Venezuela, i giudici sotto tiro si rifugiano nell'ambasciata cilena

Almeno tre magistrati nella residenza diplomatica. E Maduro nomina il figlio

Il leader dell'opposizione venezuelana Leopoldo López sui manifesti di chi protesta

L'opposizione ha paura, e si sente. Non sono soltanto i politici a rischiare grosso in Venezuela, né solo i manifestanti, che negli ultimi mesi hanno perso la vita per protestare contro un Paese che rischia di diventare una dittatura "cubana". Sotto tiro è anche la magistratura.

Lo sanno bene Beatriz Ruiz e Jose Fernando Nunez, tra i 33 giudici nominati nel luglio scorso dall'opposizione, in risposta a una Corte suprema imbottita di uomini fedeli a Nicolás Maduro, e che ora si sono presentati all'ambasciata cilena di Caracas, "in cerca di protezione".

Lesta la risposta da Santiago, dove il ministro degli Esteri Heraldo Muñoz ha messo in chiaro che se Ruiz e Nunez dovessero chiederlo, otterrebbero il diritto d'asilo. Prima di loro già un terzo giudice si era rifugiato all'ambasciata.

Se i 33 nuovi giudici sono stati nominati dall'Assemblea nazionale, la Corte suprema vicina a Maduro ha subito parlato di un gesto incostituzionale, parlando di tradimento alla nazione per quanti avessero cercato di prendere il proprio posto.

Al parlamento in mano all'opposizione si oppone ora anche la nuova Costituente voluta dal presidente Maduro. Un organismo di 545 partecipanti, sconfessato da buona parte della comunità internazionale, di cui fanno parte anche Cilia Flores, primera dama del leader venezuelano e "Nicolasito", il figlio 27enne.

Contro la Costituente l'opposizione tornerà in strada domani e intanto si susseguono le condanne per il fermo di Leopoldo López e di Antonio Ledezma. Importanti figure dell'opposizione già ai domiciliari - entrambi sono stati sindaci della capitale Caracas - sono stati prelevati ieri da casa dal Sebin, il servizio d'intelligence venezuelano.

López e Ledezma, pur dai domiciliari, si erano fatti sentire contro quella consultazione per la Costitutente che l'opposizione considera non legittima, contestanto i numeri forniti dal governo, che parlano invece di un ampio consenso popolare al piano di Maduro, che vuole una nuova Costituzione al posto di quella emendata dal suo predecessore Chavez nel 1999.

Commenti

VittorioMar

Mer, 02/08/2017 - 10:42

...MADURO COMINCIA A INTERESSARMI.......!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 02/08/2017 - 11:15

APPELLO AL MONDO E AL POPOLO VENEZUELANO A MOBILITARSI CONTRO IL CRIMINALE USURPATORE NARCOTRAFFICANTE MADURO. INVITO IL POPOLO VENEZUELANO AD ARMARSI E PRENDERE CON LA FORZA IL POTERE FUCILANDO PER ALTO TRADIMENTO MADURO, CABELLO E TUTTI I LORO SERVI.

rossini

Mer, 02/08/2017 - 11:16

Paese diverso dall'Italia il Venezuela. Lì i Magistrati difendono la democrazia e si schierano contro il Potere pagando un duro prezzo. Qui da noi i Magistrati stanno con il Governo e bastonano l'Opposizione ricevendo in cambio seggi al Parlamento e incarichi vari-

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 02/08/2017 - 11:17

APPELLO AL PRESIDENTE TRUMP A DECRETARE L'EMBARGO VERSO IL PETROLIO VENEZUELANO FIN QUANDO IL CRIM8NALE MADURO NON AVRÀ LASCIATO IL POTERE.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 02/08/2017 - 11:18

Questo è il comunismo,il nostro governo lo invidia tantissimo.

bengaltiger

Mer, 02/08/2017 - 12:16

@rossini: non è così purtroppo (in Venezuela), ma é troppo complicato spiegarglielo

alox

Mer, 02/08/2017 - 12:32

Non preoccupatevi Castro ha mandato i corpi speciali a difendere l'ideale...poi sono gli USA a fare i golpe!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 02/08/2017 - 13:14

Il Grande Satana ha già dichiarato che è pronta all'intervento per rovesciare il governo venezuelano. Ennesima ingerenza USA dunque, cui spero che Russia e Cina pongano un ostacolo insormontabile.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 02/08/2017 - 15:10

Ausonio fra le tante che hanno fatto questa è quella meno invasiva...e sicuramente quella dove il Popolo Venezuelano spera ci sia un intervento....Li stanno ammazzando come cani...Bastardi rossi...Non riescono a far andare l'economia della terza forza del pianeta col petrolio che sgorga in ogni luogo..ma no i rossi vogliono più potere per mangiarsi tutto quello che rimane...no censure...