Morto lo scrittore Nico Orengo

Si è spento all'ospedale Le Molinette di Torino lo scrittore Nico Orengo, ricoverato in settimana per una crisi cardiaca. Era statoil responsabile dell'inserto della Stampa "Tutto Libri". Nei suoi romanzi ha raccontata la riviera ligure

Torino - Non ce l’ha fatta Nico Orengo a superare la crisi cardiaca che lo aveva colpito qualche giorno fa. Lo scrittore e giornalista torinese è morto questa mattina all’ospedale Molinette dove era ricoverato nel reparto cardiologia. Orengo, a lungo responsabile di "Tuttro Libri", inserto del quotidiano "La Stampa", attualmente in pensione, aveva 65 anni. Nato a Torino, nel capoluogo piemontese viveva e lavorava. Da tempo definito uno degli autori italiani più originali, per l’editore Einaudi ha pubblicato molti volumi.

Un minuto di silenzio Un minuto di silenzio in memoria di Nico Orengo è stato osservato alla Fiera del Libro di Imperia, dove lo scrittore e giornalista avrebbe dovuto proprio stamani intervistare Maria Teresa Verda Scajola sul suo ultimo libro "Mete d’autore a Ventimiglia". Orengo avrebbe dovuto poi presentare anche il suo libro Isla Bonita. "La nostra provincia perde un grande amico e uno scrittore che l’ha esaltata e difesa, dal mare alle colline, da ogni intrusione selvaggia": con queste parole Ito Ruscigni, ideatore della rassegna dei Martedì Letterari del Casinò di Sanremo, ha ricordato la figura di Orengo, che aveva casa nell’estremo ponente ligure ed era stato tra i fondatori del premio Hanbury dedicato ai grandi giardini. "Come Biamonti - osserva ancora Ruscigni - era uno scrittore innamorato della Liguria che è stata protagonista dei suoi romanzi, con un paesaggio che diventa protagonista".