La sorellastra di Anna Frank: "Trump è come Hitler"

Donald Trump "si comporta come un altro Hitler incitando al razzismo". Il paragone è della sorellastra di Anna Frank, Eva Schloss, in un articolo pubblicato su Newsweek nel Giorno della Memoria

Nuova polemica intorno a Donald Trump, l'eccentrico candidato repubblicano da mesi in testa a tutti i sondaggi fra gli elettori del Gop. Stavolta a scatenare il polverone è un duro attacco che il candidato ha subito: Trump "si comporta come un altro Hitler incitando al razzismo". Il paragone è stato fatto dalla sorellastra di Anna Frank, Eva Schloss, in un articolo pubblicato su Newsweek nel Giorno della Memoria dell’Olocausto.

La Schloss ha 86 anni, è sopravvissuta ad Auschwitz e vive a Londra. Da bambina era amica di Anna, quando la famiglia Frank si trasferì ad Amsterdam dalla Germania e dopo la fine della guerra sua madre Fritzi sposò il padre di Anna, Otto. "Se Trump diventasse il prossimo presidente degli Stati Uniti - ammonisce la Schloss - sarebbe un totale disastro".

Poi l'anziana donna, co-fondatrice del "Anne Frank Trust Uk", critica la risposta dei governi europei e di quello americano alla crisi dei rifugiati siriani che stanno passando, sottolinea, "quello che abbiamo subito noi" nell'Europa controllata dai nazisti. "Ricordo la rabbia del mondo quando nel 1961 venne eretto il muro di Berlino - osserva la donna - e ora tutti stanno costruendo muri per tenere fuori la gente. È assurdo".

Non è la prima volta che Trump viene paragonato a Hitler. Molti lo hanno definito razzista, tra questi anche il suo rivale repubblicano Jeb Bush. Lo scorso dicembre un giornale britannico ha presentato ai lettori alcune frasi chiedendo loro di indovinare: "Chi lo ha detto: Donald Trump o Adolf Hitler?". Non è detto che questi continui attacchi danneggino Trump. Anzi, sino ad ora la demonizzazione nei suoi confronti l'ha rafforzato. Ma la corsa (vera) delle primarie non è ancora iniziata. Ne vedremo sicuramente delle belle.

Intanto prosegue la "guerra fredda" tra Trump e l'emittente conservatrice Fox (di Rupert Murdoch). In forte polemica con la giornalista Megyn Kelly, Trump ha deciso di boicottare il prossimo dibattito organizzato da Fox. Tutto è cominciato in agosto, quando Kelly, moderatrice del primo dibattito tra i contendenti repubblicani, lo aveva preso di mira accusandolo di maschilismo. Lui aveva risposto per le rime. Ne era nato un battibecco durato settimane. Ora, però, Trump ha deciso di chiamarsi fuori ed evitare un nuovo scontro (imboscata). Trump ha annunciato che terrà un evento parallelo al dibattito tv tra i contendenti del Grand Old Party.

Anche l'amministrazione Obama l'ha duramente criticato per questa scelta: "Negli ultimi mesi - ha detto il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest - abbiamo visto Donald Trump cacciare ripetutamente giornalisti dalla stanza per aver posto domande difficili. Sembra che adesso stia elevando quell’approccio a un altro livello, evitando del tutto di rispondere a quelle domande". E ancora: "Il presidente Obama non si è mai tirato indietro da un dibattito due giorni prima. Alla fine - ha concluso il portavoce - saranno gli elettori repubblicani a decidere se Trump ha il temperamento adatto per essere commander in chief". Al di là dell'attacco (ovviamente politico) Earnest ha detto una sacrosanta verità: saranno gli elettori, alla fine, a decidere se portare avanti o meno Trump.

Annunci

Commenti
Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Gio, 28/01/2016 - 10:03

Perche continuate a "dare voce" a persone insignificanti come la Schloss? Sta criticando una cosa che non è stato detto!! Una inutile idiota che vuloe solo mettersi in mostra!

Aleramo

Gio, 28/01/2016 - 10:03

Ma chi è questa per insultare un candidato presidenziale?

beowulfagate

Gio, 28/01/2016 - 10:28

Preciso subito che a me Trump non piace,ma forse la signora non capisce molto bene la realtà odierna e questo la porta a fare paragoni assurdi.Assurdi e anche molto incarogniti,spero a causa dell'età avanzata.Se così non fosse,qualche dietrologo nostalgico potrebbe pensare all'ebrea che cerca di manipolare un risultato elettorale per chissà quali scopi.

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 28/01/2016 - 10:34

Ti pareva! Una volta erano Gheddafi, Saddam, Mubarak, lo zio della famosa nipote, Chavez e compagnia cantando ad essere le reincarnazioni dell'uomo del male, oggi si cambia obbiettivo e il male assoluto diventa un repubblicano, il Farinacci a stelle e strisce, Trump. Non sarà perché, pur essendo repubblicano, è profondamente nazionalista e appartiene a quella schiera nemica dei neocon, teocon, co co con? E' proprio vero allora, abbiamo forse bisogno di altre prove? Negli USA è in atto una guerra intestina, un regolamento di conti del quale noi non capiamo ancora la portata. ne vedremo delle belle prossimamente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 28/01/2016 - 10:48

Sig.ra Schloss,mi spiace,ma non può paragonare Trump a Hitler!!Conosciamo tutti la storia,e come sono andate le cose all'epoca,come vanno oggi,le motivazioni di allora,e quelle di oggi.Una "piccola" differenza:...all'epoca gli ebrei volevano "uscire",...questi voglio "entrare"....Il paragone non regge mia cara signora!!!

antonmessina

Gio, 28/01/2016 - 11:01

aahah pure le sorellastre compaiono :D chissa quanti soldi ci girano intorno ! e basta con sta anna franc!

vince50

Gio, 28/01/2016 - 11:25

Sia nella teoria che nella pratica non amo le vie di mezzo,però in questo caso direi che ci casca a pennello.Se chiaramente Hitler rappresenta per molti aspetti un'eccesso,l'esatto opposto e devastante accade in tempi odierni.Quindi direi niente eccessi,ma un po di sano e molto utile nazionalismo risolverebbe molte questioni.Il buonismo e la troppa tolleranza a prescindere saranno devastanti.Quando si apre la propria porta di casa l'ospite de essere gradito,e soprattutto come si dice deve stare con due piedi in una scarpa.Altrimenti fuori dalle balle con le buone o con le cattive.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 28/01/2016 - 12:26

Gli ebrei all'assalto... evidentemente questo Trump essendo ricco non ha bisogno dei loro soldi.

Libertà75

Gio, 28/01/2016 - 12:39

Provabilmente la signora Eva considera più pericoloso Trump che i mussulmani.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 28/01/2016 - 12:47

Eva Schloss, sta con i nuovi nazisti, cioè i partiti di sinistra.

Michele Calò

Gio, 28/01/2016 - 13:06

Un mio amico ebreo di Praga, che ha avuto "evaporati" ben 18 tra parenti ed amici stretti dalle amorevoli cure naziste e comuniste, mi ha detto che l'antisemitismo viene spesso alimentato dagli stessi ebrei, specialmente quelli che sono ancora convinti di essere di molto superiori agli altri e che si arrogano il diritto di condannare chiunque non la pensi come loro. Come i comunisti ed i nazisti. Appunto. Regards

marco.olt

Gio, 28/01/2016 - 13:32

Cara schloss, dovrebbe usare il cervello e non la pancia prima di dare fiato, in questo caso il parere suo equivale ad una scoreggia di asino, dovrebbe distinguere i contesti e le epoche. Secondo lei dovremmo permettere a perfetti estranei, a miliardi di persone di entrare liberamente in casa nostra, mantenuti da chi? a fare che cosa? Forse non è a conoscenza della crisi economica e della mancanza dei posti di lavoro per i nostri cittadini, e non parliamo dei dissesti sociali/culturali che andiamo a creare. Lei vorrebbe un grande giardino zoologico ma c'è chi vuole legalità, benessere e ordine.

Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 28/01/2016 - 14:16

Similmente proporrei un test per i lettori del Giornale, della serie: "Chi lo ha detto, Matteo Salvini o Heinrich Himmler (quello della "soluzione finale)?"

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 28/01/2016 - 14:17

Se lo dice la sorella di Anna Frank ... è come se Maradona commentasse una parata di Buffon!!

tRHC

Gio, 28/01/2016 - 14:30

Incredibile come certi americani tolgono dal cilinro certi conigli proprio alla vigilia delle votazioni e... quando sentono che l'acqua li sta' affogando.... Questa Eva Schloss,e' stata cercata col lanternino.... classica mossa degli scacalli opportunisti!!!

ESILIATO

Gio, 28/01/2016 - 15:06

Newsweek e' letto da "tre gatti" come del resto anche Time. A forza di raccontare "balle" come certi "giornalai" italiani hanno perso la credibilita.