Il "mostro" del Circeo e la giornalista Izzo: "Stiamo pensando alle nozze"

Angelo Izzo ha trovato l'anima gemella, una giornalista che vorrebbe sposarlo in carcere dove lui sta scontando il suo secondo ergastolo

Roma - Angelo Izzo, il "’mostro" del Circeo, ha trovato la sua "anima gemella" e intende assecondare il suo desiderio di matrimonio. Dal carcere di Velletri (Roma) - dove sta scontando il secondo ergastolo per il duplice omicidio nel paese molisano (il 28 aprile del 2005, mentre era semilibertà dal carcere di Campobasso, uccise una donna e sua figlia), Izzo fa sapere che lo ha chiesto in sposo Donatella Papi - giornalista romana e direttrice del giornale on line www.comincialitalia.net - e che "è in progetto il matrimonio".

Chiesto in sposo A muovere il primo passo ufficiale - dopo una conoscenza avvenuta per via epistolare, sebbene in gioventù, "ai tempi pariolini", avessero amici comuni - è stata la stessa Papi, che è divorziata e che il 30 ottobre ha scritto al direttore del carcere chiedendo di essere autorizzata a incontrare Izzo, per "concordare con lo stesso le modalità e le autorizzazioni necessarie al fine di contrarre matrimonio in regime intramurario".

Izzo e il matrimonio
Da dietro le sbarre, con la lettera a un cronista, Izzo conferma: "Può darsi che ci sposeremo. Ne abbiamo parlato ed è in progetto il matrimonio. Donatella è stata una ragazza che è divenuta una bella donna, molto intelligente e sensibile. Recentemente fra noi è nato un rapporto epistolare e abbiamo scoperto tante affinità elettive. Soprattutto, come gli antichi samurai, ambedue abbiamo un gran desiderio di coltivare i valori della compassione, della bellezza, degli ideali e delle belle bandiere".

I