La Slovenia chiude le frontiere: passano solo i migranti in regola

Effetto domino dopo l’annuncio di Lubiana. Anche la Serbia annuncia il blocco. E la Croazia non starà a guardare

La rotta seguita dagli immigrati lungo i Balcani diventa ancora più difficile. Da mezzanotte la Slovenia non consentirà più il passaggio ai profughi. "In futuro i migranti potranno raggiungere la Slovenia soltanto se vogliono richiedere asilo nel Paese - ha affermato il governo sloveno - sono possibili eccezioni, ma solo in casi singoli per motivi umanitari". Il governo serbo ha confermato che adotterà le stesse restrizioni della Slovenia, accettando dalla mezzanotte solo immigrati con passaporti e visti validi per l'area Schengen.

All'indomani del vertice Ue-Turchia sull'emergenza immigrazione, la Slovenia applica un nuovo regine d'ingresso con cui chiude la rotta balcanica. "Il vertice ha lanciato un chiaro messaggio a tutti i trafficanti di profughi e ai migranti illegali, e ora sanno che non c'è più la rotta balcanica", ha detto il primo ministro sloveno Miro Cerar che era tra i leader europei favorevoli ad adottare nella dichiarazione finale del summit la frase "la rotta balcanica è ora chiusa" e non quella un po' meno drastica, poi approvata. "È vero che la frase è stata leggermente riformulata, ma il senso è lo stesso", ha osservato Cerar decidendo di applicare la normativa europea accogliendo fino a un massimo di 50 rifugiati al mese che si ritiene abbiano diritto d'asilo perché provenienti da zone di guerra. La Slovenia riceverà, quindi, 567 rifugiati all'anno "a condizione che si tratti di un'azione congiunta dell'Unione europea e che la rotta balcanica sia chiusa". Una decisione che scatena un effetto a cateno su tutti i Paesi dell'intera area. "La Serbia - tuona Belgrado - non può permettersi di convertirsi in un 'campo collettivo' per i rifugiati". E, pur promettendo di concordare tutte le misure con l'Unione europea, si prepara ad alzare un nuovo muro per cercare di fermare un'invasione ormai inarrestabile.

Commenti
Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 08/03/2016 - 21:25

Sono DACCORDO con la decisione SLOVENA!!

Ritratto di do-ut-des

Anonimo (non verificato)

Una-mattina-mi-...

Mar, 08/03/2016 - 21:40

SE PASSANO I MIGRANTI IN REGOLA IL PROBLEMA E' RISOLTO. Sarannno qualche decina all'anno.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 08/03/2016 - 21:41

DO NOT WORRY BE HAPPY, tutti gli altri li RACCOGLIEREMO noi Italiani cornuti e mazziati!!! Se vedum.

Algenor

Mar, 08/03/2016 - 23:25

Se gli est europei la bloccano non é un invasione inarrestabile, considerando anche che nessun paese ha ancora reagito all'invasione nel modo in cui tradizionalmente gli stati reagiscono alle invasioni.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/03/2016 - 00:04

Si allarga sempre più l'area del dissenso alla scellerata politica dell'accoglienza. NON TUTTI GLI STATI SONO DISPOSTI A SUBIRE L'INSENSATO BUONISMO DEL SINISTRUME DILAGANTE IN EUROPA. Per fortuna il buon senso è ancora una realtà che nessun sinistroide riuscirà a cancellare.

seccatissimo

Mer, 09/03/2016 - 00:40

L'espressione "un'invasione ormai inarrestabile" è un falso, una grande sciocchezza ! E' solo una questione di avere le palle o no, di senso di responsabilità verso i propri concittadini che molti governi dell'UE stano tradendo e quindi il volere o non volere seriamente far entrare degli stranieri anche se feccia e molto numerosi, nel proprio paese ! Tutto il resto è solo quaquaraquà dei soliti falsi buonisti pirla e dei sinistrati sinistr0nzi speculatori !

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mer, 09/03/2016 - 07:19

Speriamo che altrettanto faccia l'Austria così dal nostro confine est non arriveranno più; basterà, a questo punto evitare di andare a prenderli sulle coste libiche....

subottini

Mer, 09/03/2016 - 09:01

Non è vero che l'invasione è inarrestabile. E', invece, arrestabilissima, lo dimostra l'Ungheria. Partono a frotte perchè spinti dai trafficanti che gli fanno credere che si può passare. Ma se tutti si chiudono, visto che comunque partono dalla Turchia, dove, è bene ricordarlo, la guerra NON C'E', ecco che il flusso rallenterà, e, se guardate una mappa, passare da Bulgaria, Romania, eccetera, è impresa ardua, non certo per numeri come quelli che si sono visti finora. La via dall'Albania? Non ci credo. Non ci sono e non ci possono essere natanti a sufficienza, anche arrivati in Italia non è che la musica cambi poi tanto, In austria non ci vanno.

Fjr

Mer, 09/03/2016 - 09:12

Questo è parlare chiaro, loro lo hanno capito e hanno agito, noi invece come le stelle stiamo a guardare

Lapecheronza

Mer, 09/03/2016 - 09:57

Basta estorsioni, basta ricatti, basta con questa pantomima che dura anni. Se qualcuno vuole entrare con forza a casa mia e io non lo consento le autorità che fanno ? Stanno a guardare ? Allora qualcuno veda di chiarire alle autorità cosa implica non rispettare le Leggi.