Uccide il marito, lo fa a pezzi e lo dà in pasto al cane

In Spagna una donna è stata arrestata dopo aver confessato al telefono il delitto. Il marito ucciso, spezzettato e dato in pasto al cane

Lo aveva sposato da poco. Solo da gennaio erano marito e moglie, ma le liti non mancavano. Anzi: più volte era dovuta intervenire la polizia per sedare gli animi di quella coppia nata male. Ma nessuno poteva immaginare come sarebbe andata a finire.

Lei prima ha contattato un killer, offrendo 50mila euro per uccidere il marito. Poi ha deciso di risparmiare: lo ha accoltellato, poi lo ha affettato e lo ha dato in pasto al suo cane. Un modo per far sparire ogni traccia. Era sotto effetto di alcol e droghe e forse anche il marito è stato drogato prima del fatale attacco. Si chiama Svetlana Batukova, 46enne cocainomane russa che da anni abita a Maiorca, in Spagna. Il marito, Hans Henkels, un tedesco di 66 anni, è stato trovato morto e con le parti del corpo mangiate parzialmente dal cane.

Dopo l'omicidio, la donna ha chiamato la polizia confessando tutto. Ora è in stato di arresto presso un ospedale psichiatrico.

Commenti
Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 05/04/2016 - 17:32

Brrrrr... che orrore.... doversi mangiare il proprio padrone!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 05/04/2016 - 17:35

Le STREGHE esistono veramente. E non sono poche. Guardate queste gambe, le ginocchia. Sto leggendo Deborah HARKNESS 'Il libro della vita e della morte' A Discovery of Witches - 2011 - Io ho vissuto con una. -riproduzione riservata- 17,35 - 5.4.2016

rossini

Mar, 05/04/2016 - 18:02

Ho cambiato idea. Sono assolutamente a favore della pena di morte. Simili bestie vanno eliminate dal consesso sociale in modo certo, definitivo e assoluto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 05/04/2016 - 19:05

Povero caneee!!!! Se vedum.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 05/04/2016 - 19:37

Adesso non incriminiamo il cane!!

Ritratto di marapontello

marapontello

Mar, 05/04/2016 - 19:50

Dario Maggiulli forse è meglio che impari a guardarsi dentro e conoscersi.

Fjr

Mar, 05/04/2016 - 20:04

Bandog, lo incrimineranno per cane..balismo

Ritratto di Dario Maggiulli

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 05/04/2016 - 20:37

ripropongo la risposta data a marapontello mesi fa in un caso analogo--- SAXO Sab, 09/01/2016 - 21:03 marapontello condivido pienamente il commento di MAGGIULLI.Siamo ormai tutti consapevoli che le giovani donne di oggi, hanno basato il loro equilibrio familiare esclusivamente sulla ricerca dell amor proprio radicalizzato nel piu filosofico stile di vita di un egoistico edonismo ,abbandonando gli antichi valori sacri dell amore e la dedizione e il sacrificio verso la famiglia e i suoi discendenti.Chi sbaglia a dare giudizi rimane lei, non MAGGIULLI,il diritto di presunzione non comporta la giustificazione di simili comportamenti innaturali e ripugnanti da parte del gentil sesso ,qualsiasi siano le traversie della vita che ci accompagnano durante il percorso della nostra esistenza. Grazie SAXO

Ritratto di marapontello

marapontello

Mar, 05/04/2016 - 21:35

Dario Maggiulli guardi che le élites conoscono bene le leggi esoteriche che governano il mondo. Cosa crede, influenzano il nostro inconscio attraverso i mass media, i film, la musica, la pubblicità. Hanno destabilizzato l equilibrio maschile-femminile, la famiglia ecc. L archetipo della strega ultimamente è molto presente nei video musicali e soprattutto nel film il cacciatore e il regno di ghiaccio, guardi il trailer!

Ritratto di marapontello

marapontello

Mar, 05/04/2016 - 21:43

Maggiulli il film scusi si chiama Il cacciatore e la regina di ghiaccio è appena uscito al cinema. Non esistono streghe. Stia tranquillo. Comunque la signora incarna alla perfezione la Dea Kali.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 05/04/2016 - 21:55

Appunto, dopo averlo visitato, ho avuto piena conferma della dispersione dei valori concretamente cristiani da parte dell'universo femminile che si è pervertito. Nella natura della strega la ripugnanza dell'amor coniugale, ma, addirittura, il disgusto di sé, del proprio carattere fisiologico e spirituale, naturale, femminile. Nella strega, la donna che odia se stessa. E non c'è Cristo che tenga, ad esorcizzarla. -riproduzione riservata- 21,55 - 5.4.2016

Ritratto di Dario Maggiulli

Anonimo (non verificato)

Amazigh

Mar, 05/04/2016 - 22:56

Che storia sordida e materialista: si saranno conosciuti, probabilmente, attraverso agenzie che vogliono piazzare donne russe a maturi occidentali egoisti. Molti in Italia non hanno idea di come, purtroppo, funzionino le donne da quelle parti.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 05/04/2016 - 23:02

Abbiamo capito che c'è un metodo infallibile per individuare le streghe. Bisogna osservare le ginocchia.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Mar, 05/04/2016 - 23:52

Non ci siamo... nel riepilogo si parla di carpaccio di marito (affettato) e, all'interno dell'articolo, anche di spezzatino (fatto ha pezzi)... insomma... VOGLIO SAPERE COSA HA REALMENTE MANGIATO QUESTO CANE...

joecivitanova

Mer, 06/04/2016 - 00:45

....canneibale..!! G.

Gibulca

Mer, 06/04/2016 - 00:49

Mi chiedo dove siano le damerine di sinistra che parlavano di legge sul femminicidio come di un'altissima conquista sociale. Uccidere è quasi sempre sbagliato. E non è il sesso del morto che fa cambiare le cose.

mariolino50

Mer, 06/04/2016 - 08:32

Amazigh Mi risulta il contrario, le donne dell'est sono in genere molto più rispettose dell'uomo delle nostre, spesso peggiorano quando vengono qui e vedono come funziona da noi, ovvero che non contiamo più un cacchio, e si adeguano.

titina

Mer, 06/04/2016 - 08:40

Il divorzio ormai non serve più.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 06/04/2016 - 08:46

Non per i sottosviluppati la lettura lombrosiana della natura umana

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 06/04/2016 - 08:47

Invito Marapontello a non scrivere più il mio nome e cognome.

Amazigh

Mer, 06/04/2016 - 12:28

mariolino 50: il problema é proprio quello di generalizzare, comunque il grado di materialismo (camuffato agli occhi italiani) di ucraine e russe é molto superiore a quello delle italiane. Da Mosca a Vienna vige il matriarcato più spietato e spietati sono anche loro. In Italia dopo un poco non peggiorano, semplicemente gettano la mascherina.