Ultimo dibattito: tra Clinton e Trump è scontro totale su armi, tasse, Isis e aborto

Durissimo l'ultimo faccia a faccia tra Donald Trump e Hillary Clinton prima del voto dell'8 novembre. Tra attacchi personali e interruzioni i due candidati hanno affrontato diversi temi: aborto e diritti civili, armi, tasse e lavoro, immigrazione, guerra contro l'Isis e rapporti con la Russia

Niente stretta di mano tra i due candidati alla Casa Bianca, né all'inizio né alla fine del terzo e ultimo dibattito prima del voto dell'8 novembre. La tensione è alta nell'auditorium dell'University of Nevada di Las Vegas: Hillary Clinton e Donald Trump evitano accuratamente ogni contatto fisico. Sul palco lo scontro è totale su ogni argomento sollevato dal moderatore, l'ottimo Chris Wallace (Fox News). Segno di due visioni dell'America molto distanti. Ma non solo. Tra i due ormai c'è un odio profondo, e non poteva essere altrimenti dopo una campagna che, mai come questa volta, è stata densa di veleni, fango e continue delegittimazioni. "Sei il candidato più pericoloso nella storia delle elezioni americane", dice Hillary a Trump durante uno scambio di accuse scatenato da una domanda sull'offensiva per la riconquista di Mosul. "Sei tu a non essere adatta alla presidenza", ribatte repubblicano, citando il contenuto delle ultime mail diffuse da Wikileaks.

Tema, quello delle e-mail svelate dall'organizzazione di Assange, che viene usato diverse volte da Trump per cercare di screditare l'avversaria, evidenziandone le gravi pecche. Hillary risponde infastidita: "C'è il governo russo dietro l'attacco degli hacker che sono entrati in possesso delle email private, passando poi le informazioni. Diciassette agenzie di intelligence, militari e civili, lo confermano. Putin vuole condizionare le nostre elezioni". Poi spara un siluro: Putin "vuole un bamboccio come presidente americano", ribadendo che il suo avversario fa il gioco del presidente russo. "Non lo conosco, non è mio amico - ribatte il tycoon - ma sarebbe positivo se andassimo d'accordo con la Russia, nella lotta contro l'Isis e non solo". Incalzato dal moderatore, che gli chiede se intenda condannare, o meno, l'attività degli hacker, Trump dichiara: "Certo che lo faccio, da qualunque parte arrivi questa attività". Ma insiste: "Lei (Hillary, ndr) è stata messa da parte dai russi su varie questioni internazionali di grande importanza".

Il dibattito si apre affrontando il tema della Corte suprema. "Deve essere dalla parte degli americani - dice Hillary -, di tutti gli americani e non solo dei grandi gruppi di potere. Le personerò che nominerò saranno persone che nella vita hanno sempre difeso tutti, a partire, ad esempio, dalla sentenza che garantisce il diritto all'aborto e i diritti civili". Poi anticipa che, se eletta alla Casa Bianca, confermerà la scelta di Obama, che mesi fa indicò il giudice Merrick Garland per il posto lasciato vuoto da Antonin Scalia. Trump prende subito le distanze: "Sono state fatte scelte non corrette (da Obama, ndr). E fa sapere che intende nomuinare un giudice che sappia difendere la vita, in primo luogo, e poi la Costituzione. Indica espressamente la difesa del II emendamento (diritto a possedere armi) come caposaldo da tutelare. Trump ribatte: "A Chicago, dove c'è una delle leggi più restrittive sulle armi, c'è il maggior numero di morti". E ammette di godere del sostegno della Nra (lobby delle armi): "Ne sono fiero". La promessa a questo punto è d'obbligo: "Nomineremo giudici che sono molto vicini al secondo emendamento". Clinton prova a recuperare terreno: "Capisco e rispetto le nostre tradizioni sul possesso di armi, fa parte della nostra storia, ma credo ci debba essere una regolamentazione". E cita, in particolare, le armi d'assalto e, più in generale, la necessità di fare maggiori controlli prima della vendita.

Sull'aborto, altro tema legato alla Corte suprema, Trump insiste che intende tutelare la vita ma, innanzitutto, vuole che a decidere siano i singoli Stati. Clinton agli antipodi: "Io sostengo la sentenza della Corte che difende il diritto costituzionale su un tema così importante. Il governo può regolamentare ma non intromettersi in una decisione". Il repubblicano la incalza: "Sulla base di questo ragionamento il feto si può eliminare in qualsiasi momento, ma questo non va bene": Hillary ferma sulle proprie posizioni: "Decidono le donne e le loro famiglie. Difenderò sempre questo diritto".

Trump ribadisce senza mezzi termini che il voto è truccato "perché Clinton non avrebbe potuto concorrere" a causa dello scandalo delle email. Clinton "ha distrutto 33mila email dopo essere stata citata dal Congresso. Ha mentito centinaia di volte al popolo, al congresso, all'Fbi, e invece di andare in prigione la fa franca e concorre alla presidenza americana". Trump rincara la dose attaccando i media e non si sbilancia sulla decisione di riconoscere, o meno, il risultato delle elezioni in caso di sconfitta: "Deciderò al momento". Da parte sua Hillary osserva che negli Usa "ci sono sempre state elezioni democratiche e il risultato è sempre stato accettato, anche se non piaceva", e accusa Trump di essere "il candidato peggiore della storia delle nostre elezioni". Quanto allo scandalo delle email ricorda che dopo un anno di indagine l'Fbi non ha formulato alcuna accusa a suo carico.

Il candidato repubblicano ribadisce la necessità di "costruire un muro" per contrastare l'immigrazione clandestina e il traffico di droga. "Dobbiamo avere confini forti e sicuri". Clinton risponde che non vuole dividere i genitori dai figli "le deportazioni" che invoca il suo avversario sono "inaccettabili". Trump prova a mettere in difficoltà l'avversaria ricordando che lei nel 2006 voleva il muro. Pronta la replica: "Ho votato a favore (da senatrice, ndr) per la sicurezza delle frontiere, in alcuni posti si possono aumentare i controlli". E rinfaccia al repubblicano di aver fatto lavorare i clandestini per costruire la Trump Tower di New York.

Non poteva mancare, anche questa volta, il tema delle molestie sessuali e delle gravi accuse che sono state rivolte a Trump nelle ultime settimane. Lui ricorda che le sue accusatrici "sono state fortemente sconfessate". E ribatte: "Non ho mai incontrato queste donne, vogliono un quarto d'ora di notorietà oppure sono state pagate da loro" (i democratici, ndr). La Clinton rintuzza la polemica, ricordando che "in numerosi comizi Trump ha detto di non aver fatto quelle cose a quelle donne perché non erano abbastaza carine per essere molestate". E ancora: "Crede che denigrare le donne lo renda più forte, io non penso. Qualsiasi donna sa cosa significa essere trattata in questo modo, ecco come Donald tratta le donne, le denigra".

Sulla politica estera Trump punta il dito contro l'amministrazione Obama, ricordando che la strategia su Mosul è sbagliata perché l'annuncio dell'offrensiva con mesi di anticipo ha permesso ai leader dell'Isis di scappare e ha affermato che "il vero vincitore sarà l'Iran". Clinton difende la linea del presidente e, a precisa domanda del moderatore, dice che non intende inviare soldati americani in Iraq.

Un altro tema sempre molto sentito dagli americani, quello delle tasse. Trump ribadisce l'intenzione di effettuare "massicci tagli delle tasse". "Il tuo piano invece le aumenterà, è un disastro - dice rivolto a Hillary -. Con Obama il debito nazionale è raddoppiato". Clinton ha pronta la replica: "Trump vuole le tagliare tasse solo ai ricchi e alle grandi aziende, ma questo farebbe aumentare il nostro debito, ci spingerebbe verso una nuova recessione". "Il mio piano - aggiunge l'ex segretaria di Stato - produrrà più opportunità e il suo ci costerebbe in termini di costi di lavoro. Parla di tagli enormi che non si sono mai visti neanche con Bush. Io invece non aggiungerò neanche un centesimo al nostro debito e ho tutte le coperture per il mio piano".

Rivedi il dibattito tra Clinton e Trump

Commenti

Iacobellig

Gio, 20/10/2016 - 05:54

PER L'AMERICA CLINTON PERSONA VECCHIA E PERICOLOSA.

Dordolio

Gio, 20/10/2016 - 06:32

Non ho seguito il dibattito, e i commenti che leggo sulla stampa sono assolutamente contraddittori (sì... siamo arrivati a tale grado di disinformazione organizzata...). Ma se ciò che è stato detto corrisponde a quanto leggo QUI, solo un folle, uno stupido o un disonesto potrebbe votare la Clinton. Non so se Trump sia di suo "un grande", ma al confronto della Clinton è sicuramente immenso....

Popi46

Gio, 20/10/2016 - 06:33

A cominciare dalle posizioni sull'aborto per finire a quelle sulla Russia,spero che vinca Trump.Popi46

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 20/10/2016 - 07:25

Fregnacce mediatiche tipico specchietto per le allodole ... chissà che a fregare il popolo americano abbiano imparato dai "professori della politica italiana".

ilconterenziz

Gio, 20/10/2016 - 07:39

con tutta la campagna denigratoria contro Trump, l'unica possibilità che ha il tycoon è che dopo 8 anni di disastri democratici i cittadini scelgano il partito repubblicano

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 20/10/2016 - 07:45

SE; I MASS MEDIA AMERICANI COME LA CNN É NEW YORK TIMES DI PROPRIETA DI RUPERT MURDOCK DANNO LA CLINTON GIA VINCITRICE; ALLORA PER ME SAREBBE MEGLIO CHE VINCEREBBE TRUMP LE ELEZIONI; PERCHE LA CLINTON NON FÁ GLI INTERESSI DEL POPOLO MA QUELLO DELLE BANCHE! É LA CLINTON CHE FÁ LA MORALISTA CON TRUMP É QUELLA CHE INCASSA MILIONI DI DOLLARI DA PAESI COME IL QUATAR E L;ARABIA SAUDITA! CHE AMMAZZANO I GAY E SOTTOMETTONO LE DONNE!.

moshe

Gio, 20/10/2016 - 08:40

spero che gli americani aprano gli occhi ed eleggano chi sta dalla parte degli USA, TRUMP !!!

Martinico

Gio, 20/10/2016 - 08:48

Anno 2016 Epoca della grande tecnologia, eppure ancora oggi vi è la possibilità di inganno sul conteggio dei voti. Voti che definiscono la scelta che il popolo ha manifestato. Scelta che può essere imbrogliata e quindi rendere vana la sovranità popolare. Non sembra quindi prioritario il rispetto nei confronti degli elettori. Qualcosa dovrà essere immediatamente sistemata.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 20/10/2016 - 08:52

E' stupefacente che la nazione modello di democrazia abbia un sistema di elezione così contorto e variabile da stato a stato, dove può capitare di poter votare anche dieci volte di fila come succede in Italia alle primarie del PD. Donald Trump ha il merito di rappresentare solo sé stesso e le sue idee, sarebbe la prima volta che un presidente americano viene eletto democraticamente senza tramacci massoni sottobanco. George Soros non si è mai candidato essendo impresentabile, ha mandato la Clinton come esca, speriamo che gli vada buca. Vuoi vedere che magari chi viene presentato come pazzo e inadatto a guidare gli Usa si rivela un nuovo Reagan del quale avevano detto peste e corna. Una cosa è chiara: alla befana Hillary l'unico posto congeniale è l'ospizio, non certo la stanza dei bottoni.

m.nanni

Gio, 20/10/2016 - 08:53

fortuna che abbiamo visto la diretta. titolo fuorviante, perchè Trump non ha detto che rifiuterà l'esito ma "si vedrà al momento". giusto che sia così perchè anche al Gore aveva preteso la riconta. Trump ha distrutto la Clinton specie sulla politica estera:"finanziati i ribelli senza conoscerli e avete spinto Assad ad allearsi con la Russia, Cina e l'Irana. avete fatto diventare una grande potenza l'Iran", per cui il popolo americano prima se ne libera della Clinton, meglio sarà per tutti, Italia compresa.

19gig50

Gio, 20/10/2016 - 09:05

Come possono pensare gli americani di dare in mano la nazione a quella donnetta dallo sguardo da fulminata e anche malata. Andare d'accordo con i russi di oggi non significa essere comunisti. Putin infatti piace alle destre. Sono i democratici americani che se la intendono con i sinistri specie da quando sono governati da quel negro. A dimostrazione, la cena di stato offerta a quel branco di comunistoidi sembrava l'incontro tra breznev e cossutta di altri tempi.

linoalo1

Gio, 20/10/2016 - 09:08

Poveri U.S.A.!!!Chiunque scelgano,sarà una pessima scelta!!!!

Mr Blonde

Gio, 20/10/2016 - 09:14

m.nanni al gore abbandonò la pretesa in piena riconta, con un bush alla corte federeale che vigilava sulla vittoria del parente, con grande senso di stato e di responsabilità. Legga cosa pensa Rubio e il partito repubblicano su queste frasi prima di aprire bocca, anzi non l'apra per niente. E' tipico di certa gente non saper perdere (la merckle i complotti ecc ecc)

baio57

Gio, 20/10/2016 - 09:18

@ linoalo1 - Esiste sempre un male minore.

Ernestinho

Gio, 20/10/2016 - 09:19

Certamente da un Paese così non si aspetterebbero colpi così bassi!

alyag

Gio, 20/10/2016 - 09:20

Vorrei ricordare al Giornale che gli italiani non votano per il presidente americano. Sono d'accordo con @m.nanni: il vostro titolo non solo è fuorviante ma non corrisponde a quello che effettivamente ha detto Trump. Egli dice: "I would decide at that time", usando addirittura il condizionale: Deciderei al momento, quindi non ha detto che rifiuterà il risultato sic et sempliciter!

steacanessa

Gio, 20/10/2016 - 09:23

Ma il titolista sa leggere? Probabilmente è un tifoso della strega cornuta.

conviene

Gio, 20/10/2016 - 09:28

Povero Trump. Lui non accetta i risultati delle elezioni perché sa di aver già perso. Lui molesta le donne perché ha i soldi. lui è amico di Putin perché era del Kgb. Esattamente la copia di un personaggio che era riuscito ad incantare con gli stessi argomenti gli italiani, che ora si sono rinsaviti. Ma gli americani gli stanno dando una tale lezione di democrazia, perché hanno tutti gli anticorpi che tra quattro mesi nessuno parlerà più di lui.

ortensia

Gio, 20/10/2016 - 09:34

La ridanciana Clinton stasera sembrava una mozzarella un po' sfatta. Se e'vero che 2 milioni di morti risorgeranno dalle tombe per votare democratico e che l'FBI ha graziato la Clinton, allora Trump ha piu'che ragione nel dichiarare che si riserva di accettare o meno l'esito di elezioni truccate. La mozzarella comunque vincera' a meno che non ci si mettano lo Spirito santo e Putin a fare lo sgambetto alla donna piu'potente, bugiarda e pasticciona del pianeta.

smiley1081

Gio, 20/10/2016 - 09:37

E cosa c'e' di differente da quanto fecero i democratici nel 2000 in Florida?

Emilia65

Gio, 20/10/2016 - 09:40

E' incredibile. Per assonanza di idee sembra di vedere un dibattito Renzi contro Salvini. Ad esclusione delle accuse di molestie sessuali, che per Salvini non sarebbero possibili (ma chi lo dice? la sinistra sarebbe capace di inventarle anche per lui a una settimana dal voto).

soldellavvenire

Gio, 20/10/2016 - 09:54

però i brogli pre-elettorali li abbiamo inventati noi, va detto

elalca

Gio, 20/10/2016 - 09:55

conviene: ma lei è un genio, un profeta, un essere illuminato.

ortensia

Gio, 20/10/2016 - 09:55

@conviene: vacci piano fantasioso amico. Di trump ne hanno dette di tutti i colori ma che fosse addirittura del KGB lo dici solo tu. Anche io comunque penso che non vincera'queste elezioni truccate, ma non cadra' nel dimenticatoio. Sta per aprire una stazione televisiva privata e di lui si sentira'ancora parlare eccome.

steluc

Gio, 20/10/2016 - 09:58

Sembrerebbe già tutto deciso , i sondaggi , le molestie che saltano fuori dopo 22 anni , i voti pilotati ( che abbiano chiesto ai nostri dem?) . Un solo consiglio alla signora Rhodam Clinton : rispetti la parola data ai suoi padroni , se non vuole far la fine del esimio predecessore nel '63 , quanto a noi scorte di cibo e batterie , che ci portano in guerra (contro il nemico sbagliato).

pinux3

Gio, 20/10/2016 - 10:00

@m.nanni...Hai ragione, Trump ha detto che vedrà al momento, nel senso che se dovesse vincere lui ovviamente nessun broglio, se invece vince la Clinton sarà a causa dei brogli...Ahahah...E voi destrorsi arrivate a PRENDERE SUL SERIO un simile "soggetto"? Ma possibile che non arriviate a capire che per la Clinton Trump è l'avversario "ideale" (molti repubblicani l'hanno capito bene...)? C'è da dire però che uno come Trump (come i vari Johnson e Farage...) rappresenta "fedelmente" quella che Confalonieri chiama la "destra scema"...

pinux3

Gio, 20/10/2016 - 10:06

@Emilia65...Se fossi in te sarei più "prudente" ad accostare Salvini a Trump. Non credo proprio che la cosa gli "giovi"...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 20/10/2016 - 10:09

Noi di destra siamo dei veri fenomeni , se vinciamo noi il voto è regolare se vincono gli altri ci sono stati dei brogli.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 10:23

Complimenti a Il Giornale, uno dei rari media in Italia dove si possono sentire altre campane. I media del Bilderberg sono invece degni della Corea del Nord, non solo servilismo e falsità, anche totale irresponsabilità se si pensa che fomentano l'odio che precede tutte le guerre del Regno del Caos, l'ultima quella con Russia e Cina

ridateci_il_tocai

Gio, 20/10/2016 - 10:25

tutti i big del mondo uniti contro Trump... cantanti, attori, capi di stato, mass media ... chiedetevi perchè si sono tutti schierati contro di lui ? perchè appena qualcuno decide di affrontare un cambiamento serio e un taglio con il passato viene subito fermato? usando qualsiasi mezzo ... vedi anche il referendum in austria ....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 10:26

Nessuno si illuda. Il regime non lascerà che Trump vinca (e vincerebbe). In un altro articolo (ottimo, cose che non passano nella "libera stampa" della provincia dell'"impero") è chiarito che le macchine che gestiscono i voti sono in mano a un socio di Soros, ossia del dittatore per procura Rothschild.

nerinaneri

Gio, 20/10/2016 - 10:28

...sono komunisti pure su marte...anni fa il pianeta era blu, ora e' rosso grazie ai kompagni...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 10:28

marino.birocco - a dire il vero, i brogli ci furono anche per favorire Bush. Ma cambiava poco allora perché entrambi i candidati erano fantocci del regime mondialista e Wall Street. Trump non lo è. Perciò ha contro tutti i servi del regime.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 10:32

conviene - ... La sua beniamina Clinton (responsabile di infiniti lutti in Libia e Siria) PRENDE FINANZIAMENTI DAI SAUDITI (notizia confermata centomila volte al di là di ogni dubbio)... i sauditi che neanche guidare consentono alle donne. Abbia un po' di dignità... se ne è capace.

conviene

Gio, 20/10/2016 - 10:37

xmarino.bococco.ha detto veramente la verità. ma chi è stato ad Iniziare. Un certo Berlusconi.io mi sono sentita veramente offesa. Ho fatto per 24 anni la presidente di seggio. Ho avuto complimenti da An /(Tremaglia)e da tutti per la celerità del mio seggio. Mai immaginato di truccare un solo Voto. Mai avuto una contestazione. Poi dopo le insinuazioni di Berlusconi ha fatto di tutto per essere esentata e ci sono riuscita. Non si possono offendere a cuor leggero migliaia di persone sparando nel mucchio.

tormalinaner

Gio, 20/10/2016 - 10:39

La Clinton è una strega che ci porterà alla terza guerra mondiale spero che perda è troppo falsa.

Ritratto di host8965

host8965

Gio, 20/10/2016 - 10:49

Questo miserabile sa già che perderà, ma per qualche motivo quando perde la destra è sempre colpa di brogli e complotti?

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 20/10/2016 - 11:05

Non ho visto il dibattito perché sarebbe stato inutile vederlo per chi esigeva qualcosa di originale. Per quanto riguarda i sondaggi che darebbero vincente nel dibattito ancora la Clinton: che cosa potrebbero mai dire i sondaggi commissionati da quegli stessi che si sono chiaramente già espressi contro Trump e a favore della Clinton? Sarebbe strano che dicessero il contrario. Comunque, come tutti i sondaggi, anche questi che vedono in vantaggio la Clinton per l'elezione a presidente vanno presi con cautela. E' probabile che oggi negli Usa, con tale campagna denigratoria in atto contro Trump, annunciare di voler votare il magnate equivalga a dire una bestemmia. Quindi, parecchi americani interpellati preferiscono mentire piuttosto che rischiare di passare per potenziali sostenitori di Trump. Chissà che fra 15 giorni non avremo clamorose sorprese dalle urne.

DIAPASON

Gio, 20/10/2016 - 11:09

La democrazia non puo' essere ripristinata con le parole, quelle se le sono prese tutte I massoni con l'appoggio inconsapevole dei sostenitori del pensiero unico. Rimarra' solo la via cruenta purtroppo.

VittorioMar

Gio, 20/10/2016 - 11:13

...gli americani si trovano di fronte ad una scelta responsabile:...CONTINUARE A PIANGERE I LORO FIGLI IN GUERRE INUTILI E SANGUINOSE....O PROVARE A PACIFICARE IL MONDO??..CLINTON E' IL TRAGICO PASSATO (GUERRE CONTINUE OVUNQUE)....TRUMP E' LA NOVITA'!!! ...dovrebbero provarci!!

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 20/10/2016 - 11:14

Il PRIMO ATTO INTERNAZIONALE della Clinton presidente, sarà quello di espugnare Assad, quindi uno scontro diretto con Putin, quindi la Terza Guerra Mondiale. Un progetto terrificante, eppure appoggiato da milioni di statunitensi che si scandalizzano davanti ad un presunto palpeggiamento, ma accettano la distruzione del Vecchio Continente. …e poi non si vuole accettare che dietro a queste manovre ci sia un grande burattinaio che tira i fili e gioca con le nostre vite..

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 20/10/2016 - 11:30

--------l'america ---per quanto abbia compiuto degli errori -non si merita un presidente troglodita---misogino e maschilista con le donne fino all'estremo---un negatore di diritti acquisiti come l'aborto---uno che andrebbe a letto col mitra sotto il cuscino---un tipo apertamente razzista nei confronti delle minoranze---uno che è stato abile ad eludere tasse per milioni di dollari e via discorrendo---realisticamente credo che non vincerà mai non per ipotetici o fantomatici brogli--cavallo di battaglia pressocchè universale dei destricoli di ogni latitudine--ma perchè l'elettorato femminile giustamente gli volterà le spalle e con esso anche tutto l'elettorato latino--nonchè quello dei migranti in regola-diventati cittadini americani a tutti gli effetti e che non rinunceranno al diritto del sogno americano---hasta

idleproc

Gio, 20/10/2016 - 11:36

Regà, noi di "destra" in senso lato, stiamo sostenendo e facendo la cosa giusta. Anche per il futuro di quegli imbec. di "democratici" che si vanno a impiccare da soli a rimorchio della propaganda dela banda criminale travestita da "sociale e umana". Anche "Putin" sta facendo e cerca di fare la cosa giusta. Si può vincere o perdere specie se hanno di fronte dei bari ma si vive e ha senso vivere solo per fare la cosa giusta.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 11:45

L'elettorato di sinistra ha nel DNA il servilismo. Se i loro capoccia, media e "intellettuali" ordinano di esser terzomondisti, filosovietici, comunisti, loro lo sono. Ora che ordinano di essere mondialisti, SCHIAVI della finanza, delle banche, di gentaglia come Soros, loro votano per Killary la guerrafondaia, si fanno piacere le aggressioni alla Libia e alla Siria, adorano Soros...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 11:47

A sinistra sono SERVI, nel DNA. Se i loro "intellettuali" (gente tipo Benigni, H.Levy, GAd Lerner haha intellettuali...) ordinano di esser sovietici, loro lo sono. Se ordinano di stare con Wall Street, loro stanno. Ora adorano una guerrafondaia assassina come la Clinton... una finanziata dai sauditi.... rendiamoci conto...i sauditi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 20/10/2016 - 11:49

In quanto all'amicizia, tra America e Russia l'Italia ha sempre preferito l'America, ma dopo Obama, tra il maomettanesimo di Washington e il cristianesimo ortodosso di Mosca, i cattolici dovrebbero stare dalla parte di Gesù, cioè con Vladimir Putin, come me. Dunque i Clinton devono esser cacciati via dalla casa Bianca, costi quel che costi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 20/10/2016 - 11:51

conviene lo ho fatto anch'io il presidente di seggio in parecchie elezioni e anch'io mi sono sentito offeso da certe insinuazioni. Chi spara nel mucchio , quando ha perso è un miserabile e se ha del sospetti su qualche seggio , visto che è circondato da avvocati ha solo da sporgere denuncia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 20/10/2016 - 11:51

Trattando di falsità, si evidenzia che la Clinton è una falsa magra.

VittorioMar

Gio, 20/10/2016 - 12:04

...meglio un "TROGLODITA" che UNA GUERRAFONDAIA ASSETATA DI SANGUE E DI POTERE!! ormai gli USA e in parte l'EUROPA sono "DEMOCRAZIE IN DECADENZA"!!!

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 20/10/2016 - 12:10

Comunque vada per la democrazia (?) americana sarà un vero funerale

pinux3

Gio, 20/10/2016 - 12:22

Fate la "cosa giusta" sostenendo un candidato "impresentabile" perdente certo in partenza? Va beh, contenti voi...Negli USA quelli di destra con un po' di sale in zucca l'hanno capito da un pezzo, a differenza dei soliti beoti che scrivono qui dentro...

Tarantasio

Gio, 20/10/2016 - 12:24

Battaglia politica e di archetipi: il gigante solo, generoso e buono per vincere deve superare sette prove mortali, la megera dei filtri magici alleata dei maghi neri lo vuole pietrificare con le sue arti. Ma più le prove sono aspre più l'eroe si rafforza. Il folletto Assange, a rischio della vita, scaglia fulmini contro la fortezza nera le cui mura in molti punti adesso mostrano crepe. Il fragore della battaglia ha destato dal lungo sonno gli spiriti sacri locali, ai quali la strega aveva riservato una ben triste fine. La storia si concluderà con la strega in fiamme che lancia le sue ultime maledizioni. Finirà esiliata nelle nebbie del "campo senza tempo" e non sentiremo più parlare di lei, se non come spauracchio per bambini. Così sia

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Gio, 20/10/2016 - 12:42

mi viene l'allergia COMMENTARE x i finti liberatori e i BOLSCEVICHI costola della finanza e della massoneria.Bisogna cambiare, la CLINTON continuera' la politica ESTERA dell'ABBRONZATO E X NOI E' UN VERO DISASTRO.AUSPICO CHE GLI ITALOAMERICANI DOPO LE SVIOLINATE AL BOMBA DI OSAMA BIN LADEN NON SI FACCIANO PRENDERE X I FONDELLI!!

soldellavvenire

Gio, 20/10/2016 - 12:43

ma sylvio che altro ha fatto negli SU? vuoi vedere che è andato anche a votare?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 20/10/2016 - 12:44

Ormai è conclamato che Trump perderà, ha tutti contro, tutti i poteri forti, addirittura gli remano contro (per invidia?) gli stessi repubblicani. Non vorrei che fra qualche mese, rimpiangeranno/ete di aver voluto la Clinton. I presupposti ci sono. Non lamentatevi poi, e soprattutto assumetevi le responsabilità nel caso facesse disastri. Vi accorgerete che la vostra lungimiranza non era poi tale. Soprattutto in politica estera, perchè i danni li pagherebbe tutto il mondo. Contento se fossi io a sbagliare pronostico, ma se fosse vero quanto sopra scritto, non ragliate più per favore, anche se voi negherete sempre.

acam

Gio, 20/10/2016 - 12:56

l'America scegliendo il cioccolatino si è fatta succhiare come tale. I dolcetti sono facili da assumere e tutti li vogliono. Questo offertici dagli americani otto anni fa è uno die quelli lassativi ed i risultati si riscontrano in tutto il mondo, tutto schizzato di incompetenza nessun problema risolto ne in amenrica ne in Italia ne nel mondo tutto. L'eredità di tutto ciò sono due incompetenti che non sanno cosa li aspetta, che Dio ce la mandi buona. Kennedy ebbe il papa buono come supporto i prossimi avranno un papa incompetente... Gesù ora pro nobis...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 13:06

Pensate che in 16 stati USA neanche chiedono una carta di identità con foto ai seggi... immaginate che ruberie...

Alberto70

Gio, 20/10/2016 - 13:17

la storia dei brogli è risibile e grottesca ... la zolfa che negli anni 70 era dei comunisti ora è purtroppo patrimonio della destra: brogli, burrattini e burrattinai, poteri forti e via dicendo... che pena ! in questo modo ogni sconfitta elettorale è giustificata ... colpa del burrattinaio e del grande vecchio... :-))

pinux3

Gio, 20/10/2016 - 13:28

@Leonida55...Ma possibile che non lo abbiate ancora capito? I repubblicani gli "remano contro" perché dopo la sconfitta dei dem nelle elezioni di mid term pensavano di avere la strada aperta verso la Casa Bianca; poi è arrivato Trump a...rompergli le uova nel paniere...

Edmond Dantes

Gio, 20/10/2016 - 13:35

Le molestie attribuite a Trump somigliano a quelle lamentate dalle Olgettine, un modo per avere visibilità e magari anche quattrini da parte di signore e signorine che si offrivano su un piatto d'argento agli appetiti sessuali di personaggi danarosi. Non conviene peraltro alla sig.ra Clinton insistere sul tema sessuale, stante che le peggiori figure le ha fatte lei: una che si dice paladina delle donne ha accettato di farsi umiliare dal marito nel modo che sappiamo e invece di mollarlo, come sarebbe stato dignitoso, l'ha pure difeso e si è addirittura premurata di intimidire e tacitare alcune delle amanti, non certo per amore di Bill ma solo ed esclusivamente per i vantaggi che essere comunque la signora Clinton avrebbe garantito alla sua carriera politica.

ortensia

Gio, 20/10/2016 - 13:41

@pinux3: concordo con Buttafuoco: Trump e'persino meglio della Clinton.

tuttoilmondo

Gio, 20/10/2016 - 13:48

Io voterei Trump. Perché? Perché il duo Obama Clinton ha fatto più danni al mondo ed all'America di mille uragani. Le Primavere arabe volute dai democratici sono state e sono un immane bagno di sangue innocente. I paesi che si voleva democratizzare sono un eterno campo di battaglia con violenze di ogni tipo. Il progetto di escludere la Russia dal Mediterraneo gli spalanca le porte. Il cattivo Putin diventa un difensore della sovranità popolare di Paesi che prima erano fuori dalla sua orbita. In sintesi gli USA hanno perso potere e in cambio hanno causato milioni di morti innocenti. Dov'è il vantaggio di tale politica? Se gli americani voteranno, specialmente le donne, per la Clinton a causa di battute sessiste... allora sono ancora allo stato brado come i loro antenati cow boy.

Libertà75

Gio, 20/10/2016 - 13:48

i cocomerioti fino a 2 gg fa si lamentavano che dietro a Trump ci fossero i russi e la manipolazione del voto, oggi che invece l'articolo pende da parte opposta dicono "non sapete accettare il risultato"... in primis marino.micoccolo.i.comunisti.nel.letto

lorenzovan

Gio, 20/10/2016 - 14:03

pinux...usiamo le parole giuste...non sono beoti...sono...WEBETI

lorenzovan

Gio, 20/10/2016 - 14:06

fermo restando che tra la clinton e trump...c'e' poco da star allegri...se questi sono i candidati che gli USA riescono a partorire...allor noi con Renzi..il Berluska e Grillo..non siamo messi poi cosi' male

Alberto70

Gio, 20/10/2016 - 14:11

Ausonio non confondere Santa Madre Russia con gli Usa.... ma di quali ruberie vai cianciando ?! quindi secondo il tuo ragionamento ogni elezione Usa è frutto di ruberie ?!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 20/10/2016 - 14:13

IO; PREFERISCO PIU UNO COME TRUMP A CUI PIACCIANO LE DONNE!CHE AD UNA COME LA CLINTON A CUI PIACCIANO LE GUERRE IN CASA DEGLI ALTRI!!!.

m.nanni

Gio, 20/10/2016 - 14:22

Mr Blonde spero tu sia soltanto ignorante e non in mala fede. ho visto la diretta con oggettiva attenzione. al Gore, appena sancita la sconfitta per un pugno di voti, s'è "inchinato" a Bush vincitore chiamandolo "mio comandante". credo che tu non hai neppure visto lo scontro (io mi sono svegliato alle due e mezza) e allora non dire a me di tapparmi la bocca perchè ti potrei anche mandare a cagare.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/10/2016 - 15:03

Se vincerà l'oca, non giuliva bensi velenosa, vorrà dire che gli americani sono andati completamente fuori di testa mentre i vertici repubblicani da tempo si sono bevuto il cervello!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/10/2016 - 15:19

Alberto70 - delle ruberie, sistematiche, da anni, hanno parlato legioni di analisti e politici USA. Che sanno di cosa parlano. Ma secondo lei in una nazione dove in 16 stati si può votare SENZA CARTA DI IDENTITA' che razza di garanzie dà?

tzilighelta

Gio, 20/10/2016 - 15:31

m.nanni, ti sarai alzato anche alle due e mezza ma hai continuato a dormire sintonizzato sul film "l'attimo fuggente" i tuoi ricordi dopo tanti anni risultano oggi un po annebbiati e confusi, nel tuo caso è tutto normale non preoccuparti. Al Gore in prima battuta a spoglio in corso ammise la sconfitta seppure di poco, ma dopo le note vicende che addirittura lo davano per vittorioso prese contatto diretto con G.W. Bush per toglierli il riconoscimento dato in precedenza, ormai però la frittata era fatta, l'America non poteva dare questa immagine di se, Gore si ritirò stoicamente e Bush prese il comando!

ESILIATO

Gio, 20/10/2016 - 15:56

NON E' VERO....ha detto che analizzera i risultati, come fece Gore with Bush in Florida...

giampiroma

Gio, 20/10/2016 - 15:58

Trump che non accetterebbe l'esito del voto,che vuol dire? che chiederebbe ai suoi sostenitori di scendere in piazza a rivoltarsi? Dai!!!che fosse la volta buona che in america abbiano le rivolte sociali e popolari che nel XX secolo in Europa ci sono state! in fondo avrebbero i motivi. Democrazia falsata, manipolazione dei media, classe operaia e media che vive con enormi difficoltà,superiori a quelle europee.i ricchi sempre +ricchi e i poveri sempre+ poveri.i medi scivolano in basso. Vediamo che succede. Temo comunque che il sistema americano "normalizzerà" tutto.

lorenzovan

Gio, 20/10/2016 - 16:05

@tzilighelta..." e Bush prese il comando!" purtroppo dico io...quanti morti e distruzioni ci saremmo risparmiati se avesse vinto Al Gore...e non Bush il "conquistatore"

apostata

Gio, 20/10/2016 - 16:16

Debbo ammettere, sono questioni che mi superano, non mi spettano, non ho requisiti. Le elezioni usa non fanno per me, l’america non è gioco da bimbi, né da bimbe come le sacerdotesse rai (che chissà quanto ci costano per recitare i loro miserabili appunti in favore di hillary). Dall’italia e più in generale dall’europa, non si è in grado di capire, occorre compassione, i due sembrano pericolosi entrambi, epperò tutto sommato trump è meno antipatico della spocchiosa hillary.

conviene

Gio, 20/10/2016 - 16:16

Xortensia.Ma che cavolo scrive??? Sa leggere. Non mi faccia dire cose che non immagino. Non ne sarebbe all'altezza tra l'altro. Io ho scritto che Putin era a capo del Kgb. Se mi consente .Cribbio

ghorio

Gio, 20/10/2016 - 16:33

Quando la politica è in decadenza totale. I due candidati sono impresentabili. Ad ogni modo la meglio di Clinton non è che sia migliore di Trump. Come segretario di Stato ha "regalato" parte del Medio Oriente ai fondamentalisti islamici, abbandonando governanti alleati dell'Occidente per salire sul carro dei presunti vincitori.

Andrea De Benedetti

Gio, 20/10/2016 - 16:42

Signor Dordolio io vivendo negli Stati Uniti ho seguito dibattito. Da un lato un robot che ripeteva la lezione imparata che e` stato messo in difficolta` dalle improvisszzioni di Trump tipo l`accusa di aver fomentato i disordini lle sue manifestazioni eletttorali come risulta dal video pirata uscito due giorni fa. 1500 dolari era la paga per i violenti.

Andrea De Benedetti

Gio, 20/10/2016 - 16:53

Bob Creamer. Chie e` costui? Di lui si sa che e` stato 342 volte alla Casa Bianca e per ben 47 volte e` stato ricevuto da Obama.Non uno di fasmiglia ma una persona conosciuta,nota e ben gradita altrimenti non sarebbe mai stata ricevuta cosi` tante volte. Bob e` il fondatore del Democracy Partners amico di Hillary e lavorava per il DNC.,costui e` l`attore principale del video pirata,ossia chi parlava non sapeva di esser ripreso. Bob e socioi hanno parato a ruota libera. Hanno organizzato i disordini alle manifestazioni di Trump e organizzano le frodi elettorali. Bob e` stato licenziato daidemocratici dopo l`uscita del video.

Andrea De Benedetti

Gio, 20/10/2016 - 16:57

Frodi elettorali?? E` una tradizione delle elezioni USA. Da giovane l`ex presidente Johnso si presento` candidato al senato. L`elezione fu incerta bastavano poche decine di voti. Poi come per miracolo si scoprirono circa trecento nuovi voti. Di questi solo uno era contro. Ma la cosa piu` interessante fu la constatazione che gli elettori" scoperti" avevano votato in ORDINE ALFABETICO" Ci fu un inchiesta ma tutto passo`.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/10/2016 - 17:03

lorenzovan. E quanti altri morti ci saremmo risparmiati se non avesse mai vinto l'abbronzato! I fatti dicono che dopo la seconda guerra mondiale gli USA non ne hanno mai inbroccata una dal Vietnam all'Afghanistan, dall'Iraq alla Libia alla Siria. Tutti i presidenti che si sono succeduti, repubblicani come liberal, sono sempre stati succubi della lobby dei militari e dei produttori di armi e il solo che, almeno a parole, ha detto basta alle pretese guerrafondaie é stato Trump che solo si é reso conto che continuare a cercare di imporre democrazie non volute dagli interessati solo per far contenti i generaloni che devono giustificare la loro esistenza ed i loro emolumenti é semplicemente una corsa verso una terza guerra mondiale e se vincerà l'oca velenosa sarà ancora peggio!

m.nanni

Gio, 20/10/2016 - 17:32

per tutti gli smemorati:"WASHINGTON - E' in corso la nuova conta dei voti in Florida. Operazione che, è stato precisato, deve concludersi entro domani. Si profilano dunque tempi lunghi per il responso che deve decidere il nome del quarantatreesimo presidente degli Stati Uniti. Secondo i democratici ci sono state irregolarità nel voto e per questo occorre ripartire da capo e rifare i conti. Funzionari del partito di Al Gore hanno denunciato il problema ancora prima che il voto nello stato di cui è governatore il repubblicano Jeb Bush diventasse cruciale per l'esito delle presidenziali. "Abbiamo notizia di irregolarita", ha riferito Mark Halperin, direttore politico del telegiornale AbcNews.

ohibò44

Gio, 20/10/2016 - 18:43

Ma è mai possibile che l’unico baluardo contro la guerrafondaia Clinton sia un simile troglodita?

ortensia

Gio, 20/10/2016 - 21:27

pasquale.esposito:..... e se piacessero le donne anche a lei? Un lasciapassare in piu'per la casa bianca visti i tempi.

m.nanni

Gio, 20/10/2016 - 22:25

l'errore grossolano di Trump è stato quello di non avere confessato la sua complessa tendenza sessuale: è gay al 35,7%. ma alcuni sondaggisti lo danno al 48,1%.