Montezemolo critica: "Berlusconi ha deluso" Ira del Pdl: "Basta parlare, scenda in politica"

Nello scontro interno al centrodestra si inserisce la fondazione Italia Futura: "Trovare un accordo tra Bossi, Berlusconi e Fini, non si perda altro tempo". Gasparri replica: "Più facile parlare che avere voti". E Bondi: "Basta tentennare, esca allo scoperto" 

Roma - Una secca bocciatura dell'ipotesi di elezioni anticipate e una critica ai risultati "deludenti" del preidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Nel duro scontro interno alla maggioranza si inserisce pure Italia Futura, l'associazione vicina a Luca Cordero Montezemolo. "Andare alle elezioni non risolverà alcun problema. Perderemmo solo altri sei mesi. Berlusconi, Fini e Bossi - ha tuonato la fondazione - hanno il dovere di chiudere lo scontro istituzionale che non è degno di un Paese civile, di ricompattare la maggioranza sulla base di un programma elettorale anche minimo, di riforme essenziali per i cittadini e di completare la legislatura". Immediata la replica del coordinatore del Pdl, Sandro Bondi: "E' una bella notizia la presa di posizione di Montezemolo. Speriamo che si decida a sciogliere i residui tentennamenti e compia una chiara e coerente scelta politica".

Montezemolo tifa per la pace "Andare alle elezioni non risolverà alcun problema. Perderemmo solo altri sei mesi". Secondo Italia Futura, l’associazione vicina a Luca Cordero di Montezemolo, "Berlusconi, Fini e Bossi hanno il dovere di chiudere lo scontro istituzionale che non è degno di un Paese civile, di ricompattare la maggioranza sulla base di un programma elettorale anche minimo, di riforme essenziali per i cittadini". Poi, però, la fondazione attacca Berlusconi: "E' stato uno dei più capaci imprenditori italiani e sa bene che, alla fine, dopo tutte le chiacchiere e le attenuanti, un leader si misura sulla base dei risultati. Questi, nel giudizio dei cittadini, sono deludenti". Secondo Italia Futura, infatti, "la seconda Repubblica sta affondando tra veleni e dossier, distribuiti tramite giornali militanti e siti di gossip, in spregio a qualsiasi regola di fair play, correttezza e civiltà". E conclude: "Qualcuno conta che questa palude di melma scoraggi qualsiasi velleità di partecipazione al dibattito pubblico di chi non è un politico di professione".

La replica di Gasparri Il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, replica a stretto giro: "A Montezemolo l’ho personalmente detto più volte, tutti hanno diritto a partecipare alla vita politica. Poi però bisogna prendere i voti per contare". Gasparri capisce che, "a quanto si legge, debba trovare spazio altrove dopo le esperienze imprenditoriali". "Avrà tempo e modo per misurarsi. E capirà che è più facile parlare che raccogliere consensi - conclude l'esponente del Pdl - intanto si preoccupi della Red Bull e dia una mano ad Alonso".