorrenza .

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 20/05/2017 - 13:38

Klotz1960 - Ma per favore .... I Media hanno assaltato Berlusconi? Ma non erano stati i giudici comunisti, i traditori comunisti come Fini, il complotto comunista Merkel-Sarkozy, etc etc etc??? Ora sono stati i Media? Ha dimenticato di dire comunisti! Altro che i Media! Guardi che qui stiamo parlando di due canaglie che prima si sono arricchite con la complicita` della politica, e ora vogliono usare la politica per continuare nei loro zozzi affari personali, ma si sono resi conto che la politica non e` cosi` facile da amministrare come lo e` da sfruttare tramite i politici professionisti. Continuate pure a credere alle vostre favolette da rimbambiti...

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 20/05/2017 - 13:46

Sembra di essere in itaglia con il pd in regia.......

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Sab, 20/05/2017 - 14:34

Chissà perchè il main stream non parla minimamente della causa contro il DNC in merito alle PRIMARIE che sarebbero state TRUCCATE in favore della CLINTON, intentata da “Beck & Lee Trial Lawyers con sede in Miami, Florida”. L’aspetto SCONCERTANTE, come dichiara Jared Beck, intervistato da Stefan Molineux, giornalista indipendente, è che i sostenitori di BERNIE SANDERS, hanno fatto delle DONAZIONI senza sapere che il loro candidato era stato SCARTATO A PRIORI, ma secondo il DNC non saranno risarciti perchè anche se fosse vero che hanno mentito sarebbero coperti dal 1° emendamento sulla libertà di parola e non è comunqe possibile individuare chi sarebbe responsabile per decidere la restituzione dei fondi. Solo i Dem potevano dare un’interpretazione così bizzarra del 1° emendamento, ma la stampa tace, troppo occupata con TRUMP, l’intervista è su YouTube sul canale di Stefan Molineaux.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 20/05/2017 - 15:08

Mannik Sab, 20/05/2017 - 09:07...andrea626390 Sab, 20/05/2017 - 10:46...pravda99 Sab, 20/05/2017 - 11:11....Per essere ridotti cosí, in confronto l'infanzia di un bimbo violato deve essere una passeggiata al parco....Fatevi un favore, vogliate bene a chi è costretto a vivere vicino a voi: terminatevi. Smetterete di soffrire e di far soffrire i vostri parenti....E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 20/05/2017 - 15:10

g.l Sab, 20/05/2017 - 12:59....Mentre lei sta aspettando che il buffone ligure le venda l'auto a idrogeno....A proposito: novitá sulle scie chimiche?? E.A.

alox

Sab, 20/05/2017 - 15:51

Che Trump e’ incompetente e’ li’ da vedre, che non sa’ parlare e’ li’ da sentire, che sia un pessimo presidente gli indici di gradimenteo lo evidenziano…verra’ impeached? Stanno indagando ma da ricordare che NESSUN presidente USA e’ MAI stato rimosso dall’incarico anche dopo l’impeachment (ad esempio Bill Clinton), oggi poi che Senato e House sono in mano a Repubblicani e’ molto improbabile che, dopo l’impeachment, si raggiunga il numero di voti necessari per rimuverlo dall’incarico.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 20/05/2017 - 15:59

E' tutta uan montatura che non arriverà niente. Un processo stile Salem della Lettera Scarlatta. Roba da Nquisizione Spagnola. Roba da chiodi. Roba da ridere. Nobody has explained us the enigma how voters could have been influenced by a foreign country to vote for a candidate instead for another one. It would be very interesting to know the hidden way to perform such fantastic conjurer's tricks

chicolatino

Sab, 20/05/2017 - 16:11

..leggi pravda99 e trovi il profilo del sinistrato medio,fallito,compagno statale che non ha mai avuto il fegato i rischiare un solo euro dei suoi averi per consapevole incapacita'..accecato dall'odio verso ricconi venuti dal nulla,spacconi e circondati di belle donne..da dove nasce quest'odio viscerale? semplice,solo dall'invidia di non essere come loro pur desiderandolo da morire! e' la dottrina marxista parte integrante del suo dna,non e' colpa sua poveretto

alox

Sab, 20/05/2017 - 16:25

@venco Non ti ricordi la guerra fredda? A chi credi Putin addebita il crollo dell'URSS?

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 20/05/2017 - 16:35

@alox: è un dato di fatto che Trump è colui che ha vinto le elezioni. Gli elettori hanno voluto Trump e nessun altro. Potrà non piacere, ma così stanno le cose. Nessuno per gli elettori era meglio di lui altrimenti non lo avrebbero votato. Il tempo ci dirà se è stato un buon Presidente. Che ai Dem piacerebbe spodestarlo è evidente. Che ci riescano o i miei dubbi dato che gli argomenti che hanno tra le mani, (Russiagate) fanno ridere i polli. Ci dicano quali arti, trucchi hanno usato i Russi per convincere gli elettori a preferire Trump. Provino come si fa ad influenzare gli elettori. Cose evidenti ci vogliono non cose campate in aria. Sarà dura.

alox

Sab, 20/05/2017 - 16:39

@Arch_Stanton che ti piaccia o meno, che piaccia o meno a Trump, J. Sessions e tutti gli altri: Robert Muller e' stato incaricato da Rod Rosenstein (nominato da Trump come vice procuratore generale! ripeto nominato da TRUMP) come consulente speciale nelle indagini del Russiagate. Vedremo se e' una caccia alle streghe...

Klotz1960

Sab, 20/05/2017 - 16:46

Pravda, io analizzo i fatti. I media, in Italia ed in Francia, e gli apparati culturali ufficiali, sono al 90% di centro sinistra o di sinistra = anti destra. Ad esempio in Spagna, invece, c'e' un predominio dei media di destra o centro destra = anti sinistra. Si tratta di quadri diversi - per chi ragiona. L'assalto dei media italiani contro SB e' stato talmente massiccio e violento da essere negato solo da persone in totale mala fede. Con Trump stanno provando a fare lo stesso, ma il giochetto fallira' perche gli Americani non sono per nulla stupidi.

alox

Sab, 20/05/2017 - 16:56

@jasper non ci sono dubbi che Trump ha vinto le elezioni...non solo I Democratici ma anche diversi Repubblicani, (senatori e membri del congresso sono votati dalla popolazione) hanno richiesto un consulente speciale sulle eventuali collusioni con la Russia.

Atlantico

Sab, 20/05/2017 - 16:56

Ormai non ci si chiede più "se" succederà ma solo "quando". Il destino di Trump, come presidente USA, è segnato. Ci saranno nuove rivelazioni sui suoi comportamenti e sulla clima che ormai si respira alla Casa Bianca. Non mi stupirei per nulla se tra qualche giorno uscisse fuori che ha parlato di affari per le sue aziende con Salman o che gli abbia detto "Ci sono persone fantastiche che ogni giorno mi rivelano cose importantissime" come quando con Lavrov ha briciato una fonte siriana che Israele aveva piazzato ai piani alti dell'ISIS. E' un misto di infantilismo e narcisismo con una spruzzata abbondante di ottusità.

alox

Sab, 20/05/2017 - 17:02

@jasper essere presidente in USA non e' come gestire un'azienda, il presidente non e' un despota a cui tutto e' permesso, se non si sa' comportare, agire e non rispetta le leggi succede quel che stiamo assistendo...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/05/2017 - 17:18

Pravda99. Leggendo regolarmente i tuoi post "illuminati" mi sento onorato ad essere definito da te come "rimbambito". Essere definito rimbambito da un emerito co....ne é patente di intelligenza!

Anonimo (non verificato)

alox

Sab, 20/05/2017 - 17:44

Pensare poi che nel caso Nixon c'era una gola profonda (the deep throat) qua sembra che ce ne sono parecchie...

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 20/05/2017 - 22:35

@alox: non succederà proprio nulla. Trump rimarrà Presidente per 4 anni e forse anche per 8 anni. Ci sarà da ridere.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Sab, 20/05/2017 - 23:04

Quanti idioti passano la loro misera esistenza gufando contro Trump e sperando che in qualche modo venga sormontata la volontà popolare grazie a miserabili false delazioni mercenarie. E che fallimento sarà questa misera attesa quando si accorgeranno che non c'è speranza di farlo fuori come vorrebbero. Rosicate e mangiatevi il fegato.

g.l

Sab, 20/05/2017 - 23:18

Una volta esistevano l'ideali ognuno sceglieva secondo la propia visione della vita e di come gestire la politica.Ora esiste il ricordo le idee sono vecchie,di altri tempi,il mondo è cambiato senza progettare il futuro,pensando solo all'arricchimento personale come soluzione della vita.Ora io mi domando(destra o sinistra)come si fa a perdere il capo e difendere,per parte presa,questi personaggi che sono la rovina della società e della evoluzinone umana.La verità?Siamo tutti pazzi in mano a dei pazzi più di noi.

MudPitt

Dom, 21/05/2017 - 10:00

Qualcuno mi spiega l'uso del grassetto nell'articolo? Mi pare distribuito a pioggia e senza rilevanza. Capirei se fosse li' per indicare un link, ma invece no!