Così gli attivisti tedeschi spingono i migranti nell'Ue

I volantini con le istruzioni per passare il confine sarebbero stati diffusi da un'associazione tedesca per i diritti dei richiedenti asilo

Si apre un vero e proprio giallo sull'identità delle persone che hanno diffuso tra i migranti i volantini con le istruzioni necessarie a passare in Macedonia dal campo profughi greco di Idomeni, dove ieri tre persone sono morte annegate nel tentativo di guadare un fiume.

Secondo la stampa tedesca dietro al fatale guado ci sarebbero alcuni manifestini firmati "Kommando Norbert Blum": il nome dell'ex ministro del Lavoro tedesco della Cdu, in carica durante l'amministrazione di Helmut Kohl tra il 1982 e il 1998, che in queste settimane si era recato ad Idomeni per esprimere solidarietà ai migranti.

Nel volantino fatto circolare è scritto in arabo: "Il confine greco-macedone è chiuso. Non ci sono bus o treni che vi portino in Germania, ma probabilmente vi possono rimpatriare in Turchia con altri bus. Chi riesce a passare il confine illegalmente con ogni probabilità verrà alccolto in Germania: allo stesso modo, è probabile che in pochi giorni il campo di Idomeni venga sgomberato e che voi veniate trasferiti in altri campi della Grecia, da dove vi riporteranno in Turchia."

"Il muro macedone si interrompe a pochi chilometri da Idomeni, potete attraversarlo! - prosegue il volantino - Se marciate in migliaia, la polizia non potrà fermarvi, evitate i gruppi piccoli, che verranno riportati in Grecia. Nascondete questo volantino. La polizia e i giornalisti non devono vederlo."

Non è ancora chiaro quale sia la connessione tra Blum e il sedicente commando che ne porta il nome: interpellato da Die Spiegel, il diretto interessato ha smentito ogni collegamento e ha chiarito che "non avrei mai incoraggiato un'azione del genere".

Il commento del governo greco

Tuttavia parlando con Skai il portavoce del governo greco George Kritsis ha sottolineato che si è trattato di "un'azione pianificata". È questa la teoria del primo ministro greco Alexis Tsipras, che rivolgendosi oggi ai profughi ammassati nel campo di Idomeni nell'attesa di proseguire il proprio viaggio verso nord si è scagliato contro i presunti attivisti per i diritti umani che avrebbero fatto circolare fra i migranti alcuni volantini con le istruzioni necessarie per raggiungere la Macedonia clandestinamente. "Questo gioco con la vita delle persone deve smettere - ha tuonato oggi il premier greco - Fornire informazioni ai rifugiati per attraversare la frontiera in modo illegale è un comportamento pericoloso a loro spese." A questo proposito la polizia ellenica ha aperto un'inchiesta per individuare i responsabili della diffusione di questi volantini, che avrebbero causato grande confusione fra i migranti, la morte di tre persone e il ferimento di molte altre.

Sempre oggi Tsipras ha invitato i migranti ad abbandonare il sovraffollato campo di Idomeni e a raggiungere altri centri di accoglienza nel resto del Paese : "È da escludere che la rotta dei Balcani venga riaperta" ha spiegato. Intanto da Skopje il governo macedone ha ordinato alla polizia di intensificare i pattugliamenti al confine greco.

@giovannimasini

Mappa

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 15/03/2016 - 21:09

Praticamente l'equivalente dei nostri CENTRI A SOCIALI che in tutta l'Europa, ma principalmente in Italia e CERMANIAAAA!! I ROSSI (da noi chiamati Kompagni che sbagliano) hanno FATTO CRESCERE!!! ORA GRATTATEVELIIII!!! Se vedum.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 15/03/2016 - 21:18

iniziate a sparare e forse le cose cambiano drasticamente.......iniziando dagli attivisti, che ora con questa scusa dei diritti hanno rotto veramente le scatole. Ma chi si credono di essere! Come mai in Siria ci sono ancora tanti civili che non sono scappati?

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 15/03/2016 - 21:36

Ma insomma cosa si puo' dire?Cosa si puo' fare? What can we do?Non ci rimane che aiutare i profughi.Per forza, non abbiamo scelta.E' un dovere.

disturbatore

Mar, 15/03/2016 - 21:49

Attenzione alle Ong tedesche in Siria ed in Paesi nei quali Berlino prende posizioni apertamente unilaterali , questa mostrano di essere il braccio allungato del POtere Teutonico . In Siria nel 2012 alcuno vertici si dichiararono troppo presto contro Assad,per una ong che vuole salvare vite , questo non e´ammissibile . La Germania e´diventata centro di smistamento di destabilizzazione.Oggi danno un palcoscenico alle Pussy Riot , ed i giornali che tanto si erano offesi per i pizzini di Colonia , oggi difronte alle espressioni fuori dala buona creanza , non hanno nessuna remora a farne uso. La Germania ha preso l´equilibrio ed il resto dell´Europa se ne sta´accorgendo.

unz

Mar, 15/03/2016 - 21:53

consolante e triste che un pugno di idioti si arroghi il diritto di decidere per tutto il proprio popolo. Non abbiamo l'esclusiva degli idioti. È una notizia.

Una-mattina-mi-...

Mar, 15/03/2016 - 21:54

GLI "ATTIVISTI" vanno perseguiti per istigazione al suicidio e attività ABUSIVA contro l'interesse nazionale.

vianprimerano

Mar, 15/03/2016 - 22:00

I tedeschi: una massa di egoisti psicopatici e nevrotici, la causa di tante sofferenze nel nostro continente, basti vedere la culona, l'ultimo prodotto partorito dalla Germania, una burattina al servizio della massoneria e del nuovo ordine mondiale. Solo un altro batte i tedeschi quanto a cattiveria ed egoismo e questi sono gli inglesi.

jeanlage

Mar, 15/03/2016 - 22:13

I liberi pensatori, in nome del libero pensiero hanno fatto morire affogati migliaia di vandeani. Cosa vuoi che siano tre afgani o pachistani. L'importante è che la luce risplenda contro l'oscurantismo!

potaffo

Mar, 15/03/2016 - 22:14

Ci vogliono botte per questi attivisti, basta lasciarli fare quello che vogliono! (anche se nessuno li tocca proprio perchè sono le elites a volerli)

giordaano

Mar, 15/03/2016 - 22:19

Die Spiegel, Blum, Skai... non ne azzeccate una : l'ortografia e' diventata un optional

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 16/03/2016 - 00:15

È lo stesso casi di quegli irresponsabili italiani che pur conoscendo l'impossibilità di certi clandestini di richiedere asilo politico LI SPINGONO A FARE OPPOSIZIONE AL DECRETO DI ESPULSIONE PUR DI RIMANERE NEL NOSTRO PAESE. In Germania come in Italia siamo oberati da un sinistrume che chiama umanitarismo la totale assenza di responsabilità e di maturità mentale.

gigetto50

Mer, 16/03/2016 - 07:57

......queste persone vanno aiutate si...certo...ma a rimanere in Turchia....altrimenti a cosa servono i soldi che la UE da a questo paese? Nel frattempo si possono aprire canali umanitari per casi che veramente necessitano di aiuto tipo malati etc. e canali per immigrazione controllata nei paesi europei aventi necessita' di manodopera etc....Ma nel frattempo la massa deve rimanere la'.

gigetto50

Mer, 16/03/2016 - 07:58

..secondo me fanno esattamente quello che fanno i preti e le suore in Africa...ed il Papa da Roma....

Ritratto di Chichi

Chichi

Mer, 16/03/2016 - 11:48

E ancora c’è chi sbava per questa UE dominata da Francia e Olanda col loro passato coloniale e dai tedeschi, ai quali (come per i sovietici) non bastava colonizzare altre popolazioni. Considerano gli altri membri di questa pseudo unione come proprie colonie e l’Italia col disprezzo che gli imperatori romani riservavano al regno di Giuda. Gli inglesi, che di colonie se ne intendono, sono da sempre con un piede dentro e l’altro fuori. È solo questione di tempo, prima che facciano ai padroni della (dis)UE quello che molte vecchie colonie hanno fatto a loro. La metteranno alla porta senza troppi complimenti. Onestamente, prima si sfascia e meglio sarà per tutti. Sarà faticoso, ma sarà una fatica che darà frutti positivi, non direttive, divieti, procedure d’infrazione, pensiero unico politicamente ipocrita e immiserimento progressivo della nostra economia.

Menono Incariola

Dom, 10/04/2016 - 20:59

gli "attivisti" vanno SPARATI, altro che "identificare", "valutare", "accogliere"!

Carlo_Rovelli

Mar, 24/05/2016 - 11:10

@ Rames - i "profughi" possono 1) restare a combattere per il loro paese, se trovano chi li arma (i Russi?) 2) farsi aiutare dai paesi che hanno interesse in quelle guerre e nel caos che hanno scatenato in Medio Oriente e in Africa: Israele, Arabia Saudita e Stati Uniti in primis. Il vero problema é che i profughi sono una minoranza, il grosso dei migranti sono turchi e africani (migranti economici).