Trump pronto a riconoscere la Crimea come parte della Russia

Importante apertura del presidente degli Stati Uniti sul fronte dell'annessione della Crimea. Trump non ha escluso di dare ragione alle istanze di Vladimir Putin

Donald Trump apre su un possibile riconoscimento della Crimea come parte della Russia. O almeno non ne esclude la possibilità. È questo il senso di quel "dovremo vedere" come risposta a una domanda dei giornalisti che, a bordo dell'Air Force One, gli hanno chiesto come intendesse orientarsi sui temi che oppongono Washington a Mosca.

Il presidente americano incontrerà Vladimir Putin tra due settimane a Helsinki. Un incontro che si preannuncia molto importante. I dossier sul tavolo sono molti e non c'è sintonia su diversi temi fondamentali. Ma tra i due leader è sempre stato possibile scorgere la volontà del dialogo. E sul riconoscimento della Crimea, Trump non ha voluto mostrarsi troppo duro, come nel suo stile: "Vedremo cosa farà la Russia".

Del resto erta stato lo stesso leader degli Stati Uniti ad aprire a questo riconoscimento già durante il G 7 in Canada. Dopo aver parlato della possibilità di invitare la Russia a far parte di nuovo del gruppo che riunisce i Grandi del mondo, il presidente Usa aveva detto che la Crimea andava considerata come parte della Federazione russa perché la popolazione parlava russa.

Quelle parole avevano lasciato interdetti molti funzionari della Casa Bianca e del Dipartimento di Stato, ma anche molti rappresentati dei Paesi occidentali, in particolare quelli che in Europa avevano spinto sulle sanzioni proprio dopo la crisi in Ucraina. Ma erano parole perfettamente in linea con lo stile trumpiano. Schietto, rapido, a tratti apparentemente superficiale. Intenzionato a trovare un compromesso più rapido più che ad utilizzare la lenta macchina della diplomazia e del sistema di alleanze.

"Parleremo dell'Ucraina, della Siria, parleremo delle elezioni, perché non vogliamo che nessuno manipoli le elezioni". Questa la risposta di Turmp a chi gli chiedeva di cosa avrebbe parlato con Putin. E visti i temi toccati, il vertice sembra essere destinato a diventare uno spartiacque importante della politica internazionale.

Nella capitale finlandese si giocano partite importantissime. E il fatto che il presidente Usa apra al riconoscimento della Crimea è un segnale importantissimo: il negoziato sul mondo è iniziato. E Trump, da businessman prima ancora che da politico, si muove con la sua prima offerta, la Crimea, obiettivo primario della strategia russa nel Mar Nero e su tutto il fronte meridionale.

Commenti

Popi46

Sab, 30/06/2018 - 16:11

Trump passerà a quella Storia che rispetta: la Crimea è da sempre russa, così come la Palestina è da sempre terra degli ebrei cacciati dall’Egitto. E la politica demagogica non può cambiare la Storia

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 30/06/2018 - 16:14

Italia non si ferma:11.07.2017 17:37 La ferrovia statale italiana sta costruendo ferrovie ad alta velocità in Iran Le Ferrovie dello Stato italiane stanno costruendo una linea ad alta velocità in Iran per 1,2 miliardi di euro. Questo collegherà le città di Kom e Arak, ha riferito l'agenzia di stampa iraniana Fars martedì. Leggi tutto ...

ESILIATO

Sab, 30/06/2018 - 17:11

La Crimea e' sempre stata Russa.

Angel59

Sab, 30/06/2018 - 18:11

E' cosa buona e giusta.....amen

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 30/06/2018 - 18:18

Se Trump permette l'annessione della Crimea alla Russia, la ue è morta.

ohibò44

Sab, 30/06/2018 - 18:28

Mi sembra un’ipotesi difficilmente realizzabile. Significherebbe cancellare tutte la sanzioni a carico della Russia (volute in primis dagli USA)

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 30/06/2018 - 18:37

Benissimo,la Crimea è sempre stata russa.

Albius50

Sab, 30/06/2018 - 19:57

Il mio grande sogno ITALIA, RUSSIA, USA assieme, noi BLINDIAMO LE ALPI cacciamo tutto quello che viene da EST,NORD ma lascerei aperto un corridoio con VISEGRAD.

gianrico45

Sab, 30/06/2018 - 23:42

Un altro imbroglio, come quello con Kim

Italiano_medio

Sab, 30/06/2018 - 23:44

Pensa come ci rimane Merkell e tutti gli europei pro-sanzioni .....

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 30/06/2018 - 23:56

Popi46 16:11 la Storia degli eletti è pura demagogia

lucaberardi

Dom, 01/07/2018 - 00:06

Vita ha messo in bocca a Trump affermazioni sulla Crimea che non ha mai fatto. L'invasione militare e l'annessione con un referendum farsa (referendum avvenuto con la presenza militare dell'invasore russo e in cui a gestire le operazioni di voto erano solo militari russi) da parte di Putin della Crimea restano una violazione del diritto internazionale contro uno stato sovrano e indipendente come l'Ucraina

sgarbistefano

Dom, 01/07/2018 - 01:08

Non ci credo molto, ma se Trump aprisse davvero ad una qualsiasi forma, anche implicita, di riconoscimento dell'attuale status della Crimea, le sanzioni UE contro la Russia non festeggerano il nuovo anno, con buona pace della Cancelliera Merkel.

Albius50

Dom, 01/07/2018 - 08:05

Errata corrige aggiungo anche OVEST soprattutto proprio x MACRON.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 01/07/2018 - 08:36

I bersaglieri del generale Lamarmora mandati da Cavour in Crimea, combatterono contro i russi, Dunque la Crimea é sempre stata Russia.

steacanessa

Dom, 01/07/2018 - 09:36

La rossissima Crimea fu regalata all’ucraina sovietica da stalin negli anni trenta. Quindi fu un atto di autorità di uno dei peggiori delinquenti della storia dell’uomo. Altro che referendum farsa!