Morto secondo operaio ustionato il 4 novembre nella fabbrica di Paderno

L'uomo, un 44enne albanese, era rimasto gravemente ustionato nell'incendio del 4 novembre scorso che aveva colpito la fabbrica di  Paderno Dugnano in cui lavorava. Resta in gravissime condizioni un altro operaio. Nell’esplosione ne erano rimasti feriti sette

Milano - È morto la scorsa notte al Cto di Torino l’operaio albanese rimasto ustionato il 4 novembre scorso nell’incendio che si era sviluppato nella fabbrica di Paderno Dugnano in cui lavorava. Haroun Zaqiri, 44 anni,  era stato trasportato al Centro ustionati del nosocomio piemontese a causa delle gravi ferite riportate. Aveva ustioni sul 70% del corpo.

Seconda vittima L’operaio è la seconda vittima dell’ incidente. Sergio Scapolan, 63 anni, era deceduto nei giorni scorsi all’ospedale di Genova. Resta in gravissime condizioni un altro operaio, Salvatore Catalano, in coma farmacologico all’ospedale Niguarda di Milano. Nell’esplosione erano rimasti feriti nel complesso sette operai.