Tutti i misteri sul Boeing-777: missile o fori di mitragliatrice?

Come è stato abbattuto? Esclusi Buk non restano che i missili shrapnel (a scheggia) dei russi o le mitragliatrici dei jet ucraini. Le scatole nere (in mano agli inglesi) risolveranno il mistero?

Dopo tanti tentativi falliti e rinvii un gruppo di osservatori internazionali è finalmente riuscito a raggiungere la zona dell'Ucraina orientale in cui lo scorso 17 luglio si è schiantato un aereo della Malaysia Airlines abbattuto mentre era in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur. A due settimane dalla tragedia sul posto - è la loro drammatica testimonianza riportata dal ministro degli Esteri australiano Julie Bishop - ci sono ancora resti umani: quelli di circa 80 delle 298 vittime. Eppure ancora oggi non si riesce a fare piena luce sulla verità.

Citando i dati estrapolati dalle scatole nere, recuperate dopo lo schianto del 17 luglio, il portavoce della sicurezza ucraina Andriy Lysenko ha detto che il volo è precipitato a causa di una "forte decompressione esplosiva" dopo essere stato forato più volte dalle schegge provenienti da un missile. Una tesi che sembra far comodo ai governi di Stati Uniti e Ucraina per accusare indirettamente il presidente russo Vladimir Putin del proprio sostegno ai ribelli filo-russi. Le conclusioni di Lysenko, tuttavia, non sono mai state confermate dagli esperti europei che stanno analizzando i dati contenuti nelle scatole nere dell'aereo che sono state portate nel Regno Unito. Secondo il rapporto del pilota tedesco Peter Haisenko, che ha analizzato i fori sulla cabina di pilotaggio, l'MH17 Boeing 777 non sarebbe stato abbattuto da un missile. "La cabina presenta tracce di bombardamenti - spiega - è possibile vedere i fori di ingresso e di uscita. Il bordo di una parte dei fori è piegata verso l'interno". Secondo Haisenko i fori più piccoli mostrerebbero i punti di ingresso di un proiettile calibro 30 millimetri. Non solo. La distruzione è, poi, "limitata alla zona della cabina di pilotaggio", una parte dell'aereo costruita con materiale appositamente rinforzato. Tutto questo spingerebbe il pilota tedesco a escludere l'abbattimento con un missile.

Vale la pena ricordare che le prime dichiarazioni degli osservatori Osce rilasciate giovedì confermano ampiamente le conclusioni di Haisenko. Come riporta il Wall Street Journal, "fori simili a schegge" sarebbero stati trovati "in due parti diverse della fusoliera". Durante il briefing quotidiano Michael Bociurkiw del gruppo Osce ha, infatti, descritto la fusoliera dell'aereo come punteggiata di "fori molto simili a quelli di una mitragliatrice". Non solo A dispetto delle dichiarazioni ufficiali rilasciate dalla Casa Bianca, il team OSCE non ha ancora trovato alcuna prova di un missile sparato da terra. Eppure l'ambasciatore americano alle Nazioni Unite Samantha Power ha puntato il dito contro la Russia dichiarando che l'aereo malese è stato abbattuto da "un missile terra-aria sparato da una posizione separatista". I primi risultati dell'Osce, però, tendono a smontare il teorema che il Boeing sia stato abbattuto daun sistema missilistico Buk. E un'operazione di bombardamento da terra non sarebbe mai riuscito ad abbattere un aereo in viaggio sopra i 30mila piedi.

Il ministero della Difesa russo, che conferma lo studio di Haisenko, ha rilevato un jet ucraino Su-25 nel corridoio di volo del MH17. Lo stesso velivolo militare è confermato anche da un misterioso reportage della Bbc fatto sul luogo dell'incidente il 23 luglio. Tutti i testimoni intervistati dall'emittente inglese avevano, infatti, confermato la presenza di un aereo militare ucraino in volo in prossimità dell'MH17 proprio quando è stato abbattuto. Peccato che il video originale, pubblicato dalla Bbc, è stato rimosso dall'archivio. Ad ogni modo, dopo aver inizialmente detto che l'aereo era stato centrato dal missile, i media hanno corretto il tiro spiegando che il Boeing è stato colpito dalle schegge di un missile esploso a pochi metri che hanno perforato la cabina di pilotaggio causando una perdita di pressione. In una dichirazione piuttosto contraddittoria il portavoce della sicurezza nazionale ucraina Andriy Lysenko aveva, infatti, ammesso che l'aereo della Malaysia Airlines aveva "subito massiccia decompressione esplosiva dopo essere stato colpito da un missile shrapnel".

I segni simili a schegge devono essere distinti dai piccoli fori in entrata e uscita che, secondo Haisenko, è "più probabile" che appartengano a "proiettili di 30 millimetri di calibro" sparato appunto da un aereo militare. Dunque, nessun attacco missilistico come ipotizzato. E anche l'utilizzo di un missile shrapel, che avrebbe causato lacerazioni simili a scheggie, andrebbe a scontrarsi con le dichirazioni dell'Osce che ha appunto denunciato "fori da mitragliatrice". A questo proposito, Haisenko ha fatto notare che il GSH-302 di cui è dotato un jet Su-25 può sparare 3.000 colpi al minuto, il ché spiegherebbe i numerosi fori di entrata e di uscita. "La cabina di guida dell'MH017 è stata colpita su entrambi i lati - spiega Haisenko - i fori di entrata e di uscita sono stati trovati sullo stesso frammento della cabina di guida". Se lo studio del pilota tedesco dovesse essere confermato le accuse rivolte alla Russia, compreso il pessantissimo regime di sanzioni imposto da Washington, si rivelerebbero una colossale menzogna basata su un'infinità di menzogne.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Mar, 05/08/2014 - 17:50

ripeto per l'ennesima volta: non sono comunista! Ma: e adesso???? Che si fa, si chiede scusa a Putin??? Come si possono ammazzare 298 persone cosi',...tanto per dare la colpa "all'altro"??? Una volta, quando alla Casa Bianca c'era un ex attore, quando gli USA facevano disastri per errore (vedi lo stretto di Ormuz con un aereo Iraniano) lo ammettevano subito e si scusavano. Ora che fanno i "democratici abbronzati"???....Comunque, sempre un doveroso pensiero alle vittime.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 05/08/2014 - 17:57

scassa martedì 5 agosto 2014 Certo che possedere un Mitra o un lanciarazzi che arrivi a quota di velocità di crociera di un volo passeggeri,,in caso di violenta concorrenza tra due compagnie rivali,si risolverebbe con poca spesa e dispendio di energia ! Pochi uomini ,un paio di mitra e si tirano giù tutti i velivoli della concorrenza ,e fino e oltre i 10.000 mtr!!! L'ho sempre sostenuto,meglio il cavallo di San Francesco ! scassa

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 05/08/2014 - 18:02

voglio proprio vedere come va a finire. non metto becco, ma se per caso dovesse venire fuori che l'aereo e' stato abbattuto da kiev sono curioso di vedere la posizione e le sanzioni che bruxelles e Washington attueranno contro l'ucraina

Massimo Bocci

Mar, 05/08/2014 - 18:23

O che domande, quesiti son questi, hanno appena fatto un GOLPE ( tipo SPREAD, ma con Nazisti, SS veri all'opera, un REMAKE, Adolfo vecchia maniera) per indicare, ORDINARE chi sono gli SCHIAVISTI (i buoni) Nazzi,Abbronzati finanziari e Euro e chi sono (i cattivi) quelli che hanno qualche REMORA DOPO 50 anni di CRIMINALE REGIME SCHIAVISTA BOLSCEVICO, a ripetere l'esperienza 90* con i nuovi Kapò EURO, forse memori dal bruciore ancora presente,dunque se non volete che i SOF, GOLPE SPREAD, diventino SS, GOLPE UGRAINI, rispondete a tono e soprattutto basta avere dubbi su chi sono i BUONI, i TRUFFATORI, gli SCHIAVISTI, CHE CI AFFAMANO E LI AFFAMERANNO............... I NAZZI.....EURO!!!

agosvac

Mar, 05/08/2014 - 18:24

Ho subito pensato che si fosse trattato di un tragico incidente. Magari un missile lanciato dai filo russi per abbattere un aereo ukraino e finito per errore sull'aereo di linea. Ma se effettivamente sono stati trovati fori di mitragliatrice non può essere stata che l'Ukraina dato che i filo russi non hanno aerei da combattimento. Si vedrà come andrà a finire l'inchiesta! Certo gli americani dovrebbero cominciare a trovare il giusto modo di scusarsi con la Russia per averla accusata di tante nefandezze.

Mario-64

Mar, 05/08/2014 - 19:38

Certo che far esaminare le scatole nere agli inglesi ,lacche' degli americani ,non e' il massimo. Se l'hanno abbattuto gli ucraini apposta sono da bandire dalla comunita' internazionale ,altro che farli entrare in europa.

CONDOR

Mar, 05/08/2014 - 23:48

Esatto. Menzogne su menzogne. E finalmente comincia a vedersi un barlume di giornalismo. Tutta questa crisi è stata caratterizzata da montagne di menzogne con cui i paesi occidentali hanno cercato di raccontare una verità inventata per coprire quella terribile e vergognosa. Cioè la preparazione, l'organizzazione e l'appoggio di usa e ue ad un golpe in piena regola e ad un governo composto anche da un partito nazista e xenofobo. E la cosa più spaventosa è aver avuto la dimostrazione della falsità dei nostri media, e della censura sistematica che viene attuata nei paesi occidentali, quelli che ci hanno detto essere la culla della civiltà, delle libertà e della democrazia. Caxxate, pare di essere in unione sovietica invece. SOno più liberi i media russi, ed è tutto dire... Montagne di menzogne dicevo, dai cecchini di Maidan , alla strage nazista di odessa, fino all'aereo abbattuto. Per non parlare delle caxxate relative ai bombardamenti russi, mai avvenuti, al contrario di quelli ucraini sul territorio russo che han fatto morti e feriti tra i civili, ma di cui nessun giornale italiano ha dato notizia Sono 2 mesi che ogni 2-3 giorni piovono bombe sulle cittadine di confine russe. Ma è scomp raccontare la verità. O vogliamo parlare delle democratiche elezioni del cioccolataio ucraino? Certo, dopo aver costretto 4-5 candidati a ritirarsi dalle elezioni con minacce, attentati e pestaggi. Non bisogna raccontare le ronde dei neonazisti per le strade di Kiev e le sparizioni di persone contrarie al partito. No, il governo è appoggiato dalla UE quindi tutti zitti.CHE VERGOGNA.

roberto zanella

Mer, 06/08/2014 - 00:42

la stessa strategia per Ustica invece di colpire l'aereo di Gheddafi i francesi colpirono l'aereo dell'Itavia....

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mer, 06/08/2014 - 07:37

Trattasi di COLPA TOTALE dell'amministrazione USA e degli improvvisati accoliti dell'abbronzato. La conferenza stampa del ministero della difesa russa a proposito dell'MH17 è stata tanto scarna quanto DEVASTANTE. Perchè l'aereo ha virato e decelerato bruscamente prima di inizare a cadere? Perchè -come hanno chiesto i russi- gli USA non spiegano cosa ci faceva un loro satellite sulla verticale dell'aereo al momento dell'impatto? Perchè gli USA non mostrano le immagini di quel satellite? Le sanzioni sono un boomerang che GasPutin ci rispedirà indietro a Novembre. Grazie abbronzato, buon compleanno.

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 06/08/2014 - 10:21

Egregio Andrea Indini... Prima di mettere mano alla tastiera, cerchi almeno di connettere i neuroni. Se li possiede ancora, ovviamente! Io mi limito a riferire fatti, non ipotesi che sono SEMPRE di parte. 1) - Quando ancora Nessuno parlava di aerei schiantati, FURONO I SEPARATISTI PER PRIMI, A DIRE DI AVER ABATTUTO UN CARGO UKRAINO NELLA ZONA DELLO SCHIANTO!!! Salvo poi accorgersi, che era un aereo commerciale... Basta andarsi a rileggere i TITOLONI della notizia appena battuta. Lo hanno confessato loro stessi, questo abbattimento! 2) - Se i buchi che si vedono sul pezzo di carlinga in foto, sono di un cannone 30mm, IO SONO LA REGINA ELISABETTA! Anche un orbo ubriaco, riconosce le "lacerazioni allungate ed irregolari" dovute allo scoppio ravvicinato di una granata a frammentazione. 3) - I missili anti-aerei, NON FUNZIONANO COME TUTTI PENSANO, E COME SI VEDE NEI FILM DA 4 SOLDI... NON COLPISCONO MAI L'AEREO DIRETTAMENTE! In pochissimi casi, vi é un "UN REALE CONTATTO" tra il missile, e il velivolo. I missili anti-aerei HANNO UNA SPOLETTA DI PROSSIMITÁ (visto che é quasi impossibile colpire "fisicamente" il velivolo...) che fá esplodere a 360 gradi, una carica a FRAMMENTAZIONE, CHE É LA VERA RESPONSABILE DEI DANNI. Non il missile in sé stesso! Il principio é semplice: una spoletta ad attivazione generalmente magnetica, fá esplodere una carica a frammentazione QUANDO IL VELIVOLO É FINO AD UNA DECINA DI METRI... In questo modo, SI AMPLIA ENORMEMENTE LA PERCENTUALE DI "LETALITÁ" DEL MISSILE (ripeto: é quasi impossibile che avvenga un "contatto" tra missile e velivolo, atto ad attivare una "spoletta di contatto"). 4) - Nel testo si legge che i colpi, avrebbero raggiunto la cabina lateralmente, e fuoriusciti dall'altra parte della cabina: ergo, il caccia VOLAVA PERPENDICOLARMENTE AL 777 - IL CHE É IMPOSSIBILE! MAI E POI MAI, un caccia ingaggierebbe un altro velivolo lateralmente! Fare centro, sarebbe praticamente come fare una cinquina al lotto: anche se il bersaglio é un pachiderma come il 777... ED OLTRETUTTO I COLPI AVREBBERO RAGGIUNTO IL VELIVOLO, LUNGO TUTTA LA CARLINGA (trapassandola da parte a parte, come un colabrodo...), PROPRIO A CAUSA DELLA DIREZIONE DI VOLO PERPENDICOLARE! I cannoni sui caccia, ormai li montano solo per abitudine. Per sicurezza... Giusto per avere una "ultima carta" da giocarsi. Spesso non caricano neanche le munizioni, per risparmiare carburante, e caricare magari, un missile/POD in piú! Ormai vengono usati principalmente per l'attacco a terra, dove grazie alla "staticitá" dei bersagli, il problema della scarsa precisione, passa in secondo piano. Oltretutto, i fori provocati dai proiettili, hanno una forma molto "DEFINITA", CON IL BORDO MAI ORLATO, MA BENSÌ REGOLARE. E devono avere tutti la stessa direzione di entrata ed uscita (visto che la "sorgente" spara da un unico "punto di partenza", e NON a raggiera irregolare, come una deflagrazione da carica a frammentazione...). Per finire, una sola considerazione... PERCHÉ GLI UKRAINI AVREBBERO USATO UN CACCIA, SE LA ZONA ERA SOTTO COSTANTE OSSERVAZIONE DEI SATELLITI E AEREI DA RICOGNIZIONE AD ALTA QUOTA RUSSI? Per farsi beccare con le mani nella marmellata?

Ritratto di diversamentedidestra

diversamentedidestra

Mer, 06/08/2014 - 13:28

X otto-volante, non sono un esperto di missili, ma devo dire che alcuni punti del suo ragionamento sono gli stessi su cui avevo riflettuto ancor prima del suo intervento. A questo proposito, invito il signor Idini a guardarsi un film recente con Owen Wilson e Gene Hackmann (Behind enemy lines o Dietro le linee nemiche) del 2001. In una scena si vede bene quello che lei descrive (il missile dei serbi e di fabbricazione russa esplode a una decina di metri dal caccia americano, attivato dal congegno magnetico di cui parla e le schegge o shrapnel si diffondono a raggiera, conficandosi nella fusoliera del caccia ameiricano.

Ritratto di diversamentedidestra

diversamentedidestra

Mer, 06/08/2014 - 13:29

X otto-volante, non sono un esperto di missili, ma devo dire che alcuni punti del suo ragionamento sono gli stessi su cui avevo riflettuto ancor prima del suo intervento. A questo proposito, invito il signor Idini a guardarsi un film recente con Owen Wilson e Gene Hackmann (Behind enemy lines o Dietro le linee nemiche) del 2001. In una scena si vede bene quello che lei descrive (il missile dei serbi e di fabbricazione russa esplode a una decina di metri dal caccia americano, attivato dal congegno magnetico di cui parla e le schegge o shrapnel si diffondono a raggiera, conficandosi nella fusoliera del caccia ameiricano.

Ritratto di diversamentedidestra

diversamentedidestra

Mer, 06/08/2014 - 13:30

X otto-volante, non sono un esperto di missili, ma devo dire che alcuni punti del suo ragionamento sono gli stessi su cui avevo riflettuto ancor prima del suo intervento. A questo proposito, invito il signor Idini a guardarsi un film recente con Owen Wilson e Gene Hackmann (Behind enemy lines o Dietro le linee nemiche) del 2001. In una scena si vede bene quello che lei descrive (il missile dei serbi e di fabbricazione russa esplode a una decina di metri dal caccia americano, attivato dal congegno magnetico di cui parla e le schegge o shrapnel si diffondono a raggiera, conficandosi nella fusoliera del caccia ameiricano.