Trump vola nei sondaggi tra i repubblicani

Donald Trump può vantare un consenso molto alto tra gli elettori repubblicani. Lo stesso che ebbe George W. Bush dopo l'11 Settembre

A quattro mesi dalle elezioni di midterm Donald Trump si gode dei sondaggi molto favorevoli. L'ultima rilevazione Gallup, infatti, gli attribuisce un alto consenso tra gli elettori repubblicani: per l'85% è un leader forte e risoluto, per il 90% è intelligente, per l'84% può portare i cambiamenti di cui il Paese ha bisogno. Non sono dati scontati, tutt'altro. In passato solo George W. Bush, dopo la drammatica crisi dell'11 Settembre, seppe arrivare così in alto.

Continuano a soffiare forte, negli Stati Uniti, gli slogan che hanno portato il tycoon alla Casa Bianca: tolleranza zero con gli immigrati clandestini, dazi commerciali per colpire i prodotti stranieri e riportare lavoro negli Usa, braccio di ferro con gli alleati (Europa in primis) per ottenere migliori condizioni negli scambi commerciali.

Ovviamente Trump attira su di sé anche forti critiche, ma lui non se ne cura e, guardando ai sondaggi, si rende conto che ha ancora il vento in poppa, forte anche dell'economia che è torbata a correre. A sparare a zero contro il presidente è soprattutto la stampa progressista, con New York Times e Washington Post in testa. Ma fino a qui non c'è nulla di nuovo. Anche una parte del mondo dell'industria è preoccupata, perché teme possibili effetti negativi derivanti dalle misure protezionistiche. I dazi però piacciono a gran parte della base elettorale su cui Trump ha fondato la propria vittoria: stiamo parlando di quella operaia, che in diversi stati ha già scelto Trump, ma anche di quelli che, pur avendo votato per i democratici, ora vedono di buon occhio le misure del governo volte a difendere il lavoro made in Usa.

Se è ancora presto per prevedere il possibile esito delle elezioni di Midterm, di sicuro Trump ha dimostrato a sé stesso di essere ancora in grado, con un semplice tweet, di spostare parecchi voti. Lo ha fatto di recente, contribuendo a far perdere Mark Sanford, candidato alle primarie in South Carolina. E spera di ripeterlo alle elezioni di novembre.

Commenti

Oraculus

Lun, 25/06/2018 - 13:44

Trump??...un vero americano che ama il suo paese...lo ama e lo rispetta!!.

donzaucker

Lun, 25/06/2018 - 14:35

Piace agli americani perché li rappresenta bene: cafone, ignorante e bullo.

Ritratto di bimbo

bimbo

Lun, 25/06/2018 - 15:00

Prima gli parlano male perché tutti santi e buonisti, poi quando le cose vanno in malora allora lo elogiano per il suo contributo, e questo soprattutto in europa il regno delle farse..

HappyFuture

Lun, 25/06/2018 - 15:40

Tutte bugie. Andate a leggervi Nate Silver 538. Saprete che oil 51.4 degli Americani disapprovano DJ45 TRUMP. Fate un articolo con dati indipendenti.

HappyFuture

Lun, 25/06/2018 - 15:46

Godete nel vedere commenti di gente che ha bevuto le vostre bugie. Nate Silver dice che il 51.4% degli americani disapprovano Trump.

greg

Lun, 25/06/2018 - 15:48

DANZAUCKER - e meno male che fra i vari epiteti che hai usato non ci hai messo il tuo, quello che si riferisce a te: ID.I.O.TA. Brutta cosa l'invidia, vero danzaucker?

donzaucker

Lun, 25/06/2018 - 16:46

Gentile Signor Greg, dato che io non ho mai insultata le chiederei cortesemente di essere trattato alla stessa maniera. Grazie

ILpiciul

Lun, 25/06/2018 - 17:02

Grande DJ45! PPPPRRRRRRRR ai suoi nemici che si berrà comodamente dopo averli fatti uscire di senno. Ah ah ah, troppa roba, che goduria pensare a tutti i progressisti in regresso, italiani, a tutti i travasi di bile. P.s. Ho anch'io notizie di prima mano che confermano la percentuale di favorevoli e forse anche di più.

alox

Lun, 25/06/2018 - 17:25

@donzaucker: cafone ignorante e bullo sei tu! @Happyfuture: condivido.

Andrea De Benedetti

Lun, 25/06/2018 - 18:24

Grzie per i titoli nobiliari che mi ha attribuito essendo io cittadino americano,, signor donzaucher Di contro io mi firmo con il mio nome e cognome di cui non mi vergogno anzi ne sono orgoglioso. Quindi,sconosciuto diffamatore o razzista, mi permetto di rimandare tutto al mittente sicuro di fare centro.

nunavut

Lun, 25/06/2018 - 20:13

@ donzauchker 14:15 Dunque pur se al governo ci fossero i suoi amici democratici il popolo americano rimarebbe cmq. cafone,ignorante e bullo. Un bel complimento ad un popolo speriamo che gli Americani un giorno non si pentano,già ne avete un anteprima con Trump, d'aver salvato l'europa e la sua patria che oggi viene vituperata da un macron senza alcuna vergogna e una parte del popolo di sx ne gode apertamente.

aredo

Lun, 25/06/2018 - 20:41

Trump è un altro pupazzo della sinistra.. da sempre amico e finanziatore dei Clinton e dei Democratici Clinton/Kennedy. Il 90% dei Repubblicani lo amano? Ma se sta distruggendo l'economia USA con i dazi ! E' un altro che fa finta di essere di destra. Tutta una recita.

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 25/06/2018 - 22:13

@donzaucker: milioni di italiani che vivono negli USA ti darebbero volentieri dell'idiota. Ma sarebbe ancora poco.

greg

Lun, 25/06/2018 - 23:09

Ben poco gentile sig (si fa per dire) Danzaucker. Facciamo così, prima impara lei ad essere educato e non offensivo con chi non conosce, ma che comunque lei ha denominato ""cafone, ignorante e bullo"", poi ci penserò su, ma per ora il suo soprannome - ID.I.O.TA - resta. Sta a lei toglierselo di dosso. Come dirette Trump in persona, "now it's up to you". Io sono anche cittadino americano, e se permette mi secca un po' sentire offendere il Presidente Trump, che sta facendo del gran bene agli USA, dopo tutto il male e i danni fatti da Obama

donzaucker

Mar, 26/06/2018 - 08:14

Scusate, rettifico il mio commento iniziale: piace a voi perché vi rappresenta bene, cafoni, ignoranti e bulli.

greg

Mar, 26/06/2018 - 11:31

DANZAUCKER - E con questa sua risposta lei ha certificato che la debolezza mentale è una sua tara genetica, ma una cosa è certa: che più cafone, ignorante e bullo di lei è difficile immaginare altra persona. Mi spiace molto per sua madre che ha dovuto metterla al mondo

greg

Mar, 26/06/2018 - 11:50

AREDO – sarebbe una fortuna avere in Italia un presidente come Trump. Lei che parla di economia non ne sa nulla. Lo sa che gli operai americani, grazie alla riforma fiscale di Trump, ora si mettono in tasca una media di 8000 US$ in più ogni anno. Lo so bene io, che pago gli stipendi ai miei operai, mentre in Italia sempre più tasse si mangiano il già scarso valore di acquisto dell'euro, che raddoppiò il costo di ogni cosa già il 1° gennaio 2002, quando gli italiani furono obbligati, da Prodi, cioè la sinistra, ad accettare il valore di concambio lira/euro a 1936.37, cioè il costo di un kg di pane, che fino al 31 dicembre 2001 era di mille lire, la mattina del 1 gennaio 2002 costava 1 (uno) euro, cioè 1936,27 lire, ma gli stipendi restarono gli stessi, perché chi guadagnava 1.000.000 di lire il 31 dicembre 2001, la mattina dopo guadagnava solo 520,00 euro, ma il costo del pane era raddoppiato. Lei è un povero demente rosso, o grillino, a sua scelta