Attacchi Isis nel centro di Giacarta. Almeno sette le vittime, molti i feriti

Commando armato in azione nella capitale indonesiana. Kamikaze si sono fatti saltare dentro uno Starbucks

Sono almeno sei le vittime, forse sette, venti i feriti, in un attacco terroristico messo a segno questa mattina a Giacarta, capitale dell'Indonesia, dove un commando di terroristi è entrato in azione intorno alle 11 ora locale in una zona centrale che ospita molti uffici e hotel, nonché ambasciate estere, e a poca distanza dal palazzo presidenziale.

Diverse esplosioni sono state avvertiti al centro commerciale Sarinah, dove due kamikaze sono riusciti a entrare in una filiale locale della catena di caffetterie Starbucks, per poi farsi esplodere all'interno. "Le vetrine sono distrutte - ha raccontato un fotografo dell'agenzia stampa Reuters - Vedo tre persone morte per strada".

Nello stesso edificio si è accesa una sparatoria. Secondo il portavoce della polizia, Iqbal Kabid, tre uomini si erano asseragliati all'interno di un cinema e sono rimasti uccisi. Sarebbero sette gli uomini entrati in azione in una serie di attacchi.

Centinaia gli agenti dispiegati nelle strade, mentre il presidente Joko Widodo invitava a "mantenere la calma" di fronte agli attentati terroristici. Verso le nove italiane (le quindici a Giacarta) la polizia ha annunciato che l'attacco si è concluso. "Tutti gli assalitori sono stati neutralizzati", ha riferito la polizia, aggiungendo che si sarebbero ispirati ai fatti di Parigi.

Secondo il portavoce della polizia nazionale, generale di brigata Anton Charliyan, tra le vittime ci sono due civili e cinque attentatori. Il governo indonesiano ha confermato la morte di un cittadino olandese che lavora alle Nazioni Unite, notizia già diffusa da Al Jazeera. Secondo l'Aja, tuttavia, sarebbero solo ferito gravemente. Morto anche un cittadino canadese. I numeri sono ancora provvisori, ma quattro degli assalitori sarebbero stati arrestati.

I precedenti

Nei mesi scorsi l'Isis aveva promesso di mettere l'Indonesia "sotto i riflettori" e la polizia, già prima di avere in mano una rivendicazione ufficiale, propendeva per attribuire la responsabilità a un gruppo vicino ai jihadisti, nonostante nei giorni scorsi anche il numero uno di al-Qaida, Ayman al-Zawahiri, aveva chiesto agli islamisti di prendere di mira gli interessi occidentali nel sud-est asiatico.

La rivendicazione è poi arrivata, in un comunicato pubblicato dall'Amaq, "agenzia stampa" legata al sedicente Stato islamico e poi in un comunicato ufficiale. Molti foreign fighters sono partiti dal Paese asiatico per andare a combattere in Siria o in Iraq e secondo la polizia Bahrun Naim, che combatte in Siria, sarebbe la mente dell'attacco.

In passato, nel 2002, due nightclub a Bali erano stati presi di mira dal gruppo Jemaah Islamiyah. Più di duecento persone erano morte. Negli ultimi anni la polizia, grazie ad arresti e operazioni di successo, ha inferto duri colpi all'organizzazione, che oggi è considerata da molti ormai poco rilevante.

Nel 2009, ancora a Giacarta, erano finiti sotto attacco due hotel: il Ritz Carlton e il JW Marriott.

Una città già in allarme

Lo scorso mese l'Indonesia aveva avvertito di minacce credibili di attacchi nel Paese. Il governo aveva dispiegato 150.000 uomini a guardia di chiese, aeroporti e luoghi pubblici particolarmente sensibili del Paese, a maggioranza musulmana. La polizia aveva parlato di un piano per uccidere funzionari del governo e arrestato sospetti islamisti.

Annunci
Commenti
Ritratto di Idiris

Idiris

Gio, 14/01/2016 - 09:18

Matti, crudeli e disumani.

Ritratto di Idiris

Idiris

Gio, 14/01/2016 - 09:21

Vigliacchi che prendono di mira solo la gente inerme.

Ritratto di Idiris

Idiris

Gio, 14/01/2016 - 09:23

Uomini senza cuore e senza credo, terroristi terroristi terroristi.

Ritratto di Idiris

Idiris

Gio, 14/01/2016 - 09:25

Guerra vogliono e guerra avranno. Non devono avere pace da nessuna parte al mondo.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 14/01/2016 - 10:02

Non dimenticherò mai quanto il futurologo rispose alla domanda postagli da Mike Bongiorno su cosa sarebbe accaduto nel futuro. Egli rispose che la follìa si sarebbe impossessata delle azioni umane. Questo, trentasette anni fa. Mi pare ci abbia azzeccato. Che ci siano tanti individui pronti ad immolarsi, ormai, kamikaze giapponesi a parte, siamo nell'ordine di migliaia. E' un fenomeno antropologico anacronistico dati i tempi di civiltà raggiunti, paragonati a quelli oscuri del passato dalla seconda guerra mondiale in su. -riproduzione riservata- 10,02 - 14.1.2016

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/01/2016 - 10:23

#Idiris Nobili affermazioni. Ma non stiamo forse parlando dei tuoi fratelli in Allah?

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/01/2016 - 10:25

Non arrivo a capire. La grandissima parte della popolazione indonesiana è di religione musulmana! Quasi il 90% di 240 milioni di abitanti, sparsi in un numero enorme di isole!

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Gio, 14/01/2016 - 10:32

C'é solo una cura per i terroristi islamici... posso scriverlo senza essere denunciato?

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 14/01/2016 - 10:44

Questo tipo di terrorismo è difficile, non impossibile, da combattere. Gente che si vota al suicidio non può essere impaurita con detenzioni o pene capitali. Però potrebbero essere "avvertita" con altri mezzi, ad esempio che il loro corpo sarebbe inumato avvolto in una pelle di maiale, altri dello stesso tipo da essere escogitati. Mi rendo conto che così facendo si scende al loro stesso livello ma "à la guerre comme à la guerre". Del resto non sarebbe un'iniziative, solo una difesa nel tentativo di scoraggiare i prospettivi assassini.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/01/2016 - 11:03

Islam. Un nome, una garanzia. Di casino perpetuo.

idleproc

Gio, 14/01/2016 - 11:07

02121940. Credo sia la prima volta nella storia contemporanea. Mai di più valse il detto: "chi semina vento raccoglie tempesta". Facendo la tara delle "false flag" e degli inneschi per scopi geopolitici folli, hanno effettivamente perso il controllo e scatenato un processo anche identitario in popolazioni sostanzialmente pacifiche che sono diventate poi il retroterra di rifonimento del "terrorismo". Chi lo ha fatto è semplicemente un idiota anche da un npunto di vista strettamente tecnico militare. Ci vorranno dececenni, se va bene per stemperare odi e volontà di vendetta che nell'uomo è un sentimento dellla stessa profondità dell'amore e dell'empatia sociale. Non è un caso che tutti siamo in grado di odiare, anche l'odio, come l'amore per il prossimo è un "regolatore". Non sarà facile venirne fuori.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 14/01/2016 - 11:15

x 02121940--sarà forse perchè i musulmani non sono tutti uguali come ci vogliono far credere questi occidentali idioti?

bruno.amoroso

Gio, 14/01/2016 - 11:20

Ventoverde: prima però ci spieghi come riconoscerli al volo. O facciamo pesca a strascico?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/01/2016 - 11:40

#bobirons Sento già gli stracciamenti di vesti dei soliti benpensanti.

ziobeppe1951

Gio, 14/01/2016 - 11:46

A Giacarta vige la pena di morte

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 14/01/2016 - 11:54

@ elkid - A parte che di idioti ce ne sono ad occidente così come ad oriente, nord e sud, é vero non tutti i musulmani sono uguali. Infatti, e proprio per questo, anche fra loro si scannano allegramente, fra sciiti, sunniti, drusi ed altre sette. Ma la piccola minoranza fanaticamente estremista deve essere silenziata, non per il bene mio o suo o dell'occidente ma per il bene comune. Questi pazzi, motivati da un ambiente culturale che ammette poche, pochissime eccezioni, se non vengono ridotti dall'interno lo devono essere dall'esterno. Punto !

Ritratto di IRON

IRON

Gio, 14/01/2016 - 11:56

L'eterno riposo dona ai nostri simili massacrati o Signore e splenda per loro la luce perpetua, riposino in pace amen. Continuano i grandi "frutti spirituali" con i dialogati di turno.

il_viaggiatore

Gio, 14/01/2016 - 11:58

Naturalmente è colpa delle crociate, dello sfruttamento, ecc. ecc. e bla bla. Ops, ma era Indonesia? Sono tutti musulmani? Accidenti... vabbè comunque è colpa dell'Occidente, delle crociate, ecc. Vedrete che qualcuno che lo dirà spunterà fuori. Non sia mai che sia colpa di tutte le sure in cui c'è scritto di fare guerra santa...

roseg

Gio, 14/01/2016 - 12:00

Non sono in itaglia li hanno catturati e mo so caxxi loro.

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Gio, 14/01/2016 - 12:10

@bruno.amoroso: nessuna pesca a strascico. Si fanno le dovute indagini e se risulti essere un terrorista finisci in camera a gas dopo breve processo e senza ricorsi in appello.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 14/01/2016 - 12:31

Parte uno e tutti dietro, come con lo sbadiglio. Ma il terrorismo è davvero così contagioso? Siamo sicuri che non ci sia dietro il solito untore occidentale?

Ritratto di Torneremo

Torneremo

Gio, 14/01/2016 - 15:40

Finchè si ammazzano fra di loro mi stà bene. Se entrano a casa mia starà male a loro.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 14/01/2016 - 17:46

Ma i kamikazzi, credono veramente di trovare nell' aldilà (ammesso che esista, io da ateo non ci credo)72 femmine con le gambe aperte?