"Stanno arrivando in città". Campagna anti-migranti in Francia

Il sindaco di Bèziers a muso duro: "Il governo li sposta senza averci consultato"

Vorrebbe un referendum Robert Ménard, politico francese eletto sindaco a Béziers e tra i fondatori di Reporter senza frontiere. Una consultazione locale per chiedere ai cittadini se vogliano stare alla decisione presa dal governo, che vorrebbe spostare migliaia di migranti dalla costa settentrionale ad altre località, tra le quali c'è anche la cittadina di 70 mila abitanti di cui è primo cittadino.

"Stanno arrivando, questo è quanto", si legge sui manifesti che Ménard, alleato politico del Front National di Marine Le Pen, ha fatto realizzare per contrastare la decisione di Parigi. "I migranti nel nostro centro città!", avverte uno slogan a caratteri cubitali su fondo nero, appena sotto a un'immagine di uomini di origini africane e arabe.

Manifesti, quelli anti-migranti del sindaco di Béziers, che sono stati pesantemente criticati dalle associazioni che lavorano con i migranti, da Emmaus a SOS Razzismo, che ha chiesto un intervento del governatore della regione contro la decisione del sindaco.

"Farò di tutto per assicurarmi che questi migranti non si fermino qui", ha detto alla radio Ménard, che sostiene di non essere stato avvertito della creazione di un centro di accoglienza sul territorio della cittadina e che chi ci abita avrebbe dovuto poter esprimere il suo parere.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 12/10/2016 - 16:17

fateli venire in Italia saranno accettati molto bene.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 12/10/2016 - 17:08

Questi sono quelli che stavano a CALAIS che ora i Francesi (secondo me sbagliando) stanno smistando su tutto il territorio nazionale, come stanno facendo, perche a copiare le stupidate si fa in fretta, i nostri STUPIDI S/governanti con quelli di Ventimiglia e Como. Stanno sbagliando perchè col tempo questi RITORNERANNO di nuovo al punto di partenza per RITENTARE, tanto LORO sono tutti giovani e di tempo ne hanno. Io li lascerei invece li dove stanno, fino ad ESAURIMENTO, ovvero si devono stancare da soli e chiedere il RIMPATRIO al LORO paese.AMEN.

perseveranza

Mer, 12/10/2016 - 17:46

Cosa dobbiamo dire noi cittadini italiani che stiamo vivendo sulla nostra pelle questa situazione. Questo governo di sinistra e di cattolici centristi stà imponendo a tutto il Paese la società multietnica e multiculturale che a loro piace tanto. Noi dobbiamo solo sopportarne le conseguenze. Se non é una violenza questa!

Una-mattina-mi-...

Mer, 12/10/2016 - 17:54

ANCHE in Francia cominciano a capire che il due nel quattro non ci sta

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Linucs

Mer, 12/10/2016 - 21:00

Nessuno vuole vedere tutti questi islandesi!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 12/10/2016 - 23:07

Mandateli tutti in Molise....mi sembra che li il governatore sta reclamando perchè ci sono pochi clandestini!

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 12/10/2016 - 23:09

Siamo obbligati a prenderli ? Ma dove è scritta sta cosa! Mandateli tutti indietro ...sono tutti clandestine che vogliono vivere a nostre spese!

edo1969

Gio, 13/10/2016 - 07:19

i miei collaboratori mi hanno detto che la colpa è del combinato disposto

linoalo1

Gio, 13/10/2016 - 08:27

L'E.U.,se vuole rinascere,deve fare,assolutamente,un passo Eclatane a favore di tutti i suoi Paesi!!!VIETARE L'INGESSO AGLI IMMIGRATI E RISPEDIRE A CASA LORO,SENZA ALCUNA DISTINZIONE,TUTTI GLI IMMIGRATI PRESENTI IN EUROPA!!!!Un'EUROPA LIBERA,ecco cosa vorrebbero tutti gli Europei!!!!Allora,cosa aspettiamo???Facciamo un REFERENDUM EUROPEO AL RIGUARDO,fregandocene di Germania e Francia!!!!