In mostra gli antichi strumenti degli speziali

Vasi, strumenti e arredi farmaceutici provenienti dalle antiche farmacie liguri, conservati presso i Musei Civici genovesi e presso altri istituti museali della regione sono i protagonisti della mostra in corso a Palazzo Tursi dal titolo «Il Giardino della Salute. Piante del mediterraneo nelle antiche farmacie liguri»: oggetti che vengono presentati non soltanto per il loro valore artistico, ma come testimonianze di una cultura botanica e farmaceutica ancora ampiamente diffusa all'epoca dell'unità d'Italia che oggi va riscoperta e valorizzata. L'esposizione, che si riallaccia anche ai temi della Biennale del Mediterraneo, fa parte del programma del Festival della Scienza ed è strettamente collegata al progetto europeo «Pyrgi» - di cui è partner il Dipartimento di Medicina Sperimentale e il Dipartimento di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche ed Alimentari dell' Università degli Studi di Genova. Nell'ambito del percorso vengono sviluppate interessanti tematiche, dalle piante nella farmacopea ligure dal XVI al XIX secolo alle antiche ricette e la virtù delle piante per la moderna ricerca scientifica fino ai titoli delle ricette e la rappresentazione delle piante medicinali sui vasi farmaceutici e sui dipinti dei Musei genovesi. In mostra ci sono naturalmente i grandi vasi in maiolica, oltre agli strumenti farmaceutici, libri a stampa e manoscritti. Oltre ai numerosi volumi, manoscritti e a stampa, conservati presso le Biblioteche cittadine, il prestigio dell'Arte degli Speziali di Genova è testimoniato anche dal gran numero e dalla elevata qualità artistica dei corredi di vasi farmaceutici di produzione ligure che si sono conservati. Di questo patrimonio fanno parte vasi provenienti dalle farmacie dei grandi Ospedali, come quelli genovesi di Pammatone e degli Incurabili, quello di San Paolo di Savona o quello di Santa Maria di Misericordia di Albenga. Visitabile dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19. Fino all’8 gennaio.