Siria, al via i raid sulla regione di Idlib

Aerei da guerra russi hanno colpito la provincia siriana di Idlib per la prima volta da tre settimane. Il presidente Trump aveva lanciato un appello (rimasto inascoltato) a Damasco, Mosca e Teheran: "Evitate una nuova strage"

L'appello di Trump non è servito a frenare le armi in Siria. Dopo tre settimane di pausa sono partiti i bombardamenti nella regione di Idlib, per il momento nell’area di Jisr ash Shughur, a ovest del capoluogo. A riferirlo sono i media siriani e fonti locali. Attacchi meno intensi anche tra Hama e Idlib.

L'attacco può preludere all'offensiva dell'esercito siriano contro l'ultima roccaforte dei ribelli nel Paese. I russi hanno attaccato areee controllate dai jihadisti del Fronte di Hayat Tahrir al-Sham, tra cui la città di Jisr al-Shughur. Nel mirino ci sono anche zone controllate da gruppi ribelli sostenuti dalla Turchia, nella città di Ariha, secondo quanto riferito dall'Oservatorio siriano per i diritti umani.

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato che "l’esercito siriano si sta preparando a risolvere il problema del terrorismo nella provincia di Idlib", sottolineando come "la situazione a Idlib continua a restare oggetto di preoccupazione particolare per Mosca, Damasco, Ankara e Teheran".

Venerdì nella capitale iraniana è in programma un vertice tra i presidenti di Iran, Russia e Turchia sulla crisi siriana. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, oggi ha lanciato un avvertimento con un tweet: "Il presidente siriano Bashar al-Assad non deve attaccare sconsideratamente la provincia di Idlib. I russi e gli iraniani farebbero un grave errore umanitario partecipando a questa potenziale tragedia umana".

L’Iran fa sapere che cercherà di liberare dai terroristi la provincia siriana di Idlib, con il minimo di perdite in termini di vite umane. Lo ha detto, parlando alla tv di Stato, il ministro degli Esteri di Teheran, Mohammad Javad Zarif: "La situazione a Idlib è delicata: i nostri sforzi sono diretti a portare a termine l’uscita dei terroristi da Idlib con il minimo di costi umani".

Commenti

Gianni11

Mar, 04/09/2018 - 14:08

Bravo Putin! Farla finita con i terroristi tagliagole mercenari degli USA e Israele.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 04/09/2018 - 16:34

Fatele pure le sanzioni... tanto tutto il mondo che conta sta abbandonando il dollaro . Solo i dementi neuropei continuano ad obbedire all'occupante in declino. Del resto solo i dementi possono pensare di farsi invadere da masse africane e rimanere paesi stabili.

Divoll

Mar, 04/09/2018 - 18:39

Proprio gli americani si preoccupano di "nuove stragi"?! Loro che sono maestri in questo settore, sia in casa che in giro per il mondo? Proprio loro che hanno creato il caos siriano? Ipocriti al cubo.

Divoll

Mar, 04/09/2018 - 18:41

Ma come? Ancora con questo fasullo "osservatorio siriano" che oggi anche i bambini e il gatto di casa sanno essere 1 sola persona sita in un negozietto di abbigliamento a Londra e facente capo ai nemici della Siria e del suo popolo?

cir

Mar, 04/09/2018 - 18:42

bisogna cancellare israele dalla faccia della terra . sta scritto nella bibbia.

cgf

Mar, 04/09/2018 - 18:52

Donald Trump pensi a quanti morti civili sono morti coi suoi predecessori, non solo alle forze americane in campo nella provincia SIRIANA di Idlib, perché ve ne sono, e non poche

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 04/09/2018 - 19:01

Vince la scommessa chi ci dice quando , ci informeranno dell'avvenuto sgancio di bombe chimiche sulla popolazione "inerme" e soprattutto bambini truccati da missili…...Che schifo", dove si suol dire, che il più pulito dei contendenti, ha la rogna

roberto67

Mar, 04/09/2018 - 19:25

Bene, era ora. Spero che non facciano prigionieri: il posto dei terroristi è solo uno, sotto terra.