La Russia insiste: "Coalizione contro l'Isis. Pure i turchi sono i benvenuti"

L'asse tra il Cremlino e Ankara traballa, ma sul fronte della lotta al terrorismo le porte restano aperte

Nonostante le forti polemiche sull'asse Russia-Turchia, dopo l'abbattimento del jet Su-24 e l'uccisione dei piloti, il Cremlino sarebbe disposto a unirsi con anche con i turchi per fronteggiare lo Stato Islamico.

La notizia è riportata dai media francesi. L'ambasciatore russo in Francia ha dichiarato alla radio francese Europe 1: "La russia è pronta a costituire uno stato maggiore congiunto". Ciò significa creare un'allenza con Francia e Stati Uniti che comprenda anche la Turchia, se lo volesse. Un'unione che avrebbe come obiettivo la distruzione del'Isis.

Il diplomatico Alexandre Orlov ha specificato: "Siamo pronti a pianificare insieme i bombardamenti sulle posizioni del Daesh (l'acronimo in arabo con cui viene indicato l'Isis) e a costituire per questo uno stato maggiore congiunto con la Francia, l'America, con tutti i Paesi che vogliono entrare in questa coalizione"

"I turchi - ha aggiunto Orlov -, se vogliono sono i benvenuti". Un'apertura inaspettata verso il governo, che fa comprendere quanto Mosca voglia impegnarsi per eliminare la minaccia del terrorismo, che prima ha fatto precipitare l'aereo di linea A321 nel Sinai e poi ha colpito ancora più duramente a Parigi.

Commenti
Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 25/11/2015 - 10:41

L'orso Russo non è sprovveduto e ingenuo al momento gli conviene l'armistizio, ma "giustamente" aspetterà il momento opportuno e gliela farà pagare cara.

buri

Mer, 25/11/2015 - 10:56

Putin sembra essere l'unico ad aver un atteggiamento costruttivo mentre europa e america si presentano in ordine sparso con posizioni che vanno dalla guerra aperta della Francia al chiamarsi fuori dell'Italia, in fin dei conti l'unico alleato effettivo della Francia è la Russia

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Mer, 25/11/2015 - 11:07

e O'banana che dice?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 25/11/2015 - 11:27

@Gigliese I russi non faranno pagare niente a nessuno, sono i torto e lo sanno benissimo. Sono ripetutamente entrati nello spazio aereo della Turchia nonostante fossero stati avvisati delle conseguenze e sanno benissimo, e questo episodio lo rende palese, che la loro bugia di essere lì per combattere l'Isis è stata smascherata, quindi se ne staranno buoni a leccarsi le ferite. Il diritto internazionale è dalla parte della Turchia quindi oltre a un po' di scena non faranno nulla.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 25/11/2015 - 12:29

Grande Putin!! Non gli ha offerto il fianco agli stati uniti europei d'america (Nato), non glielo ha offerto per l'Ucraina (Nato), solo perché Obama vuole attaccare briga per poter vendere il suo prodotto gas-petrolio che arriverà dal medio oriente dopo la spartizione dei territori a tutti questi "re" e Putin entrando a gamba tesa nel gioco sta rompendo gli zebedei al gran re.

VESPA50

Mer, 25/11/2015 - 12:57

Presidente..sei proprio patetico con le tue idiote farneticazioni. Se non ti sta simpatico Putin puoi sempre arruolarti nelle file dell'Isis (che Putin sta combattendo anche per te) magari facendoti raccomandare da Erdogan molto amico dei tagliagole

gattogrigio

Mer, 25/11/2015 - 13:37

@ El Presidente. Putin ha detto chiaramente che Hassad è suo amico e i nemici dei suoi amici sono suoi nemici, senza se e senza ma; quindi non c'è nulla da smascherare. Le ripetute entrate e i ripetuti avvisi mal si conciliano con i tempi e gli spazi stretti dichiarati dalla stessa Turchia. I Turchi stessi avevano chiesto ai russi di non inquadrare i loro aerei nei radar di tiro il che equivale a dire "non preoccuparti, siamo amici" quindi il comportamento della Turchia si avvicina molto all'antico reato militare di "fellonia". Il risultato sarà probabilmente, oltre allo schieramento di SAM a lunga gittata, quello di far scortare gli incursori da caccia da superiorità aerea (Mig 29?)che sicuramente "inquadreranno" gli F16 turchi creando le condizioni per il prossimo incidente.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 25/11/2015 - 13:45

@El Presidente - Lei la può pensare così. Ma questa azione è stata fatta a tradimento,anche se lo cioccolatino americano la giustifica per meri interessi di parte.Allora:"Giorni orsono gli americani hanno bombardato un paesino decimandolo, la scusante?????: ci siamo sbagliati (con tutta la tecnologia che hanno?)buffo e tragico o NO???.Comunque concordo con quanto detto da VESPA50.

venco

Mer, 25/11/2015 - 13:45

El Presidente 11,27, che ne sai tu, eri sul posto?, leggiti il nuovo articolo delle 13 su questo giornale.

Mdecaroli

Mer, 25/11/2015 - 13:47

Caro El Presidente faranno ..... perché metteranno in ginocchio economicamente la Turchia. Le rammento che tutti i resort sulla costa turca sono frequentati da centinaia di migliaia di russi non certi da itagliani (apposta ho scritto in sto modo perché lo meritiamo!) ..... inoltre la Turchia esporta in Russia una vasta gamma di prodotti agroalimentari e nonché prodotti per l'edilizia! secondo lei andranno ancora di moda a breve! e l'economia turca che più solida di quella europea non è non andrà a rotoli come la nostra! Provi ad informarsi dai produttori nostri di piastrelle come sono felici delle sanzioni alla Russia e a quanto ammonta in meno il fatturato Russia oggi! Poi mi dica se il conto per gli ottomani non sarà salato, molto più salato di qualche missile le assicuro. Saluti da Mosca!

rgb

Mer, 25/11/2015 - 14:18

i Russi sapevano benissimo, da mesi, tramite comunicati ufficiali quanto fossero sgradite a Turchi e NATO le loro incursioni aeree nello spazio aereo turco (comprese quelle di pochi secondi) e la loro condanna alle incursioni contro ribelli e civili in Siria. Reazione sproporzionata e spiacente per l'accaduto (causa ingenuità? provocazione?), ma i Russi adesso, è da ammettere, questi concetti li hanno oggi + chiari e probabilemente faranno + attenzione per evitare ulteriori sconfinamenti, compresi quelli di pochi secondi.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 25/11/2015 - 14:24

Non avrei mai detto che Putin fosse il più saggio fra tutti i leader mondiali: complimenti a lui!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 25/11/2015 - 14:30

PUTIN, DI GIORNO IN GIORNO, APPARE L'UOMO PIU' ALLA'ALTEZZA DI CONTROLLARE TUTTA LA TERRA A DIFFERENZA DI OBAMA CHE ,IPOCRITICAMENTE E SUBITO APPOGGIA LA TURCHIA O MEGLIO ERDOGAN. MALGRADO TUTTO E DA VEDERE ANCORA GLI SVILUPPI DELL'AEREO ABBATTUTO E DEI PILOTI UCCISI BARBARAMENTE, PUTIN , DIPLOMATICAMENTE, CONTINUA A SOSTENERE LA "COALIZIONE" IN PARTICOLARE PROPRIO DELLA TURCHIA, PER CONSTATARE FINO IN FONDO I VERI OBBIETTIVI DI ERDOGAN IN FATTO DELL'ISIS. FACENDO COSI' SICURAMENTE NON SI SBAGLIA. COME SEMPRE E' STATO DIMOSTRATO, PUTIN NON TIENE PROPRIO DA CONTO IL "MORO E CONFUSIONARIO DISTRUTTIVO OBAMA" MA LO VIGILA ATTENTAMENTE PERCHE' AMBIGUO IN OGNI SENSO.