Lo Stato islamico abbatte un caccia libico su Bengasi

Il MiG-23 è stato abbattuto a Qaryunes durante una missione contro le posizioni dei mujaheddin del Consiglio dei Rivoluzionari della Shura di Bengasi. Mistero sulle sorti del pilota

Lo Stato islamico ha abbattuto un caccia del governo libico sopra la seconda città più grande del paese, Bengasi. La conferma arriva direttamente dal governo lealista della Libia orientale.

Il caccia intercettore MiG-23 è stato abbattuto durante un raid contro i fondamentalisti dell’Isis. L’aviazione libica precisa che è il terzo caccia perso in 40 giorni. Il MiG-23 non sarebbe stato abbattuto da un missile terra-aria spalleggiabile (significherebbe un’evoluzione delle capacità dello Stato islamico), ma dai cannoni antiaerei schierati in gran numero a difesa dello spazio aereo di Bengasi. Il MiG è stato abbattuto a Qaryunes, a nord-ovest della seconda città più grande della Libia, durante una missione contro le posizioni dei mujaheddin del Consiglio dei Rivoluzionari della Shura di Bengasi (BRSC). Le sorti del pilota sono incerte. Sarebbe riuscito a lanciarsi ed atterrare illeso, ma potrebbe essere stato catturato dai fondamentalisti. Lunedì scorso un altro MiG-23 si è schiantato nei pressi della città di Derna, durante un raid contro postazioni Isis. In quel frangente, il governo libico parlò di guasto tecnico. Lo Stato islamico controlla anche la città costiera di Sirte e nelle ultime settimane ha fatto progressi spingendosi verso Misurata.

L’Isis ha abbattuto almeno due F-16 ed un numero imprecisato di elicotteri in Siria ed Iraq, ma questo sarebbe il primo caccia abbattuto in Libia. F-16, elicotteri ed un MiG-23: piattaforme con diversa tangenza operativa, ma ugualmente abbattute. Sarebbe opportuno capire la reale potenza antiaerea dello Stato islamico. E’ possibile immaginare che sistemi d’arma come i MANPADS (sia della famiglia Strela che Stinger) trafugati prima dagli arsenali di Saddam e poi da quelli dell’esercito regolare lealista, siano giunti in Libia. Se i terroristi avessero tali capacità su larga scala, l’intera strategia aerea della Coalizione (che si basa su un contesto ostile ma permissivo) potrebbe essere rimessa in discussione. Come, infine, queste armi siano giunte in Libia e come Bengasi sia stata fortificata con postazioni antiaeree spostate sotto il naso dei velivoli spia Occidentali in volo 24 ore su 24 in Libia, questo è un altro discorso.

Annunci
Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 13/02/2016 - 10:15

Prepariamoci al consueto filmino horror sull'assassinio del pilota.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 13/02/2016 - 11:30

Ma come gli aerei spia occidentali non hanno avuto alcuna avvisaglia dell'implemento della contraerea jihadista? La cosa mi puzza come un merluzzo lasciato all'aperto per 10 giorni...

carpa1

Sab, 13/02/2016 - 11:49

Se fosse tutto vero siamo alle solite: si lascia aperto lo "stabiello", si attende che i buoi scappino e solo poi lo si chiude rincorrendoli per cercare di catturarli. La coalizione? Sì, di mentecatti cagasotto.

macchiapam

Sab, 13/02/2016 - 11:56

E mentre avvengono questi episodi altamente preoccupanti, da noi si discetta sulle unioni civili...

Ritratto di PAX_DIE

PAX_DIE

Sab, 13/02/2016 - 11:57

le mie piu' sentite condoglianze alla famiglia del pilota (se lo beccano),,,PERO' UNA COSA ...fatemi capire,,, Bengasi e' gia' ISIS?? e cosa si aspetta ad andare la a vaporizzarli come fanno i russi in syria?

little hawks

Sab, 13/02/2016 - 12:09

I mussulmani si aiutano reciprocamente contro gli infedeli, ecco come poche migliaia di combattenti possono sostenere l'ostilità di tanti paesi che si dicono, a parole, ostili al terrorismo. Ricordiamoci sempre che l'Isis è stato finanziato dall'Arabia Saudita, aiutato dalla Turchia per coprire lo sterminio dei curdi e le sue mire espansionistiche in siria, e supportato dagli Stati Uniti che hanno interessi congiunti con gli Stati del Golfo.

PietroSoave

Sab, 13/02/2016 - 12:12

Ma possibile che dobbiamo tutti stare a guardare mentre succedono tutte queste cose? Sono quattro gatti in libia. Bisogna distruggerli

Libero1

Sab, 13/02/2016 - 15:13

La cricca di idioti,tra questi in nostrano PiDiota gentiloni ci vogliono far credere che uccisi i tagliagola che operano in Siria e Iraq il problema e' risolto.Ma la realta' e' un'altra che non dicono.Che tutto il mondo e' infettato da questa peste inguaribile.

ccappai

Sab, 13/02/2016 - 15:19

Invece di fare analisi di cui non siete, evidentemente, in grado. Chiedetevi come sia possibile che un pilota ben addestrato su un Jet moderno possa essere abbattuto da un paio di cannoni. Credo sia abbastanza evidente che si tratta di una bufala oppure su quel JET ci stava un pilota alla prima lezione di volo...

Dordolio

Sab, 13/02/2016 - 16:32

Ccappai non perde l'occasione per mostrare la propria ignoranza. Solo nelle settimane scorse in rete si poteva vedere in azione un complesso 23 mm di produzione russa maneggiato da un islamista (che ci sapeva fare) mentre ingaggiava un jet. Trattasi poi di un sistema a 4 canne (ZSU) fatto APPOSTA per abbattere aerei a volo radente. Era impressionante vedere la velocità di rotazione dell'affusto e il grado di elevazione dell'arma. Il tutto semplicemente installato su un pick-up. Di armi del genere - di provenienza sovietica - gli islamisti ne hanno a bizzeffe saccheggiati nei depositi di armi. E sono micidiali anche nel tiro a terra.

sottovento

Sab, 13/02/2016 - 19:38

Hanno detto che la Libia sarà il nuovo Vietnam e forse hanno ragione ma quali alternative? Non possiamo permetterci di avere una nuova Somalia alle porte dell'Italia. Oltretutto se non si interviene in Libia l'Is si allargherà ad altri paesi e sarà la fine. Se c'è una malattia non si aspetta che dilaghi, si interviene subito. Putin dove sei?!

Ritratto di PAX_DIE

PAX_DIE

Sab, 13/02/2016 - 19:48

GENTILE MACCHIAPAN , condivido , si parla di gay unioni civili ecc ma a me di queste cose non me ne puo' FO###RE MENO DI NULLA sono semplici DIVERSIVI PER DISTOGLIERE DAI GRAVI PROBLEMI COME QUESTI E banche ,,, lavoro... l'elenco e' lungo e loro i sinistroidi lo sanno

FRANCO1

Sab, 13/02/2016 - 20:31

E' ovvio che gliel'hanno lasciato fare, altrimenti sarebbe già finita da un pezzo!!

Massimo Bocci

Dom, 14/02/2016 - 08:24

ISSIS??? O CIA, yes we can!!