"Se sei gay ti taglio la gola. Nessun bianco può farci niente"

Le politiche anti gay sono popolari in diversi Paesi africani. Il presidente del Gambia: "Se ti becchiamo, nessuno ti vedrà mai più". E il vice presidente del Kenya: "Non c'è posto per i gay nel nostro paese"

"Non c'è posto per i gay in Kenya". A sostenerlo è stato il vice presidente William Ruto, nel corso di una funzione religiosa in una chiesa vicino a Nairobi. "Non permetteremo l'omosessualità nella nostra società perché viola i nostri principi religiosi e culturali", ha affermato di fronte alla congregazione ricordando il sostegno ai "leader religiosi per difendere la nostra fede". Agli omosessuali non va certo meglio in Gambia. Qui il presidente Yahya Jammeh, che ha conquistato il potere col golpe militare del 1994, ha minacciato di "tagliare la testa" a tutti i gay che vivono nel paese.

La minaccia di Jammeh, pronunciata durante un discorso ai giovani a Farafeni, è la diretta replica alle critiche dell'Occidente ai crimini contro gli omosessuali. Come ricorda l'Huffington Post, nel dicembre del 2014 l’Unione Europea ha tagliato i fondi destinati al Gambia proprio a causa delle violazioni dei diritti umani. Eppure, secondo quanto riportato da Vice, Jammeh sarebbe tornato a calcare la mano contro gli omosessuali: "Se lo fai (in Gambia), ti taglierò la gola. Se sei un uomo e vuoi sposare un altro uomo in questo paese e ti becchiamo, nessuno ti vedrà mai più. E nessun bianco può farci niente". Già nel febbraio del 2014 aveva tuonato contro i gay definendoli "parassiti" e promettendo di combatterli "nello stesso modo in cui si combattono i moscerini portatori di malaria, se non peggio".

In Kenya tira la stessa aria. "Non c'è spazio per l'omosessualità in questo Paese, ve lo posso assicurare", ha messo in chiaro Ruto all'indomani dell'arrivo in Kenya del segretario di Stato americano, John Kerry, in visita per discutere di sicurezza e terrorismo ma anche di promozione dei diritti umani. Il vice presidente del Kenya, sotto processo davanti al Tribunale penale internazionale all'Aja per crimini contro l'umanità, è stato attaccato dal noto scrittore omosessuale Binyavanga Wainaina, che su Twitter ha messo in guardia da quello che si sta dimostrando "l'uomo più pericoloso in Africa".

Le politiche anti gay sono popolari in diversi Paesi africani. Sono 36 quelli che vietano per legge l'omosessualità e in quattro si rischia la pena capitale. In Uganda il Parlamento ha tentato di introdurre la condanna a morte per i gay, la normativa è stata bloccata ma i deputati del partito di maggioranza sono decisi a farla passare.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 14/05/2015 - 09:03

Mi viene in mente un ridente paese africano, in cui mandare Nichi, Platinotto e Luxurio a far vacanza etnica... Che ne dite?

gigi0000

Gio, 14/05/2015 - 10:45

Io ci manderei tutti coloro che ostentano la loro condizione, facendosene vanto, nonché coloro che li sostengono, discriminando, di fatto, i normali.

java

Gio, 14/05/2015 - 11:20

ogni governante ha il diritto di fare cio' che e' meglio per il suo paese, chi siamo noi per giudicare?

maricap

Gio, 14/05/2015 - 11:30

Nichi vai, ti stanno aspettando a braccia aperte. Porta con te anche tutti quelli dell'Arci gay, comunisti con non solo il cervello compromesso. Ahahahah.

BlackMen

Gio, 14/05/2015 - 11:35

java: gigi0000 stia tranquillo, non verrà mai discriminato...da quello che scrive direi che lei è tutt'altro che "normale"

BlackMen

Gio, 14/05/2015 - 11:37

java: sono senza parole...vermente...avrei voluto risponderle ma realmente non saprei da dove cominciare. Che schifo!

kayak65

Gio, 14/05/2015 - 12:38

propongo di organizzare un gay pride da quelle parti, oppure in qualche paese arabo. se qualcuno ha il coraggio di manifestare e' giusto che lo faccia non solo a casa sua, sconfinando nel ridicolo e nelle pagliacciate ma sia coerente come I cristiani perseguitati rimettendoci la vita pur di difendere quello in cui credono.

antidoto

Gio, 14/05/2015 - 12:44

Gentila Sig.ra Boldrini, è questa "l'avanguardia" dalla quale fuggono i migranti e che noi italiani cattivoni dovremmo prendere come modello???

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Gio, 14/05/2015 - 13:16

@antidoto ... forse non te ne sei accorto, ma dai commenti i tuoi compagni bananas sembrano apprezzare le minacce di Ruto e Jammeh. E' per questo che si accaniscono tanto contro gli integralisti islamici: è perchè si assomigliano.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 14/05/2015 - 14:14

ora i sinistri dovrebbero spiegarci da che parte stanno: dalla parte degli islamici africani che tagliano la gola ai gay o a favore del matrimonio e della adozione, da parte degli stessi gay. Qualcosa mi dice che non lo sanno neanche loro, i sinistri, da che parte stanno. Magari fosse cosi' ma invece la tragedia e' che i sinistri stanno da tutte e due le parti.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Gio, 14/05/2015 - 14:32

@atlantide23 ... qualcosa mi dice che sei un po' confuso. 23 è la data di nascita?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/05/2015 - 15:11

@atlantide23:......è la posizione classica degli ipocriti!!!

cornacchia46

Gio, 14/05/2015 - 16:46

@ gigi0000 Ogni persona deve essere libera di vivere, pubblicamente e privatamente, la propria identità e le proprie relazioni affettive e sessuali, a condizione di reciprocità. L'ostentazione avviene proprio quando una categoria pretende più visibilità di un'altra e non mi pare che siano i gay a volerla. Non vedo perché la libertà di tutti costituisca una discriminazione verso i "normali", anzi è l'impiego di questo termini, nella misura in cui manifesta un disprezzo verso la diversità, ad essere discriminante.

opinione-critica

Gio, 14/05/2015 - 19:43

Non per niente la crescita demografica è superiore a zero...

killkoms

Gio, 14/05/2015 - 21:55

i diversamente bianche che piacciono tanto alla sinistra..!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 15/05/2015 - 12:35

I gay vanno tollerati, ma non onorati. Non vanno assecondati né incoraggiati con una cerimonia matrimoniale. Anche perché un gay può sempre cambiare idea... Sì, l'invertito convertito.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 15/05/2015 - 14:02

Dunque questo sarebbe il grado di democrazia in Gambia. E tuttavia, in altri forum di questo stesso giornale, i bananas invocano il respingimento dei cittadini di quel paese perché...non ci sarebbe una guerra. Più scemi di così!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 15/05/2015 - 14:03

Robe ma perché le persone vanno tollerate o onorate sulla base del loro orientamento sessuale? Che fa tu accendi le candele davanti a una gigantografia di Rocco Siffredi?

krane87

Ven, 15/05/2015 - 19:18

Ma perchè al posto di parlare di deportazione non vi ci trasferite in massa voi visto che vi sembra un scelta giusta. Non vi lamentereste più delle pretese di diritti degli omosessualie neanche di immigrati che vi rubano il lavoro. Portate anche dei crocifissi da appendere nelle scuole, come dice Kayak65 se si ha il coraggio di manifestare non lo si deve fare solo a casa propria.