Software check-in in tilt: caos in diversi aeroporti

Disagi in numeroi aeroporti di mezzo mondo, da Washington a Parigi, da Londra a Singapore. In tilt il software per il check-in utilizzato da 125 compagnie aeree, sia negli aeroporti che online

Decine di aeroporti di tutto il mondo sono finiti nel caos, questa mattina, per un problema nel software che gestisce il check-in. Il sistema Amadeus Altea è andato il tilt, creando grandi disagi tra i viaggiatori e code impressionanti negli scali aerei, tenuto conto che il software gestisce i sistemi di registrazione e imbarco di 125 compagnie aeree.

Lunghissime code ai banchi di accettazione in diversi aeroporti, tra cui Gatwick a Londra, Charles de Gaulle a Parigi, Francoforte, Washington Dc, Baltimora, Melbourne, Seul, Tokyo, Singapore, Johannesburg e Zurigo. L’azienda che gestisce il sistema ha fatto sapere che si è trattato di un problema alla rete, in via di graduale soluzione. Gli scali di Parigi, Zurigo e Francoforte hanno comunicato di aver già superato il problema.

Problemi di questo genere non sono nuovi. Nei mesi di maggio e settembre 2016 British airways aveva avuto alcuni problemi con i sistemi informatici. Nulla in confronto a quello che si è verificato quest'anno, a maggio, con la compagnia aerea costretta ad alzare bandiera bianca, per diverse ore, a causa di un blackout globale.