Trump: "Per muro 20% di tasse su prodotti messicani"

Il presidente Donald Trump si appresta a far pagare ai messicani il muro che ha promesso di costruire lungo i 3.200 km di confine tra i due Paesi

Lo aveva minacciato ed ora dopo la rottura totale con il presidente messicano Enrico PenaNieto, il presidente Donald Trump si appresta davvero a far pagare ai messicani il muro che ha promesso di costruire lungo i 3.200 km di confine tra i due Paesi. L’opera, che a seconda delle stime va da 4 a 15 miliardi di dollari, sarà finanziata con un imposta del 20% applicata su tutte le merci prodotte in Messico, vendute in America.

Lo ha annunciato il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer spiegando che la misura farà parte di un riforma più ampia "per cui il presidente è in contatto già con il Congresso". Oggi Pena Nieto ha annullato la visita in programma il 31 gennaio alla Casa Bianca dopo che Trump gli ha anticipato che avrebbe perso il suo tempo se avesse tentato di fargli cambiare idea sul muro. Insomma il braccio di ferro tra Messico e Stati Uniti prosegue. Tensioni di questo tipo tra i due Paesi non si vedevano da tempo. Come ricorda all'agenzia Efe l'analista Rossana Fuentes Berain, "gli ultimi 25 anni hanno mostrato equilibrio e una forma di convivenza reale", come dimostra la firma del Nafta, in vigore dal 1994 tra Messico, Usa e Canada, e che Trump ha già annunciato di voler rinegoziare. Tra i motivi di tensione degli ultimi decenni, il sequestro e l'omicidio in Messico dell'agente della Dea (Dipartimento dell'antidroga) Enrique Camarena, nel 1985, che causò, ricorda l'analista, "la chiusura della frontiera per oltre una settimana".

Commenti

Bravonc

Gio, 26/01/2017 - 23:33

Grande idea! Così molti dei prodotti americano avranno una marginalità ridotta oppure saranno venduti a prezzi più alti, visto che il Messico produce la gran maggioranza dei componenti tier 1 e 2.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 26/01/2017 - 23:35

Mentre invece il S/governo Dini,ha ratificato con il Messico, la convenzione contro la doppia imposizione fiscale,entrata in vigore il 12 /3/95, in modo che i pensionati Italiani residenti in Messico, non pagano IRPEF e ADDIZIONALE sulla loro pensione in Italia!!!! E a quelli come me che invece non sono residenti in Messico, ma in altro paese Centroamericano,continuano a trattenere sulla pensione qualcosa come 20.000€urii anno di TASSE!!! EVVIVA l'uguaglianza sancita dalla costituzione piu bella del mondo per TUTTI gli Italiani. AMEN.

diwa130

Gio, 26/01/2017 - 23:52

Scusate ma forse non avete capito bene. Le tasse sono sulle importazioni dal Messico, quindi i costi verranno scaricati sugli utenti finali che sono i cittadini americani. Ma quale Messico che paga il muro, questa e' una idiozia buona solo per i boccaloni come quelli che lo hanno votato e che lo applaudono anche in Italia.

bettytudor

Ven, 27/01/2017 - 01:09

Wow! Questo fa sul serio, ragazzi. L'immigrazione clandestina va contro la legge che ogni nazione civile dovrebbe far rispettare, Messico compreso. Nieto dunque dovrebbe collaborare pienamente con Trump per impedire il flusso di clandestini dal suo paese e non favorirlo come sta facendo adesso e come evidentemente hanno sempre fatto i suoi colleghi e predecessori. Ebbene, la musica è finita. Bravo Donald, go ahead!

alox

Ven, 27/01/2017 - 02:33

No no ha gia' fatto marcia indietro...chaos, bugie e minacce e c'e' chi lo paragona a R. Reagan!

alox

Ven, 27/01/2017 - 03:13

Fai come Putin Donald Punta i missili nucleari....

cesare caini

Ven, 27/01/2017 - 03:39

Trump Italiano Ma quando avremo un Trump Italiano così risoluto e che mantiene le promesse elettorali ?

Libero 38

Ven, 27/01/2017 - 03:49

Chi credeva che Trump bleffasse dovra' ammettere di essersi sbagliato di grosso.Trump non sara' solo una brutta gatta da pelare per i cinesi,messicani,coreani e giapponesi, ma anche per i furbacchiotti europei che pensano di farla franca.A dimostrare che Trump non fosse come il clown nostrano se ne accorto anche il furbacchiotto italocanadese marchionne ch'e' stato costretto a calarsi le brache alle richieste di Trump.Quello ch'e' certo che ne vedremo delle belle nei prossimi 4 anni di presidenza Trump.

corrado15

Ven, 27/01/2017 - 06:12

!

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 27/01/2017 - 07:08

Corruzione, droga, criminalità tra le più feroci e sanguinarie del pianeta. Questo è il Messico, non di certo per colpa di Trump. Lunga vita al Presidente!

rossini

Ven, 27/01/2017 - 07:16

Insomma Donald Trump sta cominciando ad attuare il suo programma: l'America avanti a tutto, gli Americani prima di tutti. L'esatto contrario di quello che facciamo qui in Italia dove importiamo prodotti agricoli dall'Africa e dal Medio Oriente a scapito dei nostri produttori. Dove le regole valgono solo per gli esercizi commerciali italiani, mentre vi sono decine di migliaia di negozi di cinesi, indiani, pakistani che prosperano nell'illegalità senza rilasciare neanche uno scontrino fiscale e fornendo cibi privi di controllo.

rossini

Ven, 27/01/2017 - 07:26

Cari Italiani, avete visto? Trump è la prova vivente che si può cambiare e che non ci si deve rassegnare. Basta votare l'uomo giusto e il partito giusto. Alle prossime elezioni spazziamo via questa sinistra amica delle tasse, della burocrazia e degli immigrati. Quando lo avremmo fatto, ci chiederemo come è potuto accadere che per anni ed anni ci siamo rassegnati ad essere governati da questi miserabili incapaci nemici dell'Italia e degli Italiani.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Ven, 27/01/2017 - 08:01

Torna d'attualità Fedro. Lupus stabat superior, agnus inferior. Na vedremo delle brutte.E simosol oall'inizio. Applaudite pure ve ne pentirete

lento

Ven, 27/01/2017 - 08:03

Gli Uomini Veri Sono Con TRUMP

roseg

Ven, 27/01/2017 - 08:22

Sembra la fotocopia fel nosro Angelino Alfano.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Ven, 27/01/2017 - 08:27

Mette il dazio e a pagare saranno gli americani. .un genio del male..

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 27/01/2017 - 08:41

Quindi prima gli USA si sono arricchiti per decenni sfruttando la manodopera a basso costo proveniente dal Messico e spostando là le loro produzioni per usufruire di un regime fiscale più benevolo, di agevolazioni e dei minori costi del lavoro, adesso ci hanno ripensato. Fossi in Nieto il giorno dopo che gli USA tirassero fuori questa bella invenzione nazionalizzerei gli impianti americani sul suolo Messicano.

Cinele

Ven, 27/01/2017 - 08:51

Consiglio ai messicani di fare la stessa cosa fui prodotti statunitensi, fatte ovviamente le debite proporzioni monetarie o meglio ancora boicottare

Cinele

Ven, 27/01/2017 - 08:52

Consiglio ai messicani di fare la stessa cosa fui prodotti statunitensi, fatte ovviamente le debite proporzioni monetarie o meglio ancora boicottare

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 27/01/2017 - 08:56

Ieri sera tra me e me pensavo a quanto ci costerebbe portare Trump in italia,e mi dicevo eliminando le circa 1500persone più portaborse forse risparmieremmo ancora,ed avremmo una persona (almeno una)con gli attributi.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 09:03

il Mexico non pagherà..

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 09:04

Nieto rivolgiti a Putin..

Rotohorsy

Ven, 27/01/2017 - 09:12

Ma questo veramente è un grande presidente !! Un inizio coi fuochi d'artificio. Tutto a favore dei suoi cittadini. Così si fa !!

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 27/01/2017 - 09:19

Il dazio sui prodotti messicani venduti negli Usa servirà a finanziare il muro. La conseguente riduzione delle importazioni danneggia di più il Messico, che avrebbe interesse a cercare un accordo con Trump, invece di mostrare i muscoli. Non credo che finora abbiano contrastato lo sconfinamento dei clandestini, anzi... La ricreazione è davvero finita!

Giampaolo Ferrari

Ven, 27/01/2017 - 09:22

Il comunismo è un cancro mondiale,sono tutti uguali. Aspetterei a vedere alle prossime elezioni se lo rivogliono o lo mandano a casa.vedremo!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 27/01/2017 - 09:28

gianniverde: meglio se pensa ad altro.

MaxSelva

Ven, 27/01/2017 - 09:33

beh in pratica i prodotti messicani con +20% saranno invendibili... dunque le aziende dovranno abbassare i prezzi oppure il messico dovra' abbassare le tasse. Non e' proprio la stessa cosa che pagare per il muro, i soldi gli USA non ce li rifaranno da questo. Mi sembrerebbe piu' diretto meetere imposte sui capitali che partono per il messico. Tutte le transazioni bancarie verso il messico con un +20%. Visti i problemi economici del messico e tutti i messicani legali ed illegali negli usa che inviano dollari laggiu'... ed in questo caso sarebbe un vero rimborso. Altra maniera diretta sarebbe tassare le aziende messicane sul territorio USA

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 27/01/2017 - 09:53

Ma la parte della storia in cui a subire il rincaro del 20% saranno per la gran parte prodotti di aziende statunitensi prodotti in Messico quand'è che Trump la racconterà?

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 10:09

Da certi commenti emerge che molti per faziosità non hanno compreso la meccanica dell'operazione. I messicani saranno costretti a ridurre moltissimo i prezzi delle loro merci per poter essere competitivi e vendere in USA come prima. E finanzieranno così il muro con il 20% dei dazi (non i consumatori americani, che pagheranno le merci quanto prima). Quanto alle aziende USA, il segnale per loro e chiaro: rilocalizzare in patria, per sfuggire alla tenaglia. E così Trump ottiene un diverso successo: ricreare posti di lavoro negli USA. Direi che è tutto molto semplice (incidentalmente: questa ultima circostanza è ulteriormente favorita dalla detassazione che Trump ha promesso a chi investe nella propria nazione).

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 10:15

I cittadini americani hanno votato in maggioranza non Trump ma Clinton. Quindi lo slogan che tutto cio' sia secondo la volonta' (o a favore) dei cittadini americani andrebbe rivisto. A favore di una parte (minoranza) dei cittadini americani.

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 10:22

Trump - spero lo si sia capito - sta tirando mazzate A TUTTI. Ora si sta qui a filosofeggiare sui "dazi messicani", ma Trump ha ben altro di esplosivo nel cassetto, che attuerà certamente visto che mantiene le promesse. La grandi industrie tecnologiche dovranno ricominciare a produrre negli USA. Ci si strappa i capelli pensando che iPhone costerà 10 mila dollari! Il ricchissimo cinese Ma (Alibaba) a Davos ha però raccontato di come un banale cercapersone del valore di 80 $ negli USA costasse 250. Aggiungendo che le Major USA della tecnologia hanno guadagnato cifre folli portandole poi all'estero o investendo nella turbo-finanza creativa. Ora la pacchia è finita e i profitti diverranno equi (si pensa e si spera).

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 27/01/2017 - 10:27

Dordolio-10:09, Correttamente spiegato.

elpaso21

Ven, 27/01/2017 - 10:28

Trump è uno che fa quel che dice, a differenza di una certa persona...

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 10:29

Congonatty, finiscila con la menata della "maggioranza dei voti che ha premiato in realtà la Clinton". Le regole elettorali negli USA sono diversissime dalle nostre e A RAGIONE. Gli americani hanno da sempre considerato la particolare natura e composizione della loro Nazione. E si è voluto dare rappresentatività a TUTTI gli Stati che compongono gli USA. Con un mero conteggio numerico il presidente USA sarebbe stato sempre e comunque eletto sono dalla California (o al massimo assieme credo al Texas). E gli altri non avrebbero contato una cippa. La Maglie ci ha scritto un documentato articolo di recente.

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 10:37

Dordolio - I commenti sono un dibattito in cui ho il diritto di esprimere la mia opinione. Tanto piu' se semplicemente riporto un fatto. Cioe'che la maggioranza degli americani non ha votato Trump. Quale parte di questa frase non capisce?

Ggerardo

Ven, 27/01/2017 - 10:39

Trump mi sta dando delle buone idee. Se lui vuole farsi pagare il muro dal Messico, allora io mi faccio comprare una macchina nuova dal vicino di casa. Sara' senz'altro d'accordo

Angelo664

Ven, 27/01/2017 - 10:40

x hernando45 : Hai capito sulla tua pelle di essere nato in un paese di ladri !!!

Angelo664

Ven, 27/01/2017 - 10:44

x Dordolio : Vero, prima della globalizzazione tutto funzionava lo stesso. Dopo un po' meno. Se un iPhone prodotto negli USA costerà 1000 USD invece che 700 vorrà dire che lo cambi ogni 3 anni e non ogni 2 . O no ???

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 10:56

Ggerardo. Grazie del suo commento. Geniale. Anche io vorrei una macchina nuova. La faccio pagare al mio benzianio, obbligandolo a farmi uno sconto del 20% ogni volta che faccio il pieno.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 27/01/2017 - 11:04

gzorzi 9,28 grazie del consiglio ma siccome io non sono allineato e non porto il paraocchi,penso quello che mi pare.D'altra parte penso anche che la democrazia sia racchiusa in questa piccola ma importante parola.

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 11:13

Congonatty, quello che lei sta cercando di far passare è il messaggio che Trump in un qualche modo NON è legittimato a governare non rappresentando il popolo americano. Altro non c'è nel suo inciso, che di per sè è completamente privo di significato visto che la rappresentatività nelle elezioni USA si esprime nel modo che sappiamo e che è stato correttamente applicato. Se allora dobbiamo dare aria alla bocca potremmo anche affermare che la maggioranza della popolazione è CONTRO Trump viste le numerose manifestazioni contro di lui (e perchè allora questi non sono andati a votare?). Oppure ricordare che per votare negli USA bisogna "registrarsi". E un sacco di gente NON lo fa. Non ci prenda per minchioni, Congonatty!

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 11:20

Egregio Angelo, iPhone costerà nell'avvenire (prodotto in USA) esattamente quanto sarebbe costato se prodotto da schiavi cinesi (come avviene ora). E sa perchè? Perchè Apple per venderlo dovrà praticare determinati prezzi. Che si potrà permettere di fare visto che finora ha guadagnato unitariamente cifre assurde su un prodotto sia pure di elevatissima qualità. La dimostrazione è data dai capitali IMMENSI che è riuscita a mettere da parte. Che sono noti. E che con adeguati ricarichi certo non avrebbe.

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 11:25

Dordolio - Il fatto che lei si agiti tanto probabilmente indica che un problema di legittimazione forse esiste. Comunque non sta a me parlarne ma agli americani. Se fossero tutti dalla parte di Trump non scenderebbero in piazza. Inoltre la storia italiana dimostra che le elezioni non sempre sono condotte in modo da rappresentare la volonta' dei cittadini o della loro maggioranza. Le consiglio di moderare i termini nei suoi commenti, saranno piu' piacevoli da leggere.

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 11:36

LEI si renderebbe più piacevole e credibile, Congonatty, se non riproponesse stantie sciocchezze del politicamente corretto. Gabellando poi la sua libertà di pensiero con quella che è invece una attività di troll. Quanto al fatto che una minoranza - anche sediziosa - scenda in piazza non mi sembra proprio che sia un metro di riferimento. Visto che lei cita la storia italiana, mi permetto di ricordarle che le manifestazioni - anche numerose e violente, dei nostri anni 70 e non solo - erano rappresentative solo dei cavalieri del nulla che vi partecipavano. Rifletta sua quel che scrive, eviterà di coprirsi di ridicolo.

alox

Ven, 27/01/2017 - 11:51

Anche l'Italia dovrebbe costruire i muri sul territorio Nazionale e farli pagare ai Francesi, Svizzeri, Austriaci e Sloveni...gli facciamo un piacere no?

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 11:59

Dordolio - Mi spiace che non ci intendiamo. Ad esempio, mi spieghi per favore in cosa assomiglio a un troll che da quel che so e' un omone della mitologia nordica. La storia americana e mondiale e' fondata su manifestazioni popolari, pacifiche ed antigovernative. I diritti dei neri americani, la fine della guerra in Vietnam, l'indipendenza della repubblica Indiana (che si celebrava ieri). Le auguro ora buon appetito e lasci un piccolo spazio per ascoltare chi la pensa diversamente da lei.

Dordolio

Ven, 27/01/2017 - 12:17

Congonatty, ultimamente in continuazione appaiono qui - e non solo - soggetti che per "far saltare il tavolo" ripropongono la scempiaggine del Trump delegittimato, non disponendo lui del voto della maggioranza degli americani. E anche quando viene ennesimamente spiegata la meccanica elettorale che ne è alla base (senza la quale probabilmente gli USA si polverizzerebbero) ricominciano daccapo. Quanto alle manifestazioni, le ho risposto a tono. Le proprie opinioni vanno ARGOMENTATE e non presentate come puro concetto icastico. Come fa lei. Wikipedia poi la acculturerà su cosa si intende per troll.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/01/2017 - 13:12

Si fa in fretta a scrivere che TRUMP non è stato eletto dalla maggioranza degli Americani quando La stessa cosa vale per Obama, perche la maggioranza degli Americani NON VOTA. Ma per Obama nessuno si è SPERTICATO in queste DICHIARAZIONI come mai???? Ve lo dico iooo, perchè Obama è NERO e quindi per certa gente ROSSA come quelli che scrivono qui è un "SANTO"!!! AMEN.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 13:17

questo incompetente con tre giorni di presidenzaha già tre stati contro,Mexico,Germania e Vaticano, vedremo presto altri stati che si ribelleranno alla sua tirannia.Poi toccherà alla Italia ma la Italia sa leccare molto bene.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 13:18

questo incompetente con tre giorni di presidenzaha già tre stati contro,Mexico,Germania e Vaticano, vedremo presto altri stati che si ribelleranno alla sua tirannia.Poi toccherà alla Italia ma la Italia sa leccaremolto bene.Altro Hitler è rinato in USA.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 17:37

tanto per iniziare corrispondenti messicani mi hanno detto ora tramite paltalk che non compreranno prodotti americani poi si vderà cosi Trump questi prodotti per il Mexico li metterò in cantina. diwa130 mi hanno detto che non pagheranno nessun muro, così il fuher gringo si terra i suoi prodotti quelli destinati al Mexico in cantina.Poi vedreo se succederà in Italia se non farete o non comprate suoi prodotti più cari, vi sistemerà lui come vi ha sistemato il PD.bettytudor giusto combattuta ma non che deve pagare il Mexico quello che decide il gringo

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 27/01/2017 - 17:38

bettytudor, se la Svizzera facesse un muro cotro la Italia dovreste pagarlo voi italiani? e le barriere per i clandestini extracomunitari le facciamo pagare alla libia