Trump: "Abbiamo abbattuto un drone iraniano nel Golfo Persico"

Abbattendo il drone iraniano, gli Usa, ha affermato Trump, avrebbero “vendicato” il loro velivolo distrutto un mese fa proprio da Teheran

Gli Stati Uniti hanno appena abbattuto un drone iraniano in volo sopra lo Stretto di Hormuz, nel Golfo Persico.

Ad annunciare ciò è stato lo stesso presidente americano Donald Trump, durante una conferenza stampa alla Casa Bianca. Egli ha appunto comunicato ai media che la marina Usa, questo giovedì, avrebbe distrutto un velivolo di Teheran in procinto di “attaccare” una nave da guerra di Washington. Il tycoon ha poi tuonato: “Questa è stata l’ultima di innumerevoli minacce e provocazioni condotte dal corrotto regime iraniano contro i nostri uomini impegnati a garantire la libera navigazione nelle acque internazionali. Gli Stati Uniti non hanno fatto altro che esercitare il loro diritto all’autodifesa contro un’incursione esterna intesa ad attentare alla sicurezza dei nostri soldati, delle nostre navi e dei nostri interessi”. Egli ha successivamente esortato tutti i Paesi alleati dell’America a condannare “i tentativi di Teheran di pregiudicare la libertà di navigazione e il commercio globale”. Distruggendo l’apparecchio volante della nazione asiatica, gli Usa, ha esultato The Donald, avrebbero finalmente “vendicato” la perdita di un proprio drone avvenuta il mese scorso, in quanto colpito dalla contraerea iraniana.

Tutti i dettagli sul recente abbattimento verificatosi nelle acque mediorientali sono stati forniti dal Pentagono subito dopo le dichiarazioni dell’inquilino della Casa Bianca. Tramite un comunicato, il dicastero della Difesa ha infatti stabilito che a essere “minacciata” dal velivolo appartenente alla Repubblica islamica sarebbe stata la portaelicotteri USS Boxer, impegnata in un’operazione anti-pirateria nello Stretto di Hormuz. In base a quanto riporta la nota, questo giovedì, intorno alle 10:00 (ora locale), un aereo a pilotaggio remoto iraniano avrebbe appunto pericolosamente puntato la nave in questione, ignorando i reiterati appelli degli operatori radar Usa a interrompere tale marcia di avvicinamento. Di conseguenza, l’equipaggio della portaelicotteri avrebbe attivato il sistema di difesa antiaerea, abbattendo il drone sospetto.

Per il momento, le autorità del Paese asiatico hanno negato che abbia avuto luogo quanto affermato dall’amministrazione Trump, con il ministro degli Esteri di Teheran, Javad Zarif, che ha dichiarato: “Non abbiamo perso alcun velivolo. Non vi sono prove che dimostrino quanto asserisce il governo americano”.

Commenti

cgf

Ven, 19/07/2019 - 08:50

Qualcuno di memoria corta non ricorda quando l'allora (2007) Primo ministro francese Chirac scappò detto all'International Herald Tribune che l'uso di una bomba contro Israele porterebbe all'immediata "distruzione" di Teheran specificando anche le tempistiche, tutt'altro che lunghe a dimostrazione che tutto è sempre pronto. Poi subito ritrattò, ma non era tipo che parlasse a vanvera monsieur Jacques.

Reip

Ven, 19/07/2019 - 13:59

...COSA SCONTATA! USA E GRAN BRETAGNA SONO SUL PIEDE DI GUERRA DA MESI... LO SCNTRO RISCHIA DI ESSERE INEVITABILE! IL PROBLEMA E’ LA RUSSIA!

alberto_his

Ven, 19/07/2019 - 15:44

Poco credibile, così come lo erano l'attacco fermato all'ultimo e quello informatico: facile fossero frottole per salvare la faccia. Perché uscire ora con la notizia di questa "vendetta"? Ora che i media mainstream chiariscono "chi comanda e usa il pugno duro come e quando vuole", può iniziare giustificatamente il riavvicinamento tra il bottegaio di NY e la leadership iraniana.

stefi84

Ven, 19/07/2019 - 16:11

Vebbè ne compreranno un altro al supermercato.