Svezia, anche gli immigrati votano l'ultradestra

Secondo le statistiche ufficiali, più dell'11% dei nati all'estero sostiene il partito Svezia Democratica

In Svezia la destra radicale cresce e i dati del partito Svezia Democratica sono chiari. Il 17% ottenuto dal movimento di Jimmie Akesson è eloquente: pur senza sfondare oltre il 20% dei consensi, l'estrema destra ha praticamente quadruplicato i consensi. Un aumento di voto che, nella maggior parte dei casi, è stato dovuto al tema dell'immigrazione, particolarmente sentito in una Svezia che sembra si sia bruscamente risvegliata dal sogno di Stoccolma di un Paese melting pot.

Ma se si pensa che il discorso di Akesson abbia avuto un tono esclusivamente razzista, si commette un errore. Perché, come spiega il quotidiano spagnolo El Confidencial, tra i sostenitori del partito di destra ci sono anche gli stessi immigrati. Se infatti molti sono preoccupati dall'ascesa del partito e temono che il Paese non sia più adatto a loro, ci sono altri stranieri, in Svezia, che non la pensano così. Come è avvenuto ad esempio a Rinkeby, uno dei sobborghi periferici di Stoccolma. Quartiere che, come ricordava L'Espresso, ha il 95% di residenti costituito da immigrati di prima o seconda generazione.

In questo distretto di Stoccolma, i dati delle elezioni del 2014 parlavano di un 3% della popolazione che aveva votato l'estrema destra. Tuttavia, secondo un recente studio dell'ufficio di statistica nazionale, sembra che addirittura l'11,3% dei nati all'estero sosterrebbe la formazione di estrema destra. Una notizia che sembra contraddire radicalmente l'immagine data dai media del partito svedese, ma che in realtà mostra un'altra faccia della medaglia del tema dell'immigrazione.

Secondo molti analisti, il motivo di questa ascesa dell'estrema destra fra gli immigrati di prima e seconda generazioni dei ghetti di Stoccolma è dovuta al fatto che questi quartieri diventa ogni giorno più invivibili. Come ha spiegato Mattias Karlsson, uno dei leader di Sd, "sono le loro macchine a bruciare, le scuole dei loro figli che si trasformano in caos".

A temere per la loro incolumità sono soprattutto i cristiani mediorientali che si sono trasferiti negli anni nelle periferie delle città svedesi. L'arrivo di nuovi immigrati, generalmente di fede musulmana, sta infatti creando un certo malcontento nella popolazione, che teme di essere di nuovo nel mirino dei gruppi estremisti. Ma ci sono anche altri immigrati che sono preoccupati proprio perché l'arrivo di nuove migliaia di persone sta devastando il modello svedese.

L'esempio più eclatante, ormai divenuto un simbolo degli immigrati contrarti ad altri immigrati, è Nima Gholam Ali Pour. Nato in Iran e arrivato in Svezia da bambino come rifugiato nel 1987, adesso è uno dei più ferrei sostenitori del blocco dell'arrivo di nuovi rifugiati. Anche lui, come altri, teme che l'arrivo di migliaia di immigrati possa rompere l'incantesimo della Svezia come patria scelta da molti nel corso degli anni.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 11/09/2018 - 11:10

Non ci credo nemmeno per un po'. Bugiardi, hanno dato dati falsi. Ora ho capito come fa a resistere la sx, con i loro voti. Ma con che prove possono dire che hanno votato la dx. Falsi falsi che più falsi non si può. Gli insulti sono riferiti agli islamici.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 11/09/2018 - 11:11

Voglio correggermi, non sono insulti, ma accuse per non credere a quello che dicono.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 11/09/2018 - 11:54

---do-ut-des---invece la cosa è molto verosimile --gli stranieri che si sono integrati--con famiglia e lavoro in svezia---temono che le ondate migratorie incontrollate possano accentuare il razzismo delle destre svedesi ---e se le crape pelate svedesi cominciano ad aggredire e menare i colorati per strada--lo faranno solo infoiati dal colore della pelle--non certo distinguendo quelli integrati dai nuovi arrivi---swag

fenix1655

Mar, 11/09/2018 - 12:14

Non sarà perchè gli immigrati onestamente integrati conoscono meglio di noi le reali intenzioni della massa dei nuovi migranti e rifugiati ed i pericoli a cui sono esposte le tolleranti democrazie occidentali?

dariap

Mar, 11/09/2018 - 12:50

Certo, e' ragionevole che chi e' arrivato in Svezia da profugo vero, ha lavorato e rispetta le regole civili del suo nuovo paese, si senta minacciato dalla marea di falsi profughi in cerca di facili ricchezze.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mar, 11/09/2018 - 13:10

@elkid e doutdes: nei, sbagliate, non conosci la situazione da noi in Scandinavia. Le crape pelate come dici elkid non sono un problema in Sverige quanto non lo sono da te in Italia data la minoranza. Gli immigrati UE e extra UE delle prime ondate sono integrati e non hanno troppi problemi con la popolazione. I nuovi ingressi sproporzionati di questi ultimi anni sono invece il problema perché non vogliono integrazione ma imporre l'islam e la loro cultura. Se non ci riescono diventano violenti. Questo poll è attendibile. Conosco molti svedesi di origine straniera che hanno votato Åkesson e sono pure amici di skinheads.

Kino

Mar, 11/09/2018 - 13:30

Per una volta elkid ha fatto un commento corretto e pertinente.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Mar, 11/09/2018 - 13:37

@do-ut-des: probabilmente si tratta di immigrati regolari, gente che e' entrata legalmente e si attiene a tutte le regole, e vede che a quelli irregolari hanno solo diritti e nessun dovere; ovviamente si sentono anche loro presi in giro; quindi non e' diente di strampalato che una buona parte degli immigrati voti per i democratici svedesi

timpidigunti

Mar, 11/09/2018 - 13:49

Io non conosco la Svezia, non ci sono mai stato. Conosco un po l'Italia, (da una vita, la mia.) Ma direi che Italia-Svezia sono accomunate anche da una cosa, lassa star il calcio....,ci sono persone che hanno sentimento della loro cultura, tradizione, famiglia, religione, e magari un po di orgoglio nazionale. Se l'onu non ci arriva col cervello deve mandare gli ispettori anche in Svezia!!!

i-taglianibravagente

Mar, 11/09/2018 - 15:23

ovvio...quelli che sono riusciti ad entrare si augurano con tutto il cuore che non ne arrivaino altri COME LORO......sanno bene chi sono...e anche noi...Lo sanno anche i radical-dem ma a loro va benissimo cosi perche' cercano sceientemente il CHAOS SOCIALE.

Libertà75

Mar, 11/09/2018 - 16:11

@elkid, a parte che finora, in tutta europa, si contano pochi casi di aggresione di destro eversivi e migliaia di sinistri dei centri sociali... ma aldilà, oggi però hai ragione, se i nuovi arrivati rendessero la vita impossibile, a rimetterci sarebbero gli integrati... ma è così da sempre... se sotto casa tua girano 4 spacciatori neri e 1 lavoratore nero, soltanto tu che sei un abituale consumatore riconosci i tuoi 4 compari, gli altri no.

cgf

Mar, 11/09/2018 - 16:58

anche in Italia a votare Lega sono spesso operai ed extracomunitari, questi ultimi hanno capito che se lavori e non rompi, nessuno ti manda via, anzi

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 11/09/2018 - 17:54

@cgf. Tanto più che l'unico senatore nero è della LEGA!

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mar, 11/09/2018 - 19:14

L idea che votassero a sinistra era solo una babbeata del popolo babbeo di destra che di babbeate si nutre in entrambe i sensi.

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mar, 11/09/2018 - 19:17

Cgf la tua vita è lavori e non rompi? Che vita di mxxxa.