In Sudafrica, dove i ricchi pagano per fare i poveri

A Bloemfontein c'è un villaggio turistico che riproduce una bidonville e permette ai visitatori di provare "l'ebbrezza" di vivere come un indigente

Il ricco che gioca a fare il povero e per farlo paga cifre non indifferenti. Una fiction? Una trovata televisiva di cattivo gusto? No, per una notte o anche di più, al Luxury Hotel Emoya Spa a Bloemfontein, in Sud Africa, un visitatore può provare “l'ebbrezza” di vivere come un indigente delle bidonville.

Un villaggio turistico ricostruito a misura e somiglianza di uno slum. Case in lamiere, baracche con servizi igenici finto decadenti e poi bidoni che di notte vengono illuminati così da ricreare le immagini dei ghetti del mondo: da Korogocho a Soweto, dove la notte la gente si scalda intorno a fuochi accesi nei barili di petrolio. Ma non è finita, la shanty town per turisti, il posto dove ”potete finalmente vivere l'esperienza unica di vivere in una baracca nel contesto sicuro ed esclusivo di una riserva privata", come recita il messaggio promozionale, riproduce anche i luoghi comuni del mondo degli ultimi della terra. E così sedie e tavoli sono ricostruiti con copertoni, le luci realizzate con bottiglie di plastica, le etichette dei marchi dei brand internazionali come la coca cola ricoprono le pareti delle “stanze baracche”. Però nella bidonville del “divertimento”, non mancano il wifi, il riscaldamento e l'acqua corrente e calda. Anzi, per i turisti più spregiudicati, che vogliono sentirsi dei disgraziati per una volta nella vita, c'è anche l'optional del bagno fuori dalla stanza. Ciò che manca sono ovviamente le fogne a cielo aperto, le pistolettate e gli accoltellamenti, l'odore di degrado che impregna l'aria e consuma vita e giornate e soprattutto il rispetto della dignità umana.

Impressiona vedere il prezzo, poichè sul sito dell'hotel le cifre indicate parlano di tariffe che vanno dai 40 ai 70 euro a notte. Nei giorni della ricorrenza della nascita di Nelson Mandela e a 22 anni dalla fine dell'Apartheid, in Sudafrica, abbaglia constatare che la discriminazione non è scomparsa: ha assunto altri obiettivi e altre forme, compresa quella del business. Daniele Bellocchio

Commenti

berserker2

Lun, 20/07/2015 - 12:50

Ah però......all'imbecillità catto/sinistrata buonista e solidale dell'Occidente non c'è limite!!!! A clandestini senza voglia di lavorare paghiamo in Europa alberghi a 4 stelle con piscina ed ogni confort, invece in afriga londana, sempre gli stessi imbecilli buonoidi pagano bei soldi per stare nelle turpi bidonville da cui le risorse senza dignità scappano appena possono! Unico comun denominatore......in un caso, come nell'altro, sempre noi occidentali paghiamo.

vince50

Lun, 20/07/2015 - 13:18

Sono talmente ricchi da potersi permettere di fare i finti poveri.Eppure a guardare il pianeta terra dalle immagini satellitari,mai si potrebbe pensare che possa esistere tanta ipocrisia.

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Lun, 20/07/2015 - 14:26

Se i proprietari di questa " pseudo-baraccopoli " avvessero avuto un fine sublime, come per esempio far smuovere le coscienze dei ricchi e far capire a loro che essere poveri significa vivere una vita pessima, misera, inaccettabile e instabile, non dovrebbero farsi pagare tutti quei soldi per una notte. Anzi, il messaggio che arriva e me, lettore o finto visitatore, è un altro: " ( noi proprietari dell'Hotel ) facciamo qualcosa di diverso per guadagnare ulteriormente! ". E i ricchi che accettano la proposta? Sono soltanto gente che vuol' farsi notare dai suoi simili e che probabilmente non perderanno tempo a farsi tanti selfie e pubblicarli su facebook per ricevere tanti bei " mi piace " !

idleproc

Lun, 20/07/2015 - 14:27

Come già detto, sono un conservatore. E' il buon senso che fa degli esseri umani dei conservatori visti i rischi oggettivi dei cambiamenti radicali e quello che comportano partendo dai "deboli". Quanto descritto è un episodio di imbecillità conclamata che, associato col resto, non è affatto episodico e quindi ridicolo. L'imbecillità conclamata sembra aver invaso anche i livelli più alti e sofisticati di una "classe dirigente" globale nell'operatività sociale ed economico-finanziaria oltre alla "cultura" di massa che produce e vive. Roba da Re Sole e sappiamo come è finita. Spero semplicemente di non esserci quando accadrà, perché accadrà.

Marcolux

Lun, 20/07/2015 - 14:47

La stupidità umana non ha limiti!

beowulfagate

Lun, 20/07/2015 - 15:32

Sembra che voglia andarci anche la dirigenza del pd.

Alienz

Lun, 20/07/2015 - 17:49

Chiaramente una trovata per fare soldi e sicuramente ne faranno. Stupido chi ci va. Non vedo pero' nessuna differenza tra quelli che vanno li e tutti gli altri che quando sono in Sud Africa devono assolutamente farsi un giro (guidato)a Soweto o in un'altra delle tante townships per poi far vedere le foto ai loro amici e dire "io ci sono stato".